Canone RAI 2017 esenzione non possesso tv invio entro il 31 gennaio

Canone RAI 2017 esenzione: autocertificazione non possesso tv da spedire entro il 31 gennaio all'Agenzia delle entrate per non pagare l'abbonamento tv

Commenti 0Stampa

Canone RAI 2017 esenzione, quale modulo autocertificazione occorre inviare? Il modulo da spedire è la dichiarazione sostitutiva di non possesso tv entro il 31 gennaio 2017 se si vuole fruire dell'esonero per tutto l'anno 2017, entro il 30 giugno 2017, per il secondo semestre luglio-dicembre 2017.

Vediamo quindi cos'è e come funziona il nuovo modulo autocertificazione Canone RAI esenzione per non possesso tv.

 

Come non pagare il canone RAI 2017?

I contribuenti per non pagare il canone Rai 2017 devono inviare all’Agenzia delle Entrate, un’autocertificazione per dichiarare il non possesso di un parecchio tv.

Il modulo autocertificazione canone rai, deve essere consegnato, spedito o inviato per via telematica, vedi come fare su disdetta canone RAI online.

La presunzione di possesso tv, infatti, secondo la riforma canone RAI, si instaura con la titolarità di un contratto luce sulla prima casa di residenza, per cui se il cittadino ha intestata una fornitura di energia elettrica per la casa in cui risiede, ha l’obbligo di pagare il canone RAI in bolletta. 

Il contribuente che invece ha si una fornitura luce intestata ma non possiede una televisione in casa, per non pagare il canone RAI 2017, deve inviare una specifica comunicazione all’Agenzia delle Entrate che a sua volta la rigirerà all’AEEG, al fine di non inserire la richiesta di pagamento e addebito del canone RAI nella bolletta della luce del contribuente.

 

Canone RAI 2017 esenzione: scadenza 31 gennaio 2017

Come non pagare il canone RAI 2017 se non si ha una televisione? Semplice, inviando un’autocertificazione di non possesso della televisione, entro la scadenza del 31 gennaio 2017. Tale autocertificazione, va spedita all’Agenzia delle entrate, con le modalità definite con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate. 

Una volta inviata la dichiarazione, questa ha validità 1 anno, ciò significa che se il contribuente continua a non possedere una tv, il prossimo anno dovrà ricordarsi di inviare un’altra autocertificazione per richiedere l’esenzione canone RAI.

Essendo stata abolita la disdetta canone RAI per suggellamento, gli unici contribuenti che nel 2017 sono esenti dal pagamento dell’abbonamento tv sono solo coloro che:

1) hanno un’età maggiore di 75 anni con redditi inferiori a 6.713,98 euro, soglia che dovrebbe essere portata a 8.000 euro; 

2) Coloro che non posseggono alcun televisore o altra apparecchio dotato di sintonizzatore, per cui sono escluse le tv analogiche, computer, smartphone ecc. a patto però che lo comunichino all’Agenzia delle Entrate entro il 31 gennaio 2017.

Le dichiarazioni di non possesso tv, inviate dal 1° febbraio al 30 giugno 2017, esentano, invece, dal pagare il canone Rai dovuto per il secondo semestre, per cui per i mesi che vanno da luglio a dicembre 2017.

 

Canone RAI come e dove spedire la richiesta di esenzione 2017?

Il modulo di esenzione canone RAI per non possesso tv, come già detto deve essere inviato entro il 31 gennaio 2017, per essere esonerati dal pagamento per tutto l'anno, oppure, dal 1° febbraio al 30 giugno, per esserlo per il secondo semestre, da luglio a dicembre 2017. 

Una volta pervenuta la richiesta di esenzione, l'Agenzia delle entrate, verifica l'autocertificazione inviata dal contribuente e lo comunica all'Acquirente unico, che entro il 31 gennaio deve fornire alle imprese elettriche, tutte le informazioni di cui dispone per addebitare l'imposto del canone RAI in bolletta luce.

Come e dove inviare la richiesta di esenzione 2017 canone RAI? Le modalità di spedizione dell'autocertificazione, sono state descritte nel provvedimento pubblicato in data 26 marzo 2016 dall'Agenzia delle Entrate, la quale ha provveduto a pubblicare il nuovo modulo e le istruzioni per compilare autocertificazione canone RAI.

Per inviare l'autocertificazione canone RAI esenzione, il contribuente può:

1) Presentare direttamente il modulo per via telematica utilizzando i servizi telematici Agenzia delle Entrate Entratel o Fisconline, qualora possieda le credenziali;

2) Presentare il modulo esenzione canone Rai 2017 per via telematica rivolgendosi agli intermediari autorizzati, i quali dovranno rilasciare copia delle ricevuta rilasciata dall'Agenzia, conservare la dichiarazione sostitutiva in originale + la copia del documento e conservare la delega per la trasmissione del modulo.

3) Nel caso in cui, l'invio del modulo in modalità telematica, non fosse possibile, il contribuente può spedire una raccomandata contenente l'autocertificazione + documento al seguente indirizzo: Agenzia delle entrate, Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti TV - Casella Postale 22 - 10121 Torino.

Canone Rai non dovuto e addebitato per errore sulla bolletta luce? Ecco come fare per chiedere il rimborso canone RAI 2017.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili


Lascia un commento
Contatti