Pec Indirizzo posta elettronica certificata: obbligatoria per imprese

La Pec, Indirizzo di posta elettronica certificata, è obbligatoria per le nuove e vecchie imprese iscritte al Registro delle Imprese, cos’è come funziona

Commenti 0Stampa

PEC indirizzo di posta elettronica certificatain base a quanto stabilito dal Ministero dello Sviluppo con le Circolari n°224402 e n°3645/c, è resa per tutte le società iscritte al Registro delle Imprese, l’obbligo di comunicare la propria PEC, in attuazione dell’ art. 16., comma 6 del dlgs 185/2008. Pec, vediamone pertanto le modalità e le indicazioni operative per la PEC emanate dal Ministero.Circolare 3645/C del 3/11/2011: indicazioni integrative (PEC)e Circolare 224402 del 25 novembre 2011 - Comunicazione PEC, per le imprese individuali entro il 30 giugno 2013 dovevano mettersi in regola con comunicazione del loro indirizzo PEC al Registro dell'imprese.

 

Cos'è la Posta elettronica certificata?

La Pec obbligatoria imprese è un indirizzo di posta elettronica certificata che consente di garantire l'integrità del messaggio e quindi impedire eventuali manomissioni o alterazioni del contenuto e del destinatario, riservatezza dei dati sia nella fase di invio che di ricezione della mail. La PEC è quindi una posta certificata che ha valenza giuridica sia per le medie e piccole imprese che per la Pubblica Amministrazione. Maggiori informazioni e guida sulla Pec si possono trovare sul sito ufficiale Agenzia per l’Italia Digitale, dove nella sezione dedicata alla PEC è possibile trovare tutta la normativa di riferimento e l’elenco pubblico di gestori con i relativi indirizzi Internet. Perché ricordiamo che la PEC può essere autorizzata solo ed esclusivamente dagli enti certificatori, dopo aver eseguito gli accertamenti sull'impresa o sulla persona fisica privata che ne fa richiesta.

Oltre che al registro delle Imprese e quindi con la Camera di Commercio, la PEC per imprese e private, può essere richiesta pertanto ad altri enti facendo attenzione a verificare i costi di abbonamente e l'offerta PEC. Inoltre è bene sapere che molti ordini professionali, mettono a disposizione per i lori iscritti, la Pec a costi molto convenienti, comunque sia indipendentemente dal'Ente prescelto, fare sempre attenzione anche ai costi aggiuntivi PEC, lo spazio di memoria fornito, le funzionalità di archiviazione e rubrica ecc..

 

Da quando psrte l'obbligo di comunicazione indirizzo?

Le Imprese già iscritte e già costituite in forma societaria al Registro delle Imprese dovevano comunicare entro il 29 novembre 2011 il proprio indirizzo di posta elettronica certificata, la suddetta comunicazione è possibile effettuarla tramite Comunicazione Unica, per mezzo dell’apposita modulistica registro imprese/Rea modulo S2, riquadro 5.

Quali sono le scadenze per l'iscrizione della PEC dell'imprese individuali al Registro Imprese?

1. Imprese individuali già iscritte comunicazione PEC al Registro Imprese entro il 30 giugno 2013.

2. Imprese individuali di nuova iscrizione nel corso del 2015, comunicano in sede di compilazione dei moduli per iscriversi al Registro Imprese, il proprio indiirizzo PEC.

 

Comunicazione PEC Registro Imprese:

L’Articolo 16 del decreto Legge 185/2008 con modificazioni con la Legge 2/2009 ha previsto per tutte le imprese siano obbligate ad indicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata nella domanda d’iscrizione al registro delle Imprese o analogo indirizzo di posta elettronica basato su tecnologie che permettano di certificare: 

  • data

  • ora dell’invio

  • ora della ricezione delle comunicazioni

  • integrità del contenuto

  • operabilità con i sistemi internazionali

Tale articolo, stabilisce che entro 3 anni dalla data di entrata in vigore del decreto tutte le imprese già iscritte e già costituite in forma societaria abbiano l’obbligo di indicare l’indirizzo di posta elettronica al registro dell’Imprese.

 

Mancata comunicazione della PEC al Registro Imprese:

Il mancato rispetto della comunicazione dell’indirizzo di posta elettronica da parte delle imprese già costituita e iscritte al Registro delle Imprese prevede l’applicazione delle sanzioni previste dall’articolo 2630 del Codice Civile, sostituite aseguito dell’entrata in vigore dell’art. 9 comma 5, della L. 11 novembre 2011 n. 180 (pubblicata sulla G.U n. 265 del 14 novembre 2011 - c.d. "Statuto delle Imprese"), le sanzioni pecuniarie previste dall’art. 2630 c.c. sono sostituite dalle seguenti:

se il ritardo non supera i 30 giorni: da 34,33 euro A 344 euro

dal 31° giorno di ritardo: da 103 euro a 1.032 euro

 

Pec Registro Imprese: imprese obbligate

Le imprese che sono obbligate alla comunicazione dell’indirizzo di posta elettronica certificata al Registro delle Imprese, sono:

società di capitali e di persone;

società semplici;

società cooperative;

società in liquidazione;

società estere che hanno in Italia una o più sedi secondarie;

Società di nuova costituzione;

Professionisti;

Ditte individuali;

PA;

Privati, la Pec è consigliata.

 

iscrizione e variazione PEC al Registro Imprese:

Nel caso in cui la PEC registrata al Registro Imprese non fosse corretta o non è registrata, l'impresa può chiederne la variazione senza costi aggiuntivi, basta utilizzare l'apposita strumentazione fornita da ComUnica per gli utenti registrati. In questo caso occorre disporre di una firma digitale per le imprese individuali basta una forma digitale e visitare la pagina dedicata Iscrivi subito la PEC al Registro Imprese.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti