Spese condominiali 2017: come risparmiare sui costi lavori condominio

Spese condominiali 2017 come risparmiare sui costi dell'amministratore, wifi condiviso, spese ordinarie ed extra conto corrente condominio e carta vantaggio

Commenti 0Stampa

Le spese condominiali sono da sempre une vero e proprio fardello per milioni di famiglie italiane. Tanto che l’Anammi, associazione nazionale degli amministratori di immobili, è intervenuta a stimare il costo annuale che ciascuna famiglia italiana, è obbligata a sostenere ogni anno per le spese del condominio. Tale spesa, si aggirerebbe infatti sui 1000 euro all’anno, un vero salasso se si considera che fino all’anno scorso erano dovute sulla prima casa anche l’Imu e la Tasi.

Per cui non stupisce che negli ultimi anni, o meglio dall’inizio della crisi economica, la morosità spese condominiali, e cioè delle famiglie che non riescono a pagare le spese per la gestione e manutenzione del proprio condominio, è salita dal 10 al 20%.

Cosa fare quindi? Cercare delle nuove vie su come risparmiare  sui costi e le spese del condominio partendo dall’Amministratore, ADSL condiviso per la navigazione internet, migliorare l’efficienza energetica dell’edificio e degli appartamenti, aprire un conto corrente condominiale e magari comunicare ad aprirsi a nuove pratiche di risparmio innovativo come ad esempio le carte vantaggio riservate ai condomini.

 

Spese condominiali 2017: come risparmiare sull’amministratore?

Se le spese condominiali 2017 sono troppo alte e oneroso per i condomini, è possibile iniziare a risparmiare sull’amministratore di condominio. In che modo? Innanzitutto cercando su internet, tramite passaparola o le associazioni di categoria, il nome di un amministratore di condominio bravo, efficiente ed onesto che non chieda un compenso troppo alto per gestire il vostro condominio costituito da più di 8 proprietari. 

Inoltre, per evitare che un amministratore malintenzionato, scappi rubando i soldi dei condomini, è bene informarsi circa la possibilità sottoscrivere apposite polizze assicurative, al fine di tutelare il condominio contro questa incresciosa eventualità.

 

Wifi condiviso per tutto il condominio:

Molti condomìni in Italia sono passati dal semplice contratto ADSL per ogni famiglia ad uno condiviso per tutto il condominio. Tali contratti, prevedono infatti il collegamento adsl e la copertura wifi condivisa in ogni parte dell'edificio, per cui è possibile accedere alla rete digitando una password condominiale, e navigare liberamente 24 ore su 24 dal giardino, in casa, in piscina o addirittura in garage.

Il wifi condiviso per tutto il condominio, oltre ad essere un'idea eccezionale, consente di ottenere un risparmio di circa il 40% rispetto all'offerta casa.

 

Risparmiare sulle spese condominiali ordinarie ed extra

Per poter riuscire a risparmiare sulle spese condominiali, vanno considerate le spese ordinarie di manutenzione, gestione e pulizia scale, androne, garage, cantine e le spese per il portiere.

Oggi, per la pulizia delle scale e il servizio di portierato, è possibile scegliere società ed imprese che oltre a offrire un buonissimo servizio di pulizia e portineria, hanno prezzi molto concorrenziali.

Per le spese di manutenzione, invece, ricordare sempre che è meglio una manutenzione svolta ogni anno che lasciare che l’immobile, i giardini e la piscina condominiale, abbandonati a se stessi per svariati anni, per poi procedere a spendere una fortuna per e spese di  manutenzione extra ordinarie.

 

Spese condominiali come risparmiare migliorando l’efficienza energetica?

Sulle spese condominiali la voce che pesa di più sulle tasche delle famiglie italiane sono i consumi per cui se il vostro condominio è con riscaldamento centralizzato, saprete già nella normativa sulla contabilizzazione calore e le eventuali sanzioni per chi non si mette in regola entro la scadenza del 2017 e dell’importanza a livello di consumi e spesa, il fatto di trasformare l’impianto da centralizzato ad autonomo per tutti gli appartamenti. 

In questo modo, sarà possibile oltre che fruire delle agevolazioni fiscali dell’Ecobonus, ossia, della detrazione pari al 65%, tagliare i costi del circa 35-40%. Ancora da vedere se tale beneficio, sarà confermato anche nel 2017.

Per quanto riguarda l’energia elettrica, invece, il risparmiare sulle spese condominiali, deve andare ad abbattere i costi superflui come ad esempio quello di posizionare delle speciali luci dotate di interruttori a tempo, nei garage, nelle scale e nell’androne e magari lasciare luci fisse solo dove siano necessarie per la sicurezza e l’incolumità dei condòmini.

 

Conto corrente condominiale e carte vantaggio:

Un altro modo per contribuire ad abbassare le spese condominiali 2017, è quello di aprire un conto corrente condominiale che ricordiamo essere obbligatorio, con costi di gestione adeguati, optando nella scelta del conto e della banca, quelli che offrono maggiori servizi utili al condominio a minor costo, come ad esempio i bonifici online gratuiti.

Sempre legato al conto corrente condominio, in molte città sta crescendo una nuova filosofia orientata al risparmio sulle spese condominiali, una sorta di solidarietà condominiale che prevede nuove forme di risparmio innovativo come ad esempio social shopping specializzati come ad esempio ShoppingFlow, o le carte convenzionate con i condomini, che sono carte vantaggio riservate appunto ai condomini, che consentono di fruire sconti notevoli sulla spesa alimentare, grazie a specifici accordi sottoscritti con i negozianti della zona. 

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili


Lascia un commento
Contatti