Inps pin dispositivo 2017 richiesta: cosa serve se smarrito o scaduto

Pin Inps Dispositivo 2017 cos'è? E' un codice segreto che consente ai cittadini di accedere ai servizi online per domande disoccupazione, Cud, pensioni

Commenti 2Stampa

Inps pin dispositivo 2017 è un codice segreto che consente a tutti i cittadini di poter utilizzare i servizi online messi a disposizione dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, ossia, serve per poter richiedere, visualizzare e verificare domande di sostegno al reddito, pensioni, estratto contributivo, Cud, assegni familiari ecc.

  

Inps pin dispositivo cos'è e a cosa serve?

Il Pin Inps è un codice segreto di identificazione personale che permette, nella versione di PiN ON Line, di poter accedere all’area riservata del sito INPS mentre per l’accesso ad alcuni servizi, quali ad esempio le domande riguardanti la concessione di prestazioni a sostegno del reddito, assegni familiari, congedi parentali, pensioni ecc.. é necessario che il PIN sia di tipo dispositivo.

Il Pin dispositivo è utilizzabile per accedere al casseto previdenziale INPS non solo per i servizi al Cittadino ma anche per quelli riservati ai professionisti iscritti alla Gestione Separata, aziende, consulenti e professionisti, Caf e Patronati, Artigiani e commercianti, Medici Certificatori e ASL. Importante: Dal 4 marzo 2013, per rendere più semplici le operazioni di autoidentificazione ai servizi INPS on line, il numero dei caratteri del PIN è stato ridotto da 16 a 8 caratteri, per cui gli utenti dotati dei vecchi codici potranno continuare ad utilizzare il loro Pin sino alla modifica periodica, quando saranno guidati nell’effettuare la modifica.

Le modalità di accesso al sistema INPS prevedono le seguenti funzioni: 

Primo accesso: il sistema obbliga automaticamente l’utente a modificare il PIN al fine di garantire maggiore sicurezza dei dati trattati.

Accessi Successivi: il sistema obbliga l’utente a modificare il PIN almeno ogni 3 mesi

PIN Errato: l’utente se per 10 volte consecutive prova ad inserire un PIN errato, il sistema blocca l’accesso ai servizi INPS per 3 minuti, successivamente ad ogni tentativo errato richiederà l’attesa di ulteriori 3 minuti fino a quando non verrà inserito il PIN corretto.

Chiusura della Sessione: dopo un periodo di 30 minuti di inattività. 

Tracciabilità delle Operazioni: tutte le operazioni e transazioni effettuate dall’utente sono tracciate dal sistema e imputate al titolare del PIN.

Il PIN On LINE può essere rilasciato dall’INPS ad Imprese, Lavoratori, Pensionati e Professionisti (individuati ai sensi della legge n. 12/1979) appositamente delegati.

  

Inps pin dispositivo richiesta:

Il Pin Inps, è un codice personale segreto che consente di consultare, previo accesso ai servizi telematici dal sito INPS, all’estratto conto contributivo, ai servizi online di Equitalia, al sistema per l’invio di domande di pensione, alle prestazioni a sostegno del reddito, al Cud previdenziale, ai moduli online, ai servizi per i rapporti di lavoro domestico, ecc.

Richiesta Prima Parte di PIN Inps Online:

Per richiedere il Pin all’Inps, occorre aprire la pagina web Richiesta Pin INPS e andare su "Richiedi Pin", a questo punto si apre una nuova finestra dove viene richiesto di inserire il proprio CODICE FISCALE e RESIDENZA. Dopo la verifica del codice fiscale da parte del sistema, si apre la pagina riservata alla compilazione dei dati relativi alla persona che sta effettuando la richiesta, ossia:

Cognome e Nome;

Data di Nascita, Provincia e Comune di Nascita, Sesso;

Residenza, Indirizzo e Cap, Comune e Provincia di Residenza;

Telefono Abitazione, Cellulare, Indirizzo Email, Indirizzo PEC;

Una volta inseriti tutti i dati, a conferma dell’avvenuto inserimento comparirà la seguente scritta:

"La sua richiesta è stata presa in carico, a breve riceverà la prima parte di PIN ad uno dei contatti da Lei specificato (mail o cellulare); la seconda parte le sarà spedito all’indirizzo di residenza comunicato".

Entro 48 ore successive alla richiesta, l’INPS provvede a contattare telefonicamente l’utente che ha richiesto il pin per confermare i dati precedentemente inseriti. Avvenuta la conferma, l’Inps procede poi ad inviare tramite posta, la seconda parte del pin presso l’indirizzo di residenza specificato nella richiesta online.

Per maggiori informazioni consultare: Richiesta Pin Inps.

 

Attivazione PIN Inps con la Tessera Sanitaria:

Una volta ricevuta via posta anche la seconda parte del PIN, per accedere ai servizi telematici dell’Istituto, occorre seguire la procedura di attivazione del proprio PIN, per cui aprire la pagine web e spostarsi nell’area "Gestisci il tuo Pin" prendere la Tessera Sanitaria e andare su "Attiva PIN". A questo punto, il sistema apre in automatico una pagina dove compare la seguente scritta:

"Ora, per poter utilizzare i servizi attivi sul sito Inps - tra cui l’estratto conto previdenziale e il Cud previdenziale - prendi la tua tessera sanitaria e il tuo codice fiscale e segui le indicazioni qui di seguito, iniziando a compilare la maschera in questa pagina".

Importante: Per gli utenti che non dispongono la tessera Sanitaria è necessario contattare il Contact Center (803164).

Ricezione Seconda Parte del PIN Inps:

Inserire poi nella pagina, il Codice Fiscale, numero e scadenza Tessera Sanitaria e Prima Parte del PIN e proseguire su "Avanti". A questo punto si apre una nuova pagina contenente i propri dati anagrafici precaricati. Nella sezione contatti, comparirà il messaggio:

"Al fine di richiedere di completare l’attivazione del PIN e comunicarLe la seconda parte dello stesso la preghiamo di indicare i suoi contatti:"

Inserire poi almeno due contatti un numero di cellulare e uno a scelta tra:

  • indirizzo mail;
  • indirizzo PEC;
  • indirizzo PEC cittadino;
  • numero di telefono dell’abitazione;
  • numero di telefono dell’ufficio;
  • numero di Fax;

importante: L’inserimento di almeno 2 contatti è necessario in caso di smarrimento del PIN, qualora si dovesse procedere alla richiesta automatica di ripristino del PIN.

Una volta completata la procedura, appare il messaggio:

"Il suo PIN è stato attivato. La seconda parte del PIN le è stata inviata via SMS sul suo cellulare" oppure via email o Pec se si è scelta questa opzione.

Una volta in possesso del PIN completo, è possibile accedere ai servizi. Al primo accesso online ,è necessario seguire immediatamente e automaticamente la "procedura di variazione PIN", che serve a generare un Pin personale ex novo per garantire la massima sicurezza dei dati.

  

Come convertire il PIN Inps in Dispositivo?

La conversione del PIN ON LIne in PIN DISPOSITIVO è indispensabile per poter procedere all’invio dei moduli online, per richiedere il riconoscimento di specifiche prestazioni sociali, per pagare i contributi etc. Per procedere alla conversione PIN, è necessario compilare direttamente online, il Modulo di richiesta che va salvato, stampato e inviato utilizzando i seguenti canali di trasmissione:

Via telematica online: il modulo di richiesta conversione PIN DISPOSITIVO, una volta compilato va scansionato insieme al documento di riconoscimento, in un unico file della grandezza massima di 1Mb. E’ possibile procedere al ridimensionamento di file con programmi di compressione (.zip, .rar ecc.) oppure un unico file .pdf o .tif. Una volta inviato il file, l’utente riceve previa verifica, la conferma della conversione del PIN in DISPOSITIVO mediante l’invio di una email o SMS.

Via fax al numero 800 803 164: inviare il modulo di richiesta firmato e la copia del documento di riconoscimento. Dopo la verifica dei documenti inviati si procederà alla conversione del PIN in PIN DISPOSITIVO. La conferma della conversione arriverà per email o SMS.

Direttamente alla sede Inps di appartenenza: presentare personalmente agli uffici INPS di competenza territoriale, il modulo firmato e una copia del documento. L’operatore provvederà alla conversione del PIN.

  

Come fare se PIN Inps è Scaduto:

La prima parte di Codice INPS ha una validità di 90 giorni, trascorsi i quali se non si procede al completamento della procedura di attivazione, il sistema genera il messaggio:

"Attenzione il Pin inserito è scaduto".

A questo punto, è necessario seguire la procedura automatica per richiedere il cambio pin, inserendo il vecchio Pin:

Generazione del Nuovo PIN

Stampa e/o annotazione del nuovo PIN

Verifica dei PIN

Conclusione della procedura con l’attivazione del nuovo PIN

 

Come fare se PIN Inps smarrito

Se il PIN INPS viene smarrito, perso o dimenticato, l’utente può procedere a richiedere un nuovo PIN utilizzando la procedura di "ripristino PIN Inps" che si trova nella pagina web: PIN smarrito richiesta ripristino, è fondamentale che l’utente in sede di richiesta PIN abbia indicato almeno 2 contatti, a scelta tra il numero di cellulare, indirizzo mail, indirizzo PEC, in quanto per attivare la procedura di ripristino è necessario fornire il codice fiscale e due dei contatti tra quelli in precedenza comunicati. Se i dati inseriti vengono confermati dal sistema, si riceverà immediatamente all’indirizzo di posta elettronica indicato, questo messaggio:

"Gentile utente,facendo seguito alla sua richiesta di ripristino PIN la invitiamo a richiamare il link seguente, o copiarlo nella barra indirizzo del browser internet, ed inserire le informazioni richieste: https://serviziweb2.inps.it//... Il codice di ripristino da utilizzare è il seguente: ICCLBOCE".

Accedendo all’indirizzo indicato nella mail e inserendo il codice fiscale ed il codice provvisorio, seguirà la conferma del ripristino del PIN  e si riceverà_

  • I primi 8 caratteri del nuovo PIN via SMS
  • I secondi 8 caratteri del nuovo codice PIN via EMAIL all’indirizzo di Posta Elettronica

Al primo accesso ad un qualsiasi servizio online, la procedura richiederà all’utente di seguire la procedura automatica di variazione PIN, il nuovo PIN avrà le stesse caratteristiche dispositive di quello smarrito.

 

Pin Inps quando è obbligatorio?

Il possesso del Pin Inps è obbligatorio per tutte le domande e prestazioni che vengono accettate dall'Istituto solo in modalità telematica. Il cittadino può presentare quindi la domanda direttamente all'Inps se possiede il PIN, oppure, indirettamente rivolgendosi a Caf, Patronati, associazioni di categoria o intermediari abilitati e autorizzati all'invio delle domande Inps per via telematica.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti
Commenti 2

luca

5 aprile 2013 04:24

Perchè non viene cambiato il nome a questo pin dispositivo" in qualcosa di più facile da capire e ricordare? Il primo chiamatelo "pin d'accesso" e il secondo pin "accesso pratiche", facile no? Non perdete il pin, io per riaverne uno ci ho impiegato un mese e 6 telefonate al numero verde dell'inps!

fioravante

7 marzo 2015 19:42

Finalmente una spiegazione chiara ed efficace... grazie!