Car sharing cos'è come funziona? Costi tariffe 2017 Roma Milano Torino

Car sharing è il servizio di noleggio auto per privati e aziende con molti vantaggi compresa la deducibilità fiscale costi e tariffe Roma Milano Torino

Commenti 0Stampa

Il car sharing è un nuovo servizio messa a disposizione dai Comuni per il trasporto individuale condiviso e sostenibile che consente di spostarsi con un veicolo a scelta tra un'auto utilitaria o un furgone 24 ore su 24 per 365 giorni all'anno.

Inoltre, nel costo delle tariffe orarie e chilometriche car sharing  è incluso il carburante, l'assicurazione e il bollo mentre il costo di abbonamento è deducibile al 50% per le aziende e Partita IVA. 

 

Car sharing cos'è e come funziona?

Il car sharing è un servizio noleggio auto in città in abbonamento annuale riservato a privati cittadini, professionisti e autonomi con partita IVA o aziende con meno o più di 15 dipendenti. Tale servizio, consente quindi di noleggiare un'auto o un furgone da un'ora fino ad un massimo di 3 giorni, compresi il sabato, la domenica e i festivi. Per utilizzare il car sharing messo a disposizione dai Comuni di Italia e a Roma, Milano, Torino e Genova, è necessario quindi versare un deposito cauzionale che viene restituito al momento del recesso del contratto di car sharing, sottoscrivere il contratto di abbonamento annuale e utilizzare il servizio di prenotazione online, telefonica o app attivo 24 ore su 24 per richiedere a noleggio la macchina prescelta, indicando i propri dati, la città, il parcheggio di prelievo e la data e l'ora di riconsegna del veicolo. Il servizio di car sharing, consente pertanto di utilizzare un'auto solo quando serve e a tariffe e costi ridotti rispetto alle grandi società di noleggio veicoli, e in tempi veloci e senza attese.

 

Car sharing per chi è e quali vantaggi?

Il car sharing nato per la mobilità sostenibile e il trasporto condiviso, al fine di ridurre traffico, smog e abbattere i costi fissi e di manutenzione dovuti dal possedere una macchina propria, è un servizio rivolto ai privati cittadini, liberi professionisti e imprese e aziende.

Il car sharing offre molti vantaggi tra i quali avere a disposizione un veicolo solo quando serve, quando ci sono i blocchi del traffico, entrare in zone ZTL, per chi percorre meno di 10.000 km all'anno, per chi ha problemi di parcheggio. Inoltre, grazie ai vantaggi offerti dalle Amministrazioni Comunali, chi richiede un'auto in car sharing offre la gratuità per la sosta tariffata, parcheggi di scambio gratuiti, autorizzazione al transito nelle zone interdette durante giornate a targhe alterne o giornate chiuse al traffico e utilizzo delle corsie preferenziali così come regolamentato per il servizio taxi.

 

Deducbilità costi per aziende e imprese:

Il Car Sharing dal punto di vista della deducibilità fiscale dei costi di noleggio e abbonamento per le aziende e società che utilizzano il servizio al posto o contemporaneamente alla propria flotta aziendale, è fiscalmente deducibile di almeno il 50%. I vantaggi car sharing per le aziende, sono notevoli visto le modifiche introdotte dalla Legge di Stabilità 2014 circa i limiti di deduzione costi auto per Partita IVA passato al 20%.

Inoltre, nelle tariffe car sharing sono compresi i costi di manutenzione, bolli auto, assicurazione, parcheggio e anche il carburante. Per cui, i vantaggi per le aziende e liberi professionisti, di utilizzare il car sharing è che le fatture sono fiscalmente deducibili, è sempre possibile disporre un’auto per i propri dipendenti in modo pratico e flessibile, senza doverne acquistare una, tutte le spese quali assicurazione, manutenzione, tasse automobilistiche e costi di riparazione sono a carico del consorzio Carsharing.

 

Servizio di noleggio auto condiviso come funziona?

Il car sharing funziona come un noleggio qualsiasi con la differenza che la prenotazione del veicolo prescelto, che può essere una city car come una Panda, una Giulietta o un furgoncino, può essere effettuata da privati cittadini, liberi professionisti con Partita IVA o aziende a tariffe ridotte e da un minimo di un'ora ad un massimo di 3 giorni, anche senza usare la carta di credito, visto che il pagamento del noleggio può essere addebitato sul conto corrente bancario o postale della persona che si abbona.

Pertanto, il car sharing funziona così, ci si registra online e si sceglie il tipo di abbonamento che si vuole sottoscrivere, si versa il deposito cauzionale e il costo dell'abbonamento annuale o trimestrale, e si prenota l'auto prescelto nel parcheggio più vicino. L'auto deve essere prelevata e riconsegnata allo stesso parcheggio, e va prenotata fino ad un minimo di 15 minuti prima dell'orario di utilizzo, contattando il call center dedicato, online o tramite app car sharing. Il costo di utilizzo in base alla tariffa oraria e chilometrica, viene poi addebitata sul conto corrente o sulla carta di credito. L'auto va poi riconsegnata e parcheggiata nel posto dove si è prelevata, qualora il posto auto fosse occupato, è necessario parcheggiare il più vicino possibile alla sosta car sharing, avvisando il call center della nuova posizione del veicolo. Dal momento poi, che il car sharing è un servizio condiviso con altre persone, il cliente deve rispettare semplici ma attente regole di buon comportamento, come il divieto di trasportare animali e di fumare nell'abitacolo, e riconsegnare l'auto con almeno 1/4 di serbatoio pieno.

L'inosservanza di tali regole, viene punita con l'applicazione di un addebito a chi per ultimo ha utilizzato la vettura, che è pari a 25 euro per i costi di pulizia. Per questo motivo, è molto importante osservare le regole e verificare prima e dopo aver utilizzato l'auto, che sia pulita e che non siano presenti danneggiamenti alla carrozzeria, ruote, interni ecc. Qualora presenti, il cliente deve segnalare il problema prima di utilizzare il veicolo, mediante il dispositivo elettronico a bordo dell'auto.

 

Car sharing costi e tariffe 2017 Roma, Milano e Torino

Il car sharing costi tariffe 2017 Roma, Milano e Torino riguarda appunto, il costo di abbonamento del servizio e le tariffe chilometriche e orarie che variano da comune a comune.

Car sharing costi e tariffe Milano: Il servizio car sharing nel Comune di Milano è effettuato dalla società GuidaMi che prevede un costo di iscrizione di 120 euro annuale IVA inclusa e una tariffa binaria, ossia, costo chilometrico + orario. Il tempo minimo di utilizzo del veicolo parte da un'ora mentre il massimo è di 72 ore consecutive. L'iscrizione car sharing è personale ma è possibile estenderlo anche ad altri familiari, in questo caso i costi del noleggio vengono addebitati a chi ha effettuato l'iscrizione. Per i costi Car sharing Milano, si consiglia di verificare le tariffe sul sito ufficiale per verificare anche le convenzioni e il regolamento.

Car sharing costi e tariffe Roma: il costo di abbonamento car sharing nel comune di Roma prevede un deposito cauzionale di 100 euro che viene rimborsato al momento della disdetta del contratto e la distinzione tra privato cittadino, famiglia e azienda business. Per cui c'è un abbonamento annuale per il cittadino che costa 101,63 euro, famiglia 152,55 e business 254,18 euro con tessere aggiuntive a 25,00 euro. Inoltre è prevista ala possibilità di provare per 3 mesi il servizio a 40,63 euro per tutte le 3 le tipologie di clienti. Il costo tariffe car sharing Roma è costituito dalla somma della tariffa oraria e la tariffa chilometrica.

Sono previste inoltre delle convezioni speciali per i dipendenti del Comune di Roma, Soci Touring club, dipendenti del Ministero dell'Ambiente, Soci Coop, Abbonati Metrobus e dipendenti aziende con mobiliti manager che scontano di 26,00 euro la tariffa di abbonamento annuo.

Car sharing Torino: Il servizio car sharing nel Comune di Torino è effettuato da CarCityClub in collaborazione con il comune. I costi di abbonamento car sharing Torino sono per i privati 59, euro all'anno per i privati cittadini, 100 euro annue per le aziende e 19,00 euro una tantum per i privati senza abbonamento. Anche qui, il costo delle tariffe per il noleggio dei veicoli in car sharing, è dato dalla somma della tariffa oraria con quella chilometrica costi abbonamento classico car sharing privato Torino, esempio costi car sharing aziende Torino.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti