Bonus giovani coppie bonifico, elettrodomestici mobili e casa

Bonus giovani coppie bonifico, elettrodomestici mobili e casa, requisiti detrazione spese Agenzia delle Entrate età coniugi e conviventi more uxorio

Commenti 0Stampa

Il bonus giovani coppie è l’agevolazione introdotta dalla precedente Legge di Stabilità che consente, in presenza di determinati requisiti, di ottenere uno sconto IRPEF sulle spese sostenute per acquistare mobili ed arredo, fatta eccezione per gli elettrodomestici.

In attesa di sapere se il bonus giovani coppie, sarà riconfermato per tutto il 2017, vediamo cos'è e come funziona, i requisiti richiesti secondo i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate, la detrazione di spesa spettante e il limite, nonché la causale bonifico per fruire dell’agevolazione.

 

Bonus mobili giovani coppie: cos'è e come funziona?

Il bonus mobili giovani coppie è una nuova agevolazione introdotta dalla Legge di Stabilità che va ad affiancarsi all’altro bonus mobili con ristrutturazione, già in vigore ma con requisiti simili ma diversi.

L’Agenzia delle Entrate, in merito a questo nuovo bonus, è andata quindi a chiarire con la recente Circolare 7/E 2016, il meccanismo di applicazione del bonus per le giovani coppie. 

Partendo quindi dalla normativa bonus giovani coppie, l’agevolazione introdotta dal comma 75 della Legge di Stabilità 2016 prevede per le giovani coppie che hanno costituto un nucleo familiare da almeno 3 anni come coniugi o come conviventi more uxorio, (ossia, come coppie regolarmente sposate o che convivono nella stessa casa senza essere sposate,) dove almeno uno dei due componenti, ha un’età inferiore ai 35 anni e siano titolari di un contratto di compravendita per una unità immobiliare adibita o da adibire come abitazione principale, la possibilità di fruire di una detrazione IRPEF sulle spese di acquisto dei mobili e degli arredi. Tale detrazione, da suddividere in 10 quote annuali di pari importo tra gli aventi diritto, è pari al 50% delle spese sostenute per acquistare arredi e mobili a partire dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016, fino ad un massimo di spesa pari a 16.000 euro.

Per il 2017, dobbiamo attendere l'approvazione definitiva del testo Legge di Bilancio 2017.

 

Bonus giovani coppie: requisiti detrazione spese

Le giovane coppie per poter fruire quest’anno delle detrazione 50% delle spese sostenute per acquistare mobili ed arredi, al fine di arredare l’abitazione principale acquistata, devono essere in possesso di determinati requisiti:

Nucleo familiare giovane coppia requisiti: ai fini di fruizione del bonus mobili giovani coppie, la coppia deve essere formata da un nucleo familiare costituito a una coppia di coniugi o di conveniente da almeno 3 anni. 

Nello specifico, la Circolare 7/E l’Agenzia delle Entrate chiarisce che, tale requisito temporale, ovvero, la costituzione del nucleo familiare da almeno 3 anni, è richiesto solo alle coppie conviventi di more uxorio. 

Per cui il bonus spetta: sia alla coppia coniugata che dimostri di essere sposata al 2016 che alla coppia convivente qualora dimostri di convivere da almeno 3 anni al 2016. Tale condizione, va dimostrata attraverso lo stato di famiglia o autocertificazione.

Età componenti giovane coppia: ai fini di riconoscimento del diritto a fruire del bonus mobili, occorre che almeno uno dei due componenti del nucleo familiare, abbia un’età inferiore ai 35 anni. Il requisito si intende soddisfatto anche qualora il compimento del 35° anno di età di uno dei due conviventi o coniugi, avvenga nel corso del 2016, a prescindere dal giorno del compleanno.

Acquisto unità immobiliare: per fruire del bonus, la giovane coppia deve dimostrare di aver acquistato nel corso del 2016 o al massimo nell’anno 2015, una unità familiare sia con contratto di compravendita che a seguito di successione o donazione dell’immobile, da parte di entrambi i coniugi o conviventi o di uno di essi. In quest’ultimo caso, il requisito si ritiene soddisfatto, quando l’acquisto oneroso o gratuito dell’unità familiare, avvenga da parte del componente con età inferiore ai 35 anni di età nel 2016.

Requisito abitazione principale: Un altro requisito per ottenere il bonus mobili giovane coppia, è quello di adibire l’unità familiare acquistata nel corso del 2016, o al massimo nel 2015, ad abitazione principale entro il 2016, ovvero, entro il termine per la presentazione del modello Unico 2017, per cui entro il 30 settembre 2017.

 

Bonus giovani coppie elettrodomestici, mobili e casa:

Acquisto mobili e arredo quali rientrano nell’agevolazione? Secondo i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate, le giovani coppie in possesso di tutti i requisiti richiesti dalla normativa per fruire del bonus giovani coppie elettrodomestici e mobili, hanno diritto alla detrazione 50% delle seguenti spese:

Acquisto mobili ed arredo: ad esempio letto, armadi, libreria, scrivania, comodini, divano, poltrone, sedie, tavoli materassi, lampadari ecc.

E gli elettrodomestici come il forno, lavatrice, frigorifero? No, tali grandi e piccoli elettrodomestici, non rientrano nel nuovo bonus. A differenza, infatti, dell’agevolazione del bonus mobili con ristrutturazione, i contribuenti possono detrarre anche le spese per l’acquisto dei grandi elettrodomestici, sostituiti a seguito di una ristrutturazione edilizia, per il bonus mobili giovani coppie, è esclusa tale possibilità.

L’acquisto dei mobili e degli arredi da parte della giovane coppia, inoltre, deve avvenire nel corso del 2016, deve riguardare mobili nuovi, per cui non spetta l’agevolazione se il mobile è usato o regalato ed occorre che al momento dell’acquisto, la coppia risulti già sposata o convivente da almeno 3 anni; mentre nulla vieta che l’abitazione, debba essere già acquistata al momento del pagamento dei mobili.

Ciò significa che se la compravendita si perfezione ad ottobre 2016 ed i mobili sono stati acquistati a maggio 2016, il bonus mobili giovani coppie spetta comunque a patto che l’unità immobiliare venga destinata ad abitazione principale entro la scadenza del 30 settembre 2017.

 

Bonus giovani coppie: bonifico causale, quanto spetta, limite di spesa

Quanto spetta di detrazione bonus mobili giovani coppie? Alle giovani coppie in possesso di tutti i requisiti, è rincresciuta una detrazione fiscale pari al 50% IRPEF sulle spese sostenute per acquistare mobili ed arredi per l’unità familiare adibita o da adibirsi ad abitazione principale. L’ammontare della detrazione, va poi suddivisa in 10 quote annuali di pari importo.

Limite spesa bonus mobili giovani coppie 2016: il tetto massimo di spesa che può essere detratta, è fino a 16.000 euro.

Come vanno pagati i mobili? Le diverse modalità di pagamento dei mobili ed arredi, che lue giovani coppie possono utilizzare, ai fini del bonus, sono tramite:

  • Bonifico bancario o postale: per i quali è obbligatorio indicare 1) nella causale bonifico bonus giovani coppie, la consueta dicitura usata da banche e Posta per tutti i bonifici relativi ai bonus di ristrutturazione e mobili fiscalmente agevolati, 2) il Codice fiscale del beneficiario della detrazione; 3) Numero di partita Iva o il codice fiscale del negozio o rivenditore. Ricordiamo inoltre che, su tali bonifici è dovuta una ritenuta d'acconto pari all'8%.
  • Carta di credito;
  • Carta di debito.

Le ricevute dei pagamenti e le fatture di acquisto dei mobili, riportanti la natura, qualità e quantità dei beni e servizi acquistati, valgono come documentazione fiscale da conservare.

Da chi devono essere pagati i mobili? Per fruire del bonus mobili giovani coppie, i mobili e gli arredi, possono essere pagati all’interno della coppia sia dal coniuge o convivente che ha un’età inferiore o superiore ai 35 anni, sia da chi risulta essere proprietario o meno. Detta detrazione 500% non è cumulabile con l’altro bonus mobili 2016 con ristrutturazione.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili


Lascia un commento
Contatti