Ricevuta pagamento affitto: bollo e modello editabile fac simile

Commenti 0Stampa

Ricevuta pagamento affitto: bollo e modello editabile fac simile

La ricevuta di pagamento per affitto, serve al proprietario dell’immobile, a dimostrare che il canone mensile è stato regolarmente pagato mentre per chi prende in affitto la casa o un locale, a provare di aver pagato quanto previsto dal contratto di locazione.

Prima di parlare di moduli e diciture della ricevuta affitto, è importante ricordare quali sono i termini di legge che regolano l’emissione della ricevuta di pagamento, ovvero, della quietanza che dimostra l’effettivo versamento del canone di locazione pattuito tra locatario e locatore.  

 

Ricevuta pagamento affitto:

La ricevuta pagamento affitto articolo 1199 del codice civile, prevede che: “Il creditore che riceve il pagamento deve, a richiesta e a spese del debitore, rilasciare quietanza e farne annotazione sul titolo, se questo non è restituito al debitore”. 

Pertanto, la ricevuta pagamento affitto va rilasciata quando il proprietario dell’immobile percepisce il pagamento affitto da parte dell’affittuario, ha l’obbligo di rilasciare la ricevuta del versamento, anche se tale pagamento avviene in contanti, tramite assegno o bonifico bancario. E’ importante quindi sapere, che la sola ricevuta del bonifico emessa dalla banca o del cedolino assegno, non basta per dimostrare formalmente il regolare pagamento affitto.

La ricevuta di affitto, va rilasciata quindi all’intestatario del contratto, non appena viene pagato il canone mensile, anzi per evitare eventuali estremi di contestazione, sarebbe buona regolare, inviare una volta emessa la ricevuta di affitto, tramite posta all’affittuario.

   

Ricevuta affitto locazione: cos’è

La ricevuta affitto locazione è un documento, più o meno formale, che il locatore consegna a chi affitta l’immobile anche per il solo periodo estivo, al momento di pagare il canone mensile di locazione, dopo aver ricevuto l’affitto mensile.

Tale documento, pertanto è la dimostrazione che sia stato saldato il pagamento relativo al mese in oggetto, e che nulla il locatore potrà richiedere in aggiunta allo stesso, ed è per questo motivo che la ricevuta di pagamento è fondamentale per garantire che non venga richiesto un successivo versamento dello stesso canone mensile.

Per essere valida, una ricevuta per affitto deve contenere degli elementi obbligatori, quali l’indicazione del titolare del contratto di affitto, la causale del pagamento, la data e firma o timbro di chi riceve di fatto l’importo a pagare, e l’ammontare del canone mensile. Perciò, è bene utilizzare diciture standard e un modello fac simile ricevuta pagamento affitto locazione che già contengano tali importanti indicazioni, come per esempio: “Canone per il mese di ottobre 2013”, oppure, “Saldo canone mensile gennaio 2014” nel caso in cui il pagamento del canone di affitto sia già avvenuto.

Tutti questi elementi, fanno sì che la ricevuta di affitto sia legalmente riconosciuta e che pertanto è valida come quietanza di pagamento.

  

Marca da bollo su ricevute affitto:

La ricevuta affitto, prevede l’apposizione della marca da bollo di 2 euro, così come sancito dal dpr 642 del 26 ottobre 1972 e successive modificazioni, che ha previsto l’obbligo di mettere un bollo su fatture e ricevute su importi superiori a 77,47 euro se non soggette a Iva. L’obbligo di apporre la marca da bollo su ricevute affitto da 2 euro, ex 1,81 €, è del locatore che emette la ricevuta a fronte del pagamento affitto da parte dell’inquilino del corrispettivo canone di locazione, anche se per lo Stato non è importante chi “fisicamente” acquista il bollo e chi lo mette sulla ricevuta affitto.

In generale, però l’obbligo di apporre la marca da bollo sulla ricevuta di affitto è del proprietario dell’immobile mentre per l’inquilino vi è l’onere di acquistare la marca da da 2 euro da apporre alle ricevute. Nel caso in cui, la parte obbligata non provvede a pagare l’imposta di bollo prevista, il non obbligato diventa responsabile della violazione, risultando così entrambi passibili di sanzione, se l’imposta non viene evasa, ovvero, se vi è un’omissione del bollo su ricevute di affitto. Ricordiamo invece che, per le ricevute relative alle spese condominiali pagate dagli inquilini, vi è l’esenzione dall’imposta di bollo.

  

Fac simile ricevuta d affitto modello:

Il modello ricevuta affitto casa o di altro tipo di immobile, deve essere compilato con i dati relativi al proprietario e affittuario, indicando il numero della ricevuta, la data e la causale. Inoltre ci deve essere l’esatto riferimento della registrazione contratto di locazion e locazione presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate, la da e numero e serie. Per quanto riguarda l’importo del canone mensile, a cui si riferisce la ricevuta di affitto, va compilato l’importo in euro, l’eventuale aggiornamento ISTAT, la marca da bollo di 2 euro e il totale complessivo da pagare o già pagato, quindi a saldo. 

Dati Proprietario:

Sig. ______________

Indirizzo ____________

Città________

Codice Fiscale ____________

 

Dati Intestatario Contratto di Locazione:

Sig. ______________

Indirizzo ____________

Città________

Codice Fiscale ____________

 

Ricevuta Affitto N° _______________ del ____________

Canone di locazione - affitto uso abitativo/ commerciale di al Contratto di locazione stipulato in data ___________ e registrato presso l’Agenzia delle Entrate di ____________ in data ________ nr ________ serie ________ periodo dal  ____________  al _____________.

Affitto:           €   400,00

ISTAT aggiornamento  dal ______ al ______  

                       €                                     

Bollo:               €     2,00

Totale dovuto:  €  402,00 

Marca da bollo sull’originale Codice Identificativo n° XXXXXXXXXXXXX

 

Modello Ricevuta Affitto casa vacanza: fac simile

Il modello ricevuta di avvenuto pagamento affitto casa vacanza, è una lettera fac simile per dimostrare il pagamento da parte di chi ha affittato e affitta l’appartamento, a scopo turistico e quindi per un breve o brevissimo periodo dell’anno. Anche in questo caso va apposta la marca da bollo pari a 2 euro se la ricevuta affitto è superiore a 77,47 euro.

Il/la sottoscritto/a ________________________________

nato/a a ____________________________ prov. _______ il ______________________________

e residente a ________________________________________________ prov. ________________

in via _________________________________________________________________________

Codice fiscale ______________________________

 

DICHIARA

di aver ricevuto in data _______________ dal/dalla signor/a _______________________________

nato/a a ____________________________ prov. _______ il ______________________________

e residente a ________________________________________________ prov. ________________

in via _________________________________________________________________________

Codice fiscale _________________________________________________

l’importo canone mensile di euro _______________ in contanti (o a mezzo assegno bancario, circolare, bonifico o

altro) a saldo di quanto dovuto e risultante dalla scrittura privata sottoscritta dalle

parti in data _____________. Pertanto rilascia la più ampia quietanza, non avendo null’altro a

pretendere.

Data __________________ Firma ________________________________

Marca da bollo sull’originale Codice Identificativo n° XXXXXXXXXXXXX

 

Ricevuta pagamento affitto: modello editabile word

La ricevuta pagamento affitto modello editabile word è un modulo gratis che consente di compilare i dati relativi al contratto di locazione, proprietario e affittuario, i dati immobile e importo del canone, direttamente online e salvare e modificare in qualsiasi momento, e di stampare la ricevuta dal proprio computer. 

Modello fac simile Ricevuta affitto Editabile in formato word.

 

Aggiornato il 9 settembre 2014 16:42

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti