Rinnovo contratto statali 2017: aumento 85 euro dipendenti pubblici

Rinnovo contratto statali aumento stipendio dipendenti pubblici 85 euro medi in più in busta paga cosa prevede testo accordo quadro contratti degli statali

Commenti 0Stampa

Rinnovo contratto statali 2017, il Governo e i sindacati hanno firmato l’accordo per il rinnovo dei contratti dei dipendenti pubblici, fermo al palo da sette anni.

Tra le novità l’aumento medio di 85 euro al mese per circa 3,3 milioni di dipendenti pubblici con la promessa del Governo di trovare una soluzione giuridica per non penalizzare quei lavoratori che con l’aumento di stipendio potrebbero perdere il bonus di 80 euro di Renzi per superamento della soglia di limite di reddito prevista dalla legge.

Vediamo quindi in dettaglio l’accordo firmato tra Governo e Sindacati in merito al rinnovo dei contratti degli statali, quali sono le novità più importanti e i nodi ancora da sciogliere.

 

Rinnovo contratto statali 2017: testo accordo quadro

Dopo un lungo iter di incontri, tavoli e discussioni, la trattativa sul rinnovo contratti statali, si è conclusa con la firma dell’accordo quadro da parte della ministra della Pubblica Amministrazione, Marianna Madia e dei segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo.

Dopo 7 anni di stallo, si è arrivati finalmente allo sblocco dei rinnovi contrattuali per gli statali con la firma del nuovo testo di accordo.

Testo accordo quadro rinnovo contratto statali.

Dopo la firma dell'accordo quadro con i sindacati, il testo dell'accordo è passato all'esame della conferenza Stato-Regioni, una tappa obbligatoria questa, vista la recente sentenza della Consulta che ha bocciato alcune parti della riforma Pa della Madia perché assenti le intese preventive tra Governo e Autonomie.

In merito ai tempi di attuazione dell'accordo quadro, la Madia non ha indicato tempistiche precise, in quanto i lavori negoziali in ciascuno dei 4 comparti, inizieranno solo dopo le verifiche del testo da parte della conferenza Stato-Regioni.

Per il rinnovo dei contratti, il Governo stanzierà nel 2017, 850 milioni di euro, più altri 850-900 milioni per le forze dell'ordine di cui 480 per la proroga del bonus di 80 euro 2017 militari, 100/170 milioni per le assunzioni, 40 milioni per il corpo forestale e 250 per il riordino delle carriere.

 

Aumento 85 euro per i dipendenti pubblici:

In conferenza stampa, succeduta alla firma dell’accordo quadro rinnovo contratti statali, la ministra Madia ha spiegato che il Governo si è impegnato a trovare nella prossima Legge di Bilancio delle risorse economiche aggiuntive per il triennio 2016-2018 e cercherà, inoltre, di confermare le assunzioni stabili per i precari e se possibile, anche nuove assunzioni.

Inoltre ha chiarito che l’aumento di 85 euro di stipendio per i dipendenti pubblici, sarà un aumento medio per i redditi più bassi, ossia, per quei lavoratori che hanno sofferto maggiormente la crisi economica ed il blocco del rinnovo contrattuale.

In pratica, in base al nuovo accordo siglato tra le parti, è stato previsto un aumento per i dipendenti pubblici che non sarà uguale per tutti ma sarà proporzionale al reddito, per cui più basso è il reddito e più alto è l’aumento.

Per cui, dovranno essere fissate delle fasce di reddito e stabilite delle soglie oltre le quali c'è il maggior o minor aumento di stipendio in busta paga.

Aumento 85 euro statali a chi spetta? L'aumento di stipendio per i dipendenti pubblici essendo proporzionale al reddito, spetterà in misura intera per il dipendente che ha un reddito più basso mentre la misura sarà parziale per chi ha un reddito più alto.

Gli 85 di aumento statali sono lordi o netti? L'aumento di 85 euro sono lordi al mese, per cui al netto sono circa 56 - 60 euro, ma molto poi dipende dal calcolo dell'intero stipendio e del reddito percepito.

Da quando parte l'aumento? Gli 85 euro di aumento di stipendio per gli statali saranno previsti dal 2016 al 2018. Ancora non si sa se potranno essere retroattivi.

 

Rinnovo contratto statali 2017: bonus 80 euro Renzi

Rinnovo contratto statali 2017, il bonus 80 euro rientra tra i nodi ancora da sciogliere ma sul quale il Governo ha dichiarato pieno impegno nel cercare una soluzione giuridica al bonus 80 euro Renzi, in quanto le parti sindacali, Cgil Cisl Uil, non vogliono assolutamente che l'aumento di stipendio previsto per gli statali dal nuovo accordo, vada a far decadere il bonus fiscale a causa del superamento del tetto di reddito per i dipendenti pubblici che già ne beneficiano, quindi c'è il rischio di perdere il bonus 80 euro statali.

Il nodo bonus che riguarda 800 mila lavoratori di cui 250 mila solo nella Scuola, è un problema che non interessa solo il Pubblico Impiego ma anche i lavoratori del settore privato ma che nel nuovo contratto dei metalmeccanici, è stato bypassato con l'attivazione di un welfare contrattuale in caso di superamento dei limiti di reddito.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti