Comunicazione periodica IVA 2017: modello e istruzioni Agenzia Entrate

Il Modello Comunicazione periodica IVA 2017 Agenzia delle Entrate è online insieme alle istruzioni specifiche tecniche e regole per la compilazione

Stampa

Il Modello Comunicazione periodica IVA 2017 Agenzia delle Entrate è online insieme alle istruzioni per la compilazione e alle specifiche tecniche e regole per adempiere al nuovo spesometro 2017.

La comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA, è un obbligo scattato da quest'anno per effetto del decreto 193/2016, ossia, del decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2017, poi modificato in sede di riconversione della legge e dal successivo Milleproroghe 2017.

La pubblicazione in bozza del modello, è un passo molto atteso da contribuente ed intermediari visto che la prima scadenza per l'invio della prima comunicazione trimestrale è fissata il prossimo 31 maggio 2017 e che si deve ancora prendere confidenza con il nuovo adempimento e capire quali dati devono essere comunicati all'Agenzia delle Entrate.

Vediamo quindi il modello comunicazione periodica IVA 2017 cos'è, come funziona e a cosa servedove scaricare il modello per la comunicazione delle liquidazioni periodiche, le istruzioni passo passo per la compilazione del modello e le specifiche tecniche e regole per la compilazione.

 

Liquidazione periodica IVA: cos'è?

Cosa sono le liquidazioni periodiche IVA? 

Sono i versamenti IVA che gli imprenditori sono tenuti a fare in determinati periodi dell'anno, mensile o trimestrale a seconda del proprio volume di affari, al fine di determinare la propria posizione IVA nei confronti dell'Erario, ossia, se si è con l'IVA a debito o l'IVA a credito.

Ciò è dovuto al fatto che i soggetti titolari di Partita IVA emettono fatture ai clienti addebitando loro l'IVA e ricevono fatture dai fornitori con l'addebito IVA, per cui l'IVA incassata sui clienti, deve essere riversata allo Stato mentre quella pagata ai fornitori, è un'IVA a credito che va recuperata.

Periodicamente quindi questa IVA ( a credito e a debito) deve essere calcolata al fine di versare all'Erario - Agenzia delle Entrate, la sola IVA a debito.

Per calcolare l'IVA a credito e l'IVA a debito basta applicare la seguente formula di calcolo:

  • Iva sulle vendite – Iva detraibile sugli acquisti = Iva da versare all’Erario.

Tali liquidazioni periodiche Iva, devono essere effettuate, a seconda del volume d'affari, mensilmente o trimestralmente:

Liquidazione periodica IVA mensile: deve essere effettuata entro il giorno 16 di ciascun mese;

Liquidazione periodica IVA trimestrale deve essere effettuata da quei contribuenti che, nell’anno precedente, non hanno superato un volume d’affari di 400.000,00 euro per le attività di servizi e 700.000,00 euro per le altre attività. Tali soggetti, liquidano l'IVA entro il 16 del secondo mese successivo al trimestre di riferimento, se per esempio è il primo trimestre, la liquidazione va fatta entro il 16 maggio con il modello F24.

Oltre alle liquidazioni IVA, i soggetti obbligati, devono poi adempiere ai seguenti altri adempimenti:

  • la dichiarazione IVA annuale in forma autonoma e,
  • il nuovo Spesometro 2017 con la  nuova comunicazione IVA fatture e la comunicazione delle liquidazione periodiche Iva trimestrale 2017 che hanno sostituto da quest'anno l vecchio spesometro.

 

Comunicazione periodica IVA 2017: come funziona nuovo Spesometro?

Che cos'è la comunicazione periodica IVA 2017? E' una delle due comunicazioni IVA diventate obbligatorie dal 1° gennaio 2017 che hanno sostituito l vecchio spesometro con le sue operazioni rilevanti ai fni IVA.

A partire da quest'anno, infatti, è partito il cd. nuovo Spesometro 2017 con due nuovi adempimenti fiscali:

1) la comunicazione IVA trimestrale 2017 fatture emesse e ricevute, le variazioni e le bolle doganali, chiamato anche Spesometro fatture 2017.

2) la comunicazione dei dati riepilogativi delle liquidazioni periodiche IVA 2017

Fermo restando, gli obblighi di liquidazione IVA mensile o trimestrale, la nuova comunicazione IVA deve essere inviata all'Agenzia delle Entrate entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre, utilizzando il nuovo modello appena approvato dall'Agenzia delle Entrate insieme alle istruzioni e le specifiche tecniche e regole per la compilazione.

 

Modello Comunicazione periodica IVA 2017 e istruzioni:

Il nuovo Modello Comunicazione periodica IVA 2017, è stato pubblicato online dall'Agenzia delle Entrate, insieme alle istruzioni e specifiche tecniche e regole per la compilazione.

La comunicazione trimestrale liquidazioni periodiche, è un nuovo adempimento introdotto, a partire dal 1° gennaio 2017, dall'articolo 4, comma 2 del decreto legge 193/2016 collegato alla manovra di bilancio per il 2017, che di fatto ha modificato il Dl 78/2010, ossia, la normativa del cd. Spesometro.

Nel modello, i contribuenti, dovranno compilare il frontespizio e il quadro VP, indicando i dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche dell’imposta e nel caso in cui si avessero più attività con contabilità separate per ciascun periodo, occorrerà presentare una sola comunicazione riepilogativa.

Per scaricare il modello Comunicazione Periodica IVA 2017 in pdf, insieme alle istruzioni e specifiche tecniche:

  • Modello Comunicazione periodica IVA;
  • Istruzioni compilazione modello comunicazione periodica IVA;
  • Specifiche tecniche e regole compilazione comunicazione periodica IVA.

 Si ricorda che tali modelli ufficiali in bozza sono disponibili online sul sito dell'Agenzia dell'Entrate.

 

Modello comunicazione periodica IVA 2017 scadenza: quando si presenta? 

Quando si deve presentare il modello? La scadenza Comunicazione periodica IVA 2017 è entro l'ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre.

Nello specifico la scadenza comunicazione periodica IVA 2017 è:

  • I° trimestre: entro il 31 maggio 2017;
  • II° trimestre: entro il 16 settembre 2017;
  • II° trimestre entro il 30 novembre 2017;
  • IV° trimestre entro l’ultimo giorno del mese di febbraio dell’anno successivo, per cui 28 o 29 febbraio 2018.

Se po, entro il termine di presentazione, vengono presentate più Comunicazioni riferite al medesimo periodo, l’ultima sostituisce le precedenti. 

 

Comunicazione periodica IVA: come si presenta il modello?

Il modello di Comunicazione periodica IVA 2017 deve essere presentato per via telematica:

  • direttamente, se il contribuente è in possesso del Pin Agenzia delle Entrate per accedere ai servizi telematici Fisconline o Entratel;
  • o, tramite intermediari abilitati.

La ricevuta di avvenuta trasmissione telematica dei dati della Comunicazione, è reperibile sia nell’apposita sezione dell’area autenticata del sito dell’Agenzia delle Entrate che nella sezione Consultazione della nuova interfaccia web dell'Agenzia, Fatture e Corrispettivi.
Le Comunicazioni trasmesse entro la scadenza ma scartate dal sistema, possono essere accettate solo se ritrasmesse entro 5 giorni dalla data contenuta nella comunicazione dell’Agenzia delle Entrate che attesta il motivo dello scarto.

 

Sanzioni omessa o tardiva comunicazione periodica IVA:

Sanzioni omessa comunicazione periodica IVA 2017:

  • Per l'omessa, tardiva, incompleta o infedele comunicazione periodica IVA : la sanzione va da un minimo di 500 euro ad massimo 2.000 euro (*).

*Tale sanzione, può essere ridotta alla metà se la trasmissione della comunicazione avviene entro i 15 giorni successivi alla scadenza prevista, ovvero se, nel medesimo termine, è effettuata la trasmissione corretta dei dati.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili