Cassa Integrazione in Deroga 2014: novità, nuovi requisiti e durata

Commenti 0Stampa

Cassa Integrazione in Deroga 2014: novità, nuovi requisiti e durata

Cassa Integrazione in deroga 2014 novità nuovo decreto e nuove disposizioni dal 4 agosto con requisiti di accesso più restrittivi per aziende e lavoratori, durata del sussidio ammortizzatori sociali in deroga di integrazione salariale che diventa:

2014: durata CIGD per massimo 11 mesi in tutto l'anno.

2015: durata cassa integrazione in deroga non più di 5 mesi nell'arco di tutto l'anno.

Il nuovo decreto ammortizzatori sociali in deroga cassa integrazione e mobilità è entrato in vigore dal 4 agosto 2014. Tra la altre novità introdotte dal Governo Renzi, ricordiamo anche la riduzione e il taglio del cuneo fiscale 2014, con il bonus Irpef 80 euro 2014 lavoratori in cassa integrazione che viene erogato in automatico dall'INPS a partire dal mese di maggio fino al 31 dicembre 2014, per un totale di 640 euro, ossia 80 euro mensili.

 

Cassa integrazione in Deroga 2014 novità: requisiti, durata e importi

La cassa integrazione in deroga 2014 novità requisiti e durata, prevede requisiti di accesso più restrittivi per aziende e lavoratori. Infatti a partire dal 1 gennaio 2014, la cassa integrazione in deroga potrà essere concessa a lavoratori dipendenti e anche a operai impiegati e quadri che possano far valere almeno 12 mesi di anzianità lavorativa mentre sono esclusi gli apprendisti e ovviamente i professionisti. A partire dal 4 agosto la durata cassa integrazione in deroga sarà di 11 mesi per il 2014 e 5 mesi dal 1° genanio al 31 dicmebre 2015.

Cassa integrazione in deroga importi massimi e minimi 2014 INPS: L'Inps con la circolare n° 12 del 29 gennaio 2014, ha provveduto a pubblicare i nuovi importi 2014 per la cassa integrazione che sono:

Retribuzione inferiore o uguale a euro 2.098,04: indennità lorda euro 969,77 e netta in busta paga euro 913,14.

Retribuzione superiore a 2.098,04 euro indennità lorda in busta paga a euro 1.165,58 e netta euro 1.097,51.

Tali importi massimi e minimi Inps 2014 cassa integrazione, in base a previsto dall’art. 2, comma 17, della legge 28 dicembre 1995, n. 549, sono aumentati del 20% per i trattamenti di integrazione salariale concessi in favore delle imprese del settore edile e lapideo per intemperie stagionali.

Retribuzioni inferiori o uguali ad euro 2.098,04: indennità euro 1.163,72 lordi netti euro 1.095,76.

Retribuzioni sopra a euro 2098,04: indennità 1.398,70 euro lordi e netti 1.317,02 euro.

 

Cassa integrazione in Deroga 2014 corsi della regione:

La Legge di Stabilità con l’art. 4, comma 40, ha previsto la decadenza dell’indennità nel caso in cui il lavoratore in CIGS si rifiuti di partecipare ai corsi regionali di formazione o riqualificazione o non lo frequenti regolarmente senza giustificato motivo, fatta eccezione dei casi in cui la formazione e il corso abbiano luogo ad una distanza di più di 50 chilometri dalla residenza del lavoratore o comunque non sia raggiungibile con mezzi di trasporto pubblici mediamente in 80 minuti.

Qualora si verifichi una delle ipotesi sopra menzionate, l’Inps a seguito di specifica comunicazione, cesserà immediatamente l’erogazione dell’integrazione salariale per il lavoratore in CIGS e provvedendo al recupero delle somme già pagate per i periodi di non spettanza del trattamento.

 

Cassa Integrazione in deroga 2014 regione Lazio:

Cassa integrazione in deroga Lazio 2014: Addendum all’Accordo Quadro del 30/12/2013, sottoscritto in data 02/4/2014.

Addendum all’Accordo Quadro del 30/12/2013, sottoscritto in data 02/4/2014 da regione Lazio e le parti sociali, ha previsto che visto il perdurare della situazione di crisi economica, la cassa Cassa Integrazione in deroga Regione Lazio 2014 inizialmente autorizzata fino al 30 marzo venga prorogata al 30 giugno 2014. I criteri e le modalità per la presentazione della domanda per la concessione della cassa integrazione in deroga sono descritte sul sito della regione Lazio insieme ai nuovi accordi:

Accordo quadro cassa integrazione in deroga 2014 Regione Lazio.

Accordo proroga cassa integrazione in deroga regione Lazio fino al 30 giugno.

 

Cassa Integrazione in deroga regione Piemonte:

La Regione Piemonte e le parti sociali, alla luce del nuovo decreto ammortizzatori sociali 2014 2015 si sono incontrati in data 29 agosto 2014 per delineare un nuovo accordo quadro cassa integrazione regione Piemonte 2014-2015, alla luce delle disposizioni contenute nel Decreto Interministeriale n. 83473 del 1° agosto 2014. Durante questo primo incontro, le parti hanno convenuto sull'impossibilità di predisporre immediatamente un nuovo accordo cassa integrazione in deroga, dal momento che si è in attesa dei decreti applicativi INPS e Ministero del Lavoro.

Proroga cassa integrazione in deroga regione Piemonte 2014:

 

La nuova proroga è stata firmata il 30 giugno 2014, facendo seguito alle due proroghe precedentemente approvate che avevano prolungato la concessione degli ammortizzatori sociali fino al 31 marzo, e successivamente fino al 30 giugno 2014. Il nuovo accordo proroga cassa integrazione in deroga Piemonte 2014, estende la concessione fino al 31 agosto 2014. Per l’invio delle domande CIGS 2014 per le imprese ubicate nella regione Piemonte, per la modulistica, verbale di accordo, linee guida e istruzioni si rimanda al sito ufficiale della regione Piemonte.

  

Cassa Integrazione in deroga Regione Veneto:

La regione Veneto di concerto con le Parti Sociali, hanno provveduto a sottoscrivere il nuovo accordo cassa integrazione in deroga 2014 Veneto che ha previsto la possibilità di concessione del beneficio anche per le imprese industriali e artigiane di qualsiasi settore, le imprese del terziario, le cooperative, gli studi professionali e le aziende agricole, fino al 31 agosto 2014.

La Cassa integrazione in deroga regione Veneto, è concessa fino al 31 agosto 2014 per un massimo di 180 giornate lavorative, anche non continuative.

Per informazioni: Veneto Lavoro - Numero Verde 800 351 601 e per la procedura di consultazione sindacale in sede regionale: Direzione Lavoro della Regione Veneto - 041 279 5304 - 5332.

 

Cassa integrazione in deroga 2014 Toscana: nuovi requisiti

Cassa integrazione in deroga 2014 regione Toscana: l'assessore regionale al lavoro Gianfranco Simoncini ha tenuto un incontro con le parti sociali e l'INPS per discutere degli ammortizzatori sociali in deroga 2014 e per fare un'analisi della condizione lavorativa occupazionale nella regione Toscana, in attesa che il nuovo decreto interministeriale sia emanato Governo e che venga esaminato dalla Conferenza delle Regioni e Province autonome.  

In attesa dell'entrata in vigore delle nuove regole ministeriali per la concessione degli ammortizzatori sociali in deroga 2014 2015 Regione Toscana ha prorogato cassa integrazione in deroga 2014 fino al 31 agosto, lasciando invariate le modalità di accesso e di durata delle domande. Fino alla definizione delle nuove regole, ciascuna richiesta di Cig in deroga per l'anno 2014 non può essere inferiore a 15 giorni né superiore ai 3 mesi continuativi a lavoratore e comunque non può superare la data del 31 Agosto 2014. 

 

Cassa integrazione in deroga Lombardia 2014:

La Regione Lombardia e le Parti Sociali hanno sottoscritto l'Accordo Quadro per gli ammortizzatori sociali in deroga in data 5 agosto 2014. Tale accordo, prevede una nuova proroga della cassa integrazione in deroga anche per il 3° quadrimestre 2014.

Per scaricare il nuovo accordo proroga cassa integrazione Lombardia 2014 fino al 31 dicembre 2014 e avere gli utlimi aggiornamenti sul nuovo decreto ammoprtizzatori sociali 2014 2015 visitare il sito ufficiale della regione Lombardia.

 

Aggiornato il 3 settembre 2014 14:21

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili

Lascia un commento
Contatti