Come si registra un contratto locazione online commerciale abitativo?

La registrazione contratto di affitto e locazione per uso abitativo e commerciale è obbligatorio e va effettuato entro 30 giorni all'Agenzia delle Entrate

Stampa

Come si registra un contratto di locazione online di tipo commerciale o a uso abitativo? La registrazione di un contratto di affitto di qualsiasi immobile ad uso abitativo, box, garage, o commerciale come uffici, capannoni, negozi ecc o la sua proroga, disdetta anticipata o risoluzione contrattuale da parte del locatore o dell’affittuario, va effettuata presso l'Agenzia delle Entrate.

Ecco tutte le informazioni.

  

Come si registra un contratto locazione online?

La registrazione del contratto di affitto è obbligatoria per qualsiasi tipo di immobile e va richiesta entro 30 giorni dalla stipula o dalla data di decorrenza, se anteriore. L’obbligatorietà è prevista per tutti i contratti aventi una durata superiore a 30 giorni all’anno anche se non consecutivi. Tale registrazione, va richiesta, pertanto, all’Agenzia delle Entrate online o per via cartacea, tramite il modello RLI 2017:

  • il modello RLI, può essere compilato mediante il software RLI e trasmesso per via telematica all'Agenzia, direttamente dal contribuente se possiede il Pin Agenzia delle Entrate o Spid, o dagli intermediari autorizzati;
  • il modello Rli, può essere presentato compilato allo sportello dell'Agenzia.

I contribuenti che devono provvedere alla registrazione del contratto di locazione per essere in regola con il Fisco ed evitare l’affitto in nero, possono farlo quindi online mediante i servizi online dell’Agenzia, previa registrazione ai servizi telematici.

 

Registrazione contratto locazione modello RLI cartaceo: elenco documenti utili

Per procedere alla registrazione contratto locazione online 2017, i contribuenti, devono compilare il modello RLI e poi pagare quanto dovuto: imposta di registro in caso di tassazione a regime ordinario, la cui misura ricordiamo dipende dal tipo di immobile, durata contrattuale e dal versamento dell’imposta in unica soluzione o annuale, l'opzione per il regime sostitutivo agevolato della cedolare secca, imposta di bollo ecc, con il modello F24 Elide 2017.

I documenti da presentare in sede di registrazione del contratto presso qualsiasi ufficio dell’Agenzia, sono:

  • Contratto di affitto da registrare: almeno 2 copie
  • Modello RLI: 1 copia
  • Registrazione di più contratti: è necessario compilare un elenco sul quale riportare tutti i contratti da registrare.
  • Contrassegno telematico ex Marca da Bollo da 16 eurosolo se non si sceglie il regime della cedolare secca. E’ necessario 1 contrassegno per ogni 4 facciate di contratto o 100 righe, nello specifico va apposta una marca da bollo su ogni copia del contratto da registrare.
  • Tassazione a Regime Ordinario: Copia del pagamento dell’Imposta di Registro da versare tramite Modello F24. 
  • Tassazione Sostitutiva Cedolare Secca: coloro che optano per il regime della cedolare secca non devono pagare l’imposta di registro ma l’imposta sostitutiva acconto e saldo, il cui versamento segue gli stessi termini previsti per l’Irpef.


Registrazione contratto locazione online con modello RLI 2017:

Il modello RLI 2017, è il modulo che consente ai contribuenti di far registrare il contratto di locazione per qualsiasi tipologia di immobile sia per uso abitativo che commerciale. Tale modello, è reperibile presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate oppure on line sul sito dell’Agenzia nel formato pdf.

Con il modello RLI è quindi possibile registrare i seguenti contratti:

  • Locazione a uso abitativo;
  • Affitto a uso non abitativo;
  • Affitto a uso commerciale;
  • Locazione a uso transitorio;
  • Locazione terreni.

Per registrare un contratto di locazione online senza intermediari, il contribuente, deve essere in possesso delle credenziali di accesso ai servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate, ed accedere al programma gratuito messo a disposizione dall'Agenzia.

Il nome del programma è software RLI web, praticamente è la versione online del modello RLI, e serve a:

  • Registrare il contratti di locazione online;
  • Comunicare eventuali proroghe, cessioni, risoluzioni o adempimenti successivi;
  • Revocare la cedolare secca sugli affitti.

 

Modello RLI web: elenco documenti elettronici

Per la registrazione di un contratto di affitto online con il modello RLI web, l'interessato, deve avere a portata di mano alcune informazioni, quali:

  • Contratto di locazione: Tipologia, numero di pagine, importo del canone ecc;
  • Dati anagrafici del locatore e locatario, ossia, rispettivamente, proprietario dell'immobile e affittuario - inquilino;
  • Dati dell'immobile: rendita catastale, categoria catastale, data di acquisto, pertinenze, ecc;

Per registrare il contratto di locazione online con l'RLI web, l'utente deve allegare e quindi scannerizzare anche i seguenti documenti:

  • Copia del documento d'identità del locatore e locatario formato ammesso: pdf, TIF e TFF.
  • Contratto di locazione, solo nel caso in cui l'affitto sia ad uso abitativo e rispetti le regole dei 3, il contratto può anche non essere allegato, ovvero se:

    Non ci sono più di 3  locatori;

    Non ci sono più di 3 inquilini;

    Si tratta di un unica unità abitativa;

    Non ci sono più di 3 pertinenze ad unità abitativa.

 

 

Quanto costa registrare un contratto di locazione commerciale o abitativo?

Il costo per registrare un contratto di locazione è il seguente:

I contribuenti che richiedono la registrazione del contratto di affitto e locazione per uso abitativo e commerciale mediante presentazione del Modello RLI online o presso uno degli uffici dell’Agenzia delle Entrate, devono versare tramite modello F24 ELide 2017:

  • Imposta di registro: obbligatoria solo se si sceglie la tassazione a tegime ordinario. L’imposta di registro va versata dagli interessati, prima di consegnare il modello 69 insieme al resto della documentazione presso l’Agenzia delle Entrate, che optano per la tassazione a regime ordinario. Pertanto, per procedere al calcolo dell’imposta è necessario innanzitutto distinguere il tipo di immobile che viene affittato, dal quale dipende la percentuale sui cui calcolare l’imposta. Il versamento per la prima annualità dell’imposta di registro non può essere inferiore a 67 euro.
    • 2% del canone annuo moltiplicato per ciascun annoin caso di affitto di Fabbricati ad uso abitativo 
    • 1% del canone annuo moltiplicato per ciascun anno: in caso di affitto di Fabbricati strumentali da parte di soggetti passivi IVA
    • 0,50% del corrispettivo annuo moltiplicato per ciascun anno: in caso di affitto di Fondi rustici
    • 2del corrispettivo annuo moltiplicato per ciascun anno: in caso di affitto di Altri immobili
  • Imposta di bollo: 16 euro per ogni 100 pagine di contratto. L'imposta va versata con il modello F24 Elide e relativo codice tributo. 

 

Registrazione locazione online 2017: la cedolare secca sugli affitti

La cedolare secca sugli affitti non prevede il versamento dell’imposta di registro ma applica un’imposta sostitutiva al canone annuo di locazione e di affitto pari a seconda dei casi al 10% e 21% in sostituzione dell’Irpef e le relative addizionali, l’imposta di registro e bollo dovute sul contratto di locazione.

L’imposta sostitutiva della cedolare Secca va versata, in generale, con Acconto pari al 95%. Solitamente l'imposta non è dovuta al primo anno ma dal secondo in poi.

Se la cedolare versata l'anno precedente ha superato i 51,65 euro, il versamento va effettuato:

  • in un’unica soluzione, entro il 30 novembre, se l’importo è inferiore a 257,52 euro;
  • in due rate, se l’importo dovuto è superiore a 257,52 euro: 
    • la prima, del 40% (del 95%), entro il 30 giugno 
    • la seconda, del restante 60% (del 95%), entro il 30 novembre. 

Il saldo si versa entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello cui si riferisce, o entro il 16 luglio, con la maggiorazione dello 0,40%.

Per il versamento della cedolare secca, con F24, vanno utilizzati questi codici:

  • Per la Prima rata di acconto della cedolare Secca, Codice Tributo da indicare nel Modello F24 è: 1840

  • Per la Seconda rata di acconto o Unica soluzione della cedolare Secca, Codice Tributo da indicare nel Modello F24 è: 1841

  • Per il Saldo della cedolare Secca, il Codice Tributo da indicare nel Modello F24 è: 1842

 

Registrazione Contratto di Locazione e Affito: scadenza

La registrazione del contratto di locazione per uso abitativo o commerciale è obbligatoria se la durata è superiore ai 30 giorni all’anno anche se non consecutivi, e va effettuato entro 30 giorni dalla stipula del contratto o dalla data di decorrenza se anteriore.

Se la registrazione avviene in ritardo o omessa, tale violazione può essere sanata e regolarizzata mediante l’istituto del Ravvedimento Operoso che consente pagando una sanzione ridotta, interessi di mora e tributo dovuto per l’imposta di registro se si sceglie la tassazione ordinaria, o l’imposta sostitutiva della cedolare secca, e procedere alla registrazione del contratto di locazione anche se a seguito di proroga, risoluzione e cessione degli stessi, ciò pertanto consente anche di mettersi in regola con contratti di affitto in nero e quindi non denunciati al Fisco.

 

Omessa registrazione contratto locazione: ravvedimento operoso

Tramite il Ravvedimento Operoso, i contribuenti possono regolarizzare la loro posizione con il Fisco per l'Omessa registrazione Contratto di locazione.

Ecco le sanzioni ridotte:

  • Entro 30 giorni di ritardo: sanzione pari al 6%, ovvero 1/10 del 60% (+ interessi di mora + imposta dovuta). Importo minimo della sanzione è di 20 euro;
  • Entro 90 giorni di ritardo: sanzione pari al 12%, ovvero 1/10 del 120% (+ interessi di mora + imposta dovuta);
  • Entro 1 anno di ritardo: sanzione 15%, ovvero 1/8 del 120% (+ interessi di mora + imposta dovuta);
  • Oltre 12 mesi ed entro 2 anni di ritardo: sanzione pari al 17,14%, ossia, ad 1/7 del 120% (+ interessi di mora + imposta dovuta);
  • Oltre 2 anni di ritardo: sanzione pari al 20%, ossia, ad 1/6 del 120% (+ interessi di mora + imposta dovuta);
  • Se la regolarizzazione da parte del contribuente avviene dopo la constatazione della violazione (Pvc, processo verbale di constatazione, senza notifica formale: sanzione pari al 24%, ossia 1/5 del 120% + interessi di mora e imposta omessa.

 

Ravvedimento Operoso Imposta di Registro e Cedolare Secca:

Tramite ravvedimento operoso Imposta di registro, il contribuente può regolarizzare la sua posizione con il Fisco per il mancato o tardivo pagamento dell’imposta di Registro o Imposta Sostitutitva della Cedolare Secca dovuta per i contratti di locazione e affitto.

Il ravvedimento s’intende perfezionato e quindi la violazione commessa sanata se, vi è il pagamento contestuale dell’Imposta Dovuta + sanzione ridotta + interessi di mora da calcolare per ogni giorno di ritardo.

La sanzione ridotta da applicare, varia a seconda dei termini in cui avviene il versamento avvalendosi del ravvedimento operoso, ovvero:

Omesso ritardato o insufficiente versamento Imposta di registro, imposte per adempimenti successivi (annualità successive alla prima, risoluzioni, proroghe, cessioni):

  • entro 14 giorni dalla scadenza 0,1% per ogni giorno di ritardo;
  • entro 30 giorni dalla scadenza 1,5% dell'imposta dovuta (1/10 del 30%);
  • entro 90 giorni dalla scadenza, sanzione 1,67% dell'imposta dovuta;
  • entro 1 anno dalla scadenza 3,75% dell'imposta dovuta (1/8 del 30%);
  • entro 2 anni, sanzione pari a 4,29% dell’imposta di registro da versare (1/7 di 30%);
  • oltre 2 anni, la sanzione da applicare è pari al 5% dell’imposta di registro da versare (1/6 di 30%).
  • Se la regolarizzazione avviene dopo la constatazione della violazione, la sanzione è pari al 6%, ossa, ad 1/5 del 30% + interessi di mora + imposta dovuta.

In questo caso il Codice tributo F24 Elide da utilizzare sono: 1501, 1502, 1503, 1504 a seconda del tipo di adempimento + 1509 sanzione e 1510 interessi.

 

Sanzioni per chi Non Registra il Contratto di Locazione Affitto:

La mancata registrazione del contratto di locazione e di affitto per uso abitativo o commerciale, prevede qualora venga accertata la violazione da parte dell’Amministrazione Finanziaria, l’applicazione di una sanzione amministrativa, multa applicabile anche in caso di parziale occultamento del corrispettivo e l’omesso o tardivo versamento dell’imposta di registro o cedolare secca sulle annualità successive.

Sanzioni per le violazioni sui contratti di locazione:

  • Omessa registrazione del contratto: dal 120% al 240% dell’imposta dovuta;
  • Parziale occultamento del canone: dal 200% al 400% della maggiore imposta dovuta;
  • Tardivo versamento dell’imposta: 30% dell’imposta versata in ritardo.

Omessa registrazione contratto di locazione ravvedimento operoso, se l'omissione è sanata:

  • entro 90 giorni dal termine di scadenza previsto: sanzione ridotta pari al 12% dell’imposta dovuta (1/10 del 120%);

  • entro un 1 dal termine di scadenza, sanzion pari al 15% dell’imposta dovuta (1/8 del 120%).

Per regolarizzare la mancata effettuazione, alla scadenza prevista, del pagamento d’imposta dovuta, per esempio, per i versamenti successivi alla prima annualità, per la proroga, la cessione o la risoluzione di un contratto di locazione, occorre versare, oltre all’imposta non pagata e agli interessi di mora:

  • una sanzione dell'1% per ogni giorno di ritardo (1/15 del 15%), se il versamento è effettuato entro quattordici giorni dalla scadenza 

  • una sanzione del 1,5% dell’imposta dovuta (1/10 del 15%), se il pagamento è effettuato dal 15° giorno e comunque entro 30 giorni dalla scadenza

  • una sanzione dell'1,67% dell’imposta dovuta (1/9 del 15%), se il versamento è effettuato entro 90 giorni.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili