730 precompilato 2018: come accettare modificare integrare spese dati

730 precompilato 2018 istruzioni su come accettare modificare integrare spese o dati contenuti nel modello della dichiarazione precompilata agenzia entrate

Stampa

730 precompilato 2018 istruzioni su come accettarlo o modificare integrare spese o dati: come tutti sapete si è aperta la stagione della dichiarazione dei redditi ed in particolar modo della Precompilata 2018.

A partire dal 16 aprile 2018, l'Agenzia delle Entrate mette a disposizione per milioni di contribuenti la dichiarazione precompilata online con i modelli: 730 precompilato 2018 ed il modello Redditi precompilato 2018.

Il contribuente, pertanto, una volta effettuato l'accesso alla sua precompilata con le apposite credenziali (Fisconline, Spid, CNS, NoiPA o Pin dispositivo Inps), ha quindi la possibilità di scegliere, a seconda delle sue esigenze dichiarative, quale tra i due modelli precompilati dall'Agenzia delle Entrate usare per la sua dichiarazione dei redditi.

Oggi nella nostra nuova guida parleremo del caso in cui il contribuente scelga di usare nel 2018, il 730 precompilato e le istruzioni per accettarlo, modificarlo o integrarlo nel caso in cui ci sia la possibilità di effettuare subito l'accettazione del modello 730 precompilato in quanto tutti i dati contenuti sono esatti e non manca nulla, di procedere alla modifica 730 precompilato qualora alcune spese non sia indicate bene o vi sono degli errori nei dati precompilati o all'integrazione 730 precompilato 2018, qualora manchino dei dati fondamentali nel modello.

 

730 precompilato novità 2018:

Quali sono le novità contenute nel nuovo modello 730 precompilato 2018? Le novità 2018 introdotte sul 730 precompilato sono 3:

1) Nuovi oneri e spese inserite nel 730 precompilato 2018: a partire dalla Precompilata 2018, sono state inserite delle nuove spese e dei nuovi oneri.

La novità 2018, pertanto, riguarda in particolare i dati delle seguenti detrazioni e deduzioni: 

  • spese per la frequenza degli asili nido e relativi rimborsi;
  • le erogazioni liberali verso le ONLUS;
  • i contributi detraibili versati alle società di mutuo soccorso;
  • le erogazioni liberali verso le associazioni di promozione sociale, le fondazioni e associazioni per la tutela, promozione e la valorizzazione dei beni storici e paesaggistici e le fondazioni e associazioni per lo svolgimento o la promozione della ricerca scientifica. 

2) Nuova scadenza 730 precompilato 2018: per effetto della Legge di Bilancio 2018, è stata modificata la scadenza 730 ed in particolare quella del 730 precompilato 2018. A partire da quest'anno quindi per tutti coloro che utilizzano la versione del modello 730 pre-compilata, devono tenere conto della nuova scadenza 730 precompilato al 23 luglio 2018. Tale nuova scadenza è sia per chi presenta il modello da solo direttamente online che per chi si rivolge a Caf e professionisti abilitati, per la sua accettazione e trasmissione all'Agenzia Entrate.

3) Compilazione assistita per la Precompilata 2018: questa è la terza novità 2018 e riguarda la possibilità per il contribuente di procedere alla compilazione assistita del modello 730 precompilato in merito alle spese detraibili e deducibili da indicare nelle sezioni I e II del quadro E.

Il contribuente che intende quindi procedere a modificare 730 precompilato, dopo aver visualizzato i dati delle spese comunicate dai soggetti terzi con il sistema Tessera Sanitaria, ha la possibilità di scegliere se effettuare la modifica 730 attraverso 2 modalità di compilazione del quadro E (sezioni I e II):

  • 730 precompilato modifica tradizionale: per cui inserendo o rettificando gli importi degli oneri sostenuti riportandoli nei relativi campi del quadro E
  • 730 precompilato modifica assistita: inserendo dei nuovi documenti di spesa non indicati nel modello oppure modificare, integrare o cancellare i dati degli oneri comunicati dai soggetti terzi. In questo caso, i dati che sono stati aggiunti o rettificati in automatico sono aggiunti al quadro E del 730 precompilato. Tale sistema di compilazione assistita può essere utilizzata anche per indicare le detrazioni familiari a carico.

 

730 precompilato 2018 quali sono i dati, spese e oneri presenti nel modello?

Quali dati, spese e oneri sono presenti nel modello 730 precompilato 2018? Sulla base di tutte le novità 730/2018 ecco l'elenco dei dati contenuti nel 730 precompilato 2018 agenzia entrate:

- Dati della Certificazione Unica 2018: i dati della CU2018 di ciascun dipendente o pensionato sono stati comunicati per via telematica all'Agenzia delle Entrate, dai sostituti d'imposta (datore di lavoro, ente pensionistico) entro il 7 marzo 2018 mentre entro la scadenza del 3 aprile 2018, il modello di Certificazione Unica 2018 è stato consegnato ai lavoratori. Nella CU sono presenti dati fiscali molto importanti quali:

reddito di lavoro dipendente o di pensione;

ritenute Irpef e le trattenute per addizionale regionale e comunale;

compensi di lavoro autonomo occasionale;

premi di risultato;

rimborsi di oneri erogati dal datore di lavoro;

dati dei familiari a carico.

  • Compensi di lavoro autonomo occasionale certificati e presenti nella Certificazione unica sezione Lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi.
  • Dati relativi alle locazioni brevi.
  • Interessi passivi sui mutui, premi assicurativi e contributi previdenziali.
  • Spese sanitarie ed i relativi rimborsi: i dati comunicati sono quelli in possesso di: medici, farmacie, ospedali, strutture sanitarie accreditate, autorizzate e non accreditate, parafarmacie, ottici, psicologi, infermieri, ostetriche, radiologi, veterinari, parafarmacie.
  • Spese universitarie e rimborsi, spese funebri e contributi versati alla previdenza complementare.
  • Spese per la frequenza degli asilo nido novità 2018.
  • Erogazioni liberali.
  • Bonifici spese bonus ristrutturazione, bonus mobili ed elettrodomestici ed Ecobobus.
  • Dati contenuti nella precedente dichiarazione dei redditi: dati terreni e fabbricati, oneri con detrazione ripartita in più quote annuali, crediti d'imposta e le eccedenze.
  • Spese bonus ristrutturazioni, arredo e riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni dei condomini.
  • Dati in possesso dell'Anagrafe tributaria come: dati immobili, modelli F24, compensazioni e contributi colf e badanti.

 

730 precompilato istruzioni: come effettuare l'accesso online?

Prima di illustrare la procedura per accettare, modificare o integrare il 730 precompilato occorre vedere come effettuare l'accesso al 730 online alla precompilata a partire dal 16 aprile 2018.

Per effettuare l'accesso 730 precompilato, hai bisogno di apposite credenziali per accedere al portale.

Le credenziali che ne consentono l'accesso sono:

  • Credenziali Spid;
  • Credenziali dell'Agenzia delle Entrate Fisconline;
  • INPS pin dispositivo;
  • NOiPA;
  • Carta Nazionale dei Servizi.

Se già sei in possesso di una delle seguenti credenziali non hai bisogno di abilitarti nuovamente.

A questo punto non ti rimane altro che selezionare l'accesso al 730 precompilato 2018 agenzia delle entrate e procedere a visualizzare i dati contenuti nel modello.

 

730 precompilato istruzioni: verifica dei dati e scelta modello

730 precompilato istruzioni sui dati verificare: il contribuente una volta effettuato l'accesso, si trova di fronte alla schermata dell'homepage dove sono presenti i 4 passaggi da compiere ( si ricorda che la non compilazione di un passaggio blocca i successivi):

1) Visualizza i dati;

2) Scegli il modello;

3) Compila e Invia;

4) Dichiarazione precompilata inviata.

In questo paragrafo ci soffermeremo sulla verifica dei dati del 1° passaggio in Visualizza i dati.

La verifica dati 730 precompilato va eseguita in primis sui propri:

  • Dati personali;
  • Dati reddituali;
  • Dati spese mediche e farmaci e tutte le altre detrazioni fiscali e deduzioni indicate.

730 precompilato istruzioni scelta modello: se dai controlli effettuati risulta tutto giusto, il contribuente può procedere a scegliere il modello dichiarativo tra 730 precompilato o modello Redditi precompilato. In questa fase è a disposizione degli utenti una guida alla scelta del modello più giusto alla propria situazione fiscale e tributaria.

Dopo aver effettuato la scelta, è finalmente possibile visualizzare la propria dichiarazione dei redditi precompilata, scaricarla in pdf o in versione testuale.

 

730 precompilato 2018 come accettarlo? Istruzioni:

730 precompilato 2018 come accettarlo? Ecco le istruzioni su come si accetta il 730 precompilato:

- l'accettazione del modello 730 precompilato, terza fase della procedura, è possibile solo a partire dal 2 maggio 2018.
- se dopo i controlli il contribuente non trova errori nei dati pre-compilati, può procedere all'accettazione 730 precompilato SENZA modifiche ed in questo caso non sarà effettuato alcun controllo sugli oneri detraibili e deducibili comunicati in precedenza all'AdE dai diversi soggetti terzi obbligati.
- il 730 precompilato si considera accettato anche se il contribuente effettua delle modifiche che non incidono sul calcolo del reddito complessivo o dell’imposta, come può esserlo ad esempio quella della residenza anagrafica stesso comune del domicilio fiscale.

- nella fase di accettazione del 730 ci sono ulteriori 3 passaggi:

  • 1) è richiesta l'indicazione dei i dati obbligatori, il sostituto d’imposta e la scelta dell'8, 5 e 2 per mille;

  • 2) possibilità di modificare i dati anagrafici o selezionare il 730 precompilato congiunto;

  • 3) stampa e invio 730 precompilato.

- espletati anche questi 3 passaggi, il 730 precompilato è stato accettato e trasmesso all'Agenzia delle Entrate.

 

Istruzioni 730 precompilato 2018: come modificare integrare spese e dati

730 precompilato 2018 come modificare integrare spese dati: Le istruzioni su come modificare il 730 precompilato o come integralo sono presenti nella guida dell'AdE: modifica 730 precompilato e invia e nelle relative Faq che potere trovare sempre sul sito ufficiale: https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/home.

Per cui come integrare e modificare 730 precompilato? Nel caso in cui il contribuente dovesse aver bisogno di correggere alcuni dati o aggiungere delle spese non presenti nel modello, può:

  • modifica/integrazione 730 precompilato da solo sotto la propria responsabilità, ed in questo caso scattano i controlli da parte dell’Agenzia con l’eventualità che il rimborso d’imposta possa anche slittare rispetto alla busta paga di luglio o sulla pensione di agosto, oppure, 

modifica/integrazione 730 precompilato tramite un CAF o professionista abilitato che, previa sottoscrizione di una apposita delega 730 precompilato, può procedere ad integrare o modificare il 730 apponendo sullo stesso, il cd. visto di conformità 730. L'apposizione di tale visto è una forma di garanzia in più per il contribuente, in quanto fa ricadere la responsabilità di quanto dichiarato sul CAF o sul professionista abilitato che ha eseguito la modifica o l'integrazione. In questi casi, infatti, i controlli documentali sono effettuati sull'intermediario mentre i controlli preventivi sui rimborsi sopra i 4000 euro non vengono effettuati. Ricordiamo inoltre che ciascuna modifica o integrazione comporta per l contribuente, la necessità di presentare e/o conservare i documenti 730 che ne comprovano la spettanza.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili