Regime forfettario Unico 2017 compilazione quadro LM reddito e imposta

Regime forfettario Unico 2017 come si compila Quadro LM determinazione del reddito dell'attività con i coefficienti codice ATECO e dell'imposta sostitutiva?

Commenti 0Stampa

Regime forfettario Unico Pf 2017 compilazione quadro LM: Ai fine di dichiarazione dei redditi 2017, i contribuenti nel regime forfettario devono provvedere alla compilazione del quadro LM Unico 2017, per dichiarare i redditi dell’attività esercitata.

Il quadro LM, infatti, serve a determinare sia il reddito imponibile che l’imposta sostitutiva dei contribuenti forfettari. Ricordiamo a tale proposito che l'imposta 2016 è pari all' aliquota del 15%, o del 5% per 5 anni nel caso di start up aperte nel corso del precedente anno.

Vediamo quindi tutte le istruzioni per compilare il quadro LM del Modello Unico persone fisiche 2017 che i contribuenti nel regime forfettario devono compilare insieme al prospetto quadro RS, ai fine della dichiaraizone dei redditi 2017.

 

Regime forfettario Unico 2017:

I contribuenti che nel corso del 2016, si trovano nel cd. regime forfettario, devono provvedere, in sede di dichiarazione dei redditi 2017, compilare il modello Unico Pf 2017 e trasmetterlo obbligatoriamente per via telematica entro la scadenza del 30 settembre 2017.

In questo articolo, ci occuperemo nello specifico delle modalità di compilazione del quadro LM Unico 2017 da parte dei contribuenti nel regime forfettario, Legge n. 190/2014, poi modificata dalla Legge n. 208/2015 che tra l’altro deve essere compilato anche da chi l’altro anno, era nel regime dei minimi “Regime di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità“, di cui all’articolo 27, commi 1 e 2 del D.L. n. 98/2011.

Pertanto, i contribuenti che esercitano attività d’impresa, arti e professioni nel regime forfettario 2017 devono compilare la sezione II quadro LM Unico Pf 2017, al fine di determinare il reddito imponibile e l’imposta sostitutiva dovuta.

Per scaricare online il nuovo Modello Unico Persone fisiche: Unico Pf Agenzia delle Entrate.

 

Regime forfettario compilazione Quadro LM determinazione reddito:

I contribuenti che rientrano nel regime forfettario per determinare il reddito e dichiararlo nel modello Unico Pf 2016, devono compilare ii quadro LM Determinazione del reddito e nello specifico indicare in primis, nelle caselle a sinistra del riquadro, se il dichiarante è un:

Forfettario che svolge attività di impresa: barrare la casella “Impresa”;

Forfetario che svolge attività da lavoro automi: barrare la casella “autonomo”:

Forfettario che svolge attività sotto forma di impresa familiare: barrare la casella “Impresa familiare”.

Nel caso in cui il soggetto svolga più di un’attività, ad esempio lavoro automi e di impresa, deve barrare la casella che corrisponde all’attività da cui derivano i maggiori ricavi o compensi, per cui l’attività prevalente.

Come si determina il reddito nel regime forfettario? E’ calcolato in maniera forfetaria, applicando ai ricavi o compensi totali percepiti nel 2016, i coefficienti di redditività distinti secondo l’appartenenza ad un determinato Codice ATECO.

La formula di calcolo è quindi Reddito = (ricavi o compensi x coefficiente redditività) - contributi previdenziali, quelli ad esempio versati all'INPS o all'INAIL.

Si ricorda poi, che i compensi o i ricavi devono essere imputanti al 2016 in base al cd. principio di cassa che significa in altre parole, che va tenuto conto il momento in cui è stato percepito effettivamente il ricavo o il compenso. Tale principio, si applica sia al reddito di impresa che di al reddito derivato dall’esercizio di arti o professioni.

Regime forfettario come si compila il Rigo 22 del Quadro LM dell'Unico Pf 2017?

Colonna 1: va inserito il Codice Attività svolta dal forfettario, ossia, il codice ricavato dalla tabella di classificazione delle attività economiche ATECO 2007. 

Colonna 2: va invece indicato il Coefficiente di redditività;

Colonna 3: va indicato l’eventuale recupero dell’incentivo fiscale “Tremonti-Ter” e della maggiore agevolazione dei contributi in conto impianti percepiti in un esercizio successivo a quello in cui è stato effettuato l’investimento agevolato. 

Colonna 5: va indicato il reddito dell’attività, calcolato moltiplicando l’importo dei componenti positivi della Colonna 4, per il coefficiente di redditività della Colonna 2. 

 

Compilazione Unico 2017 Quadro LM righi da 34 a 38:

Rigo LM34: il contribuente deve indicare il suo reddito lordo, calcolato sommando gli importi dei redditi delle singole attività. Nel caso in cui fosse barrata la casella nella Colonna 3 Rigo LM21, tale importo va ridotto di 1/3.

Rigo LM35: indicare nella Colonna 1 l’ammontare dei contributi previdenziali ed assistenziali versati nel 2016. Dal reddito, infatti, devono essere portati a deduzione integrale i contributi INPS, INAIL ecc, ivi compresi quelli versati dei collaboratori dell’impresa familiare fiscalmente a carico e sia non a carico, ma solo se il titolare d’impresa non ha esercitato il diritto di rivalsa.

Nella Colonna 2, invece, va riportato l’importo dei contributi mentre l’eventuale eccedenza, va indicata nel rigo LM49 poiché è deducibile dal reddito complessivo. 

Per i contribuenti nel regime forfettario (artigiani e commercianti) è poi possibile, anche scegliere se applicare il regime contributivo agevolato, presentando l’apposita domanda all’Inps.

Rigo LM36: va indicata la differenza tra: Rigo LM 34 - Rigo LM35, e si ha il reddito netto. 

Rigo LM37: vanno riportate le perdite di impresa pregresse o le eventuali perdite pregresse di lavoro autonomo.

Rigo LM38 indicare la differenza tra LM36 – LM37, che serve a determinare la soglia per accedere o meno alle detrazioni familiari a carico di cui all’articolo 12, comma 2 del Tuir. 

Rigo LM39 va indicata l’imposta sostitutiva pari al 15% dell’importo indicato nel Rigo LM38, se positivo.

 

Regime forfettario Quadro LM Unico 2017 calcolo Imposta:

I contribuenti che nel corso del 2016 hanno adottato il regime forfettario, ai fini di dichiarazione dei redditi 2016, devono compilare il quadro LM Unico 2017 per il calcolo dell’imposta sostitutiva.

Pertanto, ecco le istruzioni per la compilazione quadro LM calcolo Imposta:

Rigo 40: indicare i crediti di imposta da utilizzare per far diminuire l’imposta sostituiva dovuta, fino all’ammontare dell’importo indicato nel Rigo LM39. L’eventuale parte dei crediti eccedente, vanno invece inseriti negli appositi campi del quadro RN.

Rigo 41: riportare l’ammontare delle ritenute cedute dal consorzio;

Rigo 42: riportare il risultato della seguente operazione: (LM39 “Imposta sostitutiva 15%“) – (LM40, Colonna 11 “Totale crediti d’imposta”) – LM41 “Ritenute Consorzio”. 

Rigo 45: vanno indicati i seguenti importi: 

Colonna 1: importo acconti dovuti ma non versati alla data di invio del modello Unico, a fronte di specifici provvedimenti ufficiali che ne hanno sospeso il pagamento; 

Colonna 2: riportare la somma degli acconti versati, ivi compreso l’importo indicato eventualmente nella colonna 1.

A tale proposito, si ricorda che per versare gli acconti, i contribuenti forfettari devono utilizzare i seguenti codici tributo F24: 1790 e 1791, primo e secondo acconto.

Rigo 46: va compilato solo se il risultato della seguente operazione matematica è con segno +:  LM42 – LM43 + LM44 – LM45. Tale saldo a debito, va versato utilizzando l’F24 con codice tributo 1792.

Rigo 50: i contribuenti nel Regime forfettario devono compilare solo la colonna 1, 2 e 3 nel caso in cui abbiano avuto perdite fiscali residui negli anni precedenti a quello di accesso al regime agevolato.

 

Regime forfettario compilazione Prospetto quadro RS:

I contribuenti nel Regime forfetario al fine di dichiarare i redditi erogati e versati senza operare la ritenuta alla fonte, sono obbligati a compilare il Prospetto quadro RS.

Istruzioni compilazione prospetto quadro RS:

Colonna 1: va inserito il codice fiscale di chi ha percepito il reddito;

Colonna 2: l’importo dei redditi di cui sopra.

Compilazione prospetto per le imprese:

Rigo RS374: n° dei giorni retribuiti a lavoratori dipendenti, collaboratori e apprendisti;

Rigo RS375: indicare il n° dei mezzi di trasporto o veicoli posseduti e/o detenuti a qualsiasi titolo per lo svolgimento dell’attività a fine anno;

Rigo RS376: indicare la somma complessiva dei costi sostenuti dall’attività per acquistare materie prime, merci,oneri accessori, spese per effettuare lavorazioni da parte di esterni all’impresa ecc;Rigo RS377: indicare i costi sostenuti per esempio per canoni di locazione per l’utilizzo di beni immobili, beni mobili o noleggio.

Rigo RS378, indicare il totale delle spese sostenute nel corso del 2015 per gli acquisti di carburante per autotrazione.

Compilazione prospetto Quadro RS per lavoro autonomo:

Rigo RS379: n° dei giorni retribuiti a lavoratori dipendenti, collaboratori e apprendisti;

Rigo RS380: totale dei compensi pagati a terzi per prestazioni professionali e servizi relativi all’attività artistica o professionale del lavoratore autonomo nel regime forfettario;

Rigo RS381: indicare le spese per i consumi quali ad esempio le spese telefoniche e servizi accessori, spese energia elettrica, spese carburanti e lubrificanti autoveicoli.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili


Lascia un commento
Contatti