Detrazione spese assicurazione auto 730 dichiarazione dei redditi 2017

Detrazione spese assicurazione auto 730 dichiarazione redditi 2017 solo per polizze premi assicurazioni sulla vita infortuni conducente non autosufficienza

Commenti 0Stampa

Detrazione spese assicurazione 730 dichiarazione dei redditi 2017, sono quegli oneri sostenuti dal contribuente nel corso del 2016 che possono essere portati a detrazione con il 730 o Unico, in quanto rientrano nell’elenco spese detraibili permesse dalla legge italiana.

Le spese assicurazione detraibili, sono, pertanto, quelle somme pagate dal contribuente per pagare i premi assicurativi e per le quali spetta una detrazione pari al 19% fino ad un tetto massimo di spesa pari a 1.291,14 euro per le assicurazioni con rischio autosufficienza e di 530 euro per quelle sulla vita e infortuni al conducente.

Vediamo quindi quali sono i premi di assicurazione per cui spetta la detrazione IRPEF nel 730 e Unico, cos’è e come funziona, a chi spetta e come dichiarare la spesa nella dichiarazione dei redditi tramite 730 o Unico.

 

Detrazione spese assicurazione cos'è?

Detrazione spese assicurazione cos'è? Sono quelle spese che possono essere portate a detrazione dalla dichiarazione dei redditi 730 e Unico, al fine di ridurre l’imposta IRPEF dei contribuenti. Tale possibilità di detrazione, però non è per tutti i tipi di premi assicurativi, infatti, bisogna distinguere tra i contratti di assicurazione sulla vita ed infortuni stipulati entro il 31 dicembre 2000, quelli stipulati o rinnovati a partire dal 1° gennaio 2001 e quelli che hanno come oggetto della polizza il rischio di morte o di invalidità permanente con indice di invalidità superiore al 5% o di non autosufficienza.

Nello specifico, ai fini di detraibilità spese assicurazione dobbiamo distinguere tra:

  • Contratti di assicurazione stipulati e/o rinnovati entro il 31 dicembre 2000: per i premi pagati dal contribuente per questa tipologia di contratti, spetta una detrazione pari al 19% a patto però che:
    • la durata del contratto non sia inferiore ai 5 anni;
    • il contratto non preveda la concessione di prestiti per il periodo di durata minima.
    • Rientrano in questa tipologia, anche i contratti di premi delle assicurazioni contro gli infortuni del conducente auto.
  • Contratti di assicurazione stipulati e/o rinnovati a dopo il 1° gennaio 2001: il contribuente può fruire della detraibilità al 19% della spesa solo se il contratto prevede:
    • rischio di morte;
    • rischio invalidità permanente superiore al 5% a prescindere dalla causa invalidante;
    • rischio di non autosufficienza nel compimento degli atti di vita quotidiana,
    • che il contratto non preveda la possibilità di recesso da parte della compagnia di assicurazione.

 

Detrazione spese assicurazione: importo e Limite spesa

Detrazione spese assicurazione quanto spetta? Limiti spesa: A partire dal 2014, sono stati fissate nuove soglie di detraibilità dei premi assicurativi, che valgono anche per la dichiarazione dei redditi 2016 che sono:

1) Assicurazioni sulla vita530 euro è il limite massimo di spesa da portare a detrazione sul 730 e Unico per i premi relativi a rischio di morte o invalidità non inferiore al 5% per i contratti stipulati a partire dal 2001.

2) Assicurazione conducente: le spese detraibili sono quelle relative alle polizze degli infortuni per il conducente;

3) Assicurazioni per il rischio di non autosufficienza: tetto massimo di 1.291,14 euro annuo, al netto dei premi pagati per le assicurazioni di rischio di morte o invalidità;

Nel caso in cui, la polizza di assicurazione stipulata contempli sia il rischio di morte ed invalidità, per cui detrazione di 530 euro, + il rischio di autosufficienza il cui limite di detrazione è pari a 1.291,14 euro, l’importo massimo da detrarre in dichiarazione dei redditi da prendere come base per il calcolo, è 1.291,14 euro.

 

Detrazione Spese assicurazione quando spetta? 

Quando spetta la detrazione spesa assicurazione? Ai fini di detraibilità della spesa assicurazione, conta la data di pagamento del premio e non la scadenza dello stesso, infatti, è possibile portare a detrazione la suddetta spesa nel 2017, modello 730 o modello unico 2017, solo se il pagamento è avvenuto dal 1° gennaio al 31 dicembre 2016. Se il premio è quindi relativo al 2017, ma si paga nel 2016, la spesa si scarica al 19% nella dichiarazione dei redditi 2017, se invece il premio è relativo al 2016 ma si paga nel 2017, la detrazione spettante si sconta nel 2018.

Inoltre il contribuente, può fruire della detrazione se:

  • è il contraente e l’assicurato;
  • è il contraente ma il beneficiario della polizza è n familiare fiscalmente a carico: coniuge, figli, nipoti ecc;
  • il contante e assicurato è un familiare a carico del contribuente che dichiara.

 

Spese assicurazione 2017 730 e Unico: come si compila la dichiarazione dei redditi?

A seguito dell'entrata in vigore della Legge n. 124/2013, sono state modificate le disposizioni circa la detraibilità IRPEF dei premi versati relativi alle polizze aventi come oggetto il rischio di morte o invalidità permanente, già disciplinata all’interno dell’art. 15, comma 1, lettera f), del T.U.I.R.. 

A partire dal 2014 in poi, e quindi anche per il 2017, per poter portare a detrazione dalla dichiarazione dei redditi 2017 le spese assicurazione nel 730 e Unico, il contribuente deve compilare i seguenti dati:

Spese assicurazione Unico 2017: ai fini di detraibilità, il contribuente che utilizza il modello Unico PF deve indicare le suddette spese, con i seguenti codici:

Codice 36: il contribuente deve indicare questo codice nei righi tra RP8 e RP14 del modello Unico Pf, se il premio pagato nel corso del 2016 riguarda:

  • Assicurazione rischio morte o invalidità permanente non inferiore al 5%, per i contratti stipulati a partire dal 2001 in poi;
  • Assicurazione vita e contro infortuni stipulati o rinnovati entro il 31.12.2000;
  • Limite massimo di detrazione 530 euro.

Codice 37: da indicare nei righi generici compresi tra RP8-RP14 se la polizza riguarda:

  • Assicurazioni contro il rischio di non autosufficienza nel compimento degli atti di vita quotidiana, nel limite massimo di 1.291,14 Euro al netto dei premi corrisposti per le assicurazioni rischio morte o invalidità permanente.

Spese assicurazione 730 2017: per fruire della detrazione al 19%, il contribuente deve indicare la spesa sostenuta nel corso del 2016 con i seguenti codici:

  • Codice 36 righi da E8 a E12: per le assicurazioni contro il rischio di morte o di invalidità permanente non inferiore al 5%, stipulate o rinnovate dal 2001 e i premi pagati per le assicurazioni sulla vita o contro gli infortuni, stipulate o rinnovate fino al 2000, detraibili nel limite di Euro 530;
  • Codice 37 righi da E8 a E12 per le assicurazioni contro il rischio di non autosufficienza, detraibili nel limite di Euro 1.291,14.

 

Documenti spese assicurazione dichiarazione dei redditi 2017:

documenti spese assicurazione dichiarazione dei redditi 2017, che il contribuente deve conservare ai fini di dichiarazione e per eventuali controlli fiscali, sono:

1) Copia ricevuta di pagamento del premio versato; 

2) Contratto d’assicurazione o certificazione rilasciata dalla compagnia assicuratrice in cui devono essere indicati i seguenti dati:

  • Nome contraente e assicurato;
  • Tipologia del contratto e la sua decorrenza;
  • Importi fiscalmente rilevanti;
  • Per le polizze assicurative con il rischio di non autosufficienza: è obbligatoria l' Indicazione che l’impresa assicuratrice non può recedere dal contratto;
  • Per i contratti sottoscritti o rinnovati entro il 31.12.2000: è obbligatoria l’iIndicazione che il contratto ha una durata non inferiore ai 5 anni e che, nel periodo di durata minima, non è consentita la concessione di prestiti.

 

Detrazione o deduzione spese assicurazione auto dichiarazione dei redditi 2017?

La spesa assicurazione auto non è più detraibile né tantomeno deducibile dalla dichiarazione dei redditi 2017.

Dal 2014 in poi infatti, non è più possibile poter detrarre dal 730 o dall'Unico, l'assicurazione auto, o meglio, il contributo al SSN.. 

Con l'entrata in vigore del Decreto Legge n°102 del 2013, dal 1° gennaio 2014 anche la quota contributiva al Servizio Sanitario Nazionale è diventata indeducibile, per cui dalla dichiarazione dei redditi 2015 e per le successive quindi, nessuna voce di costo della polizza auto è più deducibile.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili


Lascia un commento
Contatti