Tari Napoli 2017 agevolazioni come pagare scadenza telefono e calcolo

Tari Napoli 2017 regolamento agevolazioni chi deve quando e come pagare la tassa sui rifiuti e su cosa, calcolo imposta e numero di telefono informazioni

Commenti 0Stampa

La Tari Napoli 2017, è la tassa sui rifiuti che i napoletani devono pagare, nel caso in cui possiedono, occupano o detengono a qualsiasi titolo e anche di fatto, immobili, locali, aree scoperte adibiti a qualunque uso che siano in grado di produrre rifiuti urbani e assimilati.

Vediamo quindi chi quando e come pagare la Tari, la scadenza acconto e saldo, quante rate, come si calcola la tassa sui rifiuti, e il numero di telefono le ricevere informazioni.

 

TARI Napoli: chi non deve pagare la tassa?

Chi non deve pagare la Tari a Napoli? In base al regolamento TARI Comune di Napoli, sono escluse le aree scoperte pertinenziali o accessorie delle abitazioni civili quindi non si deve pagare l'imposta su balconi, terrazze se scoperte, posti auto scoperti, cortili, giardini o parchi.

Non si paga la TARI a Napoli sulle aree comuni condominiali a meno che non siano occupate o detenute ad uso esclusivo, per cui la TARI non è dovuta su scale, ascensori, androni, stenditoi, passaggi comuni.

Importante: la presenza di arredi o l'attivazione di un qualsiasi servizio pubblico come acqua, luce, gas, telefono o informatica, diventano presupposto di imposizione TARI in quanto determinano l'suo e l'occupazione di un immobile. In caso di utenze non domestiche invece, la presunzione di applicazione TARI vi è qualora vi sia il rilascio anche tacito da parte degli enti competenti, di autorizzazioni ad esercitare un'attività di impresa all'interno di un immobile.

Sono inoltre esclusi dal pagamento TARI Napoli 2017 gli immobili che non sono in grado di produrre rifiuti come ad esempio abitazioni civili senza mobili e allaccio di forniture di acqua, luce e gas, le superfici adibite alla pratica di sport vari, fatta eccezione per eventuali spogliatoi, bagni, docce, punti ristoro ecc.

I locali adibiti a contenimento di impianti tecnologici come cabine ascensori, centrali termiche, celle frigorifere ecc. Le unità abitative che hanno ricevuto anche in forma tacita i permessi per effettuare opere di restauro, risanamento o ristrutturazione edilizia.

Le aree impraticabili con stabile recinzione, le aree adibite a parcheggi gratuiti, locali destinati al culto ma solo nelle parti in cui vengono svolte le funzioni religiose, aree destinate al lavaggio mezzi o riservate al passaggio di automezzi.

L'esclusione TARI per i suddetti immobili, locali e aree è definibile solo previa presentazione di una dichiarazione con relativa documentazione da presentare al Comune di Napoli come ad esempio la dichiarazione di inagibilità o di inabilità immobile.

Sono escluse dal pagamento TARI Napoli, le aree collegate in via esclusiva all'esercizio di determinate attività produttive come per esempio le aree adibite all'allevamento animali, le superfici agricole e le superfici delle strutture sanitarie pubbliche e private adibite a sale operatorie, laboratori analisi, ricerca, riabilitazione, reparti e degenze.

Vi è una riduzione tariffa TARI in diversa percentuale per autocarozzerie caseifici, autofficine, ambulatori medici e dentistici, lavanderie, tintorie, tipografie, carpenterie, pescherie, macellerie, benzinai, falegnamerie, pasticcerie e farmacie, rosticcerie, pizzerie e ristorazione.

Per maggiori informazioni su TARI Napoli telefono:
081/79538960 - 081/7953775 - 081/7953820 - 081/7953774 - 081/7953794 attivi dal lunedì al venerdì, dalle 9,00 alle 13,00.

 

Su cosa si paga la tassa rifiuti a Napoli?

Su cosa si paga la tassa rifiuti?

La TARI Napoli è la tassa sui rifiuti che si paga sugli immobili siano essi utenze domestiche, locali che aree scoperte. Nello specifico l'imposta come previsto dal regolamento IUC si applica a:

Locali quindi strutture fissate stabilmente al suolo chiuse da ogni lato o su tre lati verso l'esterno.

Aree scoperte sia che si trattino di superfici senza edifici o strutture edilizie sia gli spazi circoscritti che non costituiscono locali come ad esempio tettoie, balconi, terrazze, campeggi, discoteche e cinema all'aperto o parcheggi.

Utenze domestiche: rientrano in questa categoria tutte le superficie adibite alla civile abitazione.

Utenze non domestiche come le comunità, attività commerciali e artigianali, industriali, professionali e tutte le attività produttive in generale.

 

Tari 2017 Napoli: chi la deve pagare?

La TARI 2017 a Napoli è dovuta da chiunque possieda, utilizzi o detenga di fatto un immobile adibito a qualunque uso, quindi anche su locali e aree scoperte. Per le parti condominiali ad uso esclusivo, la TARI è dovuta da tutti gli occupanti o conduttori che utilizzano le suddette parti mentre in caso di utilizzo dell'immobile solo per una parte dell'anno e precisamente per meno di 6 mesi anche non consecutivi, la TARI è dovuta solo dal proprietario, usufruttuario, di chi ha il diritto reale del suddetto immobile. Nel caso invece di locali nei centri commerciale o in multiproprietà, il responsabile del pagamento TARI è il soggetto che gestisce i servizi comuni mentre rimane per i singoli occupanti o detentori, l'obbligo TARI sulle parti in comune utilizzate in via esclusiva.

 

Calcolo Tari Napoli: tariffe

Come si calcola la TARI Napoli sulle case? La TARI sulle case si calcola in base alla superficie calpestabile degli immobili così come iscritte nel Catasto urbano.

Pertanto per calcolare la TARI si deve considerare la superficie catastale escludendo le parti con altezza inferiore a 1,50 metri, il numero degli occupanti e la tariffa TARI costituita da una quota fissa e da una variabile, quest'ultima rapportata alla quantità di rifiuti conferiti, modalità del servizio e copertura integrale dei costi di smaltimento e raccolta.

La tariffa TARI si articola in due tipi di fasce una domestica e l'altra non domestica, quest'ultima determinata in base all'attività svolta, quantità di rifiuti prodotti ecc. vedi a tale proposito, le nuove tariffe TARI utenze non domestiche.

Nel caso di utenze domestiche, la tariffa TARI per cantine, solai, box di pertinenza all'unità abitativa come prima residenza coincide con quella applicata all'unità principale. Sempre sulle utenze domestiche, la Tariffa TARI a Napoli utenze domestiche su prima casa di persone fisiche, il numero degli occupanti viene desunto in base allo Stato di Famiglia così come risulta dall'Anagrafe del Comune nel quale devono essere iscritte anche per persone che non appartengono al nucleo ma che hanno posto la residenza nello stesso immobile oggetto di imposta.

Nel caso di lavoratori all'estero, degenze in ospedale o presso comunità di recupero o carceri, ai fini di calcolo TARI, tali persone non rientrano nella determinazione della tariffa se la loro assenza non è inferiore all'anno e se viene dimostrata con adeguata documentazione. 

Per le utenze domestiche utilizzate da soggetti non residenti e per gli alloggi di enti la TARI si calcola in base al numero di occupanti dichiarati dall'utente e in assenza di tale dato si assume n° 2 occupanti. L'inizio dell'applicazione TARI inoltre parte dal primo giorno in cui inizia la detenzione dell'immobile fino alla data eventuale di cessazione occupazione, purché la dichiarazione di cessazione sia presentata entro i termini indicati dal Comune di Napoli.

Calcolo online Tari Napoli.

 

Tari Napoli agevolazioni:

Tari Napoli agevolazioni: Per le utenze domestiche il Comune di Napoli ha previsto una riduzione TARI del 20% sulla quota fissa e variabile per quelle case utilizzate solo stagionalmente o limitatamente ad alcuni periodi dell'anno.

Altra riduzione TARI Napoli, è prevista per chi si trova in situazioni di disagio economico e sociale, ossia, qualora il nucleo familiare si trovi in una delle seguenti situazioni: 

  • nuclei familiari che non risiedono con altri nuclei, il cui capo famiglia riceva un assegno di invalidità pari al 100% è riconosciuta una riduzione del 20% se l'ISEE non è superiore a 8.000 euro e una riduzione del 10% con ISEE è tra gli 8.000 e i 15.000 euro. 
  • Nuclei familiari non cabotanti con altri nuclei, il cui capo famiglia ha più di 65 anni e l'eventuale coniuge riceva una pensione sociale e non siano proprietari di alcun immobile nel comune di Napoli è prevista la riduzione TARI del 20% con ISEE fino a 8.000 euro e 10% se l'ISEE è tra gli 8 e i 15 mila euro.
  • Nucleo familiare con un componente portatore di handicap così riconosciuto dalla Legge 104, spetta una riduzione TARI del 20% per ISEE fino a 8 mila euro e del 10% de tra gli 8 e i 15 mila euro di ISEE.

Agevolazioni TARI Napoli famiglie numerose con 5 o più componenti con ISEE inferiore a 8.000 pari al 40% della tariffa dovuta.

 

TARI Napoli scadenza: come e quando si paga?

La TARI Napoli come e quando si paga?  La TARI Napoli si paga in 4 rate con scadenza:

1^ rata 31 luglio 2016 (entro la stessa data è possibile effettuare il versamento in unica soluzione)
2^ rata 30 settembre 2016
3^ rata 30 novembre 2016
4^ rata 31 gennaio 2017

Le modalità di pagamento TARI sono tramite bollettino postale precompilato che il Comune di Napoli provvede a spedire a ciascun contribuente. nel caso in cui l'invito al pagamento TARI non venga recapitato, l'utente dovrà procedere all'autoliquidazione TARI, per non incorrere alle sanzioni per omesso o ritardato pagamento. 

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti