Cessazione attività commerciale 2017 come chiudere Inps Inail IVA?

Come chiudere e cessare un'attività commerciale? Una ditta individuale, autonoma, artigiana o società e come fare domanda indennizzo INPS e sanzioni

Commenti 1Stampa

Cessazione attività commerciale 2017: La chiusura di un'attività commerciale prevede per il titolare una serie di adempimenti fiscali che comprendono la comunicazione di chiusura Partita IVA, autocertificazione del Modello SCIA da presentare al Comune con le varie marche da bollo, comunicazione alla Camera di Commercio, chiusura posizione Inps, Inail e Iva oltre al disbrigo delle eventuali rimanenze di magazzino, disdetta del contratto di locazione ecc.

 

Cessazione attività ditta 2017 individuale o autonoma:

La cessazione attività commerciale 2017  è una procedura un po' complessa da disbrigare in quanto prevede che la chiusura attività avvenga in modo preciso e consono per tutti gli uffici competenti al fine di evitare sanzioni per qualche adempimento omesso.

La chiusura attività prevede quindi obblighi diversi a seconda che si tratta di una cessazione attività ditta individuale o di lavoro autonomo, o liquidazione società srl per esempio.

La cessazione attività commerciale ditta individuale e lavoro autonomo prevede gli stessi adempimenti chiusura partita Iva di un libero professionista, agente di commercio o altro tipo di attività.

La procedura di cessazione, in  questi casi, è molto semplice in quanto basta chiudere la posizione aperta con la Comunicazione Unica presso il registro delle Imprese, per cessare definitivamente tutte le altre posizioni Inps, Inail e Agenzia delle Entrate. Per coloro i quali, non è previsto l'obbligo di iscrizione all'Inps perché appartenente ad una determinata cassa di previdenza, l'adempimento previsto consiste nel comunicare all'ordine l'avvenuta cessazione dell'attività, trasmettendo la copia della chiusura partita Iva.

Per la cessazione attività commerciale aperta prima del 2010, anno di entrata in vigore della ComUnica, il titolare della partita IVA ditta individuale, artigiano o commerciante, professionista deve presentare all'Agenzia delle Entrate il modello AA9/11 compilato nelle seguenti modalità: per via telematica utilizzando modello online previa registrazione ai servizi telematici dell'Agenzia, modello cartaceo da presentare direttamente allo sportello, oppure, stesso modello spedito con raccomandata AR. Dopodiché con la ricevuta di chiusura attività, occorre presentarsi all'Inps, Inail e alla Camera di commercio per chiudere le relative posizioni. Oltre a tali comunicazioni, per la cessazione attività commerciale, occorre, presentare il nuovo modello SCIA 2017 al Comune. 

Per maggiori informazioni circa le modalità e procedure di chiusura Partita IVA per professionisti, società vi segnaliamo il nostro precedente articolo di approfondimento: chiudere partita IVA come fare cessazione quando, dove e costo.

 

Cessazione attività commerciale 2017 società, enti e associazioni

La cessazione attività commerciale 2017 società, enti e associazioni, che non hanno l’obbligo di iscrizione nel Registro delle Imprese o nel Registro delle notizie economiche e amministrative (Rea), possono procedere alla chiusura dell'attività presentando all'Agenzia delle Entrate il modello AA7/10 debitamente compilato entro 30 giorni dalla data di variazione/cessazione dell’attività.

La presentazione del modello, può avvenire telematicamente se si possiedono le credenziali di accesso Entratel o Fisconline tramite intermediario autorizzato, oppure, direttamente presso gli sportelli dell'Agenzia o per raccomandata A/r. Una volta, trasmessa la comunicazione di cessazione, è possibile procedere alla chiusura Partita Iva e delle posizioni Inps e INAIL.

 

Chiusura di una società di persone SAS e SNC:

La cessazione attività commerciale 2017 società di persone, prevede per la chiusura definitiva dei passaggi un po' più complicati rispetto alle ditte individuali e attività di lavoro autonomo.

Quando viene decisa la chiusura di una società di persone, possono verificarsi due ipotesi di procedura:

  1. cessazione attività commerciale con messa liquidazione società di persone che può essere richiesta solo nel caso di istanza di fallimento attività commerciale, sentenza che dichiara nulla la società in questione, volontà dei soci di procedere alla liquidazione, qualora la procedura sia prevista dallo statuto, impossibilità di conseguire l'oggetto sociale, mancanza di soci. La messa in liquidazione va redatta tramite atto notarile, che viene trasmesso dal notaio al registro delle Imprese e che serve ai soci per nominare l'eventuale liquidatore che avrà il compito di gestire i crediti e i debiti della società e di vendere i beni. Una volta completata la procedura di liquidazione, va chiusa la posizione Inps e Inail e successivamente al bilancio finale, va chiusa la Partita IVA all'Agenzia delle Entrate e cancellata la società al Registro delle Imprese.
  2. cessazione attività commerciale 2017 società di persone senza liquidazione: lo scioglimento dell'attività commerciale senza la mesa in liquidazione, avviene tramite atto notarile , sempreché non vi siano debiti da pagare a nome dei soci. La cessazione, deve avvenire con comunicazione all'Agenzia delle Entrate per la chiusura Partita Iva, all'Inail e all'Inps per la posizione previdenziale.

 

Cessazione attività commerciale e il modello SCIA:

La cessazione attività commerciale 2017 modello Scia, è un adempimento fiscale burocratico che serve per la Segnalazione Certificata di Inizio Attività, ossia, è un’autocertificazione che consente di iniziare, modificare e cessare un’attività produttiva sia artigianale, commerciale che industriale, senza dover attendere almeno 30 giorni per il cd. silenzio-assenso per effettuare l’esecuzione di verifiche e controlli preliminari da parte degli enti competenti come avveniva per la vecchia DIA e DIAP.

Il modello SCIA va presentato da tutte quelle imprese che intendono cessare l’attività commerciale nei seguenti settori:

  • Attività artigianali con e senza vendita diretta.
  • Attività di parrucchiere, estetista, tatuaggi ecc.
  • Commercio all’ingrosso di tipo alimentare o trasporto, prodotti agricoli o mangimi industriali animali e stabilimenti industriali.
  • Commercio al dettaglio anche elettronico, distributori automatici ecc.
  • Commercio al dettaglio alimentare su suolo pubblico, vendita al dettaglio di alimenti e bevande in manifestazioni, impianti sportivi, cinema, teatri, musei.
  • Bar, ristoranti  e circoli privati
  • Bed and breakfast, agriturismi, alberghi e mense.

 

Sanzione omessa comunicazione chiusura attività commerciale:

La comunicazione cessazione attività omessa prevede una sanzione per il mancato adempimento. Tale sanzione, deve essere versata dall'interessato tramite modello F24 a cui va allegata la comunicazione di cessazione d’ufficio della partita Iva o i modelli “F24 Versamenti con elementi identificativi” e “F24 Enti pubblici”, della sanzione per omessa presentazione della dichiarazione di cessazione di attività obbligatoria per legge. La dichiarazione omessa cessazione attività commerciale , prevede il pagamento di una sanzione che viene ridotta ad un terzo del minimo, qualora il contribuente versi l'importo entro 30 giorni dalla comunicazione di omesso adempimento fiscale. Ai fini di versamento sanzione omessa comunicazione cessazione attività commerciale 2015, va indicato nel modello f24 codice tributo 8120 Sanzione per omessa presentazione della dichiarazione di cessazione attività a seguito della comunicazione di cui all’art. 35, c. 15-quinquies del d.P.R. n. 633/1972.

Sanzione omessa comunicazione cessazione attività commerciale f24 elementi identificativi: Nel caso in cui, il contribuente scelga di utilizzare per il versamento della sanzione, il modello F24 Versamenti con elementi identificativi, il codice tributo 8120 va inserito nello spazio somme della colonna importi a debito versati, e indicare nella sezione Contribuente, i dati anagrafici e il codice fiscale mentre nella sezione Erario ed altro, il codice atto e l’anno di riferimento, rintracciabili all’interno della stessa comunicazione, nel campo tipo Indicare la  lettera R e lasciare vuoto il campo elementi identificativi.

Sanzione omessa comunicazione cessazione attività commerciale con modello F24 Enti pubblici: il contribuente deve indicare il codice tributo 8120, nella colonna importi a debito versati mentre nel campo sezione lasciare Erario (valore F), nel campo codice atto e il campo riferimento B sono invece valorizzati con il codice atto e l’anno cui si riferisce il versamento, il campo riferimento A va lasciato in bianco.

 

Domanda indennizzo INPS come funziona? Importo e requisiti e età:

La normativa indennizzo cessazione attività commerciale INPS prevede l'erogazione dell''indennità spetta in presenza dei seguenti requisiti

Per  lavoratori iscritti alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi da almeno 5 anni: 62 anni per gli uomini e 57 anni per le donne.

Tale somma di indennizzo, verrà quindi corrisposta fino al raggiungimento dei requisiti per la pensione di anzianità.

Indennizzo esazione anticipata attività commerciale importo: L'importo dell'indennità spettante ad agenti e e commercianti, è pari a 500 euro mensili, previo accoglimento della domanda da presentare all'Inps per via telematica.

La richiesta può essere presentata entro il 31 gennaio 2017 con l'erogazione della prestazione a partire dal primo giorno del mese successivo alla data della domanda.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili


Lascia un commento
Contatti
Commenti 1

paola

16 novembre 2014 21:03

Buonasera.
Ho gradito particolarmente di questo articolo la CHIAREZZA.
Buonlavoro.