Carta d'identità elettronica costo 2017 dove come farla numero CIE

Carta d'identità elettronica 2017 Roma Milano Torino come si richiede rilascio costo, dove farla dove si trova numero documento firma digitale validità

Commenti 0Stampa

La Carta d’Identità Elettronica 2017 CIE è sia un documento di riconoscimento personale che certifica l’identità del soggetto titolare della tessera sia un mezzo di autenticazione per accedere ai servizi telematici messi a disposizione dalla Pubblica Amministrazione, all’interno di quello che è stato chiamato progetto POLIS volto a snellire e velocizzare la comunicazione tra lo Stato e i cittadini al fine di ridurre adempimenti superflui e inutili file agli sportelli pubblici grazie alla messa a punto di canali telematici ad hoc da parte dei vari Ministeri che hanno migrato sulla rete gran parte dei servizi da loro offerti.

 

Carta identità elettronica 2017 cos’è?

La Carta d’identità elettronica 2017 nasce come sperimentazione avviata dal Ministero dell’Interno già a partire dal 2000 coinvolgendo 156 Comuni di tutta Italia, a metà del 2012 la CIE è operativa con tempi e modalità diverse nei Comuni che a suo tempo hanno richiesto al Ministero dell’Interno, in ottemperanza a quanto previsto dall’articolo 9 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri numero 437 del 1999, la possibilità di erogare il servizio CIE.

La Carta di Identità Elettronica è di fatto una tessera in policarbonato le cui dimensioni ricordano quelle di una carta di credito o codice fiscale, sulla quale sono riportati in chiaro i dati personali dell’individuo:

  • Nome e Cognome, data e luogo di nascita;
  • Codice Fiscale;
  • Residenza e Cittadinanza;
  • Codice numerico del Comune di rilascio;
  • Data di Rilascio e Scadenza;
  • Firma Digitale del titolare;
  • Impronta Digitale;
  • Fotografia Digitalizzata;
  • Eventuale indicazione di non validità ai fini dell’espatrio;
  • Dati amministrativi del Servizio Sanitario Nazionale.

Tali informazioni, vengono memorizzate anche nel microchip e nella banda ottica presenti sulla tessera, al fine di consentire il controllo dell’identità del cittadino e per garantire l’inalterabilità dei dati. Quando il periodo di sperimentazione terminerà ufficialmente, la CIE consentirà, nell’immediato futuro, al cittadino di assolvere a numerose funzioni quali per esempio l’espletamento di pagamenti elettronici di:

  • multe;
  • bollette;
  • bolli auto;
  • ticket sanitari.

e in futuro più lontano, di prenotare visite ai musei, accedere alla propria cartella clinica e storia sanitaria, votare e molto altro ancora.

 

Dove si trova il numero documento?

Il numero del documento della carta di identità elettronica è inciso con il laser sia sul fronte che sul retro della tessera ed è composto da 7 numeri e due lettere finali per esempio AA. Sul fronte della CIE, il numero si trova precisamente sotto il logo che rappresenta l’Italia mentre sul retro è sotto l’ologramma metallizzato.

 

Dove richiederla e come farla?

Le modalità di richiesta e rilascio della CIE, la nuova carta d’identità elettronica 2017 sono le stesse di quelle previste per la carta d’identità cartacea, pertanto è necessario rivolgersi al proprio Comune di residenza e fare la consueta richiesta, la domanda deve essere accompagnata da un documento di riconoscimento valido da mostrare al dipendente pubblico per l’identificazione del richiedente. Non è necessario, invece, presentare alcuna fototessera in quanto le fotografie vengono acquisite tramite apposita strumentazione al momento del rilascio mentre è obbligatorio il consenso a far prelevare l’impronta del dito indice della mano sinistra.

Importante: al momento, solo alcune Anagrafi presenti nei Comuni, sono abilitate al rilascio della Carta d’identità elettronica pertanto si consiglia di rivolgersi direttamente all’anagrafe di competenza territoriale per verificare le possibilità di rilascio della CIE.

Il Comune in collaborazione con il Centro Nazionale dei Servizi Demografici, CNSD, sezione del Ministero dell’Interno, che assicura e garantisce la gestione unitaria del sistema di emissione della CIE, la funzionalità e la trasparenza e sicurezza dei processi di autenticazione e convalida delle informazioni anagrafiche, provvede ad emettere la CIE e rilascia per la sicurezza del cittadino, anche 3 codici personali segreti consegnati in busta chiusa:

PIN: numero identificativo personale segreto necessario per il riconoscimento dell’utente.

PUK: codice per sbloccare il PIN qualora si sbagli per 3 volte la digitazione o se si dimentica il proprio numero

CIP: per bloccare il PIN se la carta viene smarrita o rubata

 

Tempi di rilascio

Per le Anagrafi autorizzate, la Carta d’identità elettronica viene rilasciata in circa 20 minuti, solo in caso di problemi tecnici o di particolare affluenza, la consegna può essere rinviata nei giorni successivi alla domanda.

Le carte d’identità non deteriorate avente scadenza il 25.6.08, per legge sono prorogate di altri cinque anni, il timbro di proroga verrà apposto su richiesta da parte del cittadino gratuitamente da qualsiasi Municipio. 

 

Chi può richiedere la carta di identità elettronica?

La CIE, la nuova carta di identità elettronica può essere richiesta da tutti coloro in possesso di:

Cittadinanza Italiana

Residenza nei Comuni già serviti da tale strumentazione

Codice fiscale allineato con l’Indice Nazionale delle Anagrafi   

In caso di Furto della carta d’identità: il cittadino deve presentare agli sportelli la denuncia di furto resa alle autorità competenti (Commissariato di Polizia, Carabinieri) e un altro documento di riconoscimento.

In caso di Smarrimento della carta di identità: il cittadino deve presentare agli sportelli la denuncia di smarrimento che può essere resa, oltre che presso gli organi di Polizia e Carabinieri, anche presso lo sportello denunce del DUC ed esibire un altro documento di riconoscimento.

In caso di Deterioramento della carta d’identità: il cittadino deve sottoscrivere una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante l’avvenuto deterioramento del documento e presentare contestualmente il documento originale deteriorato. 

 

In quali paesi la carta d'identità elettronica è valida per l'espatrio?

La carta d'identità elettronica valida per l'espatrio, consente di entrare nei seguenti paesi senza passaporto:

Austria, Belgio, Bosnia, Repubblica Ceca, Cipro, Croazia, Danimarca, Egitto qui però la carta di identità deve essere accompaganata da 1 foto formato tesser da incollare su un apposito modulo consegnato sull'aereo o all'aeroporto di arrivo al momento dei controllii + 15 dollari per il visto, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gibilterra, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Macedonia per entrare nel paese occorre che la Carta d'identità sia accompagnata da un apposito tesserino rilasciato alla frontiera previo pagamento di circa  25,82 euro, Marocco C.I. accettata solo se il viaggio è organizzato, Malta, Monaco, Repubblica di Montenegro carta di identità accettata solo se la durata del soggiorno non è più di 30 giorni, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, in Romania la carta di identità è valida per l'espatrio solo se il soggiorno non è superiore ai 30 giorni, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera,  Tunisia e Turchia solo in caso di viaggio organizzato, Ungheria.

 

Quali documenti servono?

Per richiedere il rilascio della nuova Carta di Identità Elettronica 2017 servono i seguenti documenti:

  • Carta di identità scaduta o in scadenza, da presentare in caso di rinnovo della carta di identità.
  • Denuncia di furto o smarrimento resa presso le Autorità competenti, in caso di furto o smarrimento della carta di identità.
  • Documento di riconoscimento: passaporto, patente, libretto della pensione con foto, in caso di furto, smarrimento o distruzione della CI.
  • Dichiarazione sostitutiva di atto notorio 2017 attestante il deterioramento della carta d’identità, qualora la richiesta di carta d’identità sia a seguito del deterioramento della carta d’identità stessa.
  • Carta di identità deteriorata, in caso di deterioramento della carta di identità

La Carta di identità Elettronica va richiesta direttamente agli uffici dell’anagrafe del Comune di residenza che provvedono a verificare la documentazione e l’identità del richiedente per poi emettere la tessera entro circa 20 minuti dalla domanda di rilascio. Nel caso in cui si debba procedere all’acquisizione dei dati anagrafici l’emissione può avvenire in un secondo momento in modalità asincrona, entro le successive 24 ore. 

 

Rinnovo carta d’identità elettronica: quando?

Il rinnovo delle carte d’identità elettroniche segue le stesse modalità del rilascio per quelle cartacee non deteriorate aventi come scadenza un periodo successivo al 25.6.08, per le quali la Legge, ha previsto una proroga dei tempi di scadenza di altri cinque anni, in tal caso l’interessato o la persona delegata, deve recarsi all’Ufficio Anagrafico che provvede a certificare la proroga della scadenza apponendo il relativo timbro.

La carta di identità elettronica come per quella cartacea non si rinnova in caso di variazioni dello stato civile, residenza o della professione e può essere richiesto il rinnovo del documento 6 mesi prima della data di scadenza stessa.

Importante: è bene ricordare che in alcuni Paesi esteri, in particolare Bulgaria, Egitto, Macedonia, Romania, Svizzera, Croazia, Tunisia e Turchia, sono state riscontrate difficoltà nel riconoscimento delle carte d’identità prorogate. Pertanto, per evitare respingimenti alle frontiere, si consiglia ai viaggiatori diretti verso le destinazioni in questione, di munirsi di passaporto o di nuova carta d’identità. 

 

Carta d’identità elettronica costi:

Il costo della carta d’identità elettronica per il primo rilascio o rinnovo è di 25,42 euro.
Il Decreto del Ministero dell’Economia e Finanze del 16 febbraio 2007 fissa in 20 euro il rimborso in favore del Poligrafico dello Stato per i costi di emissione, cui si aggiungono 5,42 euro di Diritto fisso € 5,16 + Diritto Segreteria € 0,26.

 

Validità documento:

La validità della Carta di identità elettronica è uguale a quella della carta d identità cartacea tradizionale, ovvero, di 10 anni.

La validità della carta di identità varia in base all’età del minore, ovvero:

minori di 3 anni: CI e CIE validità di tre anni

minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni: CI e CIE validità di cinque anni

 

Minorenni: modulo domanda e documenti

Il rilascio della carta di identità elettronica minorenni prevede che lo stesso debba presentarsi agli sportelli dell’anagrafe comunale accompagnato da un genitore munito di documento di riconoscimento in corso di validità mentre per la richiesta di rilascio del documento valido per l’espatrio è necessario l’assenso di entrambi i genitori che devono recarsi in anagrafe, insieme al minore, per dare il proprio assenso e dichiarare l’assenza di cause che ostacolino l’espatrio.

In caso di assenza di uno dei genitori, è possibile dare il proprio assenso compilando il relativo modulo e allegando la fotocopia del proprio documento d’identità mentre in caso di rifiuto all’assenso da parte di un genitore, è possibile chiedere l’autorizzazione al Giudice Tutelare.

Importante: la Legge italiana impone che il minore di 14 anni italiano, anche se munito di carta d’identità valida all’espatrio, nel suo viaggio all’estero debba essere accompaganto da uno dei genitori o da chi ne fa le veci, o che venga menzionato, su una dichiarazione rilasciata da chi può dare l’assenso o l’autorizzazione e convalidata dalla Questura, il nome della persona, dell’ente, della compagnia di trasporto a cui il minore stesso è stato affidato.

A tal proposito, il Ministero dell’Interno con la circolare n. 15/2011, suggerisce l’opportunità di munirsi di un certificato di nascita con indicazione della maternità e paternità da esibire in caso di richiesta da parte delle autorità di frontiera, anche nel caso in cui il minore di 14 anni viaggi accompagnato da un genitore.  

Nel caso in cui il minore di anni 18 viaggi solo verso la Croazia: è tenuto a portare con sè un atto di assenso all’espatrio contenente i dati personali e la firma degli esercenti la potestà parentale, il motivo e la durata del soggiorno, il periodo di validità dell’atto di assenso e i dati dell’accompagnatore del minore. L’atto di assenso dovrà essere autenticato presso il Comune di residenza.   

  

Modulistica carta d'identità CIE per i minori di 14 anni:

Modulo di domanda carta d'identità elettronica minorenni fac simile da presentare allo sportello dell’anagrafe del Comune.

modello assenso espatrio in Croazia Fac simile: da presentare in caso di espatrio di minore non accompagnato dai genitori verso la Croazia.

Per la richiesta e rilascio carta di identità elettronica minorenni, occorre presentare la seguente documentazione:

Denuncia di furto o smarrimento resa presso le Autorità competenti, in caso di furto o smarrimento della carta di identità in corso di validità.

Documento di riconoscimento del genitore: passaporto, patente, libretto della pensione con foto.

Assenso dei genitori/tutore e Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà fac simile word e dei testimoni attestante l’identità del richiedente, in caso di richiesta di carta d’identità valida per l’espatrio per il minore.

Copia fotostatica del documento d’identità del genitore, in caso  di espatrio del figlio minorenne in assenza di uno dei genitori.

Autorizzazione eventuale del Giudice Tutelare, in caso di espatrio del figlio minorenne in presenza di diniego da parte di uno dei due genitori

Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante il deterioramento della carta d’identità.

Carta di identità deteriorata, in caso di deterioramento della carta di identità.

Carta di identità scaduta o in scadenza, in caso di rinnovo della C.I.

Per minori extra-UE presentare:

permesso di soggiorno in corso di validità

permesso di soggiorno scaduto con ricevuta della richiesta di rinnovo presentata entro sessanta giorni dalla data di scadenza del permesso precedente

contratto di soggiorno sottoscritto dalle parti presso lo Sportello Unico per l’immigrazione e nulla osta al lavoro subordinato rilasciato dallo stesso Sportello Unico e ricevuta della richiesta di rilascio del primo permesso di soggiorno, oppure

contratto di soggiorno sottoscritto dalle parti presso lo Sportello Unico per l’immigrazione e ricevuta della richiesta di rilascio del primo permesso di soggiorno per cittadino extracomunitario con mansioni di badante o colf in emersione dal lavoro clandestino in possesso di

nulla osta al ricongiungimento familiare rilasciato dallo Sportello Unico per l’immigrazione e passaporto con visto d’ingresso per ricongiungimento.

Modello di assenso per espatrio in Croazia, solo in caso di espatrio di minore italiano di 14 anni non accompagnato dai genitori verso la Croazia.

 

Carta di identità elettronica Roma costo:

La richiesta rilascio Carta di Identità Elettronica Comune di Roma può essere richiesta solo all’Anagrafe del Municipio VII Tel. 0669609333; per motivi tecnici o di particolare affluenza il rilascio del docuemnto non può essere a vista. Si ricorda inoltre che la carta di identità elettronica, ha validità di 10 anni e può essere rilasciata solo a residenti di Roma Capitale.

Ai fini di rilascio carta di identità elettronica Roma, il cittadino deve fare la richiesta direttamente all'ufficio preposto, dopodiché verificata l'identità dall’operatore di sportello e autorizzato il rilascio del documento elettronico, viene rilasciata una ricevuta che permette il ritiro della carta di identità elettronica. Ogni giorno, l'ufficio può accettare domande fino ad un massimo di n.15 carte di identità elettroniche.
Carta di identità elettronica Roma: costi

5,42 euro per il modulo di domanda che va acquistato direttamente allo Sportello della Tesoreria presso il Municipio;

20,00 euro da pagare allo stesso Sportello, dopo l’emissione della Carta

5,16 euro: costo della marca da bollo da pagare in caso di furto, smarrimento o deterioramento.

 

Carta di identità elettronica Milano:

la richiesta e rilascio Carta di Identità Elettronica Comune di Milano, può essere fatta solo all’Ufficio Servizio Anagrafe in via Larga 12. Per prenotare un appuntamento contattare l’apposito servizio al numero di tel. 02.02.02 (è aperto 24 ore su 24, tutti i giorni della settimana)“.

 

Carta di identità elettronica Torino:

La richiesta rilascio Carta di Identità Elettronica Torino, può essere richiesta solo all’Anagrafe centrale dal lunedì al giovedì dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 13:30 alle 14:30, il venerdì dalle 9:00 alle 12:00. Gli utenti possono utilizzare anche il servizio di prenotazione online, previa registrazione ai servizi telematici del Comune -TorinoFacile, indicando:

cognome, nome, data e luogo di nascita, indirizzo di residenza in Torino, codice fiscale e recapito telefonico o email.

Il giorno dell'appuntamento per la domanda di carta di identità elettronica Torino, l'utente deve esibire la seguente documentazione:

  • carta d'identità: scaduta, in scadenza o deteriorata.
  • cartà di identità smarrita o rubata: denuncia resa presso la Polizia o Carabinieri.
  • permesso o carta di soggiorno in corso di validità: in caso di cittadini extracomunitari.
  • euro 21,21 in contanti per il costo rilascio carta di identità elettronica.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti