Permesso Soggiorno CE 2017 soggiornanti lungo periodo requisiti costi

Permesso Soggiorno CE 2017 per soggiornanti lungo periodo, ex carta di soggiorno, motivi per matrimonio figli e genitori conviventi, procedura rilascio

Commenti 0Stampa

Il Permesso di soggiorno CE 2017 per soggiornanti di lungo periodo ha sostituito a partire dall’8 gennaio 2007, la carta di soggiorno per cittadini stranieri. Questo tipo permesso di soggiorno ha come peculiarità quella di avere una scadenza illimitata, a tempo indeterminato e può essere richiesto solo da chi possiede un permesso di soggiorno da almeno 5 anni.

La domanda per il Permesso di soggiorno Ce va presentata presso gli uffici postali oppure, senza utilizzare il kit, ci si può recare presso i Comuni che offrono questo servizio o presso i Patronati.

Dal 9 dicembre 2010 è inoltre in funzione il sistema informatico di gestione delle domande per la partecipazione al test di conoscenza della lingua italiana che consente di ottenere il requisito fondamentale per il rilascio del permesso di soggiorno Ce.

 

Rilascio permesso di soggiorno: requisiti

Se già possiede un Permesso di soggiorno di lunga durataUna persona straniero può richiedere il Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, per sé e per i propri familiari, se al momento della richiesta possiede determinati requisiti:

  • Soggiorna in Italia da almeno 5 anni
  • Conoscenza dimostrabile della lingua italiana
  • Ha un reddito minimo pari all’importo annuo della pensione sociale 2017.

Per il cittadino straniero che presenta la domanda di Permesso di soggiorno CE anche per i familiari, il reddito richiesto segue quanto indicato nella tabella:

Il cittadino straniero da solo: Pari o superiore all’importo annuo dell’assegno sociale

Richiedente con uno o più familiari: Pari o superiore all’importo annuo dell’assegno sociale, aumentato del 50% per ogni familiare

Richiedente con due o più figli di età inferiore a 14 anni: Pari o superiore al doppio dell’importo annuo dell’assegno sociale

  

Permesso di soggiorno CE 2017:

Dal 2007, il Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, ha sostituito la Carta di soggiorno per cittadini stranieri, le caratteristiche principali di questo tipi di permesso di soggiorno possono essere così riassunte: 

Scadenza a tempo indeterminato

Validità del permesso come documento di identificazione personale per 5 anni, successivamente il titolare richiederne il rinnovo

Consente di entrare in Italia senza visto

Possibilità di lavoro con meno vincoli

Possibilità di fruire dei servizi e delle prestazioni della Pubblica Amministrazione

Consente di partecipare alla vita pubblica locale. 

Al cittadino straniero provvisto di un Permesso di soggiorno CE rilasciato da altro Stato membro dell’Unione Europea è consentito, inoltre, permanere in Italia oltre i 3 mesi per:

  • Svolgere attività economica come lavoratore regolare
  • Frequentare corsi di studio o di formazione professionale
  • Soggiornare: tale condizione è dimostrabile con il possesso di mezzi utili al proprio sostentamento e mediante la stipula di un’assicurazione sanitaria per l’intero periodo del soggiorno.

 

Permesso di soggiorno CE: familiari

I familiari per i quali il cittadino straniero può chiedere il Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo sono:

  • Coniuge maggiorenne non separato legalmente
  • Figli minori, anche del coniuge o nati fuori dal matrimonio
  • Figli maggiorenni a carico con invalidità totale
  • Genitori a carico

Importante: i familiari per i quali il cittadino straniero può chiedere il Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo sono gli stessi del ricongiungimento familiare.

Per i cittadini che fanno richiesta di permesso di soggiorno Ce anche dei familiari è obbligatorio allegare alla relativa domanda anche la fotocopia del certificato di idoneità alloggiativa.

  

Documenti per il rilascio del permesso di soggiorno CE:

Per richiedere il Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (ex Carta di soggiorno) è necessario compilare il kit per la compilazione della richiesta del Permesso che è reperibile gratis negli uffici postali abilitati. Per la compilazione della domanda bisogna seguire le indicazioni contenute nel kit e nella scheda “rilascio/rinnovo del Permesso di soggiorno”. 

Insieme al Kit  che contiene il modulo 1, la cui compilazione è obbligatoria mentre quella del modulo 2 va effettuata solo da chi ha un reddito o richiede un permesso per lavoro, deve essere presentata la seguente documentazione:

  • copia del passaporto o documento valido.
  • copia della dichiarazione dei redditi (il reddito deve essere superiore all'importo annuo dell'assegno sociale; per i collaboratori domestici (colf/badanti): esibizione dei bollettini INPS o estratto contributivo analitico rilasciato dall'INPS;
  • certificato casellario giudiziale e certificato delle iscrizioni relative ai procedimenti penali;
  • un alloggio idoneo documentato se la domanda è presentata anche per i familiari;
  • copie delle buste paga relative all'anno in corso;
  • documentazione relativa alla residenza e allo stato di famiglia.
  • bollettino postale di pagamento del permesso di soggiorno elettronico (€ 27,50);
  • contrassegno telematico da € 16,00.

Il costo della raccomandata è di € 30.

Il permesso di soggiorno UE non può essere rilasciato a chi è ritenuto pericoloso per l'ordine pubblico e la sicurezza dello Stato.

 

Richiesta permesso di soggiorno modulo domanda:

Il Kit di Poste, necessario per la richiesta di rilascio del Permesso di Soggiorno CE, contiene 2 moduli e le relative istruzioni. La compilazione del modulo 1 è obbligatoria mentre quella del modulo 2 va effettuata solo da chi ha un reddito o richiede un permesso per lavoro.

Se il permesso di soggiorno è richiesto anche per i familiari, il richiedente, deve spedire una busta e un modulo compilato per ciascuno componente, fatta eccezione per i figli minori di 14 anni.

Al compimento del 14° anno di età, al minore iscritto nel Permesso di soggiorno CE di uno o di entrambi i genitori sarà rilasciato un Permesso di soggiorno CE per motivi familiari.
Al compimento del 18° anno di età, al cittadino straniero con Permesso di soggiorno CE per motivi familiari sarà rinnovato il titolo posseduto o sarà rilasciato un Permesso di soggiorno CE per altri motivi (studio, lavoro, ecc.).

Una volta compilata la domanda, è possibile consegnarla solo presso uno degli uffici postali dotati di Sportello amico che provvederanno a rilasciare allo straniero la ricevuta che attesta la presentazione della domanda. Tale procedura, è dotata di requisiti di sicurezza e riporta i codici di accesso (Codice Assicurata e Codice Ologramma) con i quali è possibile verificare online in ogni momento nell’area riservata, lo stato di avanzamento della pratica.

In caso di richiesta di rinnovo del Permesso-Carta di soggiorno, è necessario inserire nella busta la fotocopia del permesso-carta di soggiorno da rinnovare o da aggiornare.

 

Quando non può essere richiesto?

Il Permesso di soggiorno CE non può essere richiesto per:

  • motivi di studio o formazione professionale e ricerca scientifica
  • Per soggiorni di protezione temporanea o per motivi umanitari
  • Per asilo o in attesa del riconoscimento dello status di rifugiato
  • Per possesso di un permesso di soggiorno di breve durata
  • A diplomatici, consoli e membri di rappresentanze accreditate presso organizzazioni internazionali di carattere universale

  

Cause revoca permesso di soggiorno:

Il Permesso di soggiorno CE può essere revocato dall’Autorità Italiana in caso di:

  • se ottenuto in maniera fraudolenta
  • espulsione
  • non sussistono più le condizioni valide per il rilascio
  • se ci si assenta dal territorio dell’Unione Europea per 12 mesi consecutivi
  • In caso di rilascio di un Permesso di soggiorno di lungo periodo da parte di un altro Stato membro dell’Unione Europea
  • se ci si assenta dall’Italia per più di 6 anni

 

Permesso di soggiorno CE costi 2017:

Il costo del Permesso di soggiorno CE 2017 per soggiornanti di lungo periodo (ex Carta di soggiorno) è il seguente:

  • 30,00 euro per l’assicurata a Poste Italiane.
  • 16,00 euro per la marca da bollo;
  • 30,46 euro  per il  permesso di soggiorno  – PSE 380, a titolo di contributo per la stampa del documento elettronico, da versare sul conto corrente postale n. 67422402 intestato a Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del Tesoro con causale "importo per il rilascio del permesso di soggiorno elettronico";

Tali importi, devono essere pagati direttamente in Posta al momento della presentazione della domanda di rilascio.

  

Rilascio permesso: requisito lingua Italiana

Dal dicembre 2010, per tutti i cittadini stranieri che richiedono il Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (ex Carta di soggiorno) viene chiesta la dimostrazione della conoscenza della lingua italiana almeno al livello A2 del Quadro Comune Europeo (livello “preintermedio”, ossia a metà strada tra il livello elementare” A1 e “intermedio” B1).

La dimostrazione di conoscere la lingua italiana può essere effettuata in diversi modi, alternativi fra loro:

  • Copia del diploma di scuola media o superiore solo se ottenuto in Italia o l’iscrizione all’università italiana
  • Copia dell’Attestato di conoscenza della lingua italiana di livello A2 o superiore rilasciato dopo un corso frequentato in un Centro provinciale per l’istruzione degli adulti (CTP).
  • Certificato ufficiale di conoscenza della lingua italiana di livello A2 o superiore rilasciato dopo un esame da uno dei quattro Enti certificatori (o da un soggetto con loro convenzionato) riconosciuti dal Ministero degli affari esteri e dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca
  • Tramite Test “ministeriale” di lingua italiana organizzato dalla Prefettura (livello europeo A2) appositamente per chi richiede il Permesso di soggiorno CE.

Importante: I cittadini stranieri che effettuano un semplice aggiornamento o duplicato del Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo non devono dimostrare la conoscenza della lingua italiana. 

 

Il TEST ministeriale:

La conoscenza della lingua italiana è un requisito fondamentale per poter ottenere il rilascio del Permesso di soggiorno Ce, e un o dei modi per poter dimostrare di possedere tale requisito è quello di superare il Test ministeriale.
Tuttavia, ci sono alcuni casi in cui non è obbligatorio fare il Test. 

1) Chi non deve fare il Test?

  • I figli con meno di 14 anni
  • Chi possiede un Certificato ufficiale di conoscenza della lingua italiana di livello A2 o superiore rilasciato da uno dei quattro enti certificatori riconosciuti dal Ministero degli Affari Esteri e dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, che sono:
    • IT Università di Roma Tre
    • PLIDA Società Dante Alighieri
    • CILS Università per stranieri di Siena
    • CELI Università per stranieri di Perugia
  • Chi possiede un Attestato di conoscenza della lingua italiana di livello A2 o superiore rilasciato dopo aver frequentato un corso di lingua italiana presso un Centro provinciale per l’istruzione degli adulti (CTP). 
  • Chi possiede un diploma di scuola secondaria di primo o secondo grado in un istituto scolastico appartenente al sistema di istruzione italiano o in un Centro provinciale per l’istruzione degli adulti (CTP). 
  • Chi frequenta un corso di studi presso una delle Università italiane statali o non statali legalmente riconosciute, o chi frequenta in Italia il dottorato o un master universitario. 
  • Chi è entrato in Italia come dirigente, professore universitario, interprete e giornalista in base all’articolo 27 del Testo Unico Immigrazione
  • Chi ha gravi e certificate limitazioni alla capacità di apprendimento linguistico per età, patologie o handicap 
  • Chi presenta una richiesta di aggiornamento del Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo. 

2) Chi deve fare il Test?

I cittadini stranieri che fanno richiesta di Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo devono fare il Test se non rientrano nelle categorie sopra elencate e se non riescono a organizzarsi per ottenere un Attestato o un Certificato che attesti la conoscenza della lingua italiana

 

3) Come si fa ad iscriversi al Test?

Il cittadino straniero che per chiedere il Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, sceglie di sottoporsi al Test ministeriale, deve prima fare la richiesta di Permesso di soggiorno CE e poi effettuare l’iscrizione sul sito del Ministero dell’Interno e compilare la domanda per fare il Test entrando nella propria area riservata (con email e password).

La documentazione necessaria al momento della domanda online per il Test è avere:

  • Permesso di soggiorno attuale
  • documento di identità
  • i dati di residenza
  • domicilio

Dopo aver compilato la domanda per fare il Test, la Prefettura della Provincia competente per il domicilio del cittadino straniero, riceve la domanda, effettua i controlli, ed entro 60 giorni comunica per lettera al cittadino il Centro per l’istruzione degli adulti (CTP) dove si svolgerà il Test, la data e l’orario.

Il cittadino straniero dovrà pertanto presentarsi all’appuntamento per fare il Test, portando con sé la lettera della Prefettura e un documento di identità in corso di validità.

Per superare il Test il cittadino straniero deve ottenere almeno l’80% del punteggio complessivo. Se l’esito del test è positivo, la sua richiesta del Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo va avanti automaticamente.

 

Siti web di riferimento ufficiale per il Permesso di soggiorno CE soggiornanti di lungo periodo

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili


Lascia un commento
Contatti