Ravvedimento Imposta di Registro Locazioni 2015 modello F24 elide

Commenti 8 Stampa

Ravvedimento Imposta di Registro Locazioni 2015 modello F24 elide

Il Ravvedimento Operoso è lo strumento che consente ai contribuenti di regolarizzare la loro posizione con il Fisco in caso di violazione, pertanto, può essere utilizzato per sanare il mancato o tardivo versamento dell’Imposta di Registro 2015 dovuta da coloro che non si avvalgono dell’istituto della cedolare secca sugli affitti, e la cui misura varia a seconda del tipo di immobile affittato a seguito di proroga, risoluzione e cessione del contratto di locazione, e sia per sanare l’omessa o tardiva presentazione della registrazione del contratto di locazione.

 

Ravvedimento Imposta di Registro Locazioni 2015:

L’istituto del Ravvedimento Operoso consente ai cittadini di regolarizzare la propria posizione con il Fisco versando una sanzione ridotta rispetto a quella ordinaria applicabile in caso di accertamento formale della violazione, affinché il ravvedimento possa ritenersi perfezionato e quindi la posizione fiscale sanata, occorre che l’Amministrazione Finanziaria, non abbia proceduto a contestare, notificare o a dare inizio a qualsiasi procedura di accertamento della violazione commessa

il contribuente debba versare autonomamente e contestualmente: Tributo dovuto + sanzione ridotta + interessi legali tramite modello F23 Agenzia delle Entrate fino al 31 decembre 2014 e dal 1° gennaio modello f24 elide 2015 con relativi codici tributo.

Sanzioni ridotte ravvedimento operoso per Omessa registrazione di un contratto di locazione

Sanzione applicabile Entro 90 giorni 12% dell’imposta di registro dovuta  (1/10 del 120%) 

Entro un anno 15% dell’imposta di registro dovuta (1/8 del 120%) 

Omesso o insufficiente versamento Imposta di registro:

entro 15 giorni dalla scadenza 0,2% per ogni giorno di ritardo 

entro 30 giorni dalla scadenza  3% dell'imposta dovuta (1/10 del 30%) 

entro 1 anno dalla scadenza 3,75% dell'imposta dovuta (1/8 del 30%) 

 

Ravvedimento Sprint entro 15 giorni:

Imposta di registro contratto locazione ravvedimento Operoso Sprint: se il pagamento avviene entro i primi 15 giorni, la sanzione ridotta è dello 0,2%: Con l’entrata in vigore del Decreto Salva Italia Dl 98/2011, è stata introdotta una nuova tipologia di ravvedimento Operoso: Sprint al fine di incentivare le regolarizzazioni autonome da parte dei contribuenti con una sanzione ridotta ancora più favorevole.

Tale sanzione, infatti, pari allo 0,2% va calcolata per ciascun giorno di ritardo e sommando il tributo dovuto e gli interessi legali calcolati in base al tasso legale annuale che dal 1° gennaio 2015 equivale allo 0,5% da calcolare sul numero dei giorni di ritardo del versamento dell’imposta di registro o la mancata presentazione della registrazione del contratto entro i termini previsti per legge.

Nello specifico, il contribuente può avvalersi del Ravvedimento Operoso Sprint, e quindi della sanzione più ridotta, pagando contestualmente e complessivamente: Entro e non oltre i 15 giorni successivi alla scadenza del termine previsto per il versamento: Tributo + sanzione 0,2% + interessi legali.

Esempio: se su un contratto di locazione di durata pluriennale si versa per errore una imposta di registro più bassa rispetto a quanto dovuto ad esempio 300 euro anziché 500 euro, il contribuente può rimediare con il ravvedimento breve se paga la differenza + sanzione + interessi, ovvero: 200 euro di differenza, 2 euro di sanzione allo 0,2% per cui 1% - 0,2% per ogni giorno di ritardo - di 200 euro, e interessi pari a 0,013 euro (200 x 0,5 x 5 : 36500). 

 

Ravvedimento breve e medio lungo da 30 a 90 giorni:

Tassa di registro contratto di locazione avvedimento Operoso Breve: se il versamento avviene entro il 30° giorno, la sanzione ridotta è del 3%:

Il Ravvedimento Operoso BREVE può essere utilizzato dai contribuenti che decidono volontariamente e autonomamente di mettersi in regola con il fisco, per la violazione commessa di omesso o tardivo versamento dell’imposta di registro e sia della mancata presentazione della domanda di registrazione di un contratto di locazione.

Tale tipologia di ravvedimento, consente quindi di sanare la violazione prima che venga accertata dall’Amministrazione, e quindi sanzionata con la massima misura prevista in questi casi, pagando una sanzione ridotta del 3% se effettua in unica soluzione il versamento entro il 30° giorno successivo alla scadenza del Tributo dovuto + sanzione 3% + interessi legali.

Esempio: differenza dell'imposta di registro 200 euro, sanzione pari a 6 euro perché si calcola il 3% su 200 euro, e interessi legali allo 0,5% per ogni giorno di ritardo.

Sanzione ridotta al 3,3% se la regolarizzazione avviene entro 90 giorni.

 

Ravvedimento operoso lungo entro 1 anno:

Imposta di registro affitto ravvedimento Operoso Lungo: se il pagamento avviene entro 1 anno dalla scadenza, la sanzione ridotta è del 3,75%:

Il Ravvedimento Operoso LUNGO consente al contribuente di mettersi in regola con il Fisco anche oltre la scadenza dei termini di pagamento, infatti, se decide spontaneamente di versare l’importo complessivo del Tributo dovuto + sanzione ridotta + interessi legali allo 0,5% può usufruire di una sanzione ridotta del 3,75% anzichè la sanzione ordinaria elevabile in caso di accertamento formale. Dal 2015 viene istituito dalla Legge di Stabilità il nuovo ravvedimento 2015 con possibilità di ravvedersi entro o oltre i 2 anni dalla scadenza originale:

Sanzione ridotta al 4,2% se la regolarizzazione avviene entro 2 anni o entro la seconda dichiarazione successiva.

Sanzione ravvedimento lunghissimo 5%  se la violazione viene sanata oltre i 2 anni.

Tale possibilità è solo per i tributi amministrati dall'Agenzia delle entrate, per cui non si applica ai tributi comunali, quali IMU, TASI, TARI, COSAP, TOSAP, bollo auto.

 

Ravvedimento Imposta di registro 2015: Calcolo Online

Per regolarizzare il mancato o il tardivo pagamento d’imposta di registro, dovuta dai contribuenti che scelgono la tassazione ordinaria sui contratti di affitto, per i versamenti successivi alla prima annualità, per la proroga, la cessione o la risoluzione di un contratto di locazione, devono versare:

1) Calcolo Imposta di registro 2015:

Il proprietario dell’immobile dato in affitto con regolare contratto registrato presso l’Agenzia delle Entrate stipulato in regime ordinario anziché agevolato con la cedolare secca, è dovuta un’imposta di registro pari a:

IMMOBILE

PERCENTUALE

Fabbricati ad uso abitativo

2% del canone annuo moltiplicato per ciascuna annualità

Fabbricati strumentali per natura

1% del canone annuo se la locazione è effettuata da soggetti passivi IVA

2% del canone, negli altri casi

Fondi rustici

0,50% del corrispettivo annuo moltiplicato per ciascuna annualità

Altri immobili

2% del corrispettivo annuo moltiplicato per ciascuna annualità

Il versamento per la prima annualità dell’imposta di registro non può essere inferiore a 67 euro.

2) Calcolo sanzione ridotta ravvedimento operosoimposta di registro in base al numero dei giorni di ritardato pagamento.

3) Calcolo Interessi di mora 2015:

Gli interessi di mora devono essere calcolati in base al tasso legale per ogni giorno di ritardo. Dal 1° gennaio 2014 gli interessi di mora sono all'1% mentre per le violazioni regolarizzate nel corso del 2015 il tasso di interesse scende come da comunicazione MEF tassi allo 0,5%. Il calcolo degli interessi moratori deve essere effettuato applicando la seguente formula: 0,5 x € tributo n° giorni trascorsi dalla violazione/36.500.

Per il Calcolo dell’imposta di registro, le sanzioni e gli interessi di mora che i contribuenti devono versare per regolarizzare la loro posizione di omesso o tardivo versamento avvalendosi dell’istituto del Ravvedimento Operoso 2015 possono aiutarsi mediante Software on line di Calcolo. Tali software, consentono quindi di simulare ed elaborare il calcolo sulla base delle informazioni inserite direttamente dal contribuente, ovvero, in base al tipo di tributo che si deve sanare: software calcolo ravvedimento operoso online.

 

Ravvedimento imposta di registro locazioni 2015 f24 elide:

Dal 1° febbraio 2014 i contribuenti per regolarizzare il mancato pagamento delle imposte relative alle locazioni possono avvalersi del ravvedimento operoso imposta di registro locazioni 2015 modello f24 elide.

Il modello f24 elide locazione 2015 è il nuovo strumento di pagamento versare le sanzioni e interessi dell'imposta di registro anche prima e successive annualità, proroghe, cessazioni e risoluzioni, per versamenti tardivi delle imposte o mancata registrazione del contratto di locazione presso l'Agenzia delle Entrate tramite modello RLI 2015.

Nel modello f24 elementi identificativi locazione, vanno indicati i codici tributo approvati dall'Agenzia delle Entrate con specifica risoluzione che sono:

Ravvedimento operoso per tardiva prima registrazione, quindi per imposta di registro prima annualità il codice tributo sanzioni è il 1507.

Ravvedimento operoso versamento interessi per ritardato pagamento imposta di registro prima annualità è 1508.

Ravvedimento operoso imposta di registro successiva alla prima, proroghe, cessioni e risoluzioni, per il versamento sanzioni il codice tributo è 1509.

Ravvedimento operoso imposta di registro successiva alla prima, proroghe, cessioni e risoluzioni, per il versamento degli interessi il codice tributo da indicare nel modello f24 elide locazione è 1510.

 

Codice tributo f24 elide 2015:

A  partire dal 1° gennaio 2015 il pagamento delle imposte relative ai contratti di locazione, prima registrazione e successive annualità, cessioni, proroghe e risoluzioni contrattuali e imposta di registro 2015 è obbligatorio utilizzare F24 elide. I codici tributo che il contribuente deve andare ad indicare nel modello di versamento in caso di ravvedimento operoso imposta di registro sono: 

1500 prima registrazione

1501 annualità successive

1502 cessioni del contratto

1503 risoluzione contrattuale

1504 proroga contratto

1505 Imposta di Bollo contratto di locazione

1506 Tributi speciali e compensi

1507 ravvedimento per tardiva prima registrazione Sanzioni

1508 ravvedimento per tardiva prima registrazione Interessi

1509 ravvedimento per tardivo versamento di annualità e adempimenti successivi Sanzioni

1510 ravvedimento per tardivo versamento di annualità e adempimenti successivi Interessi.

Inoltre, sono stati istituiti i seguenti codici tributo sempre per il modello F24 ELIDE:

A135 Imposta di Registro - Avviso di Liquidazione dell’Imposta-Irrogazione delle Sanzioni.

A136 Imposta di Bollo - Avviso di Liquidazione dell’Imposta-Irrogazione delle Sanzioni.

A137 Sanzioni - Avviso di Liquidazione dell’Imposta-Irrogazione delle Sanzioni.

A138 Interessi - Avviso di Liquidazione dell’Imposta-Irrogazione delle Sanzioni.

 

Ravvedimento Imposta di Registro 2015: Scadenza 

I contribuenti obbligati al versamento dell’imposta di registro, devono pagarla tramite modello F24 elide entro:

Se la registrazione del contratto di Affitto a tassazione ordinaria viene effettuato presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate, il pagamento dell’imposta di registro calcolata in base alla tipologia di immobile concesso in locazione, va effettuato dal proprietario entro 30 giorni dalla data dell’atto e, comunque, prima della richiesta di registrazione. Il versamento dell’imposta va effettuato tramite il modello f24 elide.

Se la registrazione del contratto di locazione viene effettuata per via telematica, il pagamento dell’imposta è contestuale alla registrazione del contratto. 

Per i contratti di locazione di immobili urbani che abbiano una durata di oltre 1 anno, il contribuente si può scegliere:

  • di pagare l’imposta di registro dovuta per l’intera durata del contratto (2% del corrispettivo complessivo)*
  • di versare l’imposta anno per anno (2% del canone relativo a ciascuna annualità, tenendo conto degli aumenti Istat), entro 30 giorni dalla scadenza della precedente annualità.

*Per coloro i quali optano il pagamento dell’intera imposta di registro dovuta in un’unica soluzione, spetta uno sconto o meglio una detrazione sull’intero ammontare dell’imposta dovuta, in misura percentuale, pari alla metà del tasso di interesse legale pari allo 0,5% moltiplicato per il numero delle annualità.

Nel caso di contratti di locazione di immobili urbani di durata pluriennali che vengano prorogati, cessati o risolti, l’imposta di registro da versare sarà pari a alla misura fissa di 67 euro. In tutti gli altri casi come ad esempio gli immobili non urbani, l’imposta si applica nella misura del 2% o, per i fondi rustici, dello 0,50% all’importo dei canoni ancora dovuti. Per le cessioni, proroghe e risoluzioni, disdette anticipate di contratti registrati, il proprietario dell’immobile e l’inquilino in affitto dovranno versare l’imposta dovuta tramite modello f24 elide, entro 30 giorni dalla stipula del contratto e, nei successivi 20 giorni presentare la ricevuta del versamento presso l’ufficio dove era stato presentato il contratto alla stipula.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Lascia un commento
Contatti
Commenti 8

alessandro

22 aprile 2013 15:30

Complimenti !!!.... è l'unico sito che fornisce indicazioni utili e aggiornate !!

anna

12 giugno 2013 15:07

BRAVI

silvia

14 novembre 2013 11:10

Grazie. Nemmeno il sito dell'agenzia delle entrate è così preciso.

paola

12 gennaio 2014 11:56

Chiaro, semplice, aggiornato.... ottimo

luciano

22 gennaio 2014 17:23

GRAZIE. QUESTO ERA IL TERZO SITO SULL'ARGOMENTO ED ANCORA NON AVEVO CAPITO BENE. GRAZIE ANCORA.

cristian

3 febbraio 2014 18:30

La guida è ben fatta, ma attenzione che gli interessi legali sono scesi all’1% a partire dal 1° gennaio 2014 (Decreto Ministero Economia e finanze 12.12.2013, in G.U. 13.12.2013).

enrico

11 febbraio 2014 15:10

Molto chiaro, completo ed esauriente per la comprensione dell'argomento.

alessandra

2 febbraio 2015 10:45

ottima spiegazione.
FINALMENTE!!