Detrazione canoni di locazione 2017 cedolare terreni alloggi sociali

Detrazione canoni di locazione 2017 730 e Unico importo e limiti di spesa affitto cedolare secca, terreni agricoli, alloggi sociali e studenti fuori sede

Commenti 0Stampa

Detrazione canoni di locazione 2017 730 e Unico: Le detrazioni fiscali, sono un’agevolazione, prevista dalla legge italiana, che consente ai contribuenti, tenuti o meno alla dichiarazione dei redditi, di presentare il modello 730 o il modello Unico, al fine di portare in detrazione o in deduzione determinate spese sostenute nel corso dell’anno precedente, in modo da scontare l'imposta dovuto.

Le spese di locazione, rientrano appunto tra le detrazioni IRPEF che possono essere scaricate dal reddito imponibile al fine di diminuire l’imposta dovuta. A seconda del tipo di contratto stipulato cedolare secca o alloggio sociale, e delle finalità della locazione dell’immobile o del terreno, la detrazione varia.

 

Detrazione canoni di locazione 2017: cos'è e come funziona?

La Detrazione canoni di locazione 2017 nel 730, deve essere indicate nel Quadro E della sezione V, chiamata “dati per fruire delle detrazioni per canoni di locazione”. 

Le spese di affitto detraibili, essendo annoverate nell’elenco delle spese che godono di una detrazione fiscale IRPEF; possono essere scaricate dalla dichiarazione dei redditi del contribuente, al fine di diminuire l’imposta IRPEF, addizionali e regionali, dovuta in base al reddito imponibile.

Tornando alla compilazione del 730 per le spese d’affitto, ricordiamo che la Sezione V Quadro E deve essere compilata dal contribuente che ha stipulato un contratto di locazione di un immobile destinato ad abitazione principale, e per il quale, gli spetta una detrazione che varia in funzione dell’ammontare del reddito complessivo.

In altre parole, minore è il reddito e maggiore è la detrazione, o viceversa.

Ovviamente, la suddetta detrazione fiscale, spetta a partire dal momento in cui l’immobile oggetto della agevolazione, viene adibito ad abitazione principale.

E’ importante inoltre ricordare che, nel caso in cui al netto delle detrazioni familiari a carico, la detrazione canoni di locazione, sia maggiore dell’imposta dovuta, lo Stato riconosce al contribuente un credito d’imposta da utilizzare per pagare altri tributi.

Sei invece il locatore? Allora leggi tutte le novità sull'esonero dalla dichiarazione dei redditti 2017 le spese affitto.

 

Detrazione locazione 2017 compilazione 730:

La detrazione locazione 2017, va indicata nella 730 nei righi E71 e E72 del Quadro E sezione V

In particolare, nel rigo E71 Quadro E modello 730/2017 , va indicato:

Colonna 1: il CODICE a cui si riferisce la detrazione sull’affitto in base all’elenco riportato nelle istruzioni compilazione 730 2017 Agenzia delle entrate, e che abbiamo provveduto a riportare subito dopo l’indicazione della colonna 3.

Colonna 2: il n° dei giorni per i quali si è goduto del contratto di affitto nel 2016. Ad esempio se è stato per tutto l’anno, vanno riportati 365 giorni;

Colonna 3: va indicata la percentuale di detrazioni a cui si ha diritto. Ad esempio 100% se si è unici intestati del contratto, 50% se è cointestato con un’altra persona.

I Codici locazione 730 colonna 1 del rigo E71 del modello 730 2017 sono:

  • Codice 1: è il codice riservato alla detrazione spese affitto di inquilini che hanno locato un immobile adibito ad abitazione principale, a prescindere dal contratto stipulato o rinnovato nel corso del 2016;
  • Codice 2: riguarda invece la detrazione per gli inquilini che hanno affittato un immobile adibito ad abitazione principale in cedolare secca;
  • Codice 3: è il codice da usare per i giovani di età compresa tra i 20 e i 30 anni che hanno locato un immobile adibito ad abitazione principale. In questo caso, la detraibilità dell’affitto, spetta per 3 anni a patto che l’immobile locato sia diverso dall’abitazione principale dei genitori;
  • Codice 4: va utilizzato dagli inquilini che hanno stipulato un contratto di affitto per un alloggio sociale adibito ad abitazione principale. Tale detrazione spetta solo per gli anni 2014, 2015 e 2016, per cui a meno che di una deroga, la dichiarazione dei redditi 2017, è l’ultima in cui detti soggetti possono portare a detrazione la spesa.

Rigo E72 Quadro E modello 730/2017 detrazione canoni di locazione, è riservato alla documentazione delle spese sostenute dal lavorore dipendente e assimilato, come ad esempio lavoro a progetto o cocco, per affittare l’immobile adibito ad abitazione principale, qualora sia stato trasferito per lavoro ad una sede di lavoro o in comune limitrofo, distante almeno 100 km dalla sua residenza, 

In questo caso, la detrazione è valida per i primi 3 anni dal trasferimento.

Per maggiori informazioni, leggi le istruzioni 730 Agenzia delle entrate.

 

Detrazione canoni di locazione 2017 importo:

Importo Detrazione canoni di locazione 2017, riguarda invece l’importo che spetta a seconda della detrazione e del reddito complessivo del contribuente che ha stipulato un regolare contratto di locazione per una casa adibita ad abitazione principale:

Importi detrazione canoni di locazione per fascia di reddito:

  • Rigo E1 Codice 1:
    • Redditi fino a 15.493,71 euro: spetta una detrazione pari a 300 euro;
    • Redditi tra 15.493,712 e 30.987,42: spetta un importo pari a 150 euro.
  • Rigo E71 Codice 2: 
    • Redditi fino a 15.493,71 euro: spettano 495,80 euro di detrazione sull’affitto;
    • 15493,72 e 30987,41 euro: la detrazione è di 247,90 euro.
  • Rigo E1, Codice 3:
    • Redditi fino a 15.493,71 euro: spettano 991,60 euro;
  • Rigo E1, Codice 4:
    • Redditi fino a 15.493,71 euro: spettano 900 euro;
    • Redditi tra 15.493,72 e 30.987,41 euro: 450 euro.
  • Rigo E72:
    • Redditi fino a 15.493,71 euro: spettano 991,60 euro di detrazione affitto; 
    • Redditi tra 15.493,72 e 30.987,41 euro: spetta un importo detrazione affitto pari a 495,80 euro.

 

Detrazione canoni di locazione 2017 terreni agricoli e studenti universitari furi sede:

La detrazione affitto terreni agricoli e quella per gli studenti universitari, rappresentano due particolari tipologie di spesa detraibile, in quanto per poter essere fruite occorre che nel primo caso essere coltivatori diretti o IAP, imprenditori agricoli professionali, nel secondo studenti universitari furti sede.

Vediamo quindi come funziona la compilazione della dichiarazione dei redditi 2017 spese canoni di locazione per i terreni agricoli:

Le spese per affittare un terreno agricolo da parte di IAP o coltivatori diretti, vanno indicate nel rigo E82. Per questa tipologia di spesa, il contribuente ha diritto ad una detrazione del 19% sulle spese di affitto terreni agricoli fino ad un massimo di 80 euro per ettaro e rispettando il limite di spesa di 1.200 euro.

Per quanto riguarda, invece, la detrazione affitto studenti universitari fuori sede, la spesa va indicata nei righi da E8 a E12 con il codice 18, ciò da diritto ad una detrazione pari al 19% sulle spese effettuate per questa voce nel corso del 2016, fino ad una massimo di spesa di 2.633 euro.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti