Riforma Codice della Strada 2017 cos'è cosa cambia e prevede?

Quali sono le novità introdotte dalla riforma Codice della Strada? Cosa cambia e da quando entra in vigore nuovo codice stradale cos'è e come funziona

Commenti 0Stampa

Riforma Codice della strada 2017: il testo della rifoma è stato approvato alla Camera in data 9 ottobre 2014 ed è passato al Senato.

Ora a distanza di 2 anni, la Commissione Trasporti del Senato per ordine del Presidente Altero Matteoli, sta cercando di approvare in via definitiva il testo entro Natale 2016 o al massimo entro l'inizio del 2017.

Nella Riforma sono state inseriti diversi interventi di semplificazione al fine di ridurre e razionalizzare le numerose disposizioni che si sono succedute via via negli anni con l'obiettivo di arrivare ad un nuovo Codice della Strada completamente riscritto e più sintetico con poche norme generali, di cui alcune riferite esclusivamente ai conducenti, regole comportamentali e le relative violazioni e sanzioni amministrative.

Il Disegno di legge quindi, se da una parte razionalizza le norme del Codice della Strada e si adegua alla normativa comunitaria dall'altra getta le basi per la scrittura delle disposizioni che dovranno essere inserite nei decreti legislativi di modifica del Codice.

 

Nuovo reato di omicidio stradale:

Uno degli interventi più importanti inseriti nel Disegno di Legge Riforma Codice della Strada approvato alla Camera con 246 voti favorevoli e 9 contrari, è il nuovo reato di omicidio stradale, da anni richiesto a grande voce da associazioni e vittime della strada.

Il reato di omicidio stradale nella Riforma, dovrà prevedere una modifica del CdS che dovrà identificare l'origine dolosa e non colposa per coloro che provocano incidenti mortali perché ubriachi o sotto l'effetto di sostanze psicotrope. A cambiare quindi sono anche le pene inflitte per questo reato, che passano dai 2 -10 anni per l'omicidio stradale colposo  a pene dagli 8 ai 18 anni per l'omicidio doloso con ritiro definitivo della patente di guida con il cosiddetto “ergastolo della patente”.

 

Car pooling e ciclo taxi:

Nella riforma del nuovo Codice della Strada è presente anche il primo tentativo di regolamentazione del car pooling, ovvero, il servizio di trasporto gratuito, ormai diffuso da molto tempo anche in Italia, basato sull’utilizzo condiviso di veicoli privati tra due o più persone che percorrono lo stesso percorso di viaggio o parte dell'itinerario per esempio stessa zona di abitazione o lavoro, che vengono messe in contatto grazie a servizi dedicati forniti da intermediari pubblici o privati ma anche tramite sistemi informatici come le app, quest'ultima fortemente voluta dal M5S con l'emendamento del deputato del M5S Michele Dell’Orco. 

Il car pooling detto anche sharing economy, si differenzia dal car sharing perché è un servizio completamente gratuito e tale gratuità nel testo del disegno di legge deve essere mantenuta anche nella riforma del CdS 2015 prevedendo che il car pooling debba generare alcun profitto per chi presta il servizio, fatta eccezione per i rimborsi spese o contributi spese. Il fatto poi che anche nella Legge di Stabilità 2015 sia presente nell'articolo 2-bis del c.d. Collegato ambientale, ancora in discussione da parte del Governo, vi sia prevista la destinazione di 35 milioni per l’anno 2015 per finanziare progetti per incentivare iniziative di car-pooling, bike-pooling, ciclo taxi ossia, la possibilità di «svolgere servizio di piazza con velocipedi», e car sharing fa ben sperare che anche l'Italia diventi un paese orientato verso una mobilità più sostenibile riconosciuta e regolamentata. Per informazioni: carpooling in Italia Roma e Milano.

 

Nuovo CdS: cos'è e come funziona ergastolo patente? 

L'ergastolo della patente è una misura inserita nel testo del disegno di legge del nuovo Codice della Strada che prevede la revoca a vita della patente per chi commette gravi violazione del CdS.

Come funziona l'ergastolo della patente? Patente tolta per sempre per il conducente che commette un omicidio stradale colposo con più vittime o con decesso o lesioni per una o più persone perché ubriaco, tasso alcolemico nel sangue superiore a 1,5g/l o sotto l'effetto di sostanze stupefacenti.

 

Nuovo Codice della Strada 2017 novità:

Le altre novità introdotte dalla Delega nel nuovo Codice della Strada che potrebbe entrare in vigore già dalla prossima primavera sono ad esempio:

  • Multe parcheggi rosa: sanzioni per chi occupa senza averne il diritto, parcheggi rosa e spazi assegnati dai Comuni riservati alle donne in gravidanza o con bambini piccoli piccoli.
  • Velocità a 30 km orari in città: Ulteriore riduzione della velocità massima nelle aree urbane. Tale riduzione a 30 km/h potrebbe essere decisa per determinate zone, in prossimità di ospedali, scuole, giardini pubblici.
  • Maggiore regolamentazione del traffico di biciclette con l'obiettivo di migliorare e aumentare la sicurezza dei ciclisti permettendo loro di poter circolare in città insieme ai ciclomotori utilizzando le corsie preferenziali riservati ai mezzi pubblici. Oltre a prevedere l'eliminazione di barriere pericolose lungo le strade come cordoli e cartelli stradali che dovranno essere limitati secondo le linee guida "salva motociclista" del Ministero dei Trasporti. Sempre per i ciclisti, introduzione di un sistema di marchiatura volontaria del telaio, che renderà più semplice alla forze dell’ordine l’identificazione e il recupero delle biciclette rubate.
  • Scooter in autostrada: Possibilità per scooter e ciclomotori in generale con cilindrata superiore a 120 c.c. di circolare in autostrada e in tangenziale purché alla guida vi sia un maggiorenne.
  • Ritiro patente per chi usa il cellulare mentre guida: sospensione da 15 giorni a 2 mesi, decurtazione punti patente + aumento multa, sequestro dello smartphone in caso di incedenti dovuti a messaggini o telefonate.
  • Nuova banca dati per le infrazioni stradali pubblica, ovvero, consultabile da tutti i cittadini con riepilogo delle violazioni al CdS commesse dai guidatori
  • Decurtazione punti patente: In base alle linee guida della delega i punti patente saranno tolti in base all’effettiva pericolosità del comportamento e della violazione commessa, e saranno decurtati anche ai minorenni alla guida di un ciclomotore. Per cui decurtazione punti anche al soggetto anche se minore di 18 anni che commette violazioni al CdS.
  • Sanzioni sulle strisce blu per ticket scaduto sarà calcolato in base al tempo trascorso dalla sua scadenza, quindi misura della multa proporzionale allo sforamento del tempo del parcheggio blu con una soglia di tolleranza son soggetta alla sanzione e oltre la quale parte invece la multa.
  • Controllo telematico dei veicoli di assicurazione e revisione obbligatoria: con il nuovo codice della strada è previsto il libero utilizzo di strumenti informativi atti alla verifica e al controllo dei veicoli per quanto riguarda la regolarità nell'emissione dell'assicurazione RC, dei controlli per la revisione obbligatoria e dell'esistenza di provvedimenti sul veicolo come ad esempio il fermo amministrativo, sequestro o denuncia di furto e perdita di possesso. Tali rilevamenti, saranno effettuati grazie all'istallazione in città e in autostrada di strumenti telematici atti alla lettura del microchip cui sarà dotato il tagliando assicurazione. Stessa finalità anche per alcuni strumenti già adottati in alcune città come Roma dello street control, un rilevamento effettuato dalle telecamere cui saranno dotate le auto della municipale che fotograferanno in determinati percorsi di Roma Capitale tutte le auto in sosta, quindi ferme e senza conducente, che si trovano in doppia fila o presso passi carrabili. Dalla foto della targa, si verificherà la sanzione per la sosta selvaggia e i controlli sulla regolarità dell'assicurazione e revisione. 
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti