Dichiarazione sostitutiva canone RAI 2017 II° semestre entro 30 giugno

Dichiarazione sostitutiva canone RAI 2017 esenzione per il secondo semestre luglio - dicembre invio modulo autocertificazione entro scadenza 30 giugno

Commenti 0Stampa

I contribuenti che presentano l’autocertificazione esenzione canone RAI 2017 entro il 30 giugno 2017, sono esonerati dal pagamento in bolletta elettrica dell'abbonamento tv, solo per il secondo semestre della tassa.

Vediamo quindi quali sono le condizioni per fruire dell’esenzione canone RAI 2017 secondo semestre, come inviare il modulo online, tramite posta o a mano e come funziona l’esonero.

 

Canone RAI 2017 esenzione secondo semestre scadenza 30 giugno:

Per i contribuenti che inviano la dichiarazione sostitutiva canone RAI 2017 tra 1° febbraio ed il 30 giugno 2017, sono esonerati dal pagamento dell’abbonamento tv in bolletta elettrica solo per il secondo semestre, ossia, da luglio a dicembre mentre sono obbligati a versare la tassa per la prima parte dell’anno, gennaio - giugno, che verrà addebitata sulla prima bolletta luce utile da gennaio, per un importo totale di 45 euro.

Per cui i contribuenti che non ce la fanno ad inviare l’autocertificazione canone RAI 2017 entro il 31 gennaio 2017, possono comunque inviare il modulo entro il 30 giugno, ma in questo caso l’esenzione varrà solo per il secondo semestre 2017. 

Canone Rai 2017 esenzione II° semestre: coloro che intendono fruire dall'esonero del pagamento dell'abbonamento tv in bolletta luce per i mesi da luglio a dicembre, devono inviare la dichiarazione sostitutiva canone RAI entro il 30 giugno tramite:

Gli effetti dell’esenzione, si avranno sul canone dovuto per il semestre luglio-dicembre dello stesso anno. 

  • La dichiarazione presentata entro il 31 gennaio 2017 ha effetto per l’intero canone dovuto per l’anno 2017;
  • La dichiarazione inviata dal 1° febbraio 2017 al 30 giugno 2017, ha effetto solo per il II° semestre.

 

Dichiarazione sostitutiva canone RAI 2017 esenzione da luglio a dicembre:

La Dichiarazione sostitutiva canone RAI 2017 esenzione II° semestre, ossia, da luglio a dicembre va compilata dal contribuente, nei seguenti casi:

Il Quadro A va compilato dal contribuente che dichiara:

1) che in nessuna delle abitazioni per le quali risulta titolare di un’utenza elettrica è presente una televisione;

2) che in nessuna delle abitazioni per le quali risulta titolare di un’utenza elettrica è presente una televisione, oltre a quello/i per cui è stata presentata denuncia di surgelamento.

Il Quadro B va compilato invece quando: il canone di abbonamento alla televisione per uso privato non deve essere addebitato su nessuna bolletta luce intestata al dichiarante in quanto il canone sarà addebitato su un’altra utenza elettrica intestata ad un altro  componente della stessa famiglia anagrafica.

Per scaricare il modulo autocertificazione: è possibile visitare il sito ufficiale dell'Agenzia delle Entrate o di Fiscooggi.it, e scaricare gratis il seguente modello in pdf:

Dichiarazione sostitutiva canone RAI 2017 esenzione.

 

Esenzione canone RAI 2017 2° semestre over 75 anni:

I contribuenti che hanno più di 75 anni e un reddito fino a 6,713,98 che non hanno fatto in tempo ad inviare entro il 16 maggio, il modulo autocertificazione per ufficializzare l'esenzione canone RAI 2017 over 75 anni o per coloro che compiranno 75 anni entro il 31 gennaio 2017, possono procedere all'invio della dichiarazione sostitutiva attestante i requisiti, entro la scadenza del 30 giugno. Tale esenzione, avrà effetto solo per il secondo semestre.

Come inviare la dichiarazione sostitutiva canone RAI 2017 over 75? Il modulo autocertificazione esenzione secondo semestre per gli over 75 deve essere presentato mediante 3 modalità alternative tra loro:

  1. Dichiarazione sostitutiva inviata per Posta: tramite plico raccomandato, senza busta, da spedire a: AGENZIA DELLE ENTRATE – UFFICIO TORINO 1 S.A.T. – SPORTELLO ABBONAMENTI TV – 10121 – TORINO. Alla dichiarazione,  va allegata la fotocopia del documento di identità dell'over 75.
  2. Dichiarazione consegnata a mano, presso un qualsiasi ufficio dell'Agenzia delle Entrate.
  3. Dichiarazione sostitutiva canone RAI Esenzione Online: modulo che può essere presentato per via telematica, solo se si possiede il Pin Agenzia Entrate.

I contribuenti che hanno già presentato la domanda di esenzione canone RAI 2017 con altro modello, devono ripresentare l'istanza, utilizzando il nuovo modello dichiarazione sostitutiva per chiedere esenzione canone tv.

 

Canone RAI 2017 novità e aggiornamenti:

Quando e quanto si paga di canone RAI 2017? Il pagamento del canone RAI 2017 è pari a 90 euro, il primo addebito in bolletta di energia elettrica arriverà a partire dal mese di gennaio a seconda del gestore luce. 

Come funziona per chi stipula un contratto luce entro novembre? Chi attiva un’utenza elettrica per la fine del 2016, ovvero, entro la fine del mese di novembre, gli verrà addebitato sulla prima bolletta del 2017, un importo pari a 120 euro, di cui 100 euro per il canone dovuto per l’anno 2016 e 20 euro per la la prima rata di canone Rai 2017.

Voltura luce per intestatario deceduto: costo 25 euro: i contratti di energia elettrica che risultano intestati a persone defunte, verranno volturati automaticamente a favore del coniuge sopravvissuto al costo di 25 euro.

Pagamenti parziali? Priorità alla componente energia elettrica: In presenza di momentanea difficoltà economica che rende impossibile pagare per intero la bolletta luce in cui sia stato addebitato il canone RAI + la componente energia elettrica,  l’Agenzia delle Entrate, ha chiarito che la priorità nei pagamenti va data alla componente elettrica, al fine di evitare il distacco per morosità della fornitura. Successivamente, l’utente, riceverà a parte l’addebito del canone + le sanzioni e gli interessi per il ritardato pagamento, senza rischiare la sospensione della corrente.

Ritardi non imputabili agli utenti: se il ritardato pagamento non è imputabile però al cliente, non verranno applicate le sanzioni per il ritardo. Nel caso in cui fossero addebitate, nella prima fattura o al massimo entro 45 giorni, verranno rimborsati al cliente, stesso procedimento di rimborso, per gli importi non dovuti.

Cosa succede se si dichiara il falso? Se il contribuente per non pagare il canone RAI in bolletta, decide di rendere una dichiarazione sostitutiva canone RAI falsa, è prevista una sanzione penale molto pesante, ossia rischia una condanna al carcere da 8 mesi a 4 anni, ai sensi del Dpr 445/2000 e dell’articolo 482 del Codice Penale, che fanno riferimento a “Falsità materiale commessa dal privato”.

Chi vive sulle isole come paga il canone RAI 2017? Gli abitanti delle 20 isole italiane servite da gestori di energia elettrica autonomi, dovranno pagare il canone RAI 2017 tramite f24 entro il 31 ottobre 2017. Tale procedura, riguarda tutti gli abitante delle seguenti 20 isole: Ustica, Tremiti, Levanzo, Favignana, Lipari, Lampedusa, Linosa, Merettimo, Ponza, Giglio, Capri, Pantelleria, Stromboli, Panarea, Vulcano, Salina, Alicudi, Filicudi, Capraia e Ventotene.

Canone Rai 2017 addebitato per errroe? Ecco come richiedere il rimborso canone RAI 2017.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili


Lascia un commento
Contatti