Ricetta medica elettronica durata cos'è come funziona farmaci visite

Ricetta medica elettronica come funziona e durata prescrizione online digitale di visite esami del sangue, a cosa serve il codice NRE e dove si trova?

Commenti 0Stampa

Ricetta medica elettronica: La ricetta rosa e bianca rilasciata dai medici del Servizio Sanitario Nazionale diventa online.

A partire dal 2016 finisce, infatti, la fase di sperimentazione della prescrizione di farmaci e visite online iniziata dalle Regioni dal novembre 2014.

La novità introdotta dal Dpcm 26 marzo 2008 per la ricetta elettronica e dal DM 2 novembre 2011 per la ricetta dematerializzata, fino adesso è stata applicata solo da alcuni Regioni, tra cui il Piemonte, il Lazio dal 1° ottobre 2015 e la Lombardia, ma ora sarà estesa in tutta Italia.

Vediamo quindi cos’è la ricetta medica elettronica, come funziona la prescrizione di visite SSN, esami e prestazioni specialistiche e diagnostiche e l’acquisto dei farmaci in farmacia.

 

Ricetta medica elettronica cos’è e come funziona?

La ricetta medica elettronica, prevista dal Dpcm 26 marzo 2008 per la ricetta elettronica e dal DM 2 novembre 2011 per la ricetta dematerializzata, è un’importante novità partita in via sperimentale dal 1° novembre 2014 e che dal mese di ottobre 2015 diventa una realtà per tutte le Regioni d’Italia.

Ma cos’è la ricetta medica elettronica? E’ il documento rilasciato dal medico del SSN o convenzionato, ovvero, medico di famiglia, pediatra, ospedale, dottori privati convenzionati, medici specialistici ambulatoriali e guardia medica, consente al cittadino di:

  • Acquistare farmaci a parziale o totale carico del SSN;
  • Richiedere prestazioni specialistiche o diagnostiche da eseguire presso le strutture pubbliche o private se convenzionate con il SSN.

Cosa s'intende per prescrizione elettronica? Si intende un documento scritto in modalità informatica da un medico prescrittore secondo regole nazionali e regionali, riportante prescrizioni di tipo farmaceutico o specialistico a favore di un assistito dal Servizio Sanitario Nazionale. 

A cosa serve? Grazie alla nuova prescrizione medica online di famaci e visite, ci sarà  quindi un notevole risparmio di tempo e di soldi per la Sanità, un miglior monitoraggio della spesa, che diventa in tempo reale, e una maggiore possibilità di garantire la verifica dell’appropriatezza della prescrizione, da parte del Ministero della Salute.

Che significa appropriatezza? Se ricordate, di questa appropriatezza ne avevamo già parlato nell’articolo sul taglio di 208 prestazioni mediche, ed ora tutto quadra. Innanzitutto riassumiamo cosa diceva il suddetto articolo, ossia, che nella Sanità è stato previsto dal governo Renzi, un taglio su 208 prestazioni che da gratuite potrebbero diventare a pagamento sulla base del principio di appropriatezza, i cui criteri, saranno presto definiti da un decreto ministeriale. Tale principio, si basa quindi sulla congruità o meno che una specifica visita medica, tac, risonanza o ecografia sia in linea con la storia clinica del paziente, del disturbo manifestato dal paziente durante la visita di base o dalla sua familiarità con l'eventuale patologia. 

Ciò significa quindi, che il medico curante può prescrivere ad esempio un esame diagnostico, rientrante nelle 208 voci, solo per un giustificato motivo. Laddove, suddetta motivazione non fosse dovutamente avvalorata, il medico rischierebbe pesanti sanzioni amministrative pecuniarie. Ovviamente, da tale meccanismo, rimarrebbero le tutele per i pazienti a basso reddito, età, patologie, ovvero, per i soggetti più vulnerabili a livello sanitario e sociale.

Quindi se due più 2 fa quattro, la ricetta medica online, va proprio in questa direzione, servendo a contenere i costi della Sanità, ad eliminare inutile burocrazia e snellire le procedure di prenotazione, ma anche per vedere l’appropriatezza della prescrizione, e eventualmente contestare al medico di riferimento, la scelta di prescrivere un certo esame rendendolo, così gratuito per il paziente, qualora rientrasse tra le 208 voci di prestazioni sanitarie tagliate.

Aggiornamento: in 15 luglio, il Governo Renzi, ha fatto retromarcia circa il taglio delle prestazioni mediche, per cui si ritorna alle vecchie modalità.

 

Come funziona la prescrizione di farmaci e visite online? Dal medico:

Come funziona la prescrizione online di farmaci e visite mediche del SSN? Una volta entrata a regime, la ricetta medica elettronica funziona in questo modo:

Dal medico: il paziente che necessita di una ricetta medica rosa o bianca, per l'acquisto di un farmaco o di una visita medica specialistica deve recarsi dal proprio medico di famiglia, pediatra, ospedale, privato in convenzione, guardia medica ecc. per farsi rilasciare la prescrizione.

Il medico, quindi valutata la richiesta, sulla base del principio di appropriatezza, si collega tramite computer, ma in futuro l'accesso potrà avvenire anche tramite tablet o smartphone, al sistema SSN fornito dal Ministero della Salute. Effettuata l'identificazione al portale, provvede alla compilazione della ricetta medica online, utilizzando uno degli NRE, Numero Ricetta Elettronica a lui assegnati.

A questo codice identificativo NRE, che sostituisce nella ricetta elettronica il codice a barre che si trova su ogni ricetta medica rosa cartacea, il medico associa il codice fiscale dell’assistito. Dopodiché Il sistema, verifica la domanda di prescrizione convalida il codice fiscale e i codici di esenzione, eventualmente associati a quel codice fiscale. Ottenuta la convalida dei dati, la richiesta è pronta per essere accettata definitivamente.

Accettazione della prescrizione online: Il sistema una volta che ha provveduto a verificare i dati della prescrizione, richiede l'accettazione della ricetta del farmaco o della visita medica così come è stata compilata dal medico. L'accettazione avviene quindi, spingendo un semplice tasto di conferma che consente di generare la ricetta elettronica sul server di SOGEI. A questo punto, al medico non rimane altro che stampare e consegnare all’assistito un "promemoria" che riporta il codice NRE, codice fiscale, eventuali esenzioni e prescrizione. Tale promemoria, funziona per il paziente come una ricevuta sia della richiesta presentata che della prescrizione, e di ottenere la prestazione medica o il farmaco, anche in presenza di un eventuale malfunzionamento dei server o di internet.

 

Ricetta medica online in farmacia:

Una volta che il paziente si è recato dal medico di famiglia, e gli è stata rilasciato il promemoria della ricetta medica online, può:

Se ha richiesto una visita medica specialistica: può chiamare il CUP e fissare la visita, fornendo il numero NRE ed il codice fiscale;

Se ha richiesto dei farmaci: può recarsi in farmacia e fornire il codice NRE della ricetta medica online ed il codice fiscale. Il farmacista, a questo punto, inserisce i suddetti codici nel sistema SSN installato sul computer, risale alla prescrizione del farmaco compilata dal medico del paziente, eroga il farmaco e in automatico la ricetta viene registrata direttamente nel Fascicolo Sanitario Elettronico del paziente che potrà poi acquistare il farmaco in qualsiasi farmacia.  

Un fascicolo sanitario, che in un futuro non molto lontano sarà inserito nella cd. cartella clinica elettronica, in caso di ricovero ospedaliero.

 

NRE numero ricetta elettronica dov'è e a cosa serve?

L'NRE numero ricetta elettronica è il codice identificativo della prescrizione medica online. Tale NRE equivale, pertanto, al codice a barre stampato dal Poligrafico dello Stato sulle ricette rosa cartacee del Servizio Sanitario Nazionale. 

A cosa serve? Il Numero di Ricetta Elettronica, abbreviato in NRE, è il numero generato ed assegnato dal Sistema di Accoglienza Centrale (SAC), utilizzato dal medico per la compilazione e la gestione della prescrizione medica online, che serve ad identificare in maniera univoca e a livello nazionale, una determinata prescrizione elettronica. 

Da quanti caratteri è composto l'NRE? Il numero ricetta elettronica è costituito da 15 caratteri nel seguente formato: AAA BB C DDDDDDD EE dove 

AAA = identifica il codice della Regione / Prov. Autonoma;

BB = codice alfanumerico assegnato automaticamente dal SAC;

C = identificativo del lotto;

DDDDDDD = codice del lotto assegnato dal SAC;

EE = numero di protocollo singolo all’interno del lotto.

Dove si trova? L'NRE si trova sulla stampa del promemoria che il medico rilascia all'assistito, al termine della compilazione, convalida e generazione della ricetta medica elettronica.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti