Bollino blu auto 2017 obbligatorio con revisione ogni quanto va fatto?

Bollino blu auto 2017 moto è ancora obbligatorio con la revisione veicolo e va fatto ogni 2 anni se il mezzo è più vecchio di 4 anni costi e multa

Commenti 0Stampa

Il bollino blu auto 2017 è obbligatorio per tutti i veicoli a benzina, diesel, gas e metano compresi i ciclomotori e moto a prescindere da luogo di residenza del proprietario. La periodicità con cui deve essere eseguito il controllo dei gas di scarico segue quella della revisione periodica del mezzo quindi ogni 2 anni per veicoli che hanno più di 4 anni e per i veicoli nuovi dopo 4 anni dalla data di immatricolazione e successivamente ogni 2 anni.

Per cui se si acquista una nuova auto nel 2016 il primo bollino blu va fatto dopo 4 anni in concomitanza con la scadenza della prima revisione, ossia, nel 2020.

Per i ciclomotori invece la periodicità del bollino blu è ogni anno ma solo nel Comune di Roma.

 

Il bollino blu è ancora obbligatorio per auto e moto?

Il bollino blu auto è ancora obbligatorio per il 2017 ed è un certificato che attesta che il veicolo a seguito del controllo dei gas di scarico risulta in regola con i limiti fissati dalla legge sulle emissioni inquinanti.

Tale normativa, nel 2012 ha subito importanti modifiche con l'entrata in vigore del DL 05/2012 che ha di fatto cambiato le regole e le modalità con cui i proprietari di veicoli devono eseguire tale controllo.

Prima del 10 febbraio 2012, infatti, il bollino blu auto e dei veicoli in genere, doveva essere eseguito ogni 2 anni indipendentemente dalla revisione e solo in quei Comuni in cui era stata deliberata la sua obbligatorietà. Quindi il proprietario, aveva l'onere di portare il veicolo, entro la scadenza del precedente bollino blu, presso una officina autorizzata, ACI o alla Motorizzazione Civile, che a seguito del controllo sui gas di scarico rilasciavano un altro tagliando colorato adesivo da apporre sul parabrezza.

Tale tagliando, doveva poi essere apposto sul parabrezza dell'auto, per consentire la verifica della sua regolarità alle Autorità competenti.

Dopo il 10 febbraio 2012, quindi dopo l'entrata in vigore del D.L. 9 febbraio 2012, n. 5, “il controllo obbligatorio dei dispositivi di combustione e scarico degli autoveicoli e dei motoveicoli, deve essere effettuato solo al momento della revisione obbligatoria del mezzo e il tagliando adesivo non viene più rilasciato come certificazione dell'avvenuto controllo e superamento della verifica sui gas di scarico.

 

Quando farlo e ogni quanti anni?

Ogni quanti va fatto il controllo di gas di scarico dell'auto o della moto? Il bollino blu auto e moto va fatto alla scadenza della revisione periodica obbligatoria del veicolo, quindi:

Controllo dei gas di scarico ogni 2 anni per veicoli più vecchi di 4 anni.

Bollino blu auto nuove: dopo 4 anni dalla prima immatricolazione e successivamente ogni 2 anni.

Tale bollino blu auto, è obbligatorio per tutti i veicoli a benzina, GPL, gas e metano compresi moto e ciclomotori in concomitanza della revisione periodica obbligatoria ai sensi del Decreto n. 408 del Ministero dei Trasporti del 06/08/1998, che ha previsto per i nuovi autoveicoli e motoveicoli la prima revisione dopo 4 anni dalla data di prima immatricolazione entro il mese in cui è stata rilasciata la carta di circolazione poi, ogni 2 anni entro il mese in cui è stata effettuata l’ultima revisione.

Per cui se l'immatricolazione è 25 settembre 2016 la scadenza della prima revisione e quindi anche del primo bollino blu è entro il 30 settembre 2020, la seconda revisione e secondo bollino blu avranno scadenza settembre 2024.

Per le auto più vecchie di 4 anni, acquistate quindi ad esempio a gennaio del 2013 la prima revisione e bollino blu è da fare entro la scadenza del mese di gennaio 2017. 

Scadenza bollino blu ciclomotori, ogni anno Comune di Roma: è previsto per i proprietari di ciclomotori residenti all'interno del territorio di Roma Capitale, che la verifica dei controlli di gas di scarico avvenga ogni anno.

 

Quanto costa insieme alla revisione?

Il costo del bollino blu auto e moto è compreso nei costi per effettuare la revisione periodica obbligatoria del veicolo. Quindi per capire quanto costa dobbiamo vedere le tariffe applicate dai centri revisione auto autorizzati, dalle officine ACI e quelle della Motorizzazione Civile.

Costi revisione auto 2017: Nei centri di revisione auto, la revisione + bollino blu costa 64,80 euro comprensivi di 10,80 euro di diritti DTT. Presso le officine ACI il costo revisione + bollino blu è di 65,25 euro più 25 euro per i non soci e presso la Motorizzazione civile costi revisione e bollino blu 45 euro, a differenza però di Aci e centri autorizzati dove è possibile prenotare subito l'appuntamento per la revisione, per la Motorizzazione ci vuole un po' più di tempo visto che serve la compilazione del modulo domanda TT2100 da ritirare agli sportelli e la ricevuta del pagamento di 45,00 euro mediante Bccp n. 9001.

 

Dove si fa il bollino blu e cosa controllano?

Il bollino blu auto e moto 2017 si effettua insieme alla revisione del mezzo presso i centri autorizzati officine, Aci e Motorizzazione Civile.

Durante il controllo del veicolo, vengono presi i valori dei gas inquinanti quindi i livelli di emissione di monossido di carbonio per le auto a benzina, grado di opacità per i diesel, fattore lambda per le auto catalizzate.

Se tali valori rientrano nei limiti fissati dalla direttiva europea sulle emissioni inquinanti, il veicolo passa il controllo e revisione. Nel caso questi valori superino i limiti previsti dalla legge, occorre eseguire la necessaria manutenzione e ripetere la revisione.

 

Qual è la multa per chi non fa o non ha il bollino blu in regola?

La sanzione amministrativa applicata ai proprietari di veicoli che circolano in assenza del bollino blu auto è la stessa multa di chi non è in regola con la revisione periodica obbligatoria.

A questo tipo di violazione si applica l'articolo 80 del Codice della Strada che prevede una sanzione da 159 euro fino a 639 euro, raddoppiabile nell'importo se la revisione - bollino blu, sono stati omessi per più anni.

Oltre alla multa, è previsto anche il ritiro della carta di circolazione del veicolo con il permesso di raggiungere solo la propria abitazione mentre se il controllo avviene su autostrada, il veicolo con omessa revisione e bollino blu, viene sequestrato immediatamente senza possibilità del guidatore di poter rientrare alla sua residenza.

A partire dal 14 luglio 2014, c'è una nuova disposizione emenata dal Ministero dei Trasporti che riguarda la prenotazione delle revisione e bollino auto e moto.

Da tale data, infatti, i prorpietari di veicoli devono effettuare la prenotazione telematica obbligatoria della revisione attraverso il sistema informativo della Motorizzazione Civile.

L'obbligo è previsto sia per i centri auto autorizzati che ACI e Motorizzazione e prevede che l'esito dei controlli sia inserito dall'operatore che ha svolto la revisione dei veicolo entro 1 ora dal termine della verifica. Inserendo e aggiornando immediatamente nella banca dati della Motorizzazione, i dati del mezzo di trasporto e del proprietario, le autorità potranno verificare subito chi è in regola con gli obblighi di revisione periodica e chi invece no, e per quest'ultimi scatterà la sanzione prevista con la spedizione della multa direttamente a casa insieme alla comunicazione di blocco del libretto fino a quando non verrà eseguita la regolare revisione e bollino blu.

Tale normativa non è mai entrata in vigore.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili


Lascia un commento
Contatti