Modulo ISEE 2017 mini: istruzioni compilazione e quando si usa?

Modulo ISEE mini 2017 DSU mini per calcolo reddito nella nuova dichiarazione DSU semplificata, istruzioni compilazione quadri e moduli e quando si usa?

Commenti 0Stampa

Modulo ISEE mini 2017 è il modello che i contribuenti possono compilare per le situazioni più semplici e meno complesse ma soprattutto quando il rilascio ISEE non serve a richiedere particolari prestazioni come ad esempio agevolazioni per disabili, universitari, minorenni ecc.

Come per la DSU integrale a moduli, anche il modello mini, deve essere convalidato dall'INPS entro 10 giorni lavorativi dalla domanda di rilascio.

 

Modello ISEE 2017 DSU mini:

La riforma nuovo ISEE secondo quanto affermato dal Ministro Poletti, si è resa necessaria per consentire allo Stato di individuare meglio le condizioni di bisogno delle famiglie italiane e per contrastare gli abusi e le irregolarità da parte di molte persone che hanno usufruito fino adesso di agevolazioni e prestazioni assistenziali di cui non avevano diritto, limitando le risorse e il sostegno al reddito per le famiglie veramente bisognose. 

In realtà la riforma nuovo ISEE, era già stata introdotta dal D.P.C.M. 159/2013 ma il Governo per venire incontro all'INPS e ai Comuni, ha decisione di posticipare l'entrata in vigore delle nuove regole al primo gennaio 2015. 

Quali sono le novità più importanti introdotte dalla riforma ISEE? Le principali novità del nuovo modello di dichiarazione DSU, dichiarazione sostitutiva unica riguardano:

Modello ISEE DSU mini: ossia, la possibilità dei cittadini di presentare una dichiarazione semplificata per le situazioni più semplici e meno complesse, oltre alla possibilità di adeguare immediatamente il valore Isee in caso di perdita del posto di lavoro o se si è verificato uno scostamento dei redditi del 20%.

Modello ISEE a moduli fac simile: ossia, una dichiarazione DSU costituita da più moduli, ove ciascun modulo riguarda una particolare prestazione o condizione del beneficiario.

Ad esempio ci sarà un modulo specifico per richiedere le prestazioni socio-sanitarie per i nuclei familiari ridotti dove è presente una persona disabile, un modulo per l'ISEE minorenni con un solo genitore,  uno per le prestazioni universitarie quando lo studente non è nel nucleo familiare di origine, ecc.

Per maggiori informazioni ISEE 2017 disabili e universitari.

 

Cos'è e quando si usa l'indicatore situazione economica equivalente?

Partiamo col dire che la dichiarazione sostitutiva Unica DSU è la certificazione che serve per calcolare l'ISEE, Indicatore della situazione economica equivalente. Tale calcolo, è indispensabile per accedere alle prestazioni assistenziali erogate dallo Stato quindi retta ridotta per gli asili nido, mensa scolastica, tasse universitarie, assegni familiari, bonus bebè 2017, bonus famiglie numerose, ticket sanitaria ecc.

Per la maggior parte delle ordinarie richieste di accesso alle prestazioni, il cittadino compilerà il modello mini ISEE 2017 costituito dal modello Base MB.1 + Foglio componente FC.1.

Quando non può essere utilizzato il modello mini ISEE? La DSU semplificata non può essere utilizzata in presenza di queste ipotesi:

  • Richiesta di prestazioni per il diritto allo studio universitario.

  • Persone con disabilità e/o non autosufficienti all'interno del nucleo familiare.

  • Presenza nel nucleo di figli con genitori non coniugati tra loro e né conviventi.

  • In caso di esonero dall'obbligo di presentare la dichiarazione dei reddito o sospensione degli adempimenti tributi.

In tutti questi casi, il richiedente deve utilizzare il modello ISEE a moduli ossia la versione integrale di DSU.

A prescindere dal modello utilizzato, il calcolo ISEE viene fatto sulla base di quanto dichiarato nella DSU e su altri dati ISEE 2017 precompilato, come ad esempio redditi, la retribuzione economica e tutto ciò che è presente negli archivi documentali dell'INPS e dell'Agenzia delle Entrate compresi quelli derivati da enti terzi come banche e assicurazioni, utilizzati anche per predisporre il modello 730 2016 precompilato.

L'attestazione ISEE sarà poi resa disponibile dall'INPS al cittadino entro 10 giorni lavorativi a partire dalla data di presentazione DSU ed in caso di errori, richieste di integrazione dati o se non si è ricevuto l'ISEE entro 15 giorni lavorativi, il richiedente  al fine di rettificare o integrare la DSU per il calcolo ISEE , dovrà compilare il modulo FC.3. 

 

Istruzioni per la compilazione di quadri e moduli:

Nel primo modulo MB.1 modello mini ISEE 2017, il cittadino deve compilare e dichiarare sotto la propria responsabilità:

Quadro A nucleo familiare modello mini ISEE 2017: il richiedente deve compilare le informazioni riguardanti la composizione del proprio nucleo familiare, indicando nel primo rigo le informazioni relative a lui e poi quelle degli altri membri, specificando per ciascun componente il nome, cognome, codice fiscale, data di nascita, Comune o Stato di nascita, sesso, solo per i minorenni va barrata la casella relativa ad assenza di reddito/patrimonio del minore.

Inoltre per ciascun familiare presente del nucleo va compilato il modulo FC, foglio componente, fatta eccezione per i minorenni, salvo il quadro FC7 se è presente un minore con disabilità.

Quadro A nuclei familiari con minori: ci sono due opzioni, la prima casella va barrata se nel nucleo familiare sono presenti minori con un genitore o entrambi i genitori, hanno svolto attività di impresa negli ultimi 6 mesi nell'anno di riferimento dei redditi dichiarati, nel 2017 per esempio l'anno di riferimento di tali redditi è 2015.

La seconda casella invece va barrata dal richiedente nel caso cui vi sia un solo genitore + figli minori,

Quadro A nuclei familiari con almeno 3 figli: è la sezione del modulo che riguarda le famiglie numerose, Qui va indicato dal dichiarante il numero dei figli anche se maggiorenni di entrambi i genitori quindi N° figli _____ di cui conviventi _____.

 

Quadro B casa di abitazione modello ISEE mini 2017:  la compilazione di questo quadro si basa sulle informazioni circa la casa di abitazione in cui vive il nucleo familiare della persona richiedente al momento del calcolo ISEE e rilascio DSU.

I dati del quadro B che devono essere compilati per la casa si abitazione sono:

Via___________, numero civico ____, CAP _______, Comune __________ e Provincia ___.

Barrare poi la casella corrispondente se la casa è di proprietà o si gode di altro diritto reale come ad esempio l'usufrutto, se è in locazione oppure altro ad esempio in comodato d'uso gratuito.

Se la casa di abitazione è in locazione: il richiedente deve inserire i dati del contratto di locazione quindi codice fiscale intestatario/i del contratto ed estremi della registrazione del contratto di locazione effettuata presso l'Agenzia delle Entrate: data, serie, numero, codice ufficio. Inoltre va indicato il canone annuale pagato per la locazione previsto dal contratto.

Se i coniugi hanno una diversa residenza: va dichiarato che per il periodo di validità della DSU che è di un anno, i coniugi scelgono come residenza familiare quella dichiarante o dell'altro coniuge.

Per maggiori informazioni sulla documentazione che occorre per richiedere la nuova DSU rimandiamo al nostro articolo: quali sono i documenti ISEE da portare al CAF.

 

Quadro FC1 modello mini ISEE 2017: è il foglio componente che va compilato per ciascun componente del nucleo familiare fatta eccezione per i minorenni, a meno che non si trovino in situazione di disabilità.

Dati del componente: Cognome nome, codice fiscale, relazione con il dichiarante quindi va indicata la sigla D se dichiarante, C coniuge, F figlio minore, FC figlio maggiorenne, FNC figlio maggiorenne non convivente ecc. Cittadinanza e residenza solo se diversa da quella indicata sopra.  Telefono ed e mail sono facoltativi.

Convivenza anagrafica: Barrare la casella se la residenza corrisponde ad una convivenza anagrafica e cioè se la persona abita presso una casa di cura, centri di assistenza, in caserma o in carcere ecc,

Attività lavorativa: questo dato non serve ai fini di calcolo ISEE ma può servire per accedere a determinate prestazione da parte dell'ente erogatore che richiede come requisito la condizione lavorativa. Pertanto, questa parte va compilata barrando la casella corrispondente a lavoro dipendente a tempo indeterminato, contratto apprendistato, interinale, disoccupato con indennità ASPI, a progetto, Co.co.co, voucher INPS, pensionato, casalinga, studente ecc.

 

ISEE 2017 Quadro FC2 Patrimonio mobiliare come si calcola? Barrare la casella corrispondente se nell'anno che precede la suddetta DSU non si è posseduto alcun conto corrente bancario o postale, conto deposito a risparmio libero o vincolato ivi compresi i libretti di risparmio e i conti per conto terzi, se si è posseduto almeno un rapporto finanziario va indicato il saldo contabile attivo al lordo degli interessi, al 31 dicembre dell'ultimo anno.

Per la DSU 2017 va indicato il saldo al 31 dicembre 2016 e la giacenza media 2016.

Se alla data del 31 dicemre, il contribuente ha avuto più conti correnti intestati, il calcolo ISEE viene effettuato in questo modo: se la differenza tra saldo e giacenza è positiva l'ISEE viene calcolato sul saldo se invece è negativa sulla giacenza media. Nel caso in cui, nell'anno precedente si sia acquistata una casa o altri beni immobiliari oppure beni mobiliari come l'acquisto di titolo di stato in misura maggiore rispetto alla differenza tra saldo e giacenza, l'ISEE è calcolato sul saldo.

Quadro FC2 Sez. II altre forma di patrimonio mobiliare: va indicato il tipo di rapporto 02 per conto depositi titoli e/o obbligazioni, 05 per gestione collettiva e risparmio, 07 certificati di deposito e buoni fruttiferi ecc.

 

ISEE Quadro FC3 Patrimonio Immobiliare

Va indicato per ciascun immobile posseduto alla data del 31 dicembre dell'ultimo anno: quindi nella colonna tipo di patrimonio va indicata la sigla F per fabbricati, TE per terreni edificabili e TA per i terreni agricoli. Dopodiché va scritto il comune o lo stato estero in cui è ubicato il suddetto patrimonio, la quota posseduta in percentuale e il valore della quota ai fin IMU e IVIE se si trova all'estero, quota capitale residua del mutuo in base alla quota posseduta.

Nella colonna casa di abitazione barrare in corrispondenza dell'immobile dichiarato in precedenza nel quadro B.

 

Quadro FC4 redditi e trattamenti da dichiarare ai fini ISEE:

i redditi da indicare sono quelle riferiti al secondo anno solare precedente alla presentazione della DSU, per cui se si richiede l'ISEE 2016 vanno indicati quelli del 2014. In questo quadro vanno indicati i seguenti redditi:

Redditi assoggettati ad imposta sostitutiva o a ritenuta a titolo d imposta.

Redditi esenti da imposta esclusi i trattamenti INPS.

Proventi agrari rilevati dalla dichiarazione IRAP.

Redditi fondiari per beni locati soggetti a IMU,

Trattamenti di assistenza, previdenza e indennità pagate dall'INPS e non soggetti a IRPEF.

Redditi da lavoro o fondiario prodotti all'estero: indicare l'ammontare dei redditi da lavoro dipendente estero tassato esclusivamente all'estero, reddito lordo dichiarato ai fini fiscali dai residenti all'estero iscritti all'AIRE, redditi di beni soggetti ad IVIE.

 

Quadro FC5 Assegni periodici coniuge e figli:  in questo quadro del modello mini ISEE 2017 il cittadino deve indicare gli importi degli assegni di mantenimento corrisposti dal coniuge nel secondo anno solare precedente all'attuale DSU quindi ISEE 2017 assegni corrisposti nel 2015. Indicare quindi: 

Assegni percepiti per il mantenimento dei figli dal mento che quelli al coniuge sono già inclusi nel reddito complessivo da parte dell'Agenzia delle Entrate.

Assegni corrisposti al coniuge e figli a seguito sentenza di separazione legale ed effettiva, o scioglimento cessazione del matrimonio.

Assegni periodici effettivamente percepiti corrisposti per il mantenimento dei figli conviventi con l'altro genitore nel caso di genitori separati o non coniugati.

 

Quadro FC6 autoveicoli e altri beni durevoli: Nel quadro va compilata con la sigla A se si tratta si un autoveicoli, M di motoveicolo, N nave e I per imbarcazione da diporto. In questi casi, va indicato per gli autoveicoli, motoveicoli di cilindrata pari o superiore a 500 cc, navi e imbarcazioni da diporto il tipo quindi la sigla, la targa veicolo o gli estremi di registrazione.

 

In quanto tempo e chi rilascia DSU? Come si ritira:

La dichiarazione sostitutiva unica DSU che riporta il calcolo ISEE 2016 viene rilasciata dall'INPS entro 10 giorni lavorativi dalla compilazione e presentazione del modello mini. 

Per ritirare l'attestazione ISEE il richiedente può:

  • Richiedere all'INPS al momento della presentazione DSU la spedizione dell'attestazione ISEE tramite PEC sempre se si dispone dell'indirizzo di posta elettronica certificata.

  • Scaricare il modello ISEE gratis accedendo ai servizi telematici dell'Istituto se si dispone del PIN Online Dispositivo INPS.

  • Rivolgersi presso gli uffici INPS.

  • Ritirare la dichiarazione ISEE presso il CAF o l'ente presso il quale ha presentato la richiesta, barrando la casella specifica al momento della domanda.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti