Bonus famiglie con almeno 3 figli minori: MAI entrato in vigore!

Bonus Famiglia con almeno 3 figli minorenni a carico sconti carta famiglia doveva essere la nuova social card famiglie numerose MAI entrata in vigore

Stampa

Il bonus famiglie con almeno 3 figli a carico, è una misura Mai entrata in vigore!

Il bonus, infatti, doveva essere introdotto dal Governo Renzi con la precedente Legge di Stabilità 2016 insieme ad altre novità importanti, attuate poi in via definitiva, come l'abolizione della TASI sulla prima casa, l'IMU agricola, Imu imbullonati.

Tra le tante misure che sarebbero dovute arrivare per le famiglie e le imprese, c'era anche l'istituzione presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del "Fondo per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale" e del Fondo a sostegno della povertà, anche con la nuova carta famiglia.

 

Bonus famiglie con più di 3 figli minori a carico:

Il nuovo aiuto alle famiglie povere con minori a carico, doveva essere introdotto con la Legge di Stabilità 2016, come misura a sostegno di quasi 2,5 milioni di bambini e 6 milioni di famiglie in povertà. 

L'intervento si sarebbe dunque dovuto materializza con l'istituzione di due Fondi specifici: 

  • Fondo per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale, istituito presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, per il quale il Governo ha assegnato 1 miliardo di euro;
  • Fondo che finanzierà misure a sostegno della povertà educativa, grazie ai versamenti da parte delle fondazioni bancarie che, verrà approvato nella legge delega sulla povertà come collegato alla nuova Manovra. Disponibili con questo tipo di iniziativa 100 milioni di euro.

La prima misura strutturale contro la povertà che doveva essere finanziata dal Fondo istituito presso il Ministero del Lavoro, doveva essere il bonus famiglie con almeno 3 figli a carico da elargire attraverso una card sconti, ovvero, la nuova carta famiglia 2017 e la nuova social card 2017, misura atta a garantire il reddito di cittadiananza, attraverso il reddito di inclusione 2017.

 

Bonus per chi è sotto la soglia di povertà?

La card per famiglie con almeno 3 figli, doveva essere un'agevolazione prevista dal Ddl povertà contenente anche il reddito di inclusione, che come il bonus bebè 2017, contribuisce al sostegno del reddito della famiglia. Tale nuova social card però, a differenza della social card sperimentale e della carta acquisti, sarebbe dovuta essere destinata alle famiglie sotto la soglia povertà ISTAT.

Per cui, se fino adesso il requisito fondamentale per accedere alle altre due iniziative era, per la prima un reddito ISEE pari a 6.795,38 per i cittadini di età pari o superiore a 65 anni, di 9.060,51 euro per gli ultrasettantenni e di 6.795,38 euro per i bambini sotto i 3 anni, e per la seconda di 3000 euro, con il nuovo beneficio, il reddito per essere ammessi al nuovo bonus, famiglie numerose, dovrebbe essere quello sotto la soglia di povertà.

Ciò significa che, per determinare i requisiti di reddito degli aventi diritto, il punto di partenza della nuova social card famiglie e bambini poveri, dovrebbe essere la soglia di povertà assoluta individuata ogni anno dall'Istat, in base a diversi fattori, come il numero di componenti il nucleo familiare o la zona di residenza geografica (con differenze tra Nord e Sud).

Facciamo qualche esempio, secondo i dati ISTAT una famiglia di coniugi con 3 figli, vive sotto la soglia di povertà se il suo reddito mensile è di 954,34 euro nei piccoli comuni del Meridione, e di 1.244,41 euro nelle grandi aree metropolitane del Nord. Tuttavia, tale soglia di povertà sarà comunque espressa in valori assoluti, ma anche all'Isee, l’indicatore che misura il benessere dei cittadini, tenendo conto anche del loro patrimonio, per cui la misura universale che potrà erogare alle famiglie bisognose, sarà pari alla differnza tra la soglia di povertà ed il reddito ISEE della familgia bisognosa.

Quello che è stato poi con la Legge di Stabilità 2016 è l'introduzione della nuova social card. Per maggiori informazioni, leggi: Requisiti Carta SIA 2017.

 

Bonus famiglie con 3 figli a carico: solo con carta SIA

Il bonus famiglie con almeno 3 figli a carico, da erogare attraverso la nuova carta famiglia, intesa come card da presentare ai negozianti convenzionati al fine di ricevere sconti sull'abbonamento trasporti pubblici, per l’acquisto di beni di prima necessità ed alimentari, per ingressi a musei, cultura, trasporti, per acquistare beni e servizi, sconti tariffe gestori pubblici e privati, gruppo di acquisto solidali e gruppi di acquisto familiari, non è stata approvata come misura definitiva.

La legge di Stabilità 2016, infatti, non ha confermato il bonus famiglie numerose riservato ai nuclei con almeno 3 figli minori a carico, con residenza italiana, comunitaria ed extracomunitaria.

Tra gli aiuti per le famiglie povere e disagiate attualmente richiedibili, c'è la nuova social card - Carta SIA 2017 che eroga un contributo economico mensile pari a:

  • 1 componente: 80 euro;
  • 2 componenti: 160 euro a famiglie monogenitoriali con 1 figlio minore a carico;
  • 3 componenti: 240 euro alle Famiglie monogenitoriali con 2 figli minori a carico, o famiglie con 2 genitori e 1 figlio minore a carico;
  • 4 componenti: 320 euro alle Famiglie monogenitoriali con 3 figli minori, o famiglie con 2 figli;
  • 5 componenti o più: 400 euro alle Famiglie monogenitoriali con 4 o più figli, o famiglie con 3 o più figli minori a carico.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili