Bollo libro giornale imposta bollatura marca da 16 e 32 euro f23 e f24

L’imposta di bollo per la bollatura libro giornale e libro inventari va applicata da 16 euro e 32 euro ogni 100 pagine da versare con f23 f24 o con marca

Commenti 0Stampa

Per il bollo libro giornale e libro inventari, il cui obbligo di bollatura e vidimazione è divenuto facoltativo nel 2001 con la semplificazione Tremonti che ha di fatto ridotto tale obbligo alla sola numerazione progressiva delle pagine, è stato modificato con le novità introdotte dalla Legge del 24.06.2013 n. 71.

Tali modifiche, hanno aumentato l’imposta di bollo in misura fissa a decorrere dal 26.06.2013 da 14,64 euro a 16,00 per  l’imposta dovuta per la bollatura del libro giornale, del libro inventari e per la vidimazione dei libri sociali e da 1,81 a 2 euro l’imposta marca da bollo su fatture e la marca di bollo su ricevute fiscali, d’affito e di associazioni.

  

Bollo libro giornale: marca da 32 euro ogni 100 pagine

Con aumento imposta di bollo a partire dal 26 giugno 2013, è previsto l’obbligo di applicare una marca da bollo da 32,00 euro ogni 100 pagine o frazione di 100 pagine, sui seguenti libri giornali e inventari tenuti da:

  • imprenditori commerciali individuali

  • società di persone

  • cooperative (comprese le banche popolari e le banche di credito cooperativo)

  • mutue assicuratrici

  • consorzi, enti e associazioni.

 

Bollo libro giornale: imposta bollatura da 16 euro ogni 100 pagine

E’ dovuta un’imposta di bollo su libro giornale da 16,00 euro per ogni 100 pagine e frazione di 100 pagine sia per la bollatura libro giornale che di libro inventari, ad esclusione dei libri sociali non rientranti nell’articolo 2214 del Codice civile. Pertanto, l’obbligo della marca da bollo da 16 euro è su: 

  • Libri soggetti a numerazione e bollatura: imposta di bollo di 16,00 euro per ogni 100 pagine 

  • Bollo libro giornale e sul libro degli inventari tenuti da soggetti diversi che assolvono in modo forfetario la tassa di concessione governativa per la bollatura e la numerazione di libri e registri a norma dell’articolo 23 della Tariffa allegata al D.P.R. n. 641/1972, ovvero: 

    • Società per azioni

    • Società in accomandita per azioni

    • SRL

    • Società consortili a responsabilità limitata

  • Su tutti gli altri libri soggetti a numerazione e bollatura, continua invece ad applicarsi una marca da bollo da 16,00 euro per ogni 100 pagine e frazione di 100 pagine.

 

Bollo libro giornale: quando esenzione imposta?

L’esenzione totale dall’imposta di bollo su libro giornale è prevista nei seguenti casi:

Formulari rifiuti trasportati

Registri di carico e scarico rifiuti

Cooperative edilizie, se all’Albo delle cooperative presso il Ministero dello Sviluppo Economico. In questo caso sul libro giornale deve essere indicata la seguente dicitura di esenzione: art. 66 commi 6 bis e 6 ter D.L. 331/1993 convertito con L. 427/1993;

ONLUS comprese le cooperative sociali sono esenti dalla marca da bollo

Associazioni e fondazioni di volontariato se iscritte nei registri regionali delle organizzazioni di volontariato, come da apposita dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante da cui risulti detta iscrizione e che l’associazione non ha scopo di lucro.

 

Bollo libro giornale F23: come si versa?

Le marche da bollo da 16 o 32 euro sul libro giornale, vanno applicate sull’ultima pagina numerata e fatte annullare dall’ufficio preposto. Il versamento dell’imposta di bollo libro giornale in alternativa può essere assolta tramite il pagamento con modello f23 Agenzia delle Entrate imposta di bollo libro giornale.

Il bollo giornale come si versa con l’F23? Per versare il bollo libro giornale con F23, il contribuente può scegliere di utilizzare il modello nella versione cartacea, versione in pdf o editabile.

Utilizzare l’f23 editabile per l’imposta di bollo libro giornale, è molto utile in quanto consente di scaricare gratis il modello e di compilare le diverse sezioni che lo compongono direttamente sul proprio pc e pagare e assolvere l’imposta mediante pagamento telematico home banking per le banche convenzionate a tale servizio.

Indipendentemente dalla versione di modello f23 utilizzato per il versamento del bollo libro giornale, l’F23 va compilato indicando nella sezione Ufficio o Ente, il codice “APD” e il codice della causale del versamento, ovvero, il codice tributo 458T denominato imposta di bollo su libri e registri. Dopodiché con la ricevuta di pagamento del modello f23 e il modello L2 vanno riportati e eallegati sull‘ultima pagina del libro o registro.

 

Imposta di bollo virtuale libri e registri modello f24:

Per consentire il versamento del bollo virtuale su libri,  documenti e registri emessi o utilizzati durante l'anno in un'unica soluzione entro 120 giorni dalla chiusura dell'esercizio, è stato ammesso il pagamento anche con il modello F24.

A tal fine, il contribuente deve indicare il relativo codice tributo:  2501 Imposta di bollo su libri, registri ed altri documenti rilevanti ai fini tributari, nella sezione Erario in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, con l’indicazione nel campo “anno di riferimento”, dell’anno d’imposta per cui si effettua il versamento, nel formato AAAA.

 

Bollo libro giornale omesso o insufficiente: quali sanzioni?

La mancata apposizione del bollo su libro giornale, quindi per omessa o insufficiente assolvimento dell’imposta di bollo obbligatoria, prevede l’applicazione di una sanzione ai sensi dell’articolo 25 del D.P.R. 642/72, come modificato dall’articolo 5 del D.Lgs. 473/97, che nello specifico prevede le sanzioni applicabili alle violazioni in materia di imposta di bollo.

 Il bollo libro giornale omesso o insufficiente, e in generale in tutti i casi in cui l’imposta di bollo non viene applicata sin all’origine sugli atti, documenti e registri di cui alla tariffa allegato A, parte prima, del D.P.R. 642/72, è punito con una sanzione amministrativa da 1 a 5 volte il tributo o il maggior tributo dovuto, oltre, naturalmente, al pagamento del tributo omesso. Tali sanzioni, sono applicabili sia per i soggetti che assolvono in modo forfettario la tassa di concessione governativa sulle vidimazioni che non.

Secondo le indicazioni dell’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 92/E del 22/10/01, l’imposta di bollo va assolta prima che i libri siano posti in uso, ossia prima di effettuare le annotazioni sulla prima pagina di ciascuno dei libri. Inoltre, per il libro giornale e il libro degli inventari le marche da bollo o l’imposta di bollo pagata con F23, devono essere applicate ogni 100 pagine.

 

Bollo libro giornale: entro quando va assolto?

Il termine per l’apposizione delle marche da bollo su libro giornale deve essere entro le suddette scadenze:

  • per il libro giornale tenuto con sistemi meccanografici, entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi.

  • per il libro degli inventari entro 3 mesi successivi al termine di presentazione della dichiarazione dei redditi ai fini delle imposte sui redditi.

 

Bollo libro giornale ravvedimento operoso:

In caso di omesso o insufficiente bollo libro giornale, i contribuenti possono rimediare alla violazione mediante l’istituto del ravvedimento operoso solo se tale irregolarità non è stat già contestata o notificata da parte dell’Amministrazione Finanziaria.

 Ai fini di ravvedimento operoso bollo libro giornale, il contribuente per mettersi in regola con il fisco deve versare il tributo dovuto, gli interessi di mora calcolati per ogni giorno di ritardo e la sanzione ridotta con percentuale diversa a seconda dei gironi di ritardo:

  • Bollo libro giornale ravvedimento operoso sprint: se il versamento dell’imposta di bollo avviene entro 14 giorni dalla scadenza prevista per l’assolvimento, si applica una sanzione ridotta dello 0,2% per ogni giorno di ritardo.

  • Bollo libro giornale ravvedimento operoso breve: se il versamento di quanto dovuto, avviene entro i 30 giorni, sanzione ridotta 3,00% da applicare per ogni giorno di ritardo + imposta dovuta e + interessi di mora. 

  • Bollo libro giornale ravvedimento operoso lungo: se la regolarizzazione avviene dal 31° giorno ma entro un anno dal parziale pagamento, si deve applicare una sanzione ridotta pari al 3,75%.

Pertanto, il contribuente per avvalersi del ravvedimento operoso imposta di bollo libro giornale, deve versare la sanzione con Modello F23 CODICE TRIBUTO 675T e calcolare interessi di mora a giorni nella misura del 2,5% con codice tributo 731T.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?



Lascia un commento
Contatti