Modello 730/2017 novità bonus e agevolazioni e istruzioni compilazione

Modello 730/2017 e le istruzioni Agenzia delle Entrate sono stati pubblicati novità 730 agevolazioni sconti bonus premi nuova scadenza al 7 e 23 luglio

Stampa

Modello 730/2017, l'Agenzia delle Entrate ha provveduto a pubblicare online il nuovo modello definitivo e le istruzioni per la compilazione, valide per la dichiarazione dei redditi 2017 tramite 730.

Nel 730/2017, sono state introdotte tante novità a partire dalla nuova scadenza 730 al 23 luglio se il contribuente provvede ad inviare da solo la dichiarazione precompilata alle Entrate mentre il termine rimane al 7 luglio, per chi si rivolge al proprio sostituto d’imposta, Caf, commercialista o ad un professionista.

Vediamo quindi il nuovo modello 730 2017 cos'è e come funziona, quali sono le novità 730 nel 2017 e la scadenza dichiarazione dei redditi 2017.

 

Modello 730/2017 e istruzioni compilazione Agenzia delle Entrate:

Modello 730/2017: l'Agenzia delle Entrate, ha provveduto a pubblicare online il modello definitivo per il modello 730/2017 insieme alle istruzioni di compilazione del modello che i contribuenti, sostituti d'imposta, CAF, commercialisti e professionisti autorizzati devono seguire ai fini dell'invio e consegna della dichiarazione dei redditi 2017.

  • Modello 730/2017: è il modello definitivo approvato dall'Agenzia delle Entrate per la dichiarazione dei redditi 2017 anno 2016.
  • Istruzioni compilazione 730/2017: il file con le istruzioni per la compilazione del modello 730/2017 sono da poco pubblicate insieme alla bozza del modello.
  • Allegato 1 - Bolla per la consegna dei modelli 730 e 730-1;
  • Allegato 2 - Busta per la consegna del modello 730-1;
  • Allegato 3 - Obbligo di riservatezza.

 

Nuovo modello 730/2017 novità bonus e agevolazioni:

Nuovo modello 730/2017 novità: nel nuovo 730 pubblicato online dall'Agenzia delle Entrate sono state inserite numerose novità in merito ad alcune agevolazioni come ad esempio sui premi di risultato dei dipendenti del settore privato, il regime speciale previsto per i lavoratori che rientrano in Italia, l'assicurazione rischio morte, quella per i disabili con la Legge sul Dopo di Noi, la deduzione del 20%, la detrazione school bonus, il bonus mobili giovani coppie, la rivalutazione dei terreni, il bonus videosorveglianza e domotica, i canoni di leasing per l'abitazione principale etc.

Vediamo le novità una ad una.

1) Bonus premio di produzione

A seguito delle novità introdotte con la precedente Legge di Stabilità è stato prevista una tassazione agevolata per chi ha un reddito da lavoro dipendente che non supera i 50 mila euro nell’anno precedente e un bonus produzione fino a 2mila euro lordi, 2.500 euro per le imprese che coinvolgono pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro, anche se erogati come partecipazione agli utili dell’impresa.

Se il premio di risultato è stato percepito in denaro, si applica un’imposta sostitutiva dell’Irpef e relative addizionali pari al 10%, se i premi, invece, sono percepiti sotto forma di benefit o di rimborso di spese di rilevanza sociale sostenute dal lavoratore, la somma è esente da tassazione. Per maggiori informazioni sul bonus premi di produzione 2017.

2) Regime speciale per i lavoratori italiani che rientrano in Italia:

Per i lavoratori che si trasferiscono dall'estero in Italia, è prevista la seguente agevolazione: il reddito da lavoro dipendente prodotto all'estero, concorre alla formazione del reddito per il 70%.

3) Agevolazioni Disabili Legge Dopo di noi:

Nel nuovo modello 730/2017 entrano le nuove agevolazioni disabili previste dalla legge 112/2016, cd. Dopo di Noi, atte a favorire il benessere, l'inclusione sociale e l'autonomia delle persone affette da disabilità grave. In base a tale legge, pertanto, è stato aumentato il tetto massimo di detrazione al 19% per i premi assicurativi che hanno come oggetto il rischio di morte, finalizzate alla tutela delle persone con disabilità grave.

Inoltre, deducibilità al 20% delle erogazioni liberali e donazioni non sopra ai 100mila euro, a favore di trust o fondi speciali.

4) School bonus:

nel 730 entra il nuovo credito d’imposta previsto dalla legge 107/2015 per i contribuenti che effettuano erogazioni liberali, fino a 100mila euro, a favore delle scuole italiane. Tale bonus, pari al 65% delle somme erogate, va ripartito i 3 quote annue di pari importo. Per maggiori dettagli vedi: School bonus 2017.

5) Terreni coltivatori diretti nel nuovo 730/2017:

Nel nuovo 730, la rivalutazione terreni del 10% non va considerata ai fini di calcolo del reddito dominicale e agrario dei terreni se posseduti o condotti da coltivatori diretti o IAP, imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola.

6) Bonus videosorveglianza nel 730 2017: 

Il bonus introdotto dalla precedente Legge di Stabilità e riconfermato anche nel 2017 grazie alla Legge di Bilancio 2017, entra nel modello 730 bonus videosorveglianza sotto forma di credito d’imposta riconosciuto alle persone fisiche che hanno installato sistemi di videosorveglianza o di allarme nella propria casa o hanno stipulano contratti con istituti di vigilanza in relazione a immobili residenziali. In caso di immobili ad uso promiscuo, il bonus è ridotto al 50%.

7) Bonus mobili giovani coppie 730: in merito a questa agevolazione, dobbiamo dire che la nuova Legge di Bilancio 2017 non ha provveduto a riconfermare la misura, pertanto, il bonus è in vigore solo per l'anno 2016.

Per quanti devono fruire della detrazione al 50% per l'acquisto di nuovi arredi effettuati nel 2016 per un massimo di spesa fino a 16mila euro, il 730/2017 è pronto per la sua dichiarazione.

8) Bonus Casa: ristrutturazioni, mobili e riqualificazione energetica: la scorsa legge di Stabilità, ha provveduto a prorogare il bonus ristrutturazioni con detrazione al 50% delle spese sostenute per la ristrutturazione edile dell'immobile fino ad un massimo di 96 mila euro, bonus mobili pari al 50% delle spese sostenute fino a un tetto di 10mila euro, per l’acquisto di mobili, arredi e grandi elettrodomestici da destinare all’immobile oggetto di interventi di recupero edilizio agevolati al 50%; Bonus riqualificazione energetica pari al 65%.

9) Leasing prima casa nel 730/2017: entra per la prima volta nella dichiarazione dei redditi, la detrazione Irpef 19% dell’importo dei canoni di leasing pagati nel 2016 per quanti hanno acquistato una unità immobiliari da destinare alla propria abitazione principale entro 1 anno dalla consegna. Tale detrazione, spetta ai contribuenti che, alla data di stipula del contratto, hanno un reddito non oltre i 55mila euro. Tale agevolazione, spetta per i canoni di leasing fino ad una spesa massima di 8mila euro, che scende a 4mila per chi ha 35 o oltre mentre per il prezzo di riscatto pagato nel 2016 è di 20 mila euro, ossia, 10mila. Per maggiori info, vedi canoni leasing prima casa.

10) Sconto IVA 50% sulla casa comprata dal costruttore: per i contribuenti che nel corso del 2016 hanno acquistato una casa dall'impresa costruttrice di classe energetica A o B, spetta una detrazione dall’Irpef lorda del 50% dell’Iva pagata in relazione all’acquisto.

11) Bonus domotica nel 730: la nuova detrazione pari al 65% per le spese di acquisto, installazione e attivazione di dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento e/o produzione acqua calda e/o climatizzazione delle unità abitative, entra per la prima volta nel 730 2017. 

 

Nuova scadenza 730 2017:

La nuova scadenza 730 dichiarazione dei redditi 2017 è la seguente:

  • Scadenza 730 al 7 luglio 2017 per i contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale dei sostituti di imposta, per cui datori di lavoro ed enti pensionistici, CAF, commercialisti ed altri professionisti ablitati e autorizzati all'invio del modello dichiarativo, per la compilazione e trasmissione del mo 730 ordinario o del 730 precompilato;
  • Scadenza 730 al 23 luglio 2017: per i contribuenti che inviano da soli il 730 precompilato.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili