Esenzione Imu terreni agricoli 2017: elenco comuni esenti IMU agricola

Esenzione Imu terreni agricoli 2017 elenco lista comuni esenti IMU agricola terreni agricoli coltivati e non esenti dall'imposta, come funziona esonero

Commenti 0Stampa

L’esenzione Imu terreni agricoli 2017 è cambiata ancora per effetto della precedente Legge di Stabilità. Se lo scorso anno, infatti, per vedere se sul terreno agricolo era dovuta l’IMU agricola, il contribuente doveva attenersi all’elenco dei comuni italiani pubblicato dall’ISTAT, dal 2016 in poi, e quindi anche nel 2017, invece, deve far riferimento all’elenco comuni contenuto nella circolare del Ministero delle Finanze n.9 del 14 giugno 1993.

Vediamo quindi nel dettaglio quali sono i terreni agricoli esenti dall’IMU agricola 2017 e cos’è e come funziona l’esonero dal pagamento dell’imposta.

 

Esenzione IMU terreni agricoli 2017 cos’è e come funziona?

L’esenzione Imu terreni agricoli 2017 è un’agevolazione che consente ai contribuenti di essere esonerati dal pagamento dell’IMU agricola, ossia, dall’imposta municipale propria dovuta da tutti coloro che posseggono terreni agricoli nel territorio dello Stato italiano a prescindere dall’uso.

Il contribuente pertanto per fruire dell’esonero dal pagamento, deve verificare innanzitutto se il suo terreno rientra tra i comuni esenti dall’imposta, ed è proprio qui che iniziano i primi grattacapi, visto che fino all’anno scorso, l’esenzione Imu agricola si è basata sul nuovo elenco comuni pubblicato dall’ISTAT mentre nel 2016 e 2017, si basa sulla vecchia classificazione comuni pubblicata dal Ministero delle Finanze nel 1993, ma con alcune modifiche.

 

Esenzione terreni agricoli prima del 2016:

Come abbiamo accennato sopra, l’esenzione IMU agricola è cambia per effetto della Legge di Stabilità 2016, legge n.208/2015 pubblicata in GU n.302 del 30 dicembre 2015.

Per cui se fino allo scorso 31 dicembre, l’esenzione di un terreno agricolo si è basata sull’elenco dei comuni italiani pubblicato dall’ISTAT ora, dal 1° gennaio 2016, si basa sul vecchio elenco contenuto nella circolare del Ministero delle Finanze, n. 9 del 14 giugno 1993, pubblicata nel supplemento ordinario n. 53 alla GU n. 141 del 18 giugno 1993.

Esenzione IMU agricola prima del 2016

Il contribuente per verificare se ha diritto o meno all'esenzione IMU agricola, deve verificare se il terreno posseduto è ubicato in un comune montano e quindi esente, in un comune parzialmente montano e quindi esente solo il terreno è posseduto e condotto da coltivatori diretti o IAP o in comune di pianura e quindi non esente. Pertanto sulla base della nuova classificazione comuni pubblicata dall'ISTAT, vige la seguente esenzione terreni agricoli IMU:

  • Terreni agricoli, compresi quelli non coltivati, ubicati nei comuni classificati totalmente montani così come classificati dal nuovo elenco dei comuni italiani ISATA;
  • Terreni agricoli ubicati nei comuni delle isole minori di cui all’allegato A annesso alla legge 28 dicembre 2001, n. 448;
  • Terreni agricoli anche non coltivati, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli IAP, Imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola, ubicati nei comuni classificati parzialmente montani di cui allo stesso elenco ISTAT.

Per i terreni agricoli, invece non ricadenti, in comuni montani o parzialmente montani, l’IMU è comunque dovuta ma nel caso in cui il terreno è posseduto e condotto da coltivatore diretto o IAP, sono previste delle ulteriori agevolazioni come ad esempio un moltiplicatore catastale pari a 75 al posto di 135.

 

Esenzione IMU agricola 2017 per quali terreni?

L'esenzione IMU terreni agricoli 2017 è cambiata per effetto della precedente legge di Stabilità che ha introdotto le seguenti novità:

  • Abolizione IMU terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti o IAP a prescindere dal Comune in cui sono ubicati, pertanto, viene eliminata la distinzione tra comuni montani e parzialmente montani;
  • Confermata l’esenzione IMU terreni agricoli isole minori, di cui all’allegato A legge 28 dicembre 2001, n. 448;
  • Esenzione per i terreni agricoli a immutabile destinazione agro-silvo-pastorale a proprietà collettiva indivisibile e inusucapibile.
  • Esenzione terreni agricoli comuni montani: la Manovra ha disposto che a partire dal 1° gennaio 2016, per vedere se il comune è montano, e quindi esente dall'IMU agricola 2016, occorre far riferimento al vecchio elenco comuni montani MEF contenuto nella circolare del Ministero delle finanze n. 9 del 14 giugno 1993, pubblicata nel supplemento ordinario n. 53 alla Gazzetta Ufficiale n. 141 del 18 giugno 1993.

Nel 2017, pertanto, i terreni agricoli non posseduti e condotti da coltivatori diretti o IAP, hanno diritto all’esenzione IMU solo nel caso in cui detti terreni sono ubicati in aree montane o di collina individuate dal vecchio elenco MEF, per quelli invece che non rientrano in uno dei casi di esenzione Imu agricola 2017, continuano ad essere assoggettati al pagamento dell'imposta municipale propria.

Vuoi conoscere le novità per i terreni agricoli previste dalla nuova Legge di Bilancio 2017? Allora leggi: abolizione IRPEF agricola e bonus contributi agricoltura.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili


Lascia un commento
Contatti