Rinnovo permesso soggiorno 2017: come fare richiesta costi e tempi

Rinnovo permesso di soggiorno 20176 come fare richiesta e modulo domanda online e documenti entro i termini di scadenza rilascio e pagamento dei costi

Commenti 0Stampa

Rinnovo permesso di soggiorno 2017 è una procedura amministrative che autorizza la persona straniera a soggiornare in Italia per più di 3 mesi, infatti, dall’aprile 2007 è entrato in vigore quanto stabilito dal decreto legislativo 6 febbraio 2007, n° 30 nuova normativa permesso di soggiorno, recante "Attuazione della direttiva 2004/38/CE relativa al diritto dei cittadini dell’Unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri", che di fatto ha cambiato le regole per l’ingresso e il soggiorno dei cittadini dell’Unione Europea e dei loro familiari.

In base alla nuova norma del 2007, i cittadini comunitari che intendano stabilirsi in Italia, o in un altro stato dell’Unione Europea, non hanno più l’obbligo di chiedere la carta di soggiorno ma è necessario iscriversi all’anagrafe del comune di residenza se si superano i tre mesi di permanenza, mentre per i soggiorni inferiori a tre mesi non è necessaria alcuna forma di autorizzazione.

Per i soggiorni di durata superiore a 3 mesi, i familiari extracomunitari del cittadino comunitario devono chiedere la carta di soggiorno, presentando domanda presso Poste Italiane, ovvero, presso la Questura laddove la tipologia della richiesta non rientri tra quelle elencate nella nuova procedura.

E’ rimasta invariata, invece, la procedura richiedere il rilascio e il rinnovo dei permessi e delle carte di soggiorno per i cittadini extracomunitari appartenenti alle tipologie indicate nella nuova procedura.I comuni e i patronati assicureranno a titolo gratuito e nell’ambito dei loro fini istituzionali un’ attività di informazione, consulenza ed assistenza allo straniero finalizzata alla corretta predisposizione delle istanze.

Dall’8 gennaio 2007, inoltre, la carta di soggiorno per cittadini stranieri è stata sostituita dal Permesso di soggiorno CE con durata a tempo indeterminato e può essere richiesto solo da chi possiede un permesso di soggiorno da almeno 5 anni. La domanda va presentata presso gli uffici postali oppure, senza utilizzare il kit, ci si può recare presso i Comuni o i Patronati. 

 

Permesso di soggiorno elettronico 2017 cos'è?

Cos’è il Permesso di Soggiorno Elettronico 2017? Il permesso elettronico è una tessera magnetica simile ad una carta di credito, con un microchip e una banda a memoria ottica che contengono i dati anagrafici, la fotografia e le impronte del titolare in formato digitale.

Il costo del Permesso di Soggiorno Elettronico, è stato stabilito con decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, di concerto con il Ministro dell’Interno, fissando a € 27,50 il corrispettivo del rilascio del permesso di soggiorno elettronico. Il pagamento è effettuato tramite appositi bollettini di c/c postale premarcati (PDF), disponibili presso gli uffici postali abilitati alla ricezione delle istanze e pagabili presso qualunque ufficio postale.

 

Permesso di soggiorno elettronico costi 2017:

Il rilascio del permesso di soggiorno elettronico solitamente avviene in circa 60 giorni dalla data di presentazione della domanda, per richiederlo occorre presentare la seguente documentazione:

  • Modulo di richiesta;
  • Passaporto, o altro documento di viaggio + fotocopia.
  • 4 foto formato tessera, identiche e recenti;
  • Contrassegno telematico da € 16,00
  • Documentazione necessaria al tipo di permesso di soggiorno richiesto.

Versamento di un contributo compreso tra € 80 e € 200, è stato abolito per effetto della sentenza n. 06095 del 24 maggio 2016, del TAR del Lazio che ha annullato il Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 6 ottobre 2011, che prevedeva l’obbligo di pagare una tassa compresa tra 80 € e 200 € per il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno.

Dal 24 maggio 2016, pertanto i costi per richiedere il il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno, sono i seguenti:

  • 30,00 euro per l’assicurata a Poste Italiane.
  • 16,00 euro per la marca da bollo;
  • 30,46 euro  per il  permesso di soggiorno  – PSE 380, a titolo di contributo per la stampa del documento elettronico, da versare sul conto corrente postale n. 67422402 intestato a Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del Tesoro con causale "importo per il rilascio del permesso di soggiorno elettronico";

La validità del permesso di soggiorno è la stessa del visto d'ingresso:

  • fino a 6 mesi per lavoro stagionale e fino a 9 mesi per lavoro stagionale nei settori che richiedono tale estensione;
  • fino ad 1n anno, per la frequenza di un corso per studio o formazione professionale
  • fino a 2 anni per lavoro autonomo, per lavoro subordinato a tempo indeterminato e per ricongiungimenti familiari.
  • Non serve invece il permesso di soggiorno se si viene in visita in Italia, per affari o studio per periodi non superiori ai 6 mesi.

 

Rinnovo Permesso di Soggiorno costi 2017:

La nuova procedura per il Rilascio del Permesso di Soggiorno da parte delle persone straniere che intendono risiedere in Italia per più di 3 mesi impongono che:

1) Per chi arriva in Italia per la prima volta: ha 8 giorni di tempo per chiedere il permesso di soggiorno, per richiedere il rilascio del permesso di soggiorno è necessario presentare:

  • Modulo di richiesta
  • Passaporto, o altro documento di viaggio equivalente, in corso di validità con il relativo visto di ingresso, se richiesto
  • Fotocopia del documento stesso
  • 4 foto formato tessera, identiche e recenti
  • Contrassegno telematico da € 16,00 euro.

Documentazione necessaria al tipo di permesso di soggiorno richiesto

Versamento di un contributo compreso tra € 80 e € 200. Abolito dalla sentenza TAR del  n. 06095 del 24 maggio 2016.

2) Per chi è già in Italia e ha il permesso di soggiorno in scadenza: deve chiedere il rinnovo almeno 60 giorni prima della scadenza e pagare i seguenti costi 

  • 30,00 euro per l’assicurata a Poste Italiane.
  • 16,00 euro per la marca da bollo;
  • 30,46 euro  per il  permesso di soggiorno  – PSE 380, a titolo di contributo per la stampa del documento elettronico, da versare sul conto corrente postale n. 67422402 intestato a Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del Tesoro con causale "importo per il rilascio del permesso di soggiorno elettronico";

Il contributo non va pagato se il permesso di soggiorno è stato rilasciato o rinnovato per asilo, per richiesta asilo, per protezione umanitaria, per protezione sussidiaria;

lo straniero o l'apolide sono minori, se l'ingresso in Italia è per effettuare cure mediche e per gli accompagnatori, o per aggiornare o convertire il permesso ancora valido.

 

Autocertificazione permesso di soggiorno:

L’altra novità riguarda le richieste di rinnovo di permesso di soggiorno,  introdotta con con la Direttiva n. 14 del 2011 - "Adempimenti urgenti per l’applicazione delle nuove disposizioni in materia di certificati e dichiarazioni sostitutive di cui all’articolo 15, della legge 12 novembre 2011, n. 183" sono state introdotte importanti novità riguardanti l’Autocertificazione permesso di soggiorno, o altrimenti detta, Dichiarazione Sostitutiva di Stati di Famiglia, Residenza o Stato civile.

La nuova norma sull’Autocertificazione si estende anche ai cittadini extracomunitari con delle limitazioni, concernenti il diritto ad autocertificare sono stati, fatti o qualità presenti nei registri della Pubblica Amministrazione italiana e quindi facilmente verificabili. 
Pertanto, per i casi di Rinnovo del Permesso di Soggiorno, la nuova norma ha stabilito che dal 1 gennaio 2012, data di entrata in vigore dell’autocertificazione, che la Questura non può più richiedere al cittadino extracomunitario e comunitario di presentare un nuovo certificato di residenza o di stato di famiglia, perché già presente nella banca dati della Questura dal momento della richiesta del permesso di soggiorno e pertanto già in possesso della stessa.

Possono invece essere richiesti, i certificati penali provenienti dal Paese di origine per la richiesta di cittadinanza oppure la dichiarazione di valore del diploma di laurea se conseguita all’estero per l’iscrizione all’Università. Permane l’obbligo di presentazione di certificati laddove siano richiesti in originali per tutti gli atti relativi allo stato civile formati o tenuti da autorità estere. 

 

Richiesta rinnovo e rilascio permesso di soggiorno motivi:

Per la richiesta di rinnovo permesso di soggiorno e per rilascio, i motivi possono essere per:

  • Affidamento 

  • Asilo politico (rinnovo) 

  • Attesa occupazione 

  • Attesa riacquisito cittadinanza 

  • Carta di soggiorno stranieri (ora denominato Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo)

  • Famiglia 

  • Famiglia minore 14-18 anni 

  • Lavoro Autonomo 

  • Lavoro Subordinato 

  • Lavoro sub-stagionale 

  • Missione 

  • Motivi Religiosi 

  • Residenza elettiva 

  • Richiesta dello Status di apolidia (rinnovo) 

  • Soggiorno lavoro art. 27 

  • Studio 

  • Tirocinio formazione professionale 

Per la richiesta rinnovo permesso di soggiorno o per il suo primo rilascio, lo straniero che rientra in uno dei motivi sopra elencati, deve rivolgersi presso:

  • Comuni che offrono questo servizio

  • Patronati

  • Sportello Unico per l’immigrazione istituito in tutte le prefetture italiane

  • Poste, compilando il modulo del Kit

Per gli altri tipi di Permesso di Soggiorno, è competente esclusivamente la Questura, se i motivi di richiesta rilascio e rinnovo permesso di soggiorno son pero:

  • asilo politico (richiesta – rilascio) 

  • cure mediche 

  • gara sportiva 

  • giustizia 

  • integrazione minore 

  • minore età 

  • motivi umanitari 

  • richiesta status apolide (rilascio) 

  • vacanze lavoro 

  • carta di soggiorno per familiari stranieri di un cittadino italiano o della UE.

 

Richiesta rinnovo permesso di soggiorno modulo online:

Per la richiesta rinnovo permesso di soggiorno occorre il modulo online per i cittadini appartenenti ad uno stato membro dell’Unione Europea la presentazione delle istanze di rilascio del permesso di soggiorno presso gli uffici postali è facoltativa, potranno indifferentemente recarsi presso tali uffici o presso gli Uffici Immigrazione delle Questure.

Per la compilazione del Mod.209 Modulo 1 e Modulo 2 che, ricordiamo sono contenuti nel Kit do Poste Italaiane identificato dalla striscia gialla, è importante che siano scritti in stampatello, con penna nera e rigorosamente all’interno degli appositi spazi. 

I dati che sono richiesti nel Mod. 209 sono:

Estremi del passaporto o documento equipollente

Indicazione della Provincia, consultabile nella tabella Codici Sigle Province

Barrare la tipologia di interesse

Indicazione del Codice corrispondente alla tipologia del Permesso di Soggiorno, consultabile nella tabella Codici Motivi di Richiesta Permesso/Carta di Soggiorno

Indicazione della serie e numero del Permesso/Carta di Soggiorno in possesso o di riferimento

Procedere alla compilazione della sezione 2 solo dopo aver compilato interamente il Modulo 1

Il Modulo 2 va compilato solo in caso che il richiedente percepisca un reddito, e dopo aver fotocopiato in formato A4 tutti i documenti necessari per la tipologia richiesta

Indicazione del numero complessivo di fogli di cui consta l’istanza (moduli e fotocopie dei documenti)

Indicazione del numero complessivo dei figli dichiarati nella sezione 12 del Modulo 1

Indicare con la lettera: A per Stato Libero o B per Coniugato/a

Inserire la lettera: F per Femmina o M per Maschio

Riportare il Codice Stato indicato nella tabella Codici di Stato

Indicare il codice corrispondente all’autorità che ha rilasciato documento diverso dal passaporto, vedere Tabella Autorità che rilasciano Documenti Equivalenti al Passaporto

Indicare la categoria professionale di appartenenza (ad esempio: medici, ambulanti, architetti, ecc);

  

Permesso di Soggiorno in attesa di rilascio rinnovo:

Gli stranieri che hanno presentato regolare richiesta di permesso di soggiorno e sono in attesa del rinnovo permesso di soggiorno possono uscire dall’Italia e rientrarci se in possesso:

della ricevuta rilasciata da Poste Italiane S.p.A. che attesta l’avvenuta presentazione della domanda di rinnovo del loro permesso di soggiorno o della carta di soggiorno

del titolo di soggiorno scaduto

del passaporto o altro documento equipollente

La stessa possibilità è consentita agli stranieri che hanno presentato domanda per il primo rilascio del permesso di soggiorno per lavoro subordinatolavoro autonomo oricongiungimento familiare a condizione che:

l’uscita e il rientro avvengano attraverso una qualunque frontiera esterna italiana.

lo straniero esibisca il passaporto o altro documento di viaggio equipollente, unitamente al visto d’ingresso dal quale desumere i motivi del soggiorno (lavoro subordinato, lavoro autonomo o ricongiungimento familiare) e la ricevuta di Poste Italiane S.p.A.

il viaggio non preveda il transito in altri Paesi Schengen, essendo lo stesso precluso.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili


Lascia un commento
Contatti