Imu Bologna 2016 calcolo nuove aliquote detrazioni e scadenza

Aliquote Imu 2016 Comune di Bologna, calcolo importo imposta su seconda casa e altri immobili, detrazioni IMU prima casa di lusso, agevolazioni imprese

Commenti 0Stampa

IMU Bologna 2016, pubblicata la nuova delibera che fissa per i proprietari di immobili bolognesi le nuove aliquote IMU per l'anno, 2016 e 2017 le detrazioni IMU e l'entrata in vigore della delibera comunale. Il tutto tenendo conto delle novità introdotte il precedente anno e quest'anno per la IUC-IMU come ad esempio:

Riduzione del 50% della base imponibile per i fabbricati storici e per quelli dichiarati inabili/inabitabile e quindi non utilizzabili

Aliquota IMU di base pari allo 0,76% può essere modificata dal Comune in aumento o in diminuzione dello 0,3%.

IMU prima casa di lusso è dovuta solo sull'abitazione principale che rientra nelle seguenti categorie catastali: A/1, A/8 e A/10 e per le relative pertinenze, tendendo conto della detrazione di 200 euro che può essere aumentata da ciascun comune. Stessa detrazione IMU, può essere applicata anche sugli alloggi IACP e degli entri di edilizia residenziale pubblica, assegnati regolarmente ai cittadini.

Imu terreni agricoli: i terreni agricoli posseduti da coltivatori diretti o da imprenditori agricoli professionali, cd. IAP iscritti alla previdenza agricola, sono tenuti al versamento IMU solo per la parte che eccede i 6.000 euro.

IMU ONLUS con aliquota agevolata.

Sale cinematografiche Comune di Bologna aliquota IMU agevolata.

IMU enti non commerciali previsione aliquota pari a 0.76% immobili destinati a spettacoli teatrali e musicali.

IMU micro, piccole e medie imprese M.P.MI aliquota 0.76%.

IMU immobili concessi in uso a parenti di I° grado coltivato i diretti o IAP aliquota agevolata a 0,76%.

 

Imu Bologna 2016 calcolo aliquote:

Il comune di Bologna ha deliberato le seguenti aliquote IMU 2016:

Aliquota IMU 2016 pari allo 0,6% per la prima casa di lusso A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze di proprietà di persone fisiche, soci di cooperative edilizie a proprietà indivisa residenti nel Comune di Bologna, di proprietà o usufrutto di anziani o disabili che hanno spostato la propria residenza in istituti di ricovero o strutture sanitarie in modo permanente sempre se, la casa non risulti affittata, di cittadini residenti all'estero se l'abitazione non risulta locata, di assegnatari IACP, del coniuge separato legalmente e la cui sentenza ha assegnato la casa di abitazione, immobile come unica unità familiare posseduta e non locata, dal personale delle Forze armate, polizia e vigili del fuoco, Prefettura.

Aliquota IMU 2016 0,76% per gli immobili posseduti da enti commerciali e destinati prevalentemente a spettacoli musicali e teatrali, da Onlus, dalle micro, piccole e medie imprese (ricordando che sono intese micro imprese, le imprese che hanno meno di 10 dipendenti e un fatturato annuo non superiore a 2 milioni di euro, sono piccole imprese quelle che occupano almeno 50 lavoratori e con fatturato non oltre i 10 milioni di euro, sono medie imprese quelle con meno di 250 persone occupate e con bilancio annuale sotto i 43 milioni di euro), abitazioni concesse in uso a parenti entro il primo grado che siano coltivatori diretti o IAP, abitazioni e pertinenze locate agli enti commerciali destinate all'emergenza abitativa.

Aliquota IMU 1,06% per tutti gli altri immobili che non rientrano nelle fattispecie sopra elencate per cui seconde case, negozi, capannoni, laboratori, uffici ecc.

Per scaricare il file: aliquote IMU 20156 Bologna.

Per leggere le novità introdotte dal Comune di Bologna per l'anno 2016 per la TASI 2016 Bologna.

 

Detrazioni IMU prima casa di lusso:

Le detrazioni IMU 2016 previste dal Comune di Bologna riguardano solo le abitazioni di lusso, soggette al versamento dell'imposta municipale propria. Tale detrazione, introdotta dall'articolo 13 comma 10 del D.L.201/11 e successive modifiche e integrazioni, consente ai Comuni, in base al proprio bilancio, di prevedere una detrazione di imposta che può essere modificata fino al completo azzeramento dell'imposta dovuta. 

Pertanto, il Comune di Bologna IMU 2016 ha previsto una detrazione IMU prima casa di lusso pari a 200 euro se l'unità familiare è adibita ad abitazione principale da uno o più soggetti passivi. In quest'ultimo caso, la detrazione spetta in modo proporzionale ad ognuno di essi.

 

Imu 2016 Bologna: scadenze versamento, f24 e codice tributo:

Le scadenze IMU 2016 sono:

Primo acconto o unica soluzione entro il 16 giugno 2016,

Saldo IMU e conguaglio imposta: entro il 16 dicembre 2016.

Come si paga l'IMU 2016 a Bologna? Per quanto riguarda le modalità di versamento dell'imposta sia nel caso di primo acconto, pari al 50% del tributo dovuto nell'anno 2016, che di saldo IMU con conguaglio rispetto a quanto pagato nell'acconto, può essere effettuato dai contribuenti passivi tramite il modello f24, nelle versioni pdf, F24 editabile o f24 semplificato IMU-TASI 2016 indicando come Codice Comune Bologna A944 e uno dei seguenti codici tributo F24 IMU 2016:

3912 IMU abitazione principale e relative pertinenze – COMUNE;

3914 IMU per i terreni – COMUNE;

3916 IMU aree fabbricabili – COMUNE;

3918 IMU per altri fabbricati – COMUNE;

3925 IMU per immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – STATO;

3930 IMU per immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D  – INCREMENTO COMUNE

Importante: Si ricorda che se il valore dell'imposta è uguale o minore di 12 euro, l'IMU non è da versare.

 

Mancato pagamento IMU entro la scadenza: Ravvedimento

Il contribuente che non provvede a pagare l'IMU, la TASI o la TARI entro le scadenze fissate dal Comune, può rimediare alla violazione ricorrendo al ravvedimento operoso. Tale strumento, infatti, permette di sanare il mancato pagamento versando il tributo dovuto + sanzione ridotta + interessi di mora calcolati in base al numero dei giorni di ritardato versamento IMU:

  • Ravvedimento sprint IMU: in caso di versamento IMU dopo il 14° giorno rispetto alla data di scadenza originaria, in questo caso si applica la sanzione ridotta pari allo 0,1% per ogni giorno di ritardo;
  • Ravvedimento breve IMU: versamento effettuato tra il 16° ed il 30° giorno successivo alla scadenza prevista, la sanzione è pari al 1,5% dell’imposta omessa + interessi legali allo 0,5%.
  • Nuovo ravvedimento IMU: se il versamento viene effettuato tra il 31° ed il 90° giorno successivo alla scadenza prevista, si applica sanzione ridotta pari allo 1,67% dell’imposta omessa + interessi legali;
  • Ravvedimento lungo IMU: se il versamento viene effettuato tra il 91° giorno successivo alla scadenza ed il termine per la presentazione della dichiarazione TASI-IMU ovvero entro il 30 giugno 2017 per il 2016, si applica la sanzione ridotta del 3,75% dell'imposta omessa oltre agli interessi legali.
  • Trascorso il termine previsto per il ravvedimento, per il Comune di Bologna, il versamento tardivo IMU può essere regolarizzato applicando all'imposta dovuta la sanzione del 9% + gli interessi legali.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti