Modello 730 precompilato 2016 Agenzia delle Entrate scaricare online

Modello 730 precompilato 2016 da scaricare online con Pin Agenzia delle Entrate da Caf e commercialisti, da quando è scaricabile e qual è nuova scadenza?

Commenti 0Stampa

Modello 730 precompilato 2016 da scaricare online è la novità introdotta l'altro anno dal Governo Renzi per semplificare il contorto fisco italiano. La dichiarazione di redditi precompilata 2016 è stata infatti una delle principali novità introdotte con la Delega Fiscale volta alla semplificazione del fisco italiano.

nel 2016, le novità 730 precompilato 2016 anno 2015 riguardano l'inserimento delle spese mediche e sanitarie nella nuova dichiarazione dei redditi precompilata, tutti i dati di spesa, infatti, dovranno essere inviati attraverso il Sistema tessera sanitaria, da tutti i medici, strutture sanitarie, farmacie, sia privati che pubblici e convenzionati al SSN. Tale comunicazione, dovrà essere effettuata entro il 28 frebbraio di ciascun anno di imposta, in modo da permettere all'Agenzia delle Entrate di ricevere ed elaborare i dati, e di inserire i totali di spesa e rimborso nei 730 precompilati, entro il 15 aprile 2016.

A questo punto, al contribuente non rimarrà altro che verificare la correttezza dei dati di spesa e non, riportanti sul modello e accettare la dichiarazione, oppure, richiedere la correzione di dati o ulteriori detrazioni Iperf spettanti, a Caf, centri di assistenza fiscale o commercialisti ed avere successivi controlli da parte dell'Amministrazione Finanziaria.

 

Modello 730 precompilato 2016 novità:

Modello 730 precompilato 2016 da quando è online? Il modello 730 precompilato è reso disponibile sul sito 730 precompilato Agenzia Entrate a partire dal 15 aprile 2016. I contribuenti, pertanto, in possesso del PIN Agenzia Entrate possono accedere da tale data, al modello 730 2016 precompilato e verificare anche i dati relativi alle spese mediche e sanitarie che hanno avuto diritto alla deduzione o alla detrazione, premi assicurativi polizze vita, interessi mutui passivi ecc.

In particolare, dal 2016 sarà possibile verificare le spese mediche 2016 sostenute dal contribuente stesso o per conto del familiari a carico, fatta eccezione per le spese, cui il cittadino ha richiesto espressa opposizione all'utilizzo dei dati per l'elaborazione del 730. 

Per maggiori informazioni sulle procedure e modalità di opposizione spese mediche 730 precompilato, vi rimandiamo al nostro articolo di approfondimento sul come opporsi, quale modello Agenzia delle Entrate utilizzare con le istruzioni di compilazione e di invio della comunicazione.

 

Chi può scaricare online il 730 precompilato?

Il 730 precompilato 2016 online chi può usarlo? Il Modello 730 2016 precompilato online può essere utilizzato dai lavoratori dipendenti e pensionati, che hanno i requisiti per presentare il modello 730, ovvero:

  • Pensionati o lavoratori dipendenti.
  • Lavoratori che percepiscono indennità di cassa integrazione, mobilità o ASpI.
  • Soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca.
  • Sacerdoti della Chiesa cattolica.
  • Giudici costituzionali, parlamentari nazionali e altri titolari di cariche pubbliche elettive come consiglieri regionali, provinciali, comunali, ecc.
  • Lavoratori socialmente utili.
  • Lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato per un periodo inferiore all’anno.
  • Personale scuola con contratto di lavoro a tempo determinato, se il contratto dura almeno dal mese di settembre al mese di giugno dell’anno successivo.
  • Lavoratori con solo redditi di collaborazione coordinata e continuativa almeno nel periodo compreso tra il mese di giugno e il mese di luglio, se conoscono i dati del sostituto che dovrà effettuare il conguaglio.
  • Produttori agricoli esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta, IRAP e IVA. 

Il 730 precompilato online può essere inoltre utilizzato da pensionati e lavoratori dipendenti se il loro reddito è derivato per l'anno 2015 da:

Redditi di lavoro dipendente e redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente come per esempio co.co.co. e contratti di lavoro a progetto;

Redditi terreni e fabbricati;

Redditi di capitale;

Redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita IVA, per esempio per le prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente;

Redditi diversi come ad esempio i redditi terreni e fabbricati all’estero, soggetti a tassazione separata ecc.

 

730 2016 cos'è e come funziona?

Il Modello 730 2016 fac simile dichiarazione dei redditi con allegato:

730-1 per la destinazione dell’8, 5 e 2 per mille;

730-2 sostituto d’imposta e 730-2 CAF e professionista abilitato: modello che contiene la ricevuta che attesta la consegna della dichiarazione da parte del contribuente;

730-3 prospetto di liquidazione relativo all’assistenza fiscale prestata;

730-4 e 730-4 integrativo: relativi alla comunicazione, bolla di consegna e ricevuta del risultato contabile al sostituto d’imposta;

Bolla per la consegna dei modelli 730 e/o 730-1 (Allegato 1).

è disponibile dal 15 aprile 2016.

Cos'è il 730 2016 precompilato? E' il modello per la dichiarazione dei redditi semplificata, introdotto la Delega Fiscale in materia di semplificazione del Fisco italiano da parte dei contribuenti. Tale decreto approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri, ha previsto una serie di misure sulla semplificazione fiscale, prime fra tutte la dichiarazione dei redditi precompilata a partire dal 2015, ed altre novità rivolte invece alle imprese, come le semplificazioni sui rimborsi e gli adempimenti fiscali.

Come funziona la dichiarazione dei redditi precompilata 2016? Il nuovo modello 730 precompilato online è reso disponibile online dal 15 aprile di ogni anno, da tale data, il contribuente può decidere se accettare la dichiarazione dei redditi fornita dallo Stato, oppure, correggere alcuni dati o modificare spese nel 730 da soli, o rivolgendosi a Caf, sostituti di imposta, associazioni di categoria e ad intermediari autorizzati ad accedere tramite delega al cassetto fiscale del contribuente.

A fianco del modello 730 precompilato, rimane comunque la possibilità di compilare e consegnare la dichiarazione dei redditi nella maniera tradizionale, quindi presso il sostituito di imposta e caf e intermediari.

Le scadenze modello 730 precompilato 2016 sono:

entro il 28 febbraio devono essere trasmessi all'Agenzia delle Entrate i dati relativi alle spese deducibili e detraibili dal 730, come ad esempio interessi passivi mutui, contributi previdenziali e complementari ecc., dati spese mediche e sanitarie.

Entro il 7 marzo invece, i sostituiti di imposta  devono inviare all'Agenzia, i dati relativi al nuovo modello CU che ha sostuito il vecchio CUD per pensionati, dipendenti e per gli autonomi, mentre il 7 luglio 2016 è la scadenza ufficiale per la consegna e presentazione modello 730 2016, mentre il 22 luglio è il termine fissato per CAF e intermeediari, ed il 10 novembre è il termine ultimo per la trasmissione delle dichiarazione dei redditi integrative e rettificative.

 

Scadenza dichiarazione dei redditi 2016: 730 precompilato e ordinario

Modello 730 2016 precompilato online scadenza dichiarazione dei redditi al 22 luglio 2016. Questo è il nuovo termine per la presentazione e trasmissione della dichiarazione dei redditi precompilata con il nuovo modello 730 2016 sempre per via telematica.

I termini per richiedere ed effettuare le eventuali compensazioni a debito o a credito saranno sempre entro il mese di luglio o in quello di agosto dal sostituto d’imposta.

Il modello 730 precompilato, sarà quindi a disposizione dei contribuenti a partire dal 15 aprile di ciascun anno, accedendo dal sito dell'Agenzia delle Entrate al cassetto fiscale. L'accesso ai servizi telematici Agenzia delle Entrate, si fa richiedendo il codice PIN Agenzia delle Entrate, oppure, rivolgendosi a Caf o intermediari autorizzati o sostituti di imposta, che accederanno al servizio tramite il loro Pin, potendo così visualizzare online il modello 730 precompilato del contribuente.

Quest'ultimo, può comunque decidere se accettare la proposta di dichiarazione dei redditi precompilata dall'Agenzia delle Entrate in base alle informazioni ricevute con il Cud e le precedenti 730 o integrarla o rettificarla tramite gli stessi canali.

E' bene ricordare poi, che per i contribuenti che acceteranno il modello 730 precompilato, non vi saranno i controlli formali dal parte dell'Agenzia delle Entrate anche riguardo al rimborso 730 mentre per coloro che decideranno di effettuare eventuali integrazioni, dovranno richiederle a sostituiti di imposta o commercialisti o Caf. 

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili


Lascia un commento
Contatti