Professionista regime dei minimi può essere pagato con voucher Inps?

Il professionista regime dei minimi può essere pagato con voucher Inps se prestazione è occasionale o esce dal regime? Come si dichiarano nell'Unico?

Commenti 0Stampa

Il professionista regime dei minimi può essere pagato con voucher Inps, ossia, con i buoni lavoro occasionale di tipo accessorio dal valore nominale di 10, 20 o 50 euro. Il professionista che svolge la propria attività in modo autonomo con partita IVA in regime dei minimi può svolgere una secondo lavoro di tipo occasionale accessorio ed essere pagato quindi mediante Voucher Inps e allo steso tempo può pagare la prestazione di lavoro accessorio meramente occasionale dei propri collaboratori mediante i buoni lavoro. 

 

Cosa sono e come funzionano i voucher INPS?

Innanzitutto, spieghiamo cosa sono e come funzionano i voucher Inps.

Questi voucher, sono dei buoni lavoro Inps che i committenti acquistano dall'Inps per pagare le prestazioni di lavoro di tipo accessorio meramente occasionale ai propri collaboratori, in quanto per tale attività accessoria, fino ad oggi non è assistita da alcuna tutela previdenziale e assicurativa, quindi è una attività non riconducibili né a un rapporto di lavoro già disciplinato dalla legge.

Ogni voucher, ha un valore nominale che va da un minimo di 10 euro lordi ad un massimo di 20 e 50 euro lordi. Nell'importo di ogni voucher è calcolata sempre la percentuale di contribuzione obbligatoria per il lavoratore, per cui il 13% dell'importo va favore della gestione separata INPS, che viene accreditata sulla posizione individuale contributiva del prestatore, il 7% va a favore dell’INAIL per l’assicurazione anti-infortuni e il 5% di compenso all'Inps, per la gestione del servizio. Per cui una volta detratta la parte di contribuzione obbligatoria pari al 25%, il valore del voucher da 10 euro lordi rimane di 7,5 euro netti per il prestatore. Per quanto riguarda l'ambito di attività e la tipologia del prestatore, sono stati abrogati tutti i settori di attività tassativamente elencati con la precedente normativa e le categorie di prestatori. Pertanto, li voucher Inps possono essere utilizzati per le più diverse attività svolte da qualsiasi soggetto dai lavoratori autonomi ai disoccupati, dai subordinati full-time o part-time ai pensionati, da studente a percettore di prestazioni a sostegno del reddito, sempre nei limiti del compenso economico previsto, pari a 7.000 euro annui per il prestatore con più committenti e 2.020 euro annui per singolo committente o professionisti.

Il solo limite previsto per l'utilizzo dei voucher Inps, è per il settore agricolo in cui il lavoro accessorio è ammesso solo per aziende con volume d’affari superiore a 7.000 euro ed esclusivamente per pensionati e studenti con meno di 25 anni di età mentre per le aziende con volume d’affari inferiore a 7.000 euro, i voucher possono essere utilizzati da qualsiasi soggetto anche per attività non stagionali.

 

Professionista regime dei minimi può essere pagato con voucher INPS?

Ad oggi, l'Agenzia delle Entrate ha fatto chiarezza con la circolare n° circolare 7/E del 2008, paragrafo 2.13, quesito a, solo sull'utilizzo dei voucher INPS da parte dei contribuenti minimi per pagare la prestazione dei propri collaboratori mentre riguardo alla possibilità del contribuente minimo di ricevere in pagamento i voucher, abbiamo richiesto un interpello all'INPS che ci ha confermato che il voucher può essere utilizzato dai committenti per pagare anche il contribuente minimo che svolge per loro, un lavoro di tipo accessorio meramente occasionale, senza compromettere la sua permanenza nel regime agevolato.

In base a ciò, si evince che il professionista in regime dei minimi può essere pagato tramite voucher INPS se la prestazione svolta è di tipo accessorio occasionale. Ovvero, se il contribuente minimo svolge occasionalmente un secondo lavoro, questa sua prestazione può essere pagata tramite voucher Inps.

L'accettazione di voucher Inps da parte del minimo, non comporta la fuoriuscita dal regime dei minimi. Ovviamente, ci sono dei limiti di retribuzione annua massima che il minimo può ricevere da imprenditori commerciali o professionisti che è di 7.000 euro all'anno e 2.020 euro per ciascun committente. 

 

Libero professionista minimi come riscuote i voucher Inps?

Il libero professionista minimi riscuote i voucher Inps come compenso per la sua prestazione occasionale, deve cambiare il buono cartaceo per avere l'importo pattuito. La riscossione dei voucher quindi può essere effettuata in diversi modi, ossia:

  • presso tutti gli uffici postali entro 24 mesi dal giorno dell’emissione, compilando i campi relativi al codice fiscale del committente e prestatore, data di inzio e fine prestazione, al fine di garantire il corretto accredito dei contributi previdenziali e assistenziali.

  • telematicamente attraverso l’INPSCard.

  • presso tabaccai autorizzati dal secondo giorno successivo alla fine della prestazione di lavoro accessorio ed entro 1 anno dal giorno dell’emissione.

  • presso sportelli bancari abilitati, in questo caso i voucher possono essere pagati dopo 24 ore dal termine della prestazione di lavoro accessorio ed entro 1 anno dal giorno dell’emissione.

 

Professionista come dichiara il compenso con i buoni lavoro?

Il Professionista nei minimi come dichiara il compenso voucher Inps? Il professionista nel regime dei minimi che ha svolto una prestazione di tipo accessorio meramente occasionale può essere pagato con i voucher senza uscire dal regime agevolato, perché il voucher rappresenta un metodo di pagamento che non configura un rapporto di lavoro dipendente bensì occasionale di tipo accessorio.

Il professionista che riceve in pagamento voucher INPS per una prestazione occasionale effettuata nell'anno 2015 deve dichiarare il compenso mediante Unico 2016 sotto la voce altri redditi, in quanto il reddito derivato dall'attività autonoma deve rimanere distinto dal compenso ricevuto per la prestazione di lavoro occasionale pagato con il voucher.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti