Denuncia infortunio Inail 2016: nuovo modello Mod. 4 Bis Prest

Denuncia infortunio Inali 2016 nuovo modello Mod. 4 Bis Prest per lavoratori scuola, PA e privati va inviato entro 2 giorni dall'incidente istruzioni

Commenti 0Stampa

Denuncia Infortunio Inail 2016 modello nuove modalità di trasmissione della comunicazione dei casi di infortunio dei Lavoratori dipendenti o assimilati con obbligo assicurativo presso l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro che dovrà avvenire esclusivamente per via telematica all’Istituto di competenza territoriale in base al domicilio del lavoratore infortunato.

Vediamo quindi cos'è e come funziona la denuncia infortunio sul lavoro occorso al lavoratore, come si presenta il modulo INAIL, le novità per la trasmissione del certificato medico, con la conseguente modifica degli obblighi del datore di lavoro.

 

Comunicazione Infortunio Inail 2016:

La comunicazione infortunio INAIL del lavoratore dipendente e assimilato soggetto all’obbligo assicurativo deve essere trasmessa dal datore di lavoro all’INAIL.

L’infortunio sul lavoro INAIL, per essere considerato tale deve essere giudicato non guaribile entro 3 giorni escluso il giorno in cui si è verificato l’evento, a prescindere dal fatto che tale evento rientri nei requisiti stabiliti dalle Legge ai fini di indennizzabilità.

La trasmissione della denuncia/comunicazione dell’infortunio deve essere effettuata dal datore di lavoro entro 2 giorni dalla ricezione del certificato medico, tale invio del modello di denuncia consente di adempiere contemporaneamente sia all’obbligo previsto a fini assicurativi dall’art. 53, d.p.r. n. 1124/1965, che all’obbligo previsto a fini statistico/informativi previsto dall’art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. n. 81/2008, deve avvenire tramite apposito modello da inviare secondo la nuova procedura telematica.

 

Denuncia Infortunio Inail modello editabile e compilabile:

La denuncia infortunio INAIL modello editabile e compilabile è un modulo che i datori sono dovuti ad utilizzare in caso di infortunio da parte dei lavoratori dipendenti e assimilati soggetti all’obbligo assicurativo presso l’INAIL da trasmettere per via telematica mediante il nuovo modello denuncia infortunio sul lavoro.

E' stata da poco rilasciata dall'Inail la nuova nuova versione del modello di denuncia/comunicazione di infortunio (Mod. 4 bis Prest.) e delle relative istruzioni per la compilazione:

Denuncia/comunicazione di infortunio sul lavoro INAIL: copia unica per Inail, Pubblica Sicurezza, e Datore di lavoro: 

Modello denuncia infortunio INAIL 2016 + Istruzioni per la compilazione del nuovo Mod. 4 bis Prest..

Certificazione medica di infortunio lavorativo (primo/continuativo/definitivo/riammissione in temporanea):

Certificato medico infortunio INAIL Mod. 1SS.

  

Come si compila il modello?

La denuncia/comunicazione di infortunio che il datore deve trasmettere all’INAIL in caso di infortunio di un proprio dipendente o assimilato, deve avvenire a a partire dal 1 luglio 2013 solo ed esclusivamente per via telematica mediante la nuova procedura on line e sollevando lo stesso datore di lavoro dall’obbligo di inviare contestualmente alla trasmissione della denuncia, il certificato medico.

Per il momento e fino all’entrata a regime della nuova modalità di trasmissione on line della denuncia telematica degli infortuni attraverso il sito dell’INAIL è possibile solo per gli eventi intervenuti ai lavoratori: dei settori: industria, artigianato e servizi e Pubbliche Amministrazioni titolari di specifico rapporto assicurativo con l’Istituto.

Mentre il servizio telematico non è ancora attivo per i lavoratori: settore: agricoltura, dipendenti della Pubblica Amministrazione alle quali si applica la "gestione per conto" e, pertanto, non intestatarie di alcuna Posizione assicurativa territoriale (PAT) e studenti di scuole pubbliche.

Importante per i Datori di Lavoro: Per approfondimenti e per consultare la guida alla procedura telematica della trasmissione del >Modello Denuncia/Comunicazione Infortunio Inail: vedere il Manuale Utente pubblicato sul sito ufficiale dell’INAIL e aggiornato il 19 marzo 2013.

  

Obblighi del datore di lavoro:

Il Datore di Lavoro ha l’obbligo di denunciare all’INAIL l’infortunio occorso ai suoi dipendenti e assimilati entro 2 giorni dal certificato medico. L’adempimento di denuncia deve avvenire esclusivamente attraverso la nuova procedura telematica on line senza che sia necessario allegare la copia del certificato medico.

Nel caso di una prognosi che si prolunghi oltre il 3° giorno escluso quello in cui è intervenuto l’evento, il datore di lavoro deve inoltrare la denuncia/comunicazione entro 2 giorni dalla ricezione del nuovo certificato medico mentre nel caso di infortunio mortale o con pericolo di morte, dovrà effettuare la denuncia all’INAIL entro 24 ore dall’evento con qualunque mezzo che consenta di comprovarne l’invio, fermo restando comunque l’obbligo di inoltro della denuncia/comunicazione nei termini e con le modalità di legge (art.53, c. 1 e 2, d.p.r. n. 1124/1965).

Per gli infortuni certificati giudicati non guaribili entro 3 giorni escluso quello in cui si è verificato l’evento, il datore di lavoro deve  inviare una copia della denuncia/comunicazione di infortunio all’Autorità locale di Pubblica Sicurezza (art. 54, d.p.r. n. 1124/1965).

A partire dal 22 marzo 2016, il datore di lavoro è esonerato dall'obbligo di dover trasmettere per via telematica il certificato medico all'INAIL. Per consultare le attestazioni mediche, il datore di lavoro deve accedere al portale INAIL, "Ricerca Certificati Medici" disponibile all’interno dei Servizi Denunce di Infortunio, Malattia professionale e Silicosi/Asbestosi. Per maggiori informazioni vedi Certificato INAIL 2016 infortunio sul lavoro.

Infortuni nel settore artigianato:

La denuncia degli infortuni intervenuti nel settore dell’artigiano, vanno comunicati dal titolare o da uno dei titolari dell’azienda artigiana, nel caso in cui invece sia lo stesso titolare dell’azienda ad essere coinvolto da infortunio e quindi sia nella condizione di non poter provvedere alla comunicazione all’INAIL, l’obbligo di denuncia nei termini di legge è da ritenersi assolto con l’invio del certificato medico da parte del medico o struttura sanitaria che ha effettuato la prima visita, fermo restando l’obbligo di inviare comunque la denuncia/comunicazione ai fini assicurativi.

Infortunio di lavoratori autonomi del settore agricoltura:

La denuncia degli infortuni intervenuti sul lavoratore autonomo del settore agricolo va effettuata dal lavoratore titolare anche per gli appartenenti al nucleo familiare che lavorano nell’impresa, nel caso in cui fosse impossibilitato ad assolvere a tale adempimento, l’obbligo di denuncia nei termini di legge si ritiene assolto con l’invio del certificato medico da parte del medico o struttura sanitaria che ha prestato la prima assistenza, fermo restando l’obbligo di inviare comunque la denuncia/comunicazione ai fini assicurativi.

  

Obblighi del lavoratore:

Nell’ambito della denuncia dell’Infortunio all’INAIL, il lavoratore è obbligato a dare immediata comunicazione al datore di lavoro di qualsiasi infortunio anche di lieve entità.

La mancata notizia e di conseguenza l’omessa presentazione del modello di denuncia di infortunio all’Inail da parte del datore di lavoro entro i termini di legge, fa sì che il lavoratore infortunato perda il diritto all’indennità per i giorni ad esso antecedenti.

La denuncia/comunicazione di infortunio che il datore deve trasmettere all’INAIL in caso di infortunio di un proprio dipendente o assimilato, deve avvenire solo ed esclusivamente per via telematica mediante la nuova procedura on line e sollevando lo stesso datore di lavoro dall’obbligo di inviare contestualmente alla trasmissione della denuncia, il certificato medico.

  •  

Sanzioni per omessa denuncia/comunicazione:

Denuncia Inail 2016 sanzioni per omessa comunicazione e invio modello: Il datore di lavoro che non provvede ad adempiere all’obbligo di trasmissione della denuncia/comunicazione all’Inail dell’infortunio intervenuto ad un suo dipendente o assimilato, entro i termini previsti e cioè entro 2 giorni dal ricevimento del certificato medico o la invia in ritardo o la ometta completamente, tali comportamenti sono sanzionabili con una multa amministrativa da € 1.290,00 a € 7.745,00 che può essere levata sia dall’Inail che dall’Autorità di Pubblica Sicurezza.

Tale sanzione, è prevista anche nel caso in cui il datore di lavoro tenuto ad indicare nella denuncia l’esatto codice fiscale del lavoratore, lo ometta o lo indichi in modo errato, in tal caso l’ammontare della sanzione amministrativa è stabilito dall’art. 16, legge n. 251/1982.

Se l’infortunio invece è a carico di un lavoratore autonomo del settore artigianato o del settore dell’agricoltura non è prevista alcuna sanzione amministrativa per l’omessa o ritardata denuncia all’Inail, ma vi è la perdita del diritto all’indennità di temporanea per i giorni antecedenti l’inoltro della denuncia.

  

Siti di riferimento per Denuncia Infortunio Inail 2016:

Norme e circolari INAIL:

Decreto 30 giugno 1965, n. 1124: Testo unico delle disposizioni per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.

Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81: Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, integrato con il Decreto legislativo 3 agosto 2009, n. 106.

Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196: Codice in materia di protezione dei dati personali.

Decreto legislativo 38/2000 art. 12: Infortunio in itinere.

Circolare n. 74 del 23 novembre 1995: Modalità di trattazione delle malattie infettive e parassitarie.

 

Approfondimenti malattia e Infortunio INAIL:

Malattia professionale INAIL;

infortunio lavoro INAIL.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti