Controllo Partita IVA: comunitarie italiana e Svizzera Agenzia Entrate

Controllo Partita IVA 2016 comunitaria italiana extra-ue Agenzia delle Entrate verifica numero e validità su Vies, dove verifico Svizzera e San Marino

Commenti 1Stampa

Controllo partita IVA comunitaria, Italia e Svizzera Agenzia delle Entrate 2016 è sistema di controllo online, attraverso il quale effettuare la ricerca di un numero partita IVA e controllarne la sua validità. Il VIES, è quindi una banca dati che contiene le informazioni di tutte le imprese con sede nell'Unione Europea.

Tale controllo, può essere effettuato su tutti gli operatori commerciali, titolari di una partita Iva e che effettuano vendite intracomunitarie, per i quali è possibile pertanto verificare la validità del numero di identificazione Iva dei loro clienti accedendo al Vies -VAT information exchange system così come stabilito dal Regolamento Ue 904/2010 controllo Partita Iva comunitaria.

 

Controllo partita IVA comunitarie Italia VIES:

Il controllo Partita IVA comunitarie e italiana tramite Vies, VAT identification number consente il controllo su tutte delle transazioni commerciali effettuate da parte dei soggetti economici all’interno della Comunità Europea, e si basa su un sistema di scambi automatici tra le amministrazioni finanziarie degli Stati membri dell’U.E. attivo dal 1993.

Le modalità di accesso, diniego o di revoca dell’autorizzazione ad essere delle partite IVA inserite nel Vies, ovvero, nell’archivio elettronica dell’Agenzia, sono regolati dai provvedimenti del Direttore dell’Agenzia del 29 dicembre 2010:

I titolari di Partita Iva Italiana, pertanto, posso richiedere l’inclusione della propria partita Iva nell’archivio informatico dei soggetti autorizzati a porre in essere operazioni intracomunitarie. 

Da un punto di vista tecnico, in Italia, queste nuove regole sono state applicate a partire dal 24 febbraio 2011 e, di conseguenza, a partire da tale data, le posizioni ai fini comunitari di alcune partite IVA sono state riviste con la conseguenza che alcune non risultano più inserite nell’archivio dei soggetti autorizzati a porre in essere operazioni intracomunitarie mentre per altre è stata modificata la data di fine validità sempre ai fini comunitari.

Se dalla Verifica P. Iva Comunitaria tramite Vies, dovesse risultare: CODICE IVA NON VALIDO/NON CORRETTO si suggerisce di contattare l’Agenzia delle Entrate

Per informazioni su come fare Iscrizione VIES 2016.

 

Controllo partita IVA italiana 2016:

Il controllo partita IVA Italia online attraverso il VIES, VAT identification number Agenzia delle Entrate è uno strumento utilizzato dalle Amministrazioni per controllare tutte delle transazioni commerciali effettuate da parte dei soggetti economici all’interno della Comunità Europea, e si basa su un sistema di scambi automatici tra le amministrazioni finanziarie degli Stati membri dell’U.E. attivo dal 1993 regolato giuridicamente dal Regolamento UE 904 /2010.

Nell’ambito del sistema elettronico e archivio VIES è compreso il servizio gratuito "Partita IVA comunitaria" che consente agli operatori commerciali titolari di una partita IVA che effettuano operazioni intracomunitarie, (ovvero, operazioni commerciali tra un soggetto passivo Iva identificato in uno Stato membro dell’Unione Europea verso un soggetto passivo IVA identificato in un altro Stato membro dell’Unione Europea) di verificare la validità del numero di identificazione IVA dei loro clienti.

 

Controllo Partita IVA comunitarie:

Tutti gli operatori commerciali che svolgono la loro attività d’impresa, arte o professione in ambito comunitario sono tenuti ad indicare sulle fatture di vendita il numero identificativo IVA della controparte. Tale numero deve essere formalmente corretto e corrispondere ad un operatore IVA esistente ed in attività.

Come si fa a verificare l’esistenza e la correttezza di un numero di Partita Iva? La verifica della Partita IVA comunitaria può essere eseguita attraverso una semplice ricerca online tramite il Vies. Il Vies non è altro che il collegamento elettronico tra i sistemi fiscali degli Stati membri a livello nazionale, che consente a tutti gli utenti il controllo su qualsiasi Partita Iva comunitaria: Controllo Partita IVA comunitaria e VAT identification number Agenzia delle Entrate.

 

Verifica Partita IVA validità numero:

Con la Verifica Partita Iva validità numero ogni contribuente può controllare la correttezza, l’esistenza e la validità del numero di Partita Iva che è stato attribuito al soggetto economico, ciò grazie al sistema "Controllo Partite IVA comunitarie". L’utente, infatti, può scegliere lo Stato membro di suo interesse e ottenere una serie di informazioni relative allo Stato selezionato:

  • anno di adesione all’Unione Europea;
  • la moneta in circolazione;
  • una descrizione testuale della struttura del numero identificativo IVA che ti sarà utile per evitare di inserire codici IVA non corretti;
  • la situazione del collegamento con il sistema fiscale dello Stato membro scelto.

A questo punto si può procedere all’inserimento del numero identificativo della Partita IVA senza spazi e punti e dare avvio alla ricerca.

Importante: Le informazioni sono disponibili dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 ed il sabato dalle ore 8.00 alle 13.00

 

Controllo Partita Iva Vies quali informazioni?

Il servizio "Verifica Partite IVA comunitarie" permette all’utente di verificare la correttezza e l’esistenza del numero di Partita Iva che è stato attribuito nei 27 Stati dell’Unione Europea.

L’esito della verifica potrà essere:

  • Codice Iva valido: Il numero identificativo Iva inserito è formalmente corretto e corrisponde ad un operatore abilitato ai fini intracomunitari;

  • Codice Iva non valido/non corretto: Il numero identificativo Iva inserito è "non valido" in quanto non incluso nella banca dati dei soggetti autorizzati oppure formalmente non corretto. In questo caso, l’utente può procedere ad ulteriori accertamenti rivolgendosi ad un Ufficio delle Entrate.

Si ricorda che la verifica del numero identificativo Iva digitato avviene attraverso il collegamento con i sistemi fiscali degli Stati membri. Non esiste, infatti, una base dati a livello comunitario ma per effettuare il controllo, le richieste sono inviate allo Stato membro selezionato che, per fornire la risposta, accede alla propria base dati nazionale.

  • denominazione*: denominazione dell’operatore commerciale titolare del numero identificativo Iva;

  • indirizzo*: indirizzo dell’operatore commerciale titolare del numero identificativo Iva.

*Le informazioni riguardanti la denominazione e l’indirizzo, possono essere visualizzate solo nel caso in cui lo Stato membro abbia autorizzato la loro divulgazione. In ogni caso, se hai la necessità di ottenere conferma dei dati anagrafici (denominazione e indirizzo) di un operatore commerciale comunitario, l’utente può rivolgersi direttamente all’Ufficio delle Entrate, mediante una delle modalità sopra indicate.

 

Controllo numero Partita IVA comunitaria 2016:

Ogni Stato membro dell’Unione Europea, possiede un numero di Partita Iva con una propria struttura, ovvero, uno specifico n° di caratteri, n° di codici e tipologie di operatori commerciali che variano da paese a paese. Con la tabella, di seguito riportata è possibile verificare se il n° di Partita Iva da verificare sia conferme con la struttura del numero identificativo Iva previsto per lo Stato membro che lo ha attribuito, nella quale:

9 = carattere numerico

A = carattere alfabetico

X = carattere alfanumerico

Paese membro

Struttura numero Partita Iva

Descrizione

AT-Austria

U99999999

1 blocco di 9 caratteri. Il primo carattere è sempre ’U’.

BE-Belgio

0999999999

1 blocco di 10 cifre. Il primo carattere è sempre zero. Tutti i numeri delle partite Iva del Belgio hanno cambiato la loro lunghezza da 9 a 10 cifre a partire dal 01/01/2008.

BG-Bulgaria

999999999

1 blocco di 9 cifre per le società.

9999999999

1 blocco di 10 cifre per le persone fisiche e gli stranieri.

CY-Cipro

99999999A

1 blocco di 9 caratteri. L’ultimo carattere è una lettera.

DK-Danimarca

99999999

4 blocchi di 2 cifre.

EE-Estonia

999999999

1 blocco di 9 cifre.

FI-Finlandia

99999999

1 blocco di 8 cifre.

FR-Francia

XX999999999

1 blocco di 2 caratteri alfanumerici da A a Z ovvero da 0 a 9 ed 1 blocco di 9 cifre.

DE-Germania

999999999

1 blocco di 9 cifre.

GB-Gran Bretagna

999999999

1 blocco di 3 cifre, 1 di 4 cifre ed 1 di 2 cifre.

999999999999

1 blocco di 12 cifre. Le ultime 3 identificano la filiale di una società.

GD999 - HA999

1 blocco di 5 caratteri. GD = Government Departments. HA = Health Authorities.

EL-Grecia

999999999

1 blocco di 9 cifre.

IE-Irlanda

9X99999A

1 blocco di 8 caratteri.

IT-Italia

99999999999

1 blocco di 11 cifre.

LV-Lettonia

99999999999

1 blocco di 11 cifre.

LT-Lituania

999999999

1 blocco di 9 cifre.

999999999999

1 blocco di 12 cifre.

LU-Lusssemburgo

99999999

1 blocco di 8 cifre.

MT-Malta

99999999

1 blocco di 8 cifre.

NL-Olanda

999999999B99

1 blocco di 12 caratteri. La decima posizione è sempre una ’B’.

PL-Polonia

9999999999

1 blocco di 10 cifre.

PT-Portogallo

999999999

1 blocco di 9 cifre.

CZ-Repubblica Ceca

99999999

1 blocco di 8 cifre.

999999999

1 blocco di 9 cifre.

9999999999

1 blocco di 10 cifre.

RO-Romania

Da 99 a 9999999999

1 blocco da un minimo di 2 cifre ad un massimo di 10 cifre.

SK-Slovacchia

9999999999

1 blocco di 10 cifre.

SI-Slovenia

99999999

1 blocco di 8 cifre.

ES-Spagna

X9999999X

1 blocco di 9 caratteri. Il primo e l’ultimo carattere possono essere alfabetici o numerici ma non possono essere entrambi numerici.

SE-Svezia

999999999999

1 blocco di 12 cifre.

HU-Ungheria

99999999

1 blocco di 8 cifre.

 

Verifica Partite Iva extra-ue: 

Le Partite Iva EU sono attribuite dagli Stati membri dell’Unione Europea agli operatori commerciali extra-comunitari che hanno aderito al regime speciale istituito in base al regolamento CE n. 792/2002 verifica partita Iva extra ue, ovvero, sono operatori commerciali non U.E. che offrono servizi tramite mezzi elettronici a clienti residenti in uno Stato membro.
Per maggiori informazioni, sul tema l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione il seguente indirizzo internet ufficiale V@t on e-services per la gestione del regime speciale dell’Iva sui servizi elettronici.

 

Come verificare se il numero di partita Iva esiste veramente?

Per verificare se un numero di Parita Iva esiste veramente ed è valido basta andare sul sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate sulla pagina "Controllo delle Partite IVA comunitarie", selezionare innanzittutto la "Verifica lo stato dei collegamenti". Se il collegamento risulta:

Disponibile: è quindi possibile inviare una richiesta di verifica allo Stato membro 

Momentaneamente non disponibile, non è possibile inviare una richiesta di verifica allo Stato membro. 

 

Controllo Partita IVA Svizzera e San Marino

Il controllo Partita Iva Svizzera e San Marino, ad oggi non è ancora possibile, in quanto questi due paesi non hanno aderito al programma Vies. Pertanto il controllo elettronico Vies è possibile solo per quei paesi compresi nell’elenco sottostante: Lussemburgo, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Slovenia, Spagna, Irlanda, Malta, Olanda, Polonia, Austria, Belgio. Portogallo, Cipro, Slovacchia, Repubblica Ceca, Romania, Danimarca, Lituania, Estonia, Lettonia, Finlandia, Francia, Italia, Svezia, Ungheria, Bulgaria.

Per verifcare numero Partita IVA Svizzera, è possibile utilizzare il sistema online presente sul sito ufficiale della Confederazione Svizzera IDI.

 

Partita IVA Svizzera novità: Numero d’identificazione delle imprese (IDI) 

In Svizzera con l'entrata in vigore della nuova Legge federale, ad ogni impresa che effettua prestazioni commerciali intracomunitarie, è stato sostituito il numero Partita IVA a sei cifre con il numero d’identificazione delle imprese (IDI) con il complemento IDI “IVA”.

A partire dal 2014, il formato del nuovo numero IVA Svizzera è il seguente : CHE-123.456.789 IVA. 

Tale nuova estensione ,può essere fatta anche in lingua francese (TVA) o in lingua tedesca (MWST) mentre non è autorizzata l’abbreviazione inglese (VAT).

Il nuovo numero di identificazione IVA Svizzera nell’UE, è richiesto solo se si effettuano prestazioni intracomunitarie, ossia, cessioni di beni da uno Stato UE ad un altro Stato Membro o di prestazioni di servizi verso un altro Stato UE. Per poter effettuare tali prestazioni in esenzione d’imposta, il cliente rende noto al suo fornitore o prestatore di servizi il proprio numero di identificazione IVA.

 

Siti web di riferimento ufficiale per Verifica Partita IVA:

Controllo Partita Iva italiana Agenzia delle Entrate

Verifica Partita Iva comunitaria VIES Agenzia delle Entrate

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti
Commenti 1

antonio

24 aprile 2012 21:58

salve,
acquisto dalla spagna merce e nel momento di fatturare il negozio mi applica l'iva al 18% che pago tranquillamente. essendo in regime dei minimi, al totale (compreso iva) devo aggiungere e quindi pagare in italia il 21%?