Detrazioni 2017 spese affitto: contratti di locazione e cedolare secca

Detrazioni 2017 spese affitto contratti di locazione cedolare studenti universitari, giovani e famiglie a basso reddito, per trasferimento per lavoro

Commenti 0Stampa

Detrazione spese affitto 2017 730 e Unico: è un'agevolazione che permette di scaricare dalle tasse e quindi dalla dichiarazione dei redditi, gli oneri pagati nel corso del 2016 dalle famiglie e da chi ha la partita IVA per i canoni di locazione dell'abitazione principale, per l'alloggio dei figli studenti universitari, per le persone a basso reddito, per i giovani dai 20 a 30 anni che vivono in affitto e per i lavoratori che hanno trasferito o trasferiscono la propria residenza per motivi di lavoro. 

Vediamo cos'è e come funziona la detrazione e a quanto ammonta, quali sono i requisiti richiesti per accedere al beneficio e quali documenti servono per attestare la spesa e i canoni di locazione.

 

Detrazioni 2017 spese affitto:

Chi ha diitto alle detrazioni sulle spese per l'affitto? Le detrazioni 2017 affitto che spettano agli inquilini che affittano un immobile come abitazione principale sono:

  • Per tutti i tipi di contratto di locazione: 300 euro per chi ha un reddito complessivo che non supera i 15493,71 euro e 150 euro per i redditi tra 15.493,72 e 30.987,41 euro. Tali spese detraibili, devono essere indicate nel Rigo E1, Codice 1 del 730.
  • Contratti di locazione in cedolare seccca: 495,80 euro per i redditi non superiori a 15493,71 euro e 247,90 euro per quelli compresi tra 15.493,72 e 30.987,41 euro. Per fruire della detrazione affitto cedolare secca occorre compilare il Rigo E1 del 730/2017 e indicare il Codice 2.

 Sei il proprietario dell'immobile? Allora vedi le novità Legge di Stabilità 2017 dichiarazione affitto.

 

Detrazione spese affitto Studenti universitari fuori sede:

La Detrazione spese affitto 2017, riguarda la possibilità per i contribuenti di poter scaricare dalla dichiarazione dei redditi tramite modello 730 e Unico, le spese sostenute nel corso del 2016 per la locazione di immobili adibiti ad abitazione principale.

La normativa prevede 5 casi in cui la detrazione è permessa tra cui quella relativa agli studenti universitari.

Beneficiari: Studenti universitari che frequentano università in Comuni diversi da quelli della residenza e dal 2012 studenti fuori sede che frequentano università appartenenti a Paesi dell'Unione Europea.

Quanto spetta di detrazione affitto per studenti fuori sede? 

La detrazione spetta nella misura del 19% per un massimo di 2.633 euro e può essere scaricata anche se sostenuta dal genitore nell’interesse dei familiari a carico e anche se il contratto di locazione è intestato al genitore che provvede al pagamento del canone.

Pertanto, se il figlio è a carico dei genitori ed il contratto è intestato al figlio, la detrazione spetta ad entrambi i genitori al 50% mentre se il contratto è intestato al genitore la detrazione spetta al genitore al quale è intestato il documento di spesa.

Ma quali sono i requisiti per la detraibilità? In questo caso, le spese di locazione sono detraibili solo se vi è il rispetto di alcune condizioni che sono:

1) l'immobile in questione deve essere nello stesso comune in cui ha sede l'università frequentata dallo studente o almeno in un comune limitrofo.

2) l'immobile deve essere distante almeno 100 Km dal comune di residenza o in alternativa deve trovarsi in una provincia diversa. Per calcolare la distanza, occorre fare riferimento a qualsiasi via stradale o ferroviaria dalla città di residenza a quella in cui è situata l'università. Se almeno uno di questi collegamenti risulta uguale o superiore a 100 chilometri, la spesa affitto è detraibile dalla dichiarazione dei redditi.

Quali contratti di locazione sono ammessi all'agevolazione?

  1. Canoni di locazione relativi a contratti privati;
  2. Canoni relativi ai contratti di ospitalità;
  3. Atti di assegnazione in godimento o locazione, stipulati con enti per il diritto allo studio, università, collegi universitari legalmente riconosciuti, Onlus e cooperative.
  4. Per quali contratti di affitto non è permessa la detrazione? Per i contratti di sublocazione.

Compilazione 730 2017 detrazione affitto studenti universitari: La spesa per i canoni di locazione di studenti fuori sede va indicata nel Quadro E righi da E8 a E12 con il codice 18 "Spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede".

Compilazione Unico 2017 detrazione affitto studenti fuori sede: Quadro RP rigo RP18.

Hai bisogno di informazioni sull'ISEE Università 2016/2017?

 

Spese affitto detraibili 2017 terreni agricoli giovani sotto i 35 anni:

A chi spetta la detrazione? Dal 2014 grazie all'art. 5 del Decreto Competitività (D.L. n. 91/2014) è stata introdotta una nuova detrazione per i canoni di affitto dei terreni agricoli per i giovani sotto i 35 anni che siano coltivatori diretti o IAP, imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola.

Quanto spetta e qual è il limite massimo detraibile? La detrazione che spetta è pari al 19% sulle spese sostenute nel corso del 2016 per i canoni di affitto dei terreni agricoli, purché tali terreni siano diversi da quelli posseduti dai propri genitori. Il limite massimo detraibile è di 80 euro per ogni ettaro affittato fino ad un massimo di 1.200 euro all'anno.

Compilazione Unico e 730: modello 730/2017 rigo E82 indicare il canone massimo da portare a detrazione, nel modello UNICO invece la spesa per i canoni di affitto terreni agricoli va indicato nel rigo RP73.

 

Detrazione spese affitto Famiglie a reddito basso:

Le famiglie a basso reddito, che affittano una casa per adibirla a prima abitazione ma vivono in una condizione di disagio economico, spetta la detrazione spese affitto famiglie a basso reddito. Tale agevolazione, prevede per i contribuenti titolari di un contratto di locazione stipulato o rinnovato in base alla legge 431 del 9 dicembre 1998, una detrazione IRPEF pari a:

  • 300 euro per le famiglie con un reddito complessivo non superiore alla soglia di 15.493,71 euro;
  • 150 euro, se il reddito complessivo è superiore a 15.493,71 euro ma non superiore a 30.987,41 euro.
  • Superata la soglia di 30.987,41 euro non è prevista alcuna detrazione.

Si ricorda inoltre, che l'agevolazione è fruibile anche se il contratto di locazione è stato stipulato e automaticamente prorogato prima dell’entrata in vigore della Legge 431/1998 o se nel suddetto contratto non è indicato il riferimento alla Legge.

Come si indica la detrazione affitto nella dichiarazione dei redditi 2016? La detrazione spese affitto famiglie a basso reddito va indicata nel modello 730 2016 Quadro E71-E72 nel modello Unico 2016 Rigo RP71 – RP72.

 

Detrazione spese affitto Alloggi sociali, case popolari ATER:

Le spese di affitto detraibili 730 2016 e Unico per gli alloggi sociali, quindi case popolari ATER ex IACP e del Comune, è una nuova detrazione IRPEF che parte da quest'anno ai sensi dell'art. 7 del decreto sul Piano casa (D.L. n. 47/2014), in vigore per gli anni 2014, 2015 e 2016.

A chi spetta la detrazione sull'affitto degli alloggi sociali? Spetta ai titolari di contratti di locazione di alloggi sociali adibiti alla propria abitazione principale.

Quant'è la detrazione affitto alloggi sociali? E' pari a: 900 euro per i redditi complessivi fino a 15.493,71 e 450 euro per i redditi complessivi da 15.493,71 e fino a 30.987,41 euro.

Dove inserire la spesa nel 730 e Unico? La detrazione spese affitto alloggi sociali va indicata nel Rigo E1, Codice 4 nel modello 730 2016 e rigo E71 codice 4 modello Unico 2016.

 

Detrazione Canone convenzionato o concordato:

Sui contratti di locazione a canone concordato o convenzionato, ossia, quelli stipulati sulla base di specifici accordi locali tra le organizzazioni della proprietà edilizia e dei conduttori, spetta una detrazione delle spese di affitto pari a:

  • 495,80 euro per chi ha un reddito complessivo non superiore a 15.493,71 euro;
  • 247,90 euro, per i redditi tra 15.493,71 e 30.987,41 euro.

In questi casi la detraibilità sui canoni di locazione va indicata nel modello 730 Quadro E71-E72 nel modello Unico Rigo RP71 – RP72.

 

Spese detraibili affitto giovani tra 20 e 30 anni:

Per i giovani che vivono in affitto è prevista la detrazione IRPEF sui canoni di locazione in base al reddito.

Chi può beneficiare della detrazione? I giovani con un'età compresa tra i 20 e i 30 anni, a patto che casa locata sia diversa dall'abitazione principale dei genitori o di coloro cui sono affidati.

Quanto spetta? Per i giovani in affitto è prevista una detrazione Irpef fissa pari a 991,60 euro solo se il reddito complessivo non supera i 15.493,71 euro e solo per i primi 3 anni di canone di locazione.

Per quali tipi di contratti? Contratti 4+4, 3+2 e transitori. La detrazione va calcolata sull'intero anno o frazione di anno in cui la casa è stata adibita ad abitazione principale da parte del giovane affittuario.

Dove indicare la spesa sul 730 e Unico? La spesa per l'affitto di casa per i giovani inquilini va indicata nel Rigo E1, Codice 3 del 730 e nel Rigo RP71 – RP72 dell'Unico.

 

Detrazione spese locazione per Lavoratore che si trasferisce nel Comune in cui lavora:

Per il lavoratore che ha trasferito o trasferisce la propria residenza nel comune in cui lavora o i comuni limitrofi nei 3 anni prima a quello in cui richiede la detrazione è prevista la seguente detrazione: Euro 991,60 euro se il suo reddito complessivo non supera i 15.493,71 euro, oppure, Euro 495,80 euro se il reddito è compreso tra 15.493,72 e 30.987,41 euro.

Per poter fruire della detraibilità delle spese di affitto occorre il possesso dei seguenti requisiti da parte del lavoratore:

  • Trasferimento della propria residenza nel comune di lavoro o in un comune limitrofo
  • Che il nuovo comune si trovi ad almeno 100 chilometri di distanza dal precedente e comunque al di fuori della propria regione.
  • Trasferimento residenza nel nuovo Comune effettuata da meno di 3 anni dalla richiesta della detrazione. Ad esempio, se il trasferimento della residenza è avvenuto nel 2015, la detrazione verrà applicata in relazione ai periodi d’imposta 2015, 2016 e 2017.

Compilazione dichiarazione dei redditi 2017 per le spese di affitto del lavoratore che si trasferisce per motivi di lavoro rigo E72 del 730 poiché riservato alla documentazione delle spese sostenute per l’affitto di un immobile adibito a abitazione principale e nel Rigo RP71 – RP72 dell'Unico.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti