TARI Milano 2017 scadenza come si calcola tariffa riduzione scadenza

Tari Milano 2017 utenze domestiche, box, cantine e garage e imprese società, riduzione esenzione tassa rifiuti come e quando si paga scadenza pagamento

Commenti 0Stampa

TARI Milano 2017 scadenza: quando si paga? Come si fa il calcolo tariffa e riduzione della nuova tassa sui rifiuti? Il Comune di Milano con la delibera del Consiglio Comunale del 4 febbraio scorso, ha provveduto ad approvare il regolamento TARI, tassa sui rifiuti.

Tra le novità introdotte sulla TARI da parte del Comune di Milano, c'è quella che consente di pagare la tassa sui rifiuti, che ricordiamo essere una componente della IUC, imposta comunale unica, che va a copertura dei costi per la raccolta e gestione dei rifiuti solidi urbani e assimilati, mediante domiciliazione bancaria.

 

Tassa sui rifiuti 2017 Milano su cosa si paga?

La TARI Milano 2017 è la tassa sui rifiuti istituita come componente della IUC con la legge 147 del 27 dicembre 2013.

Su cosa si paga la Tari a Milano? Il presupposto applicativo per la TARI a Milano e nel resto di Italia, è il possesso, quindi la proprietà di un immobile, e la detenzione dell'immobile, ovvero, l'utilizzo a prescindere dal titolo di un immobile o di un'area scoperta in grado di produrre dei rifiuti solidi urbani.

Nel caso in cui, l'immobile sia posseduto o utilizzato da più soggetti, la TARI è dovuta da tutti i soggetti, suddividendo il tributo complessivo per ciascun soggetto.

Non sono soggette alla TARi invece le aree scoperte pertinenziali o accessorie di locali e immobili già tassati da IMU, non operative e quelle condominiali a meno che non siano tenute od utilizzate in via esclusiva.

 

Chi deve pagare la TARI nel comune di Milano?

La Tari 2017 nel comune di Milano deve essere pagata sia da chi possiede o occupa un immobile, fabbricato o area scoperta in grado di produrre rifiuti a prescindere dal tipo di utilizzo.

Per cui la tassa sui rifiuti si paga sia su utenze domestiche che non domestiche su negozi, uffici, capannoni. ovviamente con diverse modalità di calcolo TARI, riduzioni ed esenzioni imposta.

Non si applica la TARI invece, come detto sopra, alle aree scoperte pertinenziali e accessorie di locali già tassati e a quelle condominiali non utilizzate in via esclusiva. 

Per i locali in multiproprietà e centri commerciali, il pagamento TARI è dovuto da chi gestisce i servizi comuni mentre in caso di occupazione temporanea di locali per un periodo non superiore a 183 giorni, ossia, 6 mesi nel corso dell'anno solare anche se non continuativi, la TARI 2016 è dovuta dal proprietario del locale o da chi ha l'usufrutto, uso, dell'abitazione o superficie.

 

Calcolo TARI Milano utenze domestiche: tariffe mq e numero occupanti

Per quanto riguarda il calcolo TARI a Milano, o TARI Roma e Tari Napoli, la base imponibile per determinare la tassa sui rifiuti da far pagare sulle utenze domestiche è la superficie dell'immobile e il numero di occupanti.

La superficie imponibile TARI ai fini di determinazione dell'imposta che le famiglie devono pagare, è data dalla superficie calpestabile dell'immobile al netto dei muri interni e pilastri e muri perimetrali. In tale conteggio, non rientrano però i locali con altezza inferiore a 5 metri, quelli destinati per alloggio contatori mentre le scale interne nell'unità immobiliare sono da considerare solo per lo spazio che occupano in senso orizzontale.

Come si calcola la TARI 2017 per le utenze domestiche milanesi? Si calcola quindi sui mq dell'unità familiare, dati dalla superficie calpestabile così come precedentemente accertata e applicata per la TARSU e TARES e il numero occupanti.

La superficie calpestabile è quindi la parte fissa TARI e il numero occupanti è la quota variabile della tariffa TARI.  Inoltre, sulla tassa sui rifiuti è applicata un'addizionale provinciale pari al 5% dovuta alla Provincia di Milano come contributo per la tutela, protezione e igiene ambientale.

Tariffe TARI Milano utenze domestiche:

  • TARI Milano residenti: le eventuali variazioni circa il numero di componenti del nucleo familiare vengono rilevate direttamente dagli uffici, per cui non è necessario presentare alcuna comunicazione.
  • TARI Milano più nuclei familiari residenti: devono invece presentare la dichiarazione circa il numero di occupanti che pur non appartenendo allo stesso nucleo familiare risiedono e dimorano abitualmente nella stasera casa.
  • TARI Milano non residenti e cittadini residenti all’estero e iscritti all’AIRE e per gli alloggi tenuti a disposizione, il numero degli occupanti è determinato in maniera forfettaria, ossia, a 2 componenti. in caso di invio comunicazione al comune di Milano, è possibile ridurre o aumentare tale numero.

 

Tariffe TARI Milano Utenze domestiche box, garage, cantine:

La tariffa TARI Milano utenze domestiche da applicare a cantine e solai facenti parte dell'unità abitativa di residenza è la stessa di quella che si applica all'abitazione principale mentre se accatastati separatamente, ai fini TARI si somma anche la superficie della cantina e/o del solaio.

L’unità immobiliare accatastata separatamente, può essere considerata pertinenziale solo presenta i seguenti requisiti: stessa via e civico dell'abitazione principale o se la dimensione è tale da essere considerata come unità a servizio dell’abitazione principale. La cantina o il solaio, che non rientrano in queste ipotesi e condizioni vanno considerate come utenze non domestiche.

Tariffa TARI Milano box e garage: se il box o garage sono pertinenze dell'unità abitativa, la tariffa TARI è determinata in base al numero di occupanti relativamente al numero di potenziali veicoli presenti, ossia: 1 occupante fino a 15 mq; 2 occupanti da 16 a 30 mq; 3 occupanti da 31 a 45 mq; 4 occupanti da 36 a 60 mq e 5 occupanti da 61 a 100 metri quadrati.

 

Riduzioni TARI Milano per le famiglie:

Per la Tari il Comune di Milano ha provveduto a determinare delle riduzioni tariffa per le famiglie, ossia, per le utenze domestiche. Tali riduzioni Tari sono:

1) Riduzione Tariffa TARI del 30% per: Abitazioni uso stagionale o ad uso limitato se tale uso non è superiore a 183 giorni nell’anno solare, ossia, a 6 mesi e per i Fabbricati rurali ad uso abitativo. Per fruire delle riduzioni tariffa TARI, le famiglie devono presentare al Comune di Milano apposita dichiarazione.

2) Riduzione Tariffa TARI Milano del 25% sulla parte variabile per: famiglie numerose con 4 o più componenti residenti in un alloggio con una superficie pari o inferiore a mq.120

3) Riduzione Tariffa TARI del 10% della parte variabile su immobile di residenza con reddito ISEE fino ad un massimo di €.15,00 per nuclei familiari composti da:

2 persone di cui una ultra 75 enne.

3 persone di cui un adulto e due minorenni residenti in un alloggio di superficie pari o inferiore a 80 metri quadrati.

2 persone di cui un adulto e un minorenne se risiedono in un alloggio con una superficie pari o inferiore a mq 80.

Per fruire delle riduzioni tariffe TARI 2014 comune di Milano di cui ai punti 2) e 3) sono applicate d’ufficio e non serve alcuna dichiarazione.

 

Utenze non domestiche come si calcola la tariffa?

La tariffa TARI Milano utenze non domestiche è costituita da una parte fissa calcolata moltiplicando la superficie calpestabile del locale per la tariffa fissa unitaria e da una parte variabile, calcolata in base al numero degli occupanti.

Anche alle utenze non domestiche, si applica l’addizionale provinciale, pari al 5% del tributo alla Provincia di Milano.

Per la TARI utenze non domestiche il Comune di Milano ha provveduto a deliberare le seguenti tariffe espresse nella seguente tabella Tariffe TARI Milano utenze non domestiche.

Si ricorda che tali tariffe Tari, sono state fissate dal comune, facendo esplicito riferimento alla classificazione dell’attività economica adottata dall’ISTAT con il codice ATECO dichiarato dal contribuente. in caso si erronea classificazione, è possibile richiedere la rettifica presso gli Uffici comunali di Milano.

 

Riduzioni e agevolazioni utenze non domestiche:

Le riduzioni tariffa TARI che il Comune di Milano ha approvato con la delibera riguardano le agevolazioni tassa sui rifiuti previste per imprese e società che sono sempre sulla parte variabile:

  • TARI riduzione per scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di I grado e II grado, paritarie o iscritte al registro delle scuole non paritarie e alle Istituzioni formative in possesso di accreditamento regionale, poste all’interno della categoria tariffaria 1.
  • TARI riduzione per Alberghi con ristorante e senza ristorante.
  • TARI riduzione tariffa per Ortofrutta, pizzerie, pizza al taglio per Fiori e piante la riduzione di tariffa è di €.2,00 al mq.
  • TARI riduzione di per Osterie, pizzerie, pub, ristoranti e trattorie.
  • Riduzione per bar, caffè, pasticcerie.

Altresì il Comune di Milano ha previsto altri tipi di riduzione della tariffa TARI parte variabile, il cui riconoscimento è previa consegna di apposita dichiarazione annuale:

  • Riduzione tariffa per i banchi di mercato solo se tutto il mercato ha provveduto ad effettuare in modo corretto la raccolta differenziata con i compattatori.
  • Riduzione tariffa per le attività svolte in locali o aree occupate da Imprese Startup costituite da non più di 2 anni e in possesso dei seguenti requisiti: il richiedente deve essere una persona fisica o un’impresa familiare; le attività svolte devono essere finalizzate alla ricerca scientifica e tecnologica, non si deve aver esercitato negli ultimi 3 anni attività artistica, professionale o di impresa e l'attività non deve essere il mero proseguimento di un’altra attività svolta in forma di lavoro dipendente o autonomo - regime dei minimi.
  • Riduzione tariffa per le Onlus e stessa riduzione anche per le Attività Commerciali e artigianali che si trovano in luoghi oggetto di chiusura al traffico, a seguito di lavori per la realizzazione di opere pubbliche che si protraggono per più di 6 mesi.

 Come richiedere la riduzione TARI? Scaricando e compilando il seguente modulo riduzione TARI Milano utenze non domestiche.

 

Quando si paga e come? Scadenza TARI Milano 2017: 

TARI Milano 2017 scadenza: quando si paga? La tassa sui rifiuti nel Comune di Milano va pagata dai contribuenti entro la seguente scadenza:

Per chi paga in due rate:

  • Acconto TARI scadenza prima rata da pagare entro il 31 luglio;
  • Seconda rata TARI Milano entro il 31 ottobre;

Per chi paga in unica soluzione:

  • Saldo e conguaglio o unica soluzione TARI entro il 30 settembre.

Come si paga TARI 2017 Comune di Milano? Il pagamento della Tassa sui rifiuti a Milano non può essere effettuato tramite modello F24 TARI 2017 bensì solo con il bollettino MAV allegato all'avviso di pagamento.

Dove si paga il bollettino MAV TARI? Presso:

  • gli sportelli di qualsiasi Banca e senza costi aggiuntivi; 
  • gli sportelli automatici Bancomat di Intesa Sanpaolo S.p.A. o di altra banca che fornisce lo stesso servizio;
  • tutte le tabaccherie convenzionate con Banca ITB con commissione;
  • Home Banking via internet.

Possibile attivare l’addebito automatico sul proprio conto corrente della rata unica TARI.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti