Ritiro patente dal 2017 per chi usa il cellulare alla guida novità

Per chi usa il telefono cellulare alla guida ritiro patente sospensione aumento multa e sequestro smartphone Riforma del Codice della Strada nuove sanzioni

Commenti 0Stampa

Ritiro patente dal 2017 per chi è sorpreso alla guida con il cellulare, non si tratta di una bufala o una delle tante notizie allarmiste che si traducono come al solito nel niente di fatto ma di una norma introdotta dalla Riforma del Codice della Strada approvata alla Camera nel lontano 2014 e rimasta in Senato in attesa di discussione.

Ora sembra che il momento sia maturo, visto che la riforma è al vaglio della Commissione Trasporti del Senato e che si cerca di renderla operativa a fine anno o al massimo entro l’inizio del 2017.

 

Ritiro patente per chi usa cellulare alla guida:

Il ritiro immediato della patente per chi usa il cellulare in macchina mentre guida, è una norma inserita nel nuovo Codice della Strada che nel lontano 2014 ha ricevuto l’approvazione da parte della Camera e poi è rimasto nel limbo del Senato, fino adesso.

Ora però, il presidente della Commissione Altero Matteoli, ha provveduto a mettere in calendario l’esame e l’approvazione finale del testo della riforma del Codice della Strada in modo da riuscire a farla approvare prima di Natale.

L'inasprimento delle sazioni per chi usa il cellulare alla guida, è stato reso necessario a causa dell'aumento degli incidenti stradali e delle morti su strada dovute anche alla sempre più diffusa abitudine da parte degli italiani, giovani e meno giovani, di scrivere messaggi, condividere post sui social o telefonare mentre sono alla guida della propria auto, ma succede anche in motorino o in bicicletta, anziché concentrarsi sulla strada e sui suoi pericoli.

Gli effetti di queste cattive abitudini, è l'aumento degli incedenti per distrazione, bastano infatti 7 secondi passati a smanettare sul cellulare per aver un incidente, e l’aumento dell’1% delle vittime sulla strada.

Ad avallare questi dati, c'è il rapporto Dekra sulla sicurezza stradale che sostanzialmente dice che circa il 75% degli automobilisti italiani, ossia, 3 su 4, usano abitualmente il telefono cellulare mentre guidano messaggiando, telefonando, navigando su internet o aggiornando il proprio profilo social.

 

Ritiro patente dal 2017 per chi usa il telefono mentre guida:

Considerando i dati sull'aumento degli incidenti e dei decessi su strada, appare chiaro il motivo per cui la riforma del Codice della Strada, ferma alla Camera dal 2014, sia stata ripresa con urgenza dalla Commissione trasporti del Senato per arrivare ad una veloce approvazione se non entro Natale 2016, almeno per l'inizio del 2017.

In base a quanto previsto dal testo del nuovo Codice della Strada, pertanto, chi è sorpreso ad usare lo smartphone durante la guida, è soggetto al ritiro immediato della patente con una sospensione del titolo di guida da un minimo di 15 giorni fino ad un massimo di 2 mesi.

Da quando entra in vigore la nuova norma?  La calendarizzazione della Riforma del Codice della Strada è prevista entro Natale 2016, per cui verosimilmente l'inasprimento delle sanzioni per questo tipo di violazione, entrerà in vigore dal 2017.

 

Uso cellulare in auto: nuove sanzioni 2017

Le nuove sanzioni previste dal Codice della Strada 2017 per chi usa il telefono mentre è alla guida sono:

  • Ritiro patente dal 2017 per chi guida con il cellulare;
  • Sospensione della patente da un minimo di 15 giorni ad un massimo di 2 mesi;
  • Se si commette un incidente stradale causato dalla distrazione per una chiamata o un messaggio: sequestro amministrativo dello smartphone.
  • Aumento della sanzione: finora e fino all’entrata in vigore del nuovo Codice della Strada, la multa applicata a chi viene colto alla guida con il cellulare in mano intento a chiamare o inviare un messaggio, va da 161 euro fino a 646 euro e con la decurtazione di 5 punti dalla patente, per violazione dell’articolo 173 del Codice della Strada. In caso di recidiva è stabilita la sospensione della patente, da 1 a 3 mesi.

 

Riforma codice della strada: le altre novità

Tra le altre novità della riforma del Codice della Strada non c'è solo l'aumento delle sanzioni per chi guida usando il telefono cellulare, ma anche nuove tecnologie in grado di aumentare la sicurezza per gli automobilisti.

Tra le novità previste con il nuovo Codice della Strada 2017 c'è:

1) L'obbligo della scatola nera a bordo dei veicoli, norma sostenuta anche dal Presidente della Commissione di Palazzo Madama, Altero Matteoli.

2) Guida autonoma e nuove tecnologie per garantire una maggiore sicurezza per chi sta a bordo. Ovviamente per le auto che si guidano da sole, si dovrà attendere ancora parecchio ma il Codice della Strada deve tenere conto degli attuali dispositivi di assistenza alla guida;

3) Obbligo di vivavoce integrato, segnalatore di invasione della corsia opposta e di avvicinamento al margine della strada, frenata assistita ed automatica di emergenza, appositi specchietti per eliminare l'angolo cieco. 

 

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti