730 precompilato 2018: scadenza 23 luglio e accesso online, novità

730 precompilato 2018 nuova scadenza 23 luglio cos'è come funziona la novità introdotta dalla Legge di Bilancio ed è valida per tutti i contribuenti e CAF

Stampa

730 precompilato 2018 scadenza, se vi state chiedendo qual è la nuova data entro la quale occorre trasmettere il modello 730 precompilato 2018 ai fini della prossima dichiarazione dei redditi la risposta è, il 23 luglio 2018.

Con la prossima entrata in vigore della Legge di Bilancio 2018, infatti, il Governo, ha voluto semplificare le date di alcune scadenze fiscali 2018, una tra tutte, la scadenza del 730 precompilato 2018.

Per il modello 730 ordinario, la scadenza rimane al 7 luglio, ossia, 9 luglio 2018.

 

730 precompilato 2018 scadenza: novità

Qual è la nuova data di scadenza 730 precompilato 2018? La nuova scadenza 730 precompilato 2018, entro la quale i contribuenti devono inviare la dichiarazione dei redditi tramite, è per tutti i contribuenti che utilizzano la dichiarazione precompilata 730, è il 23 luglio 2018

In vista dell'imminente entrata in vigore della nuova Legge di Bilancio 2018, la nuova scadenza 730 precompilato è la seguente:

  • Modello 730 ordinario: scadenza 7 luglio - lunedì 9 luglio 2018 per i contribuenti che decidono di avvalersi ai fini della dichiarazione dei redditi del sostituto d'imposta mentre al 23 luglio se tramite CAF o commercialista o altri intermediari.
  • 730 precompilato 2018: scadenza 23 luglio: è per tutti i contribuenti che utilizzano il modello 730 precompilato e per i CAF.

Riassumendo il tutto, la scadenza 730 precompilato 23 luglio, è per tutti i contribuenti che, in possesso del PIN 730 precompilato, provvedono ad accettare il modello predisposto dall'Agenzia delle Entrate da soli o tramite intermediari o per coloro che utilizzano il 730 ordinario e lo presentano al CAF o agli intermediari.

 

730 precompilato 2018 scadenze: quali sono?

Se vuoi sapere quali sono le altre scadenze 730 precompilato 2018, allora devi leggere anche questo paragrafo perché ci sono dei termini e delle date importanti che devi ricordare se quest'anno intendi avvalerti della scadenza del 23 luglio e trasmettere da solo la tua dichiarazione precompilata.

Quali sono le altre scadenze 730 precompilato? Sono:

Dal 16 aprile: è la data in cui l'Agenzia delle Entrate, rende disponibile il 730 precompilato online.

Dal 2 maggio: è il termine a partire dal quale, i contribuenti interessati alla dichiarazione precompilata, possono:

  • accettare ed inviare per via telematica il modello 730 precompilato così come è stato predisposto dall'Agenzia, oppure,
  • procedere alla modifica o integrazione di alcuni dati o voci di spesa, qualora i dati riportati nel modello non corrispondano a verità.
  • consultare la dichiarazione precompilata trasmessa e la ricevuta dell'avvenuta presentazione, rilasciata dal sistema. 

Entro il 9 luglio: scadenza per chi invia il 730 ordinario.

Entro il 23 luglio: è il termine ultimo per inviare il 730 online 2018 precompilato.

Per maggiori info: scadenze 730 precompilato 2018.

 

730 precompilato 2018 accesso online:

Accesso al 730 precompilato 2018 come funziona?

Come si accetta e invia da soli il 730 precompilato? Se si vuole accettare e poi inviare da soli il proprio 730 precompilato per via telematica all'Agenzia delle Entrate, si ha bisogno innanzitutto, del codice Pin Agenzia delle Entrate - Fisconline, oppure, del pin dispositivo Inps, Spid o CNS.

Effettuato l'accesso al portale della precompilata, si deve procedere ad accettare il 730 precompilato.

A tale proposito vi ricordiamo che il 730 precompilato si considera accettato se:

  • è inviato senza modificare i dati dei dati presenti;
  • è modificato, ma le modifiche apportate non incidono sul calcolo del reddito da ricevere o dell'imposta da pagare.
  • è modificato nei seguenti dati:
  • Dati anagrafici, ad esclusione del comune del domicilio fiscale, in quanto questa variazione protrebbe incidere sul calcolo delle addizionali regionale e comunale all'IRPEF;
  • Dati identificativi del soggetto che effettua il conguaglio;
  • Codice fiscale del coniuge non fiscalmente a carico
  • Compilazione del quadro I per la scelta dell'utilizzo in compensazione, totale o parziale, dell'eventuale credito risultante dal 730 precompilato;
  • Scelta di non versare o di versare in misura più bassa, l'importo calcolato, da chi presta l'assistenza fiscale, per acconti dovuti, con la conseguente compilazione rigo quadro F
  • Richiesta di rateizzare la somma dovuta a titolo di saldo e acconto, con conseguente compilazione del rigo del quadro F.

Il modello 730 online 2018 precompilato si considera modificato, invece, se intervengono delle variazione nei redditi, spese deducibili o detraibili, o se si inseriscono nuovi dati non presenti nel 730 precompilato fornito dell’Agenzia delle Entrate. 

In questo casi, il modello 730 precompilato, è soggetto ai controlli dell’Agenzia delle Entrate in tutte le sue parti, sia su quelle modificate/aggiunte dal contribuente che sulle altre non oggetto di variazione.

Vedi anche calendario fiscale 2018 con le scadenze più importanti.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili