Donald Trump presidente degli Stati Uniti: cosa succede ora e cambia?

Donald Trump cosa succede ora che è presidente degli Stati Uniti? Cosa cambia in America e per gli americani immigrati, economia commercio mercati e borsa?

Commenti 0Stampa

Vittoria Trump, cosa succede ora che è il nuovo presidente degli Stati Uniti?

Donald Trump, il magnate americano del settore immobiliare, vince a sorpresa le elezioni presidenziali USA 2016, diventando così, il 45° Presidente degli Stati Uniti d’America.

Ma cosa succede ora che Donald Trump ha vinto l’elezioni? Cosa cambia per gli americani, gli immigrati e i Paesi “amici” e “nemici” dell’America dopo la sconfitta della democratica Hillary Clinton?

Quali scenari si aprono sui mercati statunitensi e internazionali con l’impatto Trump presidente della nazione più forte del mondo?

Vediamo allora questi possibili scenari.

 

Donald Trump presidente degli Stati Uniti:

Donald Trump è il nuovo Presidente degli Stati Uniti

Dopo una campagna elettorale miliardaria, dura ed infinita, le elezioni presidenziali 2016, giungono al termine. Gli americani, decidono che a diventare il 45° Presidente degli Stati Uniti, è Donald Trump, mentre ad uscire sconfitta è Hillary Clinton, malgrado tutto il sostegno ed il supporto di dei coniugi Obama, volati in tutto il paese per sostenere l’idea democratica, il proseguimento della loro direzione politica ed Hillary Clinton.

E mentre Donald Trump festeggia la vittoria e gli americani scendono in piazza a sfogare la loro felicità, i mercati mondiali ed americani crollano ancor prima che sia dichiarata la vittoria ufficiale.

La vittoria di Donald Trump alle elezioni presidenziali dell’8 novembre 2016, sta vedendo un’immediata reazione in tutto il mondo, con il crollo dei mercati, in modo del tutto simile a quello che è seguito al referendum Brexit, ma che per alcuni analisti, sarà 5 volte peggio, la convocazione del Consiglio di sicurezza nazionale sudcoreano, le “Congratulazioni al nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump e al popolo americano, libero!", via Twitter di Marine Le Pen.

 

Vittoria Trump: cosa succede ora che è presidente degli Stati Uniti?

Vittoria di Trump, cosa succede ora che è il Presidente degli Stati Uniti?

Sicuramente ci sarà da ballare ed avere un po’ di paura.

Gli americani, hanno detto la loro e hanno votato Donald Trump e le sue idee politiche, sapendo perfettamente a cosa sarebbero andati incontro.

Dall’inizio della campagna elettorale per la corsa verso la Casa Bianca, da giugno dello scorso anno, Donald Trump, ha sempre detto la sua sui diversi argomenti controversi come i mercati, l’immigrazione, l’economia, la giustizia e la riforma sanitaria fortemente voluta da Obama.

Ora che Trump ha vinto le elezioni e diventa il il 45° presidente degli Stati Uniti, le conseguenze saranno ancora più forti e imprevedibili, ecco quindi gli scenari e le conseguenze che potrebbero avverarsi con Donald Trump presidente degli Stati Uniti d’America.

 

Mercati e Borse: cosa succede con la vittoria di Trump?

La vittoria di Trump alle presidenziali 2016, sta portando grande trambusto sui mercati americani ed internazionali. Ancora prima di ufficializzare la vittoria di Trump alla Casa Bianca, Wall Street crolla, i future sullo S&P 500 perdono il 5% come il Nasdaq, anche a Tokyo, la borsa è crollata a un'ora dalla chiusura, l'indice Nikkei ha perso il 5,5% e le borse cinesi, inclusa Hong Kong, l’indice Hang Seng cede l'1,7% mentre a Shanghai e Shenzhen, le perdite sono più contenute ma sempre in calo.

Ancora da vedere la reazione delle borse europee e inglesi alla notizia. 

Con Trump presidente ed il crollo dei mercati e delle borse, il dollaro scenderà vertiginosamente, l’euro si rafforzerà e creerà un effetto domino sui mercati europei e sul commercio, il prezzo dell’oro, il bene di investimento più sicuro per gli investitori di tutto il mondo, aumenterà.

Ora l’attenzione è anche verso paesi come Cina e Messico, visto che in campagna elettorale, il presidente Donald Trump, ha più volte ribadito la volontà di imporre fortissimi dazi doganali sui prodotti provenienti da entrambi i Paesi al fine di sfavorirne il commercio verso gli USA, il che potrebbe da origine alla più grande guerra commerciale di tutti i tempi.

I mercati crollano con Trump presidente ma quanto durerà? Fino a quando regnerà l’imprevedibilità e l’incertezza, una volta arrivata la stabilità, i mercati e le borse torneranno a crescere, forte anche di un Trump imprenditore che non vuole ulteriori aumenti delle tasse tributarie sulle imprese e sul settore industriale americano.

 

Commercio e economia: cosa succede ora che Trump è presidente?

Per quanto riguarda il commercio e l’economia, con la vittoria di Trump a presidente, la partita si riempie di nuovi scenari. Donald, infatti, in campagna elettorale ha sempre dichiarato di voler far tornare di nuovo grande l’America, ma come?

Tagliando le tasse sulle imprese e sulla gente comune e creando nuovi posti di lavoro.

Dal punto di vista del commercio, invece, Trump accusa Cina, Messico e Giappone di aver invaso e rubato il mercato agli Stati Uniti, perché la politica e gli accordi commerciali che fino adesso sono stati stipulati con gli altri paesi, sono negoziati che non proteggono i lavoratori americani ed i prodotti americani, per questi motivi che la loro rielaborazione, è al primo posto delle priorità americane.

Ha definito poi il trattato TTIP (Trans-Pacific Partnership) come “lo stupro del nostro Paese” e ha promesso un aumento delle imposte per alcuni partner commerciali degli Stati Uniti che causano una competizione ingiusta nei confronti degli USA.

La vittoria di Trump, potrebbe quindi portare ad una politica commerciale fondata sul protezionismo, più che sulla globalizzazione e sul libero scambio, tutto a discapito di paesi emergenti come l’America Latina, ma porterebbe una maggiore crescita economica americana, un maggior rafforzamento del dollaro, una crescita dei tassi di interesse americani e nuovi stimoli fiscali, quali:

1) maggiore crescita ed inflazione;

2) una politica fiscale meno rigorosa da parte della Fed;

3) più alti rendimenti obbligazionari;

4) dollaro più stabile, specialmente se accompagnato dall'introduzione di benefici fiscali per chi fa rientrare i capitali dall’estero;

5) imprese in crescita, specialmente per quelle che operano sul mercato interno rispetto agli esportatori di prodotti americani verso gli altri paesi.

 

Politica estera: cosa succede con Donald Trump presidente?

Donald Trump in campagna elettorale, ha più volte condannato la guerra degli Stati Uniti in Iraq, il rovesciamento del Governo in Libia e lo sforzo ostacolato per combattere l’ISIS in Siria e Iraq.

Trump ha promesso una chiusura dei rapporti tra Stati Uniti e Israele e l’apertura di nuovi negoziati del “disastroso” programma sul nucleare dell’Iran.

Riguardo alla Russia, Trump presidente, non ha mai nascosto la volontà di trovare nuovi rapporti con il presidente russo Vladimir Putin, anticipando che “andranno molto d’accordo” e promettendo di accogliere i vecchi nemici che vogliono diventare amici degli Stati Uniti.

 

Vittoria Trump e Immigrazione:

La vittoria di Trump a presidente degli Stati Uniti e l'immigrazione: già a poche ore dalla proclamazione ufficiale di Trump alla Casa Bianca, la notizia ha fatto mandare in tilt, il sito istituzionale del Canada, caduto per le troppe richieste da parte degli immigrati americani, perché tutto questo? 

Perché Donald Trump ha promesso ai suoi elettori, che a partire dal primo giorno di Presidenza Trump, avrebbe:

1) iniziato a costruire un muro impenetrabile al confine meridionale con il Messico, perché molti, degli 11 milioni di immigrati senza documenti presenti sul territorio americano, provengono proprio dal Messico;

2) ad espellere dagli Stati Uniti chiunque non sia in regola con i documenti;

3) chiudere temporaneamente i confini degli Stati Uniti a tutti i musulmani «fino a quando saremo in grado di capire cosa sta succedendo» sulla scia dei diversi attacchi dell’ISIS in America e nel mondo.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti