Incentivi Auto 2014 2015 acquisto Gpl, metano Gas, ibride e elettriche

Incentivi Auto 2014 2015 acquisto nuovi veicoli Gpl, metano gas, Ibride e elettriche, come funziona sconto 20% e agevolazioni fiscali imprese e privati

Commenti 0Stampa

Gli Incentivi Auto 2014 2015 acquisto auto elettriche, metano, GPL e a Gas, ossia, di nuovi veicoli ecologici per imprese e privati. Gli incentivi statali, sono dei contributi previsti dal Decreto Sviluppo n. 134/2012 atti a promuovere la mobilità sostenibile, che consistono in un’agevolazione complessiva da 120 milioni di euro per chi nel triennio 2013-2015 acquista veicoli a basse emissioni complessive (BEC). Tale misura è prevalentemente rivolta ai veicoli aziendali e a quelli ad uso pubblico.

 

Incentivi acquisto auto 2014 2015 per Gpl, metano Gas, ibride e elettriche:

Nell’Art. 17 Bis del Decreto Crescita “Disposizioni per favorire lo sviluppo della mobilità mediante veicoli a basse emissioni complessive” sono contenute le definizioni in termini di Legge di che cosa s’intende per veicoli "a basse emissioni complessive", in che cosa consistono gli incentivi per l’acquisto di tali veicoli, come accedere al fondo per l’erogazione degli incentivi e la relativa copertura finanziaria. 

Incentivi auto 2014-2015 cosa sono? Innanzitutto va detto che tale iniziativa è finalizzata allo sviluppo della mobilità sostenibile, attraverso misure volte a favorire la realizzazione di reti infrastrutturali che consentano di agevolare le operazioni non solo di ricarica ma anche di sostituzione delle batteria dei veicoli alimentati ad energia elettrica in modo da favorire la diffusione nel parco auto pubblico che privato, di veicoli non inquinanti nonché l’acquisto di veicoli a trazione elettrica o ibrida.

Incentivi auto 2014-2015 quali sono i veicoli a bassa emissione di CO2? I veicoli a basse emissioni complessive sono quei veicoli che producono emissioni di anidride carbonica (CO2) allo scarico non superiori a 120 g/km e ridotte emissioni di ulteriori sostanze inquinanti, ossia:

  • Veicoli a trazione elettrica: esclusivamente di tipo elettrico e completamente immagazzinata a bordo.

  • Veicoli Ibridi sono quei veicoli dotati di almeno una motorizzazione elettrica finalizzata alla trazione con la presenza a bordo di un motogeneratore termico volto alla sola generazione di energia elettrica, che integra una fonte di energia elettrica disponibile a bordo (funzionamento ibrido).

  • veicoli dotati di almeno una motorizzazione elettrica finalizzata alla trazione con la presenza a bordo di una motorizzazione di tipo termico volta direttamente alla trazione, con possibilità di garantire il normale esercizio del veicolo anche mediante il funzionamento autonomo di una sola delle motorizzazioni esistenti (funzionamento ibrido bimodale).

  • veicoli dotati di almeno una motorizzazione elettrica finalizzata alla trazione con la presenza a bordo di una motorizzazione di tipo termico volta sia alla trazione sia alla produzione di energia elettrica, con possibilità di garantire il normale esercizio del veicolo sia mediante il funzionamento contemporaneo delle due motorizzazioni presenti sia mediante il funzionamento autonomo di una sola di queste (funzionamento ibrido multimodale).

  • Veicoli a GPL

  • Veicoli a metano

  • Veicoli a bio-metano

  • Veicoli a biocombustibili

  • Veicoli a idrogeno

  • Scooter, quadricicli, motocicli e ciclomotori: appartenenti alle categorie: L1, L2, L3, L4, L5, L6, L7, M1 ed N1 solo se alimentati dai carburanti sopra elencati

 

Incentivi Auto 2014-2015 categorie veicoli:

Le agevolazioni per l’acquisto di nuovi veicoli a basse emissione complessive BEC, sono previste per il triennio 2013-2015 con uno stanziamento complessivo per 120 milioni di euro.

Il Bonus Auto è in altre parole un incentivo atto a favorire l’acquisto di veicoli ecologici elettrici, ibridi, a Gpl, a metano, a idrogeno o, comunque, a bassa emissione di anidride carbonica e finalizzato a ridurre l’inquinamento urbano. 

Le categorie dei veicoli ammessi agli incentivi sono:

automobili

veicoli commerciali leggeri

ciclomotori e motocicli a due e tre ruote

quadricicli.

 

Incentivi Auto 2014-2015 veicoli aziendali e uso pubblico:

Gli incentivi del Bonus Auto 2014-2015 veicoli aziendali e uso pubblico come taxi, car-sharing, noleggio, servizi di linea ecc, in modo da favorire la diffusione di veicoli ecologici nelle flotte pubbliche e private, in virtù dei molteplici vantaggi derivati dall’uso di questo tipo di veicoli, ovvero:

  • Alte percorrenze medie chilometriche

  • Riduzione dell’Inquinamento

  • Incentivi per l’acquisto dei veicoli pubblici e privati rispetto a costi di acquisto, prestazioni e facilità di rifornimento/ricarica.

 

Incentivi rottamazione auto 2014 2015 per imprese e aziende:

L’accesso agli incentivi statali 2014-2015 per le aziende che intendono acquistare un veicolo ecologico, è subordinata alla rottamazione di un veicolo più vecchio di 10 anni, fatta eccezione per i fondi destinati ai veicoli con emissioni non superiori a 95 g/km, ossia elettrici e ibridi, che sono aperti a tutte le categorie di acquirenti, inclusi i privati cittadini.

Pertanto, per l’anno 2014, lo stanziamento previsto per gli incentivi statali per le imprese e aziende che acquistano un nuovo veicolo a basse emissioni di anidride carbonica come beni strumentali e per uso terzi è pari a 35 milioni di euro e 45 milioni di euro per il 2015.

Nello specifico per l’anno 2014, i fondi sono stati così ripartiti:

Acquisto, da parte di tutte le categorie di acquirenti quindi anche privati e senza necessità di rottamazione, di veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km, con una quota pari a 1,5 milioni di euro riservata all’acquisto di veicoli con emissioni non superiori a 50 g/km.

Acquisto di veicoli destinati all’uso di terzi o utilizzati nell’esercizio di imprese, arti e professioni, come beni strumentali nell’attività propria dell’impresa, la condizione obbligatoria per accedere allo sconto è di rottamare un veicolo corrispondente al nuovo, quindi è necessario che venga contestualmente rottamato un veicolo della stessa tipologia di quello acquistato, per esempio ciclomotore con ciclomotore, motociclo con motociclo, auto con auto, veicolo commerciale con veicolo commerciale ecc. o che il veicolo rottamato sia più vecchio di 10 anni, oppure, che il nuovo acquirente sia proprietario del veicolo da rottamare da almeno 1 anno prima dall’acquisto del nuovo veicolo, o che sia di proprietà di un suo familiare convivente alla data di acquisto o, nel caso di locazione finanziaria del veicolo nuovo, che sia intestato da almeno 12 mesi al soggetto utilizzatore del veicolo o ad un familiare convivente.

Per gli anni 2014 e il 2015 viene di volta in volta rideterminata in base all’andamento registrato nell’anno precedente, attraverso un decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, pubblicato entro il 15 gennaio di ciascun anno.

 

Incentivi Auto 2014 2015 a chi spettano?

Gli inventivi auto 2014-2015 spettano in particolare a chi acquista veicoli destinati a uso di terzi, quindi riguarda i casi di:

locazione senza conducente

servizio di noleggio con conducente e servizio di piazza (taxi) per trasporto di persone

servizio di linea per trasporto di persone

servizio di trasporto di cose per conto terzi

servizio di linea per trasporto di cose

servizio di piazza per trasporto di cose per conto terzi o da adibire esclusivamente a beni strumentali per le imprese e le aziende, a condizione di rottamare un veicolo dalle stesse caratteristiche di quello che si sta acquistando.

Per l’anno 2014, gli acquirenti che non rientrano in questa casistica e per i privati, viene comunque riservata una quota dello stanziamento pari a 4,5 milioni. In quest’ultimo caso, però, non è richiesta la rottamazione.

 

Incentivi Auto 2014 2015 elenco auto ammesse:

I veicoli venduti nel mercato italiano che possono usufruire degli incentivi statali 2014-2015 sono stati elencati, su commissione di Virgilio Go Green, dall’azienda di consulenza Jato Dynamics che ha provveduto a stilare la seguente tabella di veicoli che sono al momento in vendita sul mercato italiano e che producono emissioni di CO2 inferiori ai 95 gr/km e che, quindi, possono accedere agli incentivi del Bonus auto.

 

Incentivi Auto 2015 importo contributo statale e sconto:

Gli incentivi statali per chi acquista una nuova auto ecologica e ne rottama una più vecchia di 10 anni, sono costituiti da due tipi di contributi che vengono riconosciuti uno dallo Stato e uno dal venditore.

Contributo Statale per chi Acquista Veicoli non inquinanti: Importo 

Per i Veicoli ammessi al contributo statale, ovvero, quelli con basse emissioni di anidride carbonica (CO2) allo scarico, ossia, non superiori a 120 g/km, la misura dello sconto, del bonus ammonta al 20% del prezzo di acquisto, con un tetto massimo variabile, tra 1.800 e 5.000 euro, a seconda del "grado" di ecologia del veicolo, riassunto nella seguente tabella ufficiale, 

La ripartizione delle risorse per il 2014 e il 2015 viene di volta in volta rideterminata in base all’andamento registrato nell’anno precedente, attraverso un decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, pubblicato entro il 15 gennaio di ciascun anno.

Per i veicoli acquistati nel 2014 il contributo è pari, per tutti i veicoli ammissibili, al 20% del costo (prima delle imposte), risultante dal contratto di acquisto, con un tetto massimo di:

  • 5.000€ per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km

  • 4.000€ per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km

  • 2.000€ per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

Per i veicoli acquistati nel 2015 il contributo è pari, per tutti i veicoli ammissibili, al 15% del costo (prima delle imposte), risultante dal contratto di acquisto, con un tetto massimo di:

  • 3.500€ per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 50 g/km

  • 3.000€ per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 95 g/km

  • 1.800€ per i veicoli con emissioni di CO2 non superiori a 120 g/km.

 

Incentivi Auto come funziona lo sconto 20%?

Gli incentivi statali 2014-2015 contributo statale pari allo sconto del 20% sul prezzo di acquisto del nuovo veicolo ecologico, viene effettuato al momento della compravendita direttamente dal rivenditore, che successivamente viene rimborsato dai costruttori o dagli importatori che recuperano l’importo del contributo concesso dallo Stato e da loro anticipato, sotto forma di credito d’imposta, da utilizzare in compensazione per i versamenti di: ritenute Irpef operate in qualità di sostituto d’imposta sui redditi da lavoro dipendente, imposta sul reddito delle società e IVA dovuti, anche in acconto, per l’esercizio in cui viene richiesto al pubblico registro automobilistico l’originale del certificato di proprietà e per i successivi.

La richiesta di attribuzione del credito d’imposta va effettuata registrandosi al sito internet www.bec.mise.gov.it nella sezione riservata ai rivenditori. L’avvio delle immatricolazioni di veicoli a basse emissioni potrà avvenire dal 14 marzo 2013, trentesimo giorno successivo alla entrata in vigore del decreto.

 

Siti di riferimento ufficiale per Incentivi Auto 2014-2015: FiscoOggi.it:  Bonus per acquisto di veicoli verdi. Lo sconto massimo è di 5mila euro e Guida e Approfondimenti Contributi BEC.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti