Carta famiglia 2016? Cos'è come funziona nuovo bonus famiglie numerose

Carta famiglia 2016 cos'è e come funziona? Requisiti ISEE bonus 3 figli minori modulo domanda Comune quanto a chi spetta card sconti famiglie numerose?

Commenti 0Stampa

Carta famiglia 2016, card sconti per nuclei familiari con almeno 3 figli minori, è questa una delle più importanti novità introdotte dalla Legge di Stabilità 2016 e approvata dalla Camera in ultima analisi. La carta, previa richiesta al Comune, da parte dei beneficiari servirà alla famiglia per ottenere sconti sui trasporti pubblici, sui servizi privati e pubblici che aderiranno all’iniziativa del Governo. La misura dello sconto con la carta famiglia, sarà in funzione dell’ISEE. 

Vediamo quindi quali sono le ultime novità, modifiche e conferme previste nella nuova Manovra, e cos’è e come funziona la nuova agevolazione per le famiglie numerose, come e quando sarà possibile fare la domanda del bonus, e a cosa serve la card sconti.

Aggiornamento 9 agosto 2016: al momento la carta famiglia, così come prevista dalla legge di Stabilità, non è stata confermata dal Governo.

Attualmente, le famiglie con più di tre figli, già beneficiarie dell'assegno terzo figlio, possono richiedere l'assegno quarto figlio 2016 INPS, ossia, un bonus da 500 euro per sostenere gli acquisti.

Tra le ultime novità, c'è però la possibilità di richiedere a partire dal 2 settembre, la nuova Carta SIA 2016, Sostegno Inclusione Attiva e i nuovi aiuti famiglie 2017.

 

Carta famiglia 2016 cos'è? Come funziona?

La nuova carta famiglia 2016 è un nuovo bonus famiglie numerose introdotto dalla Legge di Stabilità 2016 che prevede il rilascio di una card sconti per i nuclei familiari con almeno 3 figli minori a carico. Tale agevolazione, verrà riconosciuta solo dopo aver presentato al Comune di residenza, l'apposito modulo domanda, consegna del relativo modello ISEE 2016 e pagamento dei costi per l'emissione della card elettronica.

Una volta rilasciata la carta, la famiglia, ovvero, i singoli componenti avranno diritto a ricevere sconti su abbonamenti famiglia per servizi di trasporto, culturali, sportivi, turistici ed altro, sconti su servizi privati e pubblici che aderiranno all'iniziativa, e partecipare a gruppi di acquisto GAS, gruppi di acquisto solidale nazionali e GAF, gruppi di acquisto familiare.

 

A chi spetta la carta famiglia 2016? Requisiti e ISEE:

A chi spetta la carta famiglia 2016? Per il momento si sa solo che, i requisiti carta famiglia 2016, sono:

  • Essere cittadini italiani o stranieri, residenti in Italia;
  • Essere un nucleo familiare numerose con almeno 3 figli minori a carico residenti in Italia anche se stranieri. Ricordiamo che in base all'attuale legge, i figli sono considerati fiscalmente a carico, indipendentemente dall'età anagrafica, se nell'anno precedente, non hanno posseduto redditi che concorrono alla formazione del reddito complessivo, oltre i 2.840,51 euro al lordo degli oneri deducibili. In una prima bozza della Legge di Stabilità, la card era invece destinata alle famiglie con 3 figli under 26.
  • Hanno un basso reddito ISEE: le soglie e la fasce di reddito che determineranno l'accesso al nuovo bonus, verranno stabilite da specifico decreto.

Importante: per conoscere nel dettaglio, la nuova misura, occorre aspettare la conferma definitiva da parte del Senato, e successivamente l'emanazione del decreto attuativo da parte del Ministero dell'Economia e del MISE che ne spiegherà i limiti reddituali, la misura degli sconti, quali saranno i servizi accessibili tramite card ed il modulo per richiedere il bonus sconti.

La carta bonus famiglie numerose 2016 inoltre sarà valida 2 anni dalla data di rilascio ed avrà un costo di emissione, ancora da definire, in base all'Isee con un decreto dei ministeri del Lavoro dell'Economia e dello Sviluppo che verrà emanato entro tre mesi dall'approvazione della misura.

 

Modulo domanda carta famiglia 2016 Comune: come e dove si richiede?

Domanda carta famiglia 2016 da quando?

La richiesta per ricevere la card, potrà essere presentata al Comune di residenza, solo dopo l'emanazione del decreto che attua la nuova misura.

Come e dove si richiede la family card? Al Comune di residenza:

Una volta confermata la misura ed emanato il relativo decreto, la card sconti famiglie numerose, dovrà essere richiesta autonomamente dai nuclei residenti in Italia anche se stranieri, solo se in possesso dei requisiti reddituali ISEE e se con 3 figli minori a carico.

Il Ministero dell'Economia di concerto con il Ministero dello Sviluppo Economico, successivamente, provvederà ad approvare un apposito Modulo domanda carta famiglia 2016 che dovrà essere compilato e consegnato al Comune di residenza o tramite Caf e Patronati, insieme al modello ISEE 2016.

Una volta rilasciata la carta della famiglia, sulla base dell’Isee, il nucleo familiare potrà ottenere sconti a servizi privati e pubblici che aderiranno all’iniziativa. 

 

A cosa serve la nuova carta famiglia?

A cosa serve la nuova carta famiglia 2016? La card sconti famiglie numerose con almeno 3 figli minori, serve in base all'ISEE ad usufruire di sconti per l'abbonamento famiglia per i trasporti pubblici, per ottenere sconti sull'acquisto di beni e servizi sia pubblici che privati che aderiranno all'iniziativa, bonus spesa, riduzione delle tariffe da parte di soggetti pubblici o privati, sconti sull'acquisto di biglietti e abbonamenti famiglia anche per cultura, sport e turismo, creazione di Gruppo di acquisto familiare GAF o di Gruppi di acquisto Solidali.

Cosa sono i GAS? Sono gruppi di persone che si uniscono per poter acquistare prodotti alimentari e non, direttamente dal produttore. In questo modo, le famiglie hanno la possibilità di risparmiare moltissimo sui costi della spesa, perché i prodotti sono acquistati all'ingrosso e in grandi quantitativi e perché si eliminano i costi dell'intermediazione e del trasporto. Se si desidera avere maggiori informazioni su quali sono i gruppi presenti nella Vs regione, provincia o Comune, o su come funziona un gruppo di acquisto solidale, è possibile visitare il sito ufficiale della Rete GAS, Gruppo di acquisto solidale.

Come funzionano i GAF, gruppi di acquisto familiare? I GAF, sono gruppi di acquisto formati da famiglie numerose e non, che si uniscono per ottenere accordi diretti con fornitori e produttori di prodotti alimentari che di uso comune. Lo scopo dei G.A.F. è quindi quello di ridurre i costi del prodotto, attraverso l'eliminazione dei vari passaggi della filiera.

 

Ultime novità e conferme Legge di Stabilità 2016:

Via libera alla legge di stabilità 2016, il Senato ha approvato in via definitiva il testo della nuova Manovra. Ma quali sono le ultime novità, conferme e modifiche?

Norme confermate: Tra le conferme l’abolizione della TASI dalla prima casa, fatta eccezione per quelle di lusso, eliminazione dalle clausole di salvaguardia, con la quale l’IVA e le accise non aumenteranno  partire dal 1° gennaio 2016, il canone Rai in bolletta elettrica, utilizzo del denaro contante con tetto a 3000 euro, fatta eccezione per i pagamenti INPS, PA e Money Transfer, per i quali rimane la soglia massima di 1000 euro.

Novità Legge di Stabilità e modifiche: tra le ultime modifiche apportate dalla Camera al testo della Manovra. ce ne sono due di particolare importanza, la prima riguarda la modifica della norma che consente la sospensione dei contenziosi amministrativi in merito alle concessioni di alcune spiagge, ad esclusione di quelle in Comuni e municipi commissariati o sciolti per mafia. L’altra novità riguarda le famiglie numerose, ovvero, i nuclei familiari con almeno 3 figli minori, e non fino a 26 anni come inizialmente previsto. Tale nuova misura, consiste pertanto, nella concessione da parte del Comune di una carta famiglia 2016 che servirà al nucleo familiare, ad ottenere sconti sui trasporti pubblici, sconti su servizi privati e pubblici, partecipare ai gruppi di acquisto come ad esempio i GAS.

Le altre misure approvate dalla Legge di stabilità per le famiglie:

  • Esenzione IMU TASI prima casa non di lusso, abolizione IMU terreni agricoli e imbullonati;
  • CANONE RAI 2016 in bolletta elettrica e diviso in 10 rate per un totale di 100 euro.
  • Prima casa in leasing 2016: possibilità di utilizzare il leasing immobiliare privati per l'acquisto o costruzione dell'abitazione principale. 
  • 730 PRECOMPILATO: non scatterà la sanzione per chi ha commesso errori sulla dichiarazione dei redditi precompilata 2015. 
  • PENSIONI: anticipato l'aumento della no tax area pensionati 2015 solo per gli over 75. La soglia esenzione passa da 7750 a 8000 euro. No alla riduzione degli assegni pensioni più basse, per effetto della deflazione e no ai conguagli perequazione 2014.
  • RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: proroga fino al 31 dicembre 2016 del bonus ristrutturazioni edili e bonus mobili e giovani coppie con detrazione al 50% ed Ecobonus al 65%, il quale viene esteso anche alle spese domotica.
  • SALVA BANCHE: istituite 4 banche ponte per Cassa di risparmio di Ferrara, banca della Marche, banca popolare dell’Etruria e del Lazio, cassa di risparmio di Chieti. Inoltre per risarcire i clienti che hanno perso i risparmi perché investiti in obbligazioni molto rischiose, arriva il fondo interbancario dei depositi con risorse disponibili fino a 100 milioni di euro.
  • TETTO DENARO CONTATE 2016 a 3000 euro, rimane invece soglia 1000 euro per PA, INPS e Money Transfer.
  • MONETA ELETTRONICA anche per piccoli pagamenti sotto i 5 euro.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili


Lascia un commento
Contatti