Sospensione Rate Mutuo 18 mesi: come fare modello domanda e requisiti

Commenti 0 Stampa

Sospensione Rate Mutuo 18 mesi: come fare modello domanda e requisiti

La domanda per richiedere la Sospensione delle Rate del Mutuo per l’acquisto della prima casa, va presentata direttamente alla Banca che ha erogato il mutuo, utilizzando la modulistica ufficiale aggiornata e disponibile sul sito ufficiale istituzionale del Dipartimento del Tesoro e Consap SPA. 

La possibilità di sospendere il pagamento delle rate del mutuo fino ad un massimo di 18 mesi, è stata prevista dal Fondo di Solidarietà istituito con la Legge n. 244 del 24/12/2007 art. 2, commi 475 e ss., e rifinanziato con il Decreto "Salva Italia". Tale Fondo, in pratica, ripaga alla banca il tasso di interesse applicato al mutuo con l’esclusione della componente di SPREAD. L’accesso al Fondo, che consente ai titolari di un contratto di mutuo per l’acquisto della prima casa di beneficiare della sospensione qualora si verifichino situazioni di temporanea difficoltà tali, da incidere negativamente sul budget familiare, è sulla base della sussistenza di determinati requisiti previsti dal Regolamento e dalla presentazione presso la Banca, di una specifica istanza utilizzando la modulistica aggiornata.

 

Sospensione Rate Mutuo 18 mesi: prima casa

Dal 27 aprile 2013, è entrato in vigore il nuovo Regolamento del Fondo di Solidarietà rifinanziato dal Decreto Salva Italia, che consente ai titolari di contratti di mutuo per l’acquisto della prima casa di poter sospendere le rate del mutuo nel caso in cui vi sia un licenziamento del lavoratore a tempo indeterminato o determinato, un licenziamento per giusta causa o un decesso del titolare o cointestatario, oppure, motivi di salute gravi con il riconoscimento della Legge 104.

Tali soggetti, possono, pertanto, presentare alla Consap, ente che gestisce il fondo, la domanda su specifica modulistica, da inoltrare alla banca che ha erogato il mutuo, di sospensione delle rate del mutuo, ovvero, del pagamento dell’intera rata del mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale, fino ad un massimo di 18 mesi.

La Consap, una volta ricevuta la domanda e verificato il possesso dei requisiti del richiedente, provvede alla copertura e quindi al pagamento "degli oneri finanziari pari agli interessi maturati sul debito residuo, durante il periodo della sospensione, e corrispondente esclusivamente al parametro di riferimento del tasso di interesse applicato ai mutui e, pertanto, al netto della componente di maggiorazione sommata a tale parametro". 

 

Sospensione Rate Mutuo 18 mesi: rquisiti e termini

I requisiti per poter accedere alla copertura del Fondo di Solidarietà, sono sanciti secondo la nuova disciplina entrata in vigore con la Legge n. 92 del 28/06/2012, che di fatto ha stabilito i presupposti del nuovo regolamento del fondo. Pertanto possono presentare domanda di sospensione pagamento delle rate del mutuo

Requisiti Titolari del contratto Mutuo: Essere proprietari di un immobile adibito ad abitazione principale e titolari di un mutuo contratto di acquisto non superiore a 250.000 euro e in possesso di indicatore ISEE non superiore a 30.000 euro.

Requisiti mutuo: il mutuo non deve essere superiore a 250.000 euro e deve essere in pagamento da almeno 1 anno al momento della presentazione della domanda e, in caso di ritardo nel pagamento delle relative rate, il ritardo non deve essere superiore a 90 giorni consecutivi.

Requisiti Mutuo Contratto Cointestato: per i contratti di mutuo cointestato è sufficiente che vi siano le condizioni elencate sopra circa la proprietà dell’immobile, la titolarità del mutuo e ISEE non superiore a 30.000 euro. Se il possesso dei requisiti è solo per uno dei cointestatari, la sospensione del mutuo è comunque concessa per l’intera rata, previo consenso degli altri cointestatari, da indicare nel riquadro 3 del modello di domanda.

Morte del mutuatario: in caso di decesso del titolare, la domanda di sospensione rate mutuo può essere presentata dal cointestatario del mutuo o dall’erede previa accettazione dell’eredità, cambio della propria residenza nell’immobile oggetto del mutuo e presentazione della dichiarazione ISEE relativa alla propria situazione economica.

 

Sospensione Rate Mutuo 18 mesi: quando e in quali casi

Possono presentare istanza di sospensione delle rate del mutuo fino ad un massimo di 18 mesi, coloro i quali possedendo i requisiti di accesso al Fondo di Solidarietà, hanno subito nei 3 anni antecedenti alla domanda, una delle cause previste dal regolamento, ovvero:

  • Licenziamento del lavoratore con contratto subordinato a tempo indeterminato o determinato, licenziamenti per giusta causa, con il riconoscimento dello stato di disoccupazione: Non rientrano nelle cause di accesso al fondo, le cessazioni del rapporto lavorativo la cui interruzione è dovuta per risoluzione consensuale, per limiti di età con diritto a pensione di vecchiaia o di anzianità e dimissioni del lavoratore non per giusta causa.

  • Cessazione del rapporti di lavoro parasubordinato (di cui all’articolo 409, numero 3 del codice di procedura civile): collaboratori, lavoratori iscritti alla gestione Separata, lavoratori con contratti a progetto ecc se intestatari o cointestatari di mutuo possono presentare la domanda di sospensione se vi è un’interruzione del rapporto di lavoro con conseguente riconoscimento dello stato di disoccupazione.

  • Insorgere di Gravi condizioni Fisiche e handicap dell’intestatario o di uno dei cointestatari del contratto di mutuo.

 

Sospensione Rate Mutuo 18 mesi: modello domanda editabile

Nuovo Modulo per la Sospensione Rata Mutuo Editabile e Compilabile Online: Il Modello di domanda per richiedere la sospensione delle rate del mutuo da presentare direttamente allo sportello della Banca che ha erogato il mutuo, non è altro che una Dichiarazione Sostitutiva di Certificazione di Atto di Notorietà a allegare un documento di identità del richiedente.

 

Sospensione Rate Mutuo 18 mesi: come compilare la domanda

L’istanza per richiedere la sospensione del pagamento delle rate del mutuo va presentata direttamente alla Banca che ha erogato il mutuo per acquistare la prima casa, pertanto, il titolare del contratto deve compilare il modello di domanda, ovvero, una Dichiarazione Sostitutiva di Certificazione di Atto di Notorietà a cui va allegato il documento di identità e la certificazione ISEE 2014 che attesti un reddito complessivo del nucleo familiare non superiore ai 30.000 euro. Il Modulo va compilato con i seguenti dati:

1) Dati Titolare del Contratto di Mutuo:

Il modello va compilato dal richiedente o richiedenti in caso di mutuo cointestato, con i propri dati ovvero: Nome e Cognome

  • Codice Fiscale

  • Luogo e Data di Nascita

  • Residenza

  • Documento di identità

2) Cause per cui si richiede la sospensione delle rate mutuo:

Il Titolare del contratto di mutuo deve dichiarare sotto la propria responsabilità di possedere alla data della presentazione della domanda, i requisiti richiesti per accedere al Fondo di Solidarietà, ovvero, ISEE non superiore ai 30.000 euro, e il verificarsi negli ultimi 3 anni successivi alla stipula del mutuo, barrando la casella relativa ad uno degli eventi previsti dal Fondo:

Cause  Cosa Presentare
a) Licenziamento lavoratore con contratto a tempo indeterminato e determinato, anche per giusta causa, e riconoscimento dello stato di disoccupazione:
  • In caso di contratto a tempo indeterminato allegare la lettera di licenziamento o la documentazione attestante le dimissioni da lavoro per giusta causa
  • In caso di contratto a tempo determinato allegare copia del contratto e eventuali comunicazioni attestanti l’interruzione del rapporto di lavoro. In caso di dimissioni per giusta causa presentare:
  • sentenza o atto transattivo bilaterale da cui si evinca l’accertamento della sussistenza della giusta causa che ha comportato le dimissioni del lavoratore oppure;
  • lettera di dimissioni per giusta causa con il riconoscimento espresso da parte del datore di lavoro della giusta causa che ha comportato le dimissioni del lavoratore ovvero lettera di dimissioni unitamente all’atto introduttivo del giudizio per il riconoscimento della giusta causa.
b) Cessazione del rapporto di lavoro di cui all’articolo 409, numero 3), del codice di procedura civile con attualità dello stato di disoccupazione:
  • allegare copia del contratto ed eventuali comunicazioni attestanti l’interruzione del rapporto di lavoro
c) Morte del mutuatario: 
  • Indicare nome e cognome della persona defunta intestatario o cointestatario del mutuo, codice fiscale, data di nascita e morte. 
d) Riconoscimento di handicap grave ai sensi della Legge n. 104, ovvero di invalidità civile non inferiore all’80 per cento e in caso di insorgenza di condizioni di non autosufficienza:
  • allegare il certificato rilasciato dall’apposita commissione istituita presso l’ASL competente per territorio che qualifica il soggetto quale portatore di handicap grave (art. 3, comma 3, legge n. 104/1992) ovvero invalido civile (da 80% a 100%).

 

3) Esclusione di altri benefici sul Mutuo:

Il richiedente che presenta la domanda di sospensione di pagamento delle rate del mutuo deve, inoltre, dichiarare di non aver beneficiato in passato di altre forme di agevolazioni, quali:

1. di non aver fruito di altre misure di sospensione dell’ammortamento del mutuo.

2. di non fruire di agevolazioni pubbliche.

3. di non aver stipulato un’assicurazione a copertura del rischio che si verifichino gli eventi di cui al comma 479 dell’art. 2 della legge n. 244/2007, purché tale assicurazione garantisca il rimborso almeno degli importi delle rate oggetto della sospensione e sia efficace nel periodo di sospensione stesso. 

 

Sospensione Rate Mutuo 18 mesi: come fare e quali documenti

Il titolare di un contratto di mutuo per l’acquisto della prima casa non superiore a 250.000 euro e con ISEE 2013 fino a 30.000 può presentare alla banca che ha erogato il mutuo, la richiesta di sospendere le rate fino ad un massimo di 18 rate in caso di perdita del lavoro, per l’insorgere di gravi motivi di salute o per il decesso del cointestatario o del titolare stesso, in questo caso l’istanza va presentata dagli eredi che accettano l’eredità.

I soggetti interessati pertanto devono Presentare il modulo di domanda alla banca presso la quale è in corso pagamento delle rate del mutuo di ammortamento il mutuo, allegando la seguente documentazione:

  • Documento di Identità

  • ISEE attestante la propria situazione economica che non deve essere maggiore di 30.000 euro, rilasciata dai soggetti autorizzati: per ricercare l’elenco dei Caf nazionali Agenzia delle Entrate.

  • Cessazione del rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato e disoccupazione: lettera di licenziamento ovvero documentazione attestante le dimissioni da lavoro per giusta causa (si veda punto 3)

  • Cessazione del rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato: copia del contratto ed eventuali comunicazioni che hanno determinato l’interruzione del rapporto lavorativo.

  • Cessazione del rapporto di lavoro di cui all’art. 409 numero 3 del c.p.c., con riconoscimento dello stato di disoccupazione: copia del contratto ed eventuali comunicazioni da cui si evinca l’interruzione del rapporto di lavoro.

  • Dimissioni per giusta causa:

    • sentenza giudiziale o atto transattivo bilaterale, da cui emerga l’accertamento della sussistenza della giusta causa che ha comportato le dimissioni del lavoratore.

    • lettera di dimissioni per giusta causa con il riconoscimento espresso da parte del datore di lavoro della giusta causa che ha comportato le dimissioni del lavoratore ovvero lettera di dimissioni unitamente all’atto introduttivo del giudizio per il riconoscimento della giusta causa.

  • Condizioni di non autosufficienza o handicap grave dell’intestatario o di uno dei cointestatari del contratto dei mutuo: certificato rilasciato dall’apposita commissione istituita presso l’ASL competente per territorio che qualifichi il mutuatario quale portatore di handicap grave (art. 3, comma 3, legge 104/1992) ovvero invalido civile (da 80% a 100%).

 

Sospensione Rate Mutuo 18 mesi: tempi e da quando inizia

Il titolare del mutuo che richiede di accedere alla copertura delle rate con il fondo di solidarietà per 18 mesi, deve presentare specifica domanda sull’apposito modulo allegando la documentazione necessaria per la verifica dei requisiti di accesso.

La banca, una volta acquisita la domanda e la documentazione, verifica il possesso, da parte del richiedente, dei requisiti ed inoltra per via telematica, entro 10 giorni lavorativi successivi alla data di presentazione della domanda di sospensione a Consap, che acquisita la documentazione e in qualità di gestore del Fondo, s’impegna entro 15 giorni lavorativi a comunicare alla banca l’accettazione o meno dell’istanza di sospensione. La Banca a sua volta, informa il richiedente l’esito della domanda, motivando in caso di rifiuto il rigetto della stessa. Pertanto dalla data in cui il richiedente presenta il modello e la documentazione per far sospendere le rate del mutuo, ottiene la sospensione entro circa 25 giorni lavorativi.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti