Tobin Tax istruzioni compilazione dichiarazione, come si paga e quando

La Tobin tax è l’imposta sulle transazioni finanziarie che va pagata mediante F24 previa compilazione e invio della dichiarazione all’Agenzia delle entrate

Commenti 0Stampa

La Tobin tax è l’imposta sulle transazioni finanziarie introdotta con la Legge di Stabilità e che prevede una tassazione da calcolare su aliquote e scadenze di pagamento diverse a seconda che si tratti di trasferimento di proprietà di azioni e strumenti finanziari partecipativi, derivati e operazioni ad alta frequenza.

 

Tobin Tax come funziona?

La Tobin tax è stata introdotta con specifico decreto il 28 febbraio che ha previsto l’applicazione di un’imposta sulle transazioni finanziarie, per cui a partire dalle operazioni effettuate dal 1 marzo 2013 che hanno come oggetto trasferimenti di proprietà di azioni, strumenti finanziari partecipativi emessi da società italiane, titoli rappresentativi dei predetti strumenti, è dovuta una tassa con aliquota pari allo 0,2% che solo per il 2013 sarà dello 0,22%.

Per quanto riguarda le operazioni concernenti trasferimenti di contratti derivati e ad alta frequenza, l’entrata in vigore della Tobin tax è stata posticipata dal Decreto del Fare dal 1 luglio al 1 settembre 2013.

Il pagamento dell’imposta della Tobin Tax, in caso quindi di trasferimenti di proprietà di azioni, va effettuato da chi beneficia del trasferimento mentre nelle operazioni di derivati e altri strumenti finanziari, sono le controparti ad essere interessate dalla tassa. 

A provvedere poi al versamento vero e proprio della nuova Tobin tax, sono le banche, le società fiduciarie e imprese di investimento che di fatto intervengono ad eseguire materialmente l’operazione di trasferimento della proprietà con il notaio. In mancanza di società intermediarie, è lo stesso contribuente a doversi far carico del versamento tramite modello di pagamento f24 Agenzia delle Entrate.

 

Tobin Tax proroga scadenza: quando si paga l’f24

Il Pagamento dell'imposta sulle transazioni finanziarie, previsto inizialmente per il 16 luglio per le operazioni eseguite a partire dal 1 marzo e negoziate entro il 28 febbraio, è stata poi prorogata di 4 mesi per cui sia per i trasferimenti di proprietà di azioni che di derivati e ad alta frequenza, che dovevano essere effettuati entro il 16 ottobre 2013 con modello f24 dell’Agenzia delle Entrate, sono stati rimandati al 2015.

 

Versamento imposta:

I soggetti intermediari residenti italiani, che sono tenuti al versamento della Tobin tax, per essere in regola con il fisco, devono:

Versare l’imposta tramite f24 Agenzia delle Entrate

Presentare la dichiarazione annuale relativa alla Tobin tax per via telematica entro il 31 marzo di ciascun anno.

Adempiere agli Obblighi Strumentali di registrazione su supporto telematico di ciascuna operazione su azioni, strumenti finanziari, derivati e ad alta frequenza. Tale registrazione, deve essere completata entro la scadenza per il versamento dell’imposta, che presumibilmente, previo accordo degli 11 paesi UE dovrebbere essere nle 2015.

I soggetti intermediari non residenti in Italia devono adempiere agli stessi obblighi definiti per i residenti nel nostro territorio, attraverso la propria stabile organizzazione in Italia, qualora esistente oppure in caso contrario, mediante la nomina di un rappresentante fiscale. In mancanza di stabile organizzazione e di rappresentante fiscale, tali intermediari devono identificarsi mediante una specifica richiesta di attribuzione del codice fiscale inviando l’istanza all’indirizzo di posta elettronica dell’Agenzia delle Entrate e allegando il modello AA5/6 e la relativa documentazione, per esempio l’atto costitutivo, statuto o visura camerale.

 

Tobin tax: istruzioni modello dichiarazione

Il modello dichiarazione tobin tax, relativa all’anno solare precedente, deve essere compilato e inviato all’Agenzia delle entrate, seguendo le specifiche tecniche e istruzioni sul sito dell’Agenzia, entro il 31 marzo di ciascun anno. In caso di intermediari esteri, la presentazione della dichiarazione è ammessa anche tramite raccomandata.

I Modelli per la dichiarazione annuale della Tobin tax, l’imposta sulle transazioni finanziarie che i contribuenti devono utilizzare obbligatoriamente sono:

  • Modello Dichiarazione Tobin tax Allegato 1: lette fac simile per l’assunzione dell’impegno da parte della stabile organizzazione ad assolvere agli obblighi di versamento, presentazione della dichiarazione e a conservare i registri e la documentazione, relativamente alle operazioni ovunque compiute dal soggetto di appartenenza

  • Modello Dichiarazione Tobin tax Allegato 2: modulo fac simile per la Comunicazione da parte della stabile organizzazione in Italia del soggetto non residente nel territorio dello Stato, localizzato in Stati o territori con i quali non sono in vigore accordi per lo scambio di informazioni o per l’assistenza al recupero dei crediti

Per la compilazione e la registrazione dei prospetti delle operazioni assoggettate alla Tobin tax, i soggetti devono utilizzare i seguenti modelli:

 

Tobin tax: domanda di rimborso

Il decreto legge che ha previsto l’entrata in vigore della Tobin tax, imposta sulle transazioni finanziarie, contiene nel provvedimento anche le modalità per procedere all’istanza di rimborso per le operazioni assoggettate all’imposta più di una volta.

La domanda di rimborso Tobin tax, va presentata all’interno della dichiarazione annuale, ovvero entro il 31 marzo di ciascun anno, qualora il soggetto interessato al rimborso sia escluso però dall’obbligo di presentazione del modello di dichiarazione, può inviare l’istanza tramite posta elettronica all’Agenzia delle Entrate - Centro Operativo di Pescara.

 

Tobin tax: software compilazione e invio dichiarazione

Per la compilazione e l’invio telematico della dichiarazione delle operazioni Tobin tax, i soggetti obbligati possono utilizzare sia i software per compilare i modelli che i software di controllo messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. L’accesso agli strumenti dell’Agenzia, è consentito ai soli contribuenti registrati ai servizi telematici che permettono di inviare i file tramite i servizi Fisconline/Entratel.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili


Lascia un commento
Contatti