Modello DA1 Equitalia istruzioni compilazione rottamazione cartelle

Nuovo modello da1 equitalia editabile domanda rottamazione cartelle esattoriali istruzioni compilazione modulo dati da compilare e novità su scadenza e rate

Stampa

Modello da1 equitalia editabile: approvato e pubblicato sul sito ufficiale di Equitalia, il nuovo modulo DA1 domanda di rottamazione cartelle esattoriali che recepisce le novità introdotte dal decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2017 in sede di riconversione.

Vediamo quindi le istruzioni per la compilazione del modulo, i documenti che serve allegare alla domanda, la scadenza ed il termine entro il quale il contribuente deve inviare la richiesta di definizione agevolata dei ruoli ed entro quanto tempo Equitalia deve provvedere a trasmettere il nuovo importo delle cartelle condonate.

 

Nuovo modello DA1 Equitalia editabile domanda rottamazione cartelle:

Nuovo modello da1 Equitalia: L’Agente della riscossione Equitalia, ha provveduto a pubblicare il nuovo modello di domanda che serve ai contribuente per richiedere la definizione agevolata delle cartelle esattoriali scadute e non pagate entro i tempi di legge ed ottenere così lo sconto su interessi e sanzioni.

Il nuovo modello domanda rottamazione cartelle esattoriali, per aderire al cd. condono Equitalia, è stato da poco approvato e pubblicato sul sito di Equitalia e recepisce le novità normative introdotte dal Parlamento nel decreto legge n. 193/2016 convertito con modificazioni dalla legge n. 225/2016 pubblicata già in Gazzetta Ufficiale e in vigore dal 3 dicembre. 

Ai fini della domanda, pertanto, il modello DA1 deve essere presentato compilato direttamente agli sportelli Equitalia, oppure, trasmesso insieme alla copia di un documento di identità, all’indirizzo di posta elettronica, email o PEC, indicato sul sito ufficiale di Equitalia.

Ciò significa che se si vuole inviare la domanda online, è sufficiente inviare il modulo compilato per e-mail agli indirizzi di posta elettronica o pec delle direzioni regionali di riferimento, per cui se si è di Milano, il modulo domanda rottamazione cartelle va trasmesso alla direzione regionale della Lombardia, all’indirizzo e-mail se si invia una mail o all’indirizzo di posta elettronica certificata, se si possiede un indirizzo PEC personale

Oltre al nuovo modulo DA1, sul sito Equitalia, gli utenti possono inoltre trovare le istruzioni per la compilazione della domanda e le risposte alle domande più frequenti FAQ.

  • Per scaricare il nuovo modello da1 Equitalia basta visitare il seguente indirizzo: 
  • Per scaricare il nuovo modello DA1 Equitalia editabile
    • al momento non esiste una versione ufficiale del modulo DA1 editabile, compilabile e scrivibile, in quanto Equitalia, ha provveduto a rilasciare il modello solo in pdf.

 

Modulo da1 equitalia: quali novità?

Quali sono le novità più importanti inserite nel nuovo modulo da1 equitalia?

Tra le novità più rilevanti inserite nel nuovo modello DA1 modificato a seguito delle ultime variazioni normative introdotte dal Governo al decreto 193/2016 in sede di riconversione dalla legge n. 225/2016, è quella che riguarda la possibilità di richiedere la definizione agevolata delle cartelle esattoriali affidate ad Equitalia tra il 2000 e il 2016 e non più fino al 2015 come previsto inizialmente.

L’altra novità, invece, fissa la scadenza per presentare la domanda rottamazione cartelle al 31 marzo 2017 anziché il 15 gennaio. A tale proposito, è bene sottolineare che il nuovo termine è valido anche per quei cittadini che hanno già presentato la domanda, per cui se siete tra coloro che hanno già provveduto a presentare la richiesta per la definizione delle cartelle fino al 2015, la domanda va integrata con gli importi affidati a Equitalia nel 2016.

In quest’ultimo caso è sufficiente presentare una nuova dichiarazione utilizzando il modulo DA1 e indicare solo ed esclusivamente i nuovi carichi che si vogliono definire per il 2016.

Successivamente alla domanda, Equitalia comunicherà il nuovo importo condonato entro il 31 maggio del 2017, e non più entro il 24 aprile come inizialmente previsto, al cittadino che ha aderito alla definizione agevolata.

Oltre al nuovo importo, verranno consegnati anche i relativi bollettini:

  • Per chi ha scelto di pagare a rate: riceverà una comunicazione da parte di Equitalia con l'importo da pagare ed i bollettini per effettuare il versamento in 5 rate, e non più 4 come previsto inizialmente. In questo caso, il 70% dell'importo deve essere pagato entro il 2017 e il rimanente 30%, entro settembre 2018.
  • Per chi paga in un'unica soluzione: per i contribuenti che in sede di compilazione della domanda hanno optato per il pagamento unico delle somme condonate, riceverà una comunicazione ufficiale Equitalia entro il 31 maggio 2017 con allegato il bollettino e la scadenza pagamento, fissata nel mese di luglio 2017.

Oltre che con il bollettino, il pagamento cartelle esattoriale rottamate, può avvenire anche tramite domiciliazione bancaria, presso gli sportelli della banca, anche con il proprio home banking, presso gli uffici postali, nei tabaccai, tramite i circuiti Sisal e Lottomatica, sul sito www.gruppoequitalia.it, con la App Equiclick o direttamente agli sportelli di Equitalia.

 

Istruzioni compilazione modello da1 equitalia rottamazione cartelle:

Come si compila il modulo da1 equitalia valido per la domanda rottamazione cartelle esattoriali?

Il contribuente che intende aderire alla definizione agevolata delle cartelle, deve scaricare il modello, compilare tutti i dati richiesti e presentare la dichiarazione di adesione alla definizione agevolata:

  1. di persona o con persona delegata, presso gli Sportelli dell’Agente della riscossione utilizzando il modulo DA1;
  2. online, inviando il modulo domanda alla casella e-mail/pec della Direzione Regionale di Equitalia Servizi di riscossione di riferimento, debitamente compilato in ogni sua parte, allegando la copia del documento di identità. Gli indirizzi a cui inviare la domanda si trovano a questo indirizzo: Elenco indirizzi a cui inviare modulo Da1 Equitalia.

 

Come si compila il modulo DA1 Equitalia? Sulla base delle informazioni contenute nella guida alle istruzioni compilazione modello da1 equitalia pubblicate dall'Agente di Riscossione, il contribuente prima di spedire la domanda, deve compilare tutti i campi obbligatori del modello:

  • Il cittadino nel modello domanda deve inserire i propri dati anagrafici: nello specifico, i dati da indicare nel modulo sono quelli dell’intestatario delle somme affidate per il recupero all’agente della riscossione per le quali si chiede la definizione agevolata;
  • Se il contribuente dichiarante è legale rappresentante, titolare, tutore o curatore: oltre che i propri dati anagrafici, vanno indicati anche quelli della persona, società, ditta, ente o associazione, per cui si chiede la definizione agevolata. 
  • Ai fini di compilazione, è importante anche indicare il domicilio che servirà poi a Equitalia per inviare la "comunicazione di adesione" entro il 31 maggio 2017 in risposta alla dichiarazione presentata. 
  • Oltre a barrare una delle opzioni disponibili, si deve anche indicare: il Comune, l’indirizzo ed il CAP.
  • La compilazionE pagina 1 del modulo DA1 EQUITALIA è obbligatoria:
    • Per richiedere il condono di una cartella, occorre indicare il numero della cartella.
    • La definizione agevolata è richiedibile anche per il singolo carico iscritto a ruolo o affidato. 
    • La rottamazione inoltre può essere richiesta anche per un avviso di accertamento esecutivo dell’agenzia delle Entrate, affidato all’agente della riscossione entro il 31 dicembre 2016. In questo caso, occorre indicare il numero di riferimento interno presente sull'avviso di presa in carico inviato dall’agente della riscossione.
    •  Per richiedere la definizione agevolata per un avviso di addebito ricevuto direttamente dall’Inps e affidato all’agente della riscossione, sul modulo va indicato il numero dell'atto.
  • La compilazione pagina 2 modulo DA1 di Equitalia non è obbligatoria
    • la pagina va compilata solo se si richiede la definizione agevolata di alcuni dei debiti contenuti nelle cartelle indicate nel prospetto di pagina 1. In questo caso, deve essere indicato il numero progressivo della cartella.
    • Se la rottamazione riguarda solo alcuni degli Enti presenti in cartella, va indicato il numero di ruolo che si trova nella sezione "Dettaglio degli importi dovuti fornito dall’Ente che ha emesso il ruolo".
    • Se la definizione riguarda solo somme di competenza di uno stesso Ente, va indicato nel modello da1 pagina 2, il relativo riferimento che si trova alla voce estremi dell’atto nella sezione "Dati identificativi della cartella".
  • Indicare sul modello la modalità di pagamentoscelta per pagare le somme condonate:
    • pagamento in unica soluzione entro il mese di luglio 2017;
    • pagamento rateizzato: in questo caso va specificato il numero delle rate 2, 3, 4 o 5.
    • domiciliazione bancaria, barrando la relativa casella.
    • Nel modulo deve essere anche dichiarata la presenza o meno di giudizi pendenti che interessano le somme oggetto della dichiarazione di adesione. Ai fini di adesione alla definizione agevolata, in caso di giudizi pendenti, il cittadino deve dichiarare l'impegno a rinunciarvi.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?