Imu modello f24 compilabile e editabile per privati e partita iva

Imu modello f24 compilabile e editabile per privati e partita iva è una versione online scaricabile gratis per compilare, stampare e versare l’imposta

Commenti 17Stampa

Per il pagamento dell’IMU, i contribuenti Privati e con Partita IVA, possono utilizzare il modello f24 compilabile e editabile, ovvero, è la versione online scaricabile gratis per compilare, stampare e versare l’imposta.

A tal proposito, l’Agenzia delle Entrate con specifica risoluzione ha provveduto ad istituire i codici tributo per il versamento, tramite F24 IMU, imposta municipale propria, che ricordiamo è stata introdotta dall’articolo 13 del decreto legge del 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214.

 

Imu modello f24 compilabile e editabile

L’Imu modello f24 compilabile e editabile è la versione telematica del modello ordinario cartaceo del modello di versamento unico, che serve a pagare, entro le scadenze fissate dal Governo, le rate dell’IMU ed anche altri tributi. Tale versione, consente quindi ai contribuenti sia privati che con partita IVA di compilare tutte le sezioni con i dati identificativi sia personali che degli immobili da dichiarare, indicare i relativi codici tributo e la somma da pagare. Inoltre, consente anche di indicare e quindi di avvalersi sia della rateizzazione che la compensazione dell’IMU.

L’IMU modello f24 compilabile e editabile gratis è scaricabile con un semplice e immediato download, al seguente indirizzo: Modello f24 editabile e compilabile

  

Imu modello f24 compilabile editabile: istruzioni compilazione

Per effettuare il pagamento dell’Imu con il modello F24 compilabile editabile, i contribuenti con Partita IVA e e Privati, devono seguire dettagliatamente le istruzioni di compilazione dell’F24, dal momento che tutte le sezioni devono essere compilate in via autonoma dal contribuente che, in caso può richiedere assistenza fiscale, ma a pagamento, ai Caf, Patronati o alle associazioni di categoria ecc.

Per la compilazione ai fini di versamento dell’IMU, si consiglia di preferire il modello F24 compilabile e editabile, in quanto consente di modificare in qualsiasi momento i dati inseriti in caso di errore.

Le istruzioni di compilazione per l’IMU tramite modello f24, prendono in esame innanzitutto l’inidcazione dei codici tributo relativi alla causale del versamento IMU, quindi per esempio se si tratta di prima casa e relative pertinenza come box o garage si dovrà indicare il codice Tributo 3912 nella sezione “SEZIONE IMU E ALTRI TRIBUTI LOCALI” in corrispondenza delle somme indicate esclusivamente nella colonna “importi a debito versati” con le seguenti indicazioni:

  • Codice ente/codice comune: riportare il codice catastale del Comune nel cui territorio sono situati gli immobili, reperibile nella tabella pubblicata sul sito Internet del Dipartimento delle Finanze Tabella Elenco Codici Catastali Comuni

  • nello spazio “Ravv.”: barrare la casella se il pagamento si riferisce al ravvedimento operoso IMU, si ricorda che in questo caso si dovrà provvedere al pagamento delle sanzioni e degli interessi unitamente all’imposta dovuta.

  • nello spazio “Acc.”: barrare se il pagamento si riferisce all’acconto, si precisa che il primo acconto IMU dovrà essere versato entro il 18 giugno in base all’aliquota ordinaria del 0,4% per la prima abitazione e relative pertinenze e allo 0,76% per le altre proprietà, la misura del pagamento sarà del 30% dell’imposta totale dovuta.

  • nello spazio “Saldo”: barrare se il pagamento si riferisce al saldo. Se il pagamento è effettuato in unica soluzione per acconto e saldo, barrare entrambe le caselle

  • nello spazio “Numero immobili”: indicare il numero degli immobili (massimo 3 cifre)

  • nello spazio “Anno di riferimento”: deve essere indicato l’anno d’imposta cui si riferisce il pagamento. Nel caso in cui sia barrato lo spazio “Ravv.” indicare l’anno in cui l’imposta avrebbe dovuto essere versata. 

  • nello spazio “rateazione”: non deve essere compilato

    nello spazio “Importi a debito versati”: indicare l’importo a debito dovuto. Nel caso di diritto alla detrazione, indicare l’imposta al netto della stessa, da esporre nell’apposita casella in basso a sinistra.

 

IMU Nuovo Modello F24 Agenzia delle Entrate:

L’Agenzia delle Entrate ha provveduto a modificare il modello “F24” approvato con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 23 ottobre 2007, per consentire il pagamento della nuova imposta IMU, a tal fine sono state apportate le seguenti modifiche:

1) Modifiche:

  • da “SEZIONE ICI ED ALTRI TRIBUTI LOCALI ” a “ SEZIONE IMU E ALTRI TRIBUTI LOCALI”
  • da “detrazione ICI abitazione principale“ a detrazione.
  • nella “SEZIONE ALTRI ENTI PREVIDENZIALI E ASSICURATIVI” riquadro INAIL, da “posizione assicurativa numero” a “codice ditta”
  • da “Autorizzo addebito su conto corrente bancario n.______cod. ABI____CAB____” a “Autorizzo addebito su conto corrente codice IBAN _________” 

2) Con lo stesso provvedimento, l’Agenzia, ha approvato il nuovo modello “F24” di cui all’allegato 1, reperibile presso:

  • banche

  • Poste Italiane Spa

  • agenti della riscossione, Equitalia

  • in formato elettronico sul sito dell’Agenzia delle Entrate

3) Il vecchio modello “F24” potrà essere utilizzato regolarmente fino al 31 maggio 2013, in questo caso il versamento dell’imposta municipale propria (IMU) sarà esposto nella sezione ICI e altri tributi locali del modello “F24” preesistente. 

4) Al modello “F24 Accise” approvato con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 12 marzo 2012 sono apportate modifiche alle dizioni dei seguenti campi:

  • da “SEZIONE ICI ED ALTRI TRIBUTI LOCALI ” a “ SEZIONE IMU E ALTRI TRIBUTI LOCALI”

  • da “detrazione ICI abitazione principale“ a detrazione”.

  • da “Autorizzo addebito su conto corrente bancario n.______cod. ABI____CAB____” a “Autorizzo addebito su conto corrente codice IBAN_________”

5) A seguito delle modifiche al nuovo modello F24 lo stesso provvedimento ha approvato il nuovo modello “F24 Accise” di cui all’allegato 2, reperibile esclusivamente in formato elettronico sul sito www.agenziaentrate.gov.it

6) Con il suddetto provvedimento l’Agenzia ha altresì approvato le specifiche tecniche di trasmissione all’Agenzia delle Entrate dei dati relativi ai versamenti unitari effettuati in via telematica utilizzando i nuovi modelli “F24 ” e “F24 Accise”. 

  

IMU Modello F24 compilabile editabile: Codici Tributo

Per l’IMU modello F24 compilabile editabile, vanno indicati i seguenti codici tributo IMU istituiti dall’Agenzia delle Entrate:

La casella "detrazione" conterrà sia la detrazione base pari a € 200,00 che quella aggiuntiva di € 50,00 per ogni figlio di età non superiore a 26 anni convivente con il contribuente.

  

Imu Modello f24 compilabile editabile: Privati

Come: I contribuenti non titolari di partita Iva, non sono obbligati al pagamento in via telematica, pertanto, possono effettuare il pagamento dell’IMU mediante modello F24 presso:

  • qualsiasi sportello degli agenti della riscossione (Equitalia)

  • una banca

  • un ufficio postale.

Dove: Il versamento tramite Modello F24 dell’IMU può essere effettuato in contanti oppure:

  • presso le banche con assegni bancari e circolari

  • presso gli agenti della riscossione con assegni bancari e circolari e/o vaglia cambiari

  • presso gli sportelli bancari e degli agenti della riscossione dotati di terminali elettronici idonei tramite carta Pagobancomat

  • presso gli uffici postali con assegni postali, assegni bancari su piazza, assegni circolari, vaglia postali, o carta Postamat.

  

Imu f24 Agenzia delle Entrate:

Per l’Imu f24 Agenzia delle Entrate, con il provvedimento del 19/06/2013, ha provveduto ad apportare le ultime modifiche ai modelli di versamento F24, F24 Accise e F24 Semplificato.

Modello di versamento unificato - F24 Ordinario - pdf

Avvertenze per la compilazione del modello - pdf

 

Imu Modello F24 Compilabile Editabile: Partita Iva

Come: Tutti i titolari di partita Iva hanno l’obbligo di effettuare i versamenti fiscali e previdenziali esclusivamente in via telematica.

I pagamenti online mediante Modello F24 possono essere effettuati:

Direttamente dal contribuente: mediante il servizio telematico (Entratel o Fisconline) utilizzato per la presentazione telematica delle dichiarazioni fiscalio servizi di home banking delle banche e di Poste Italiane, o i servizi di remote banking (Cbi) offerti dal sistema bancario.

Tramite gli intermediari abilitati al servizio telematico Entratel che aderiscono a una specifica convenzione con l’Agenzia delle Entrate e utilizzano il software fornito loro gratuitamente dall’Amministrazione o che si avvalgono dei servizi online offerti dalle banche e da Poste Italiane.

Importante: Il versamento tramite i servizi telematici dell’Agenzia (Fisconline ed Entratel) può essere eseguito esclusivamente dai soggetti abilitati che possiedono un conto corrente presso una delle banche convenzionate con l’Agenzia delle Entrate o presso Poste Italiane.

 La Modalità di versamento dell’IMU con il Modello F24 per i Contribuenti titolari di partita Iva può essere effettuato tramite via telematica attraverso i servizi:

 

Imu Modello F24: rateizzazione e interessi

Con il modello f24 il contribuente privato o con parita Iva può scegliere di avvalersi della rateizzazione IMU. Nel caso in cui il contribuente scelga di pagare ratealmente le somme dovute a titolo di saldo e acconto dell’IMU, tali somme vanno suddivise in rate mensili di pari importo, e per ciascuna rata, il contribuente deve indicare per ogni tributo:

  • colonna “rateazione/regione/prov/mese rif.”: indicare la rata che si sta pagando

  • colonna “rateazione/mese rif.”: indicare il numero di rata, se prima, seconda o terza

Il contribuente che decide di avvalersi della rateizzazione per pagare entro le scadenze acconto e saldo IMU, stando a quanto indicato nelle istruzioni del Nuovo Modello F24 approvato dall’Agenzia delle Entrate, dovrà pagare un importo ad ogni scadenza dato dalla rata di capitale e dagli interessi ad essa relativi, da calcolare al tasso indicato presso le banche, gli agenti della riscossione e gli uffici postali.

Gli interessi sono dovuti in misura forfettaria, indipendentemente dal giorno del pagamento e vanno calcolati con la seguente formula:

  • C x i x t / 36.000, in cui “C” è l’importo rateizzato, “i” è l’interesse e “t” è il numero dei giorni che intercorrono tra la scadenza della prima rata e quella della seconda. Essi devono essere pagati utilizzando, per ogni sezione del modello, l’apposito codice tributo o causale contributo. 

Ora, rimane da vedere cosa deciderà il Governo per un eventuale rateizzazione dell’IMU in tre rate e se questa comporterà l’applicazione degli interessi come sopra descritti e se la concessione riguarderà esclusivamente la prima abitazione.

 

Imu Modello F24 accise editabile compilabile:

L’IMU modello f24 accise compilabile editabile, è una versione diversa dell’F24 ordinario concepito a quadri fissi e con le sezioni prestampate con poche righe a disposizione, per questo l’Agenzia per una questione di praticità e di semplificazione ha deciso di introdurre un’altra versione del modello con il Modello F24 Accise, ancora poco utilizzato dalla maggior parte dei contribuenti.

Nuovo Modello F24 Accise Compilabile - Editabile

Modello per la compilazione F24 Accise - pdf

Istruzioni per la compilazione F24 Accise - pdf

 

IMU f24 accise: quando e a cosa serve

L’Imu F24 Accise oltre che per pagare l’acconto e saldo dell’imposta municipale propria può essere utilizzato dal contribuente per pagare:

  • Imposte sui redditi e ritenute alla fonte

  • Iva

  • Imposte sostitutive delle imposte sui redditi e dell’Iva

  • Irap

  • Addizionale regionale o comunale all’Irpef

  • Contributi e premi INPS; Diritti camerali

  • Interessi in caso di pagamento rateale

  • Accise e Versamenti di competenza dell’Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato

 

Inoltre, va utilizzato per pagare le somme dovute comprese sanzioni e interessi:

  • Liquidazione e controllo formale della dichiarazione

  • Avviso di accertamento

  • Atti di contestazione delle sanzioni

  • Avviso di irrogazione sanzioni

  • Accertamento con adesione (concordato)

  • Conciliazione giudiziale

  • Ravvedimento

 

IMU F24 Accise: come va compilato

L’IMU con modello F24 Accise, versione disponibile esclusivamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate, va compilato direttamente dal contribuente con le seguenti istruzioni:

  • codice fiscale

  • dati anagrafici

  • domicilio fiscale

  • Codice fiscale del coobbligato, erede, genitore, tutore o curatore fallimentare"

  • Codici tributo

  • Causali contributo

  • campo “anno di riferimento”: anno cui si riferisce il versamento stesso, da indicare con quattro cifre (es.: 2013)

  • campo rateazione/regione/provincia/mese rif: indicare il mese di riferimento e il numero della rata

  • importi: indicare le prime due cifre decimali anche nel caso che tali cifre siano pari a zero. In presenza di più cifre decimali occorre procedere all’arrotondamento della seconda cifra decimale con il seguente criterio: se la terza cifra è uguale o superiore a 5, l’arrotondamento al centesimo va effettuato per eccesso; se la terza cifra è inferiore a 5, l’arrotondamento va effettuato per difetto.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili


Lascia un commento
Contatti
Commenti 17

perini stelio

17 aprile 2012 19:32

Sarà possibile pagare F24 IMU elettronicamente tramite la mia Agenzia bancaria? Sono inabile cat. C2, Grazie.

guglielmo nicola

18 aprile 2012 11:03

Come calcolare la quota che va al comune (con codice tributo 3918) e quella dello Stato (3919) e quando pagare?
Grazie

susanna

18 aprile 2012 13:05

vorrei sapere se quando compilo il mod f24 relativo all'imu devo distinguere in due righe separate il codice 3912 per abitazione principale e sempre codice 3912 per garage di pertindneza o si puo' mettere tutto insieme

staff

19 aprile 2012 08:34

Risposta al Sig. Perini Stelio
Il Modello F24 può essere pagato online in modalità home banking se la sua banca è convenzionata e abilitata al servizio. Per maggiori informazioni Le consigliamo di rivolgersi all'assistenza clienti della sua agenzia.

staff

19 aprile 2012 09:09

Risposta al Sig. Guglielmo Nicola:
In generale per le seconde case, con il codice 3918 si destina il 50% dell’Imu al Comune, con il codice 3919 si destina il restante 50% allo Stato, pertanto il primo acconto IMU del 16 giugno verrà versata l'IMU con aliquota ordinaria Stato e il conguaglio IMU e saldo con aliquota variabile deliberata dai singoli Comuni, il 17 dicembre.

staff

19 aprile 2012 09:17

Risposta Sig.ra Susanna:
Per il codice Tributo 3912 IMU si paga Imposta Municipale Propria su abitazione Principale e Relativa pertinenza 13, C.7DL201/11 - Comune, stessa riga.

foschi donato

19 aprile 2012 19:49

Per le seconde case il versamento in acconto 50% a Giugno con il codice 3919 deve essere fatto per intero allo stato o la somma deve essere divisa sia allo stato ed anche al comune; il restante 50% a Dicembre con aliquota variabile deve essere effettuata in toto al comune o bisogna versare allo stato il 50% della quota variabile imposta dal comune. Vi ringrazio.

fabrizio bianchi

19 aprile 2012 20:11

Volevo sapere, se nella compilazione del mod f24 al rigo "detrazione" devo scrivere l'intero importo annuo spettante o lo devo dividere del 50% o 30% a seconda della modalità di pagamento che dovo effettuare.

renato

20 aprile 2012 04:29

per la prima casa sì può calcolare le prime due rate al 33,33% e l'ultima a saldo? Grazie Renato

staff

20 aprile 2012 15:53

IMU Modello F24: aggiornamento Tabelle dei codici tributo e altri codici per il modello F24 e aggiornamento degli archivi del software di controllo

Istituzione dei codici tributo per il versamento dell’IMU e ricodifica dei codici tributi per il versamento dell’ICI con Risoluzione n. 35 del 18/04/2012.

N.B. Si ricorda di aggiornare i file del software di controllo del modello F24 (versione 6.26 del 28/03/2012), scaricabili dal file zippato.

L'aggiornamento Tabelle Codici Tributo Agenzia delle Entrate è visualizzabile al link:

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/wcm/connect/ ff1b4600426a5e1092509bc065cef0e8/Tabella_IMU_ICI_18_04_2012.pdf? MOD=AJPERES&CACHEID=ff1b4600426a5e1092509bc065cef0e8

negrato anacleto

21 aprile 2012 12:48

In comunione dei beni dovranno compilare l'F24 entrambi i coniugi al 50%? Grazie per la risposta.

loretta gennaro

22 aprile 2012 19:09

non ho capito bene la questione dei codici tributo per le seconde case. Va messo il codice del comune 3918 nella prima rata e il codice dello stato 3919 nella seconda rata?

demetrio

23 aprile 2012 20:11

Data la possibilità ai Comuni di incrementare o decrementare anche l'aliquota prima casa: nel caso in cui tra la rata di acconto e quella di conguaglio (saldo) si verifichi una discrepanza tra un importo di acconto 0,00 (zero) a giugno in seguito alla detrazione abitazione principale, al quale possa seguire un importo a saldo positivo a dicembre (euro 50,00), come ci si deve regolare con l'F24...va presentato in ambo i casi?...Grazie!.

felice

25 aprile 2012 16:23

Nell'F24 Accise cosa consente di indicare che i versamenti sono pari al 50% della somma totale essendo l'abitazione in comproprietà con il coniuge? Utilizzando per l'abitazione principale 3 rate nell'apposita casella "detrazione" va riportato 33,33% ?
Grazie sin d'ora di vero cuore per la vostra cortesia.
Felice Grosso

pino

28 aprile 2012 10:47

Dalle visure catastali è emerso che un terreno è intestato per mille millesimi al marito che è in comunione dei beni con la moglie, la vecchia ICI è stata pagata sempre al 50%; è corretto? Si può fare così anche per l'IMU? Grazie Pino

michele

11 maggio 2012 18:44

non mi è chiara la differenza tra il codice 3914 e 3915

renato

27 maggio 2012 13:18

avendo la prima casa al 50% a Roma e la seconda casa a Castelliri (Fr) posso usare un unico F24? Grazie Renato Roma