Acquisto casa costruttore 2017 proroga: Sconto IVA 50% come funziona

Acquisto casa dal costruttore 2017 proroga, cos'è come funziona sconto Irpef 50% dell'IVA pagata a chi spetta agevolazione requisiti detrazione esempi

Stampa

Acquisto casa costruttore 2017 con Sconto IVA 50%, la conferma della proroga dell'agevolazione pur non essendo stata inserita all'interno del testo definitivo della legge di Bilancio 2017, è stata auspicata da un emendamento di proroga incentivo accolto con raccomandazione dal Senato.

Ciò significa che la conferma della proroga del bonus acquisto casa costruttore arriverà con il primo provvedimento utile.

Il primo provvedimento utile, è arrivato con il decreto Milleproroghe 2017 che di fatto ha riconfermato l'agevolazione fino al 31 dicembre 2017.

Grande opportunità di risparmio quindi sia per chi deve acquistare la prima casa ma anche per chi possiede già una casa adibita ad abitazione principale ed intende comprare un seconda casa.

Vediamo quindi nel dettaglio cos’è e come funziona la detrazione IVA del 50% per chi acquista casa direttamente dal costruttore, cosa prevede l’emendamento e quali sono i vantaggi per i contribuenti a partire dal 1° gennaio 2017.

 

Acquisto casa costruttore 2017 proroga confermata:

L'agevolazione acquisto casa dal costruttore è stata prevista da un emendamento della scorsa Legge di Stabilità approvato dalla Commissione Bilancio della Camera. Tale emendamento, presentato da AP e PD, prevede all’Articolo 1, comma 30-bis– Detrazione dell’IVA per acquisti unità immobiliare:

una detrazione dall’IRPEF del 50% dell’importo corrisposto per il pagamento dell’IVA sull’acquisto effettuato entro il 2016 di abitazioni di classe energetica A o B cedute dalle imprese costruttrici. La detrazione è pari al 50 per cento dell’imposta dovuta ed è ripartita in 10 quote annuali. 

Conseguentemente, il Fondo per interventi strutturali di politica economica, di cui al comma 369, è ridotto di 18.4 milioni di euro per il 2017 e di 10.5 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2018 al 2026, ed è incrementato di 7,9 milioni per l’anno 2027.

Ciò significa che gli acquirenti che compreranno una nuova casa o una casa ristrutturata con classe energetica A o B, per cui altamente efficiente dal punto di vista energetico, avranno diritto ad uno sconto IRPEF pari al 50 per cento dell’IVA pagata.

Acquisto casa costruttore 2017 Legge: la detrazione IVA 50% è stata riconfermata in primis da una raccomandazione al Senato:

Il Senato,

in sede di esame del disegno di legge AS 2611 – recante Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2017 e bilancio pluriennale per il triennio 2017-2019, [...]

visti gli ultimi accadimenti politici impediscono la discussione parlamentare in merito alla proroga della misura che scade il prossimo 31 dicembre 2016,

impegna il Governo:

a prorogare, nel primo provvedimento utile, l'efficacia dell'articolo 1, comma 56, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 in relazione agli acquisti di abitazioni in classe energetica A e B effettuati fino al 31 dicembre 2019.

Per leggere l'emendamento di proroga incentivo accolto con raccomandazione dal Senato.

Poi, grazie al decreto Milleproroghe 2017 in approvazione definitiva alla Camera entro il 28 febbraio 2017, c'è la definitiva conferma della proroga Acquisto casa costruttore con detrazione IVA al 50% fino al 31 dicembre 2017.

«La detrazione - si legge nell'emendamento - è pari al 50 per cento dell'imposta dovuta sul corrispettivo d'acquisto ed è ripartita in dieci quote costanti nell'anno in cui sono state sostenute le spese e nei nove periodi d'imposta successivi», vedi proroga acquisto casa costruttore 2017.

Per avere maggiori informazioni, dobbiamo attendere i decreti attuativi.

 

Sconto IRPEF pari al 50% dell’IVA cos'è e come funziona, a chi spetta?

Sconto IRPEF pari al 50% IVA cos'è?

E' un'agevolazione casa che consente all'acquirente di ottenere una riduzione sensibile sui costi di acquisto dell'immobile ad uso abitativo.

A chi spetta la detrazione IVA 50% sull'acquisto della casa dal costruttore?

Lo sconto IRPEF sull'IVA spetta a tutti i contribuenti che acquistano una nuova casa o una casa ristrutturata direttamente dalla società di costruzione.

Per beneficiare dell'agevolazione, la casa deve rientrare in due specifiche categorie energetiche che sono A e B, e può essere adibita a prima casa o a seconda casa.

Come funziona la detrazione e quanto spetta di sconto?

Secondo l'esempio di Edilportale lo sconto Irpef pari al 50% dell'IVA per chi acquista nel 2016, 2017, 2018 e fino al 31 dicembre 2019, una casa ad alta efficienza energetica sia nuova che ristrutturata ha diritto ad una detrazione IRPEF pari al 50% dell'IVA. 

Per cui se si acquista un'abitazione che verrà adibita a prima casa, ad un costo per esempio di 200 mila euro, l'IVA al 4% dovuta sarà pari a 8.000 euro. Se la compravendita avviene direttamente attraverso il costruttore, si ha diritto ad uno sconto pari a 4000 euro, ossia, la metà dell'IVA pagata che viene rimborsata in 10 anni con rate di pari importo. 

Se si acquista invece un'abitazione come seconda casa sempre dalla ditta costruttrice ad un costo di 200mila euro, l'IVA applicata è pari al 10% e pertanto, l'acquirente deve versare 20.000 euro. La detrazione pari a 10.000 euro, viene rimborsata in 10 anni con rate di pari importo.

 

Altre agevolazioni acquisto casa:

Le altre agevolazioni casa 2017: oltre allo sconto Irpef per chi acquista casa direttamente dal costruttore, ci sono altre novità importanti sul tema della casa, tra queste:

  • Leasing prima casa che consente ai privati di stipulare contatti di locazione finanziaria per l'immobile scelto e concesso in leasing immobiliare da banche o intermediari, di adibirlo ad abitazione principale, fruendo così delle agevolazioni prima casa, e di riscattarlo a fine contratto.
  • Sisma bonus 2017, Ecobonus e bonus ristrutturazioni;
  • Ecobonus domotica 2017: detrazione IRPEF al 65% per chi nel corso del 2016, sosterrà spese per l'acquisto, installazione e messa in opera di impianti di sistemi integrati per il controllo digitale a distanza di riscaldamento, climatizzazione e acqua calda.
  • Ecobonus condomini ceduto alle imprese che effettuano i lavori di efficientamento energetico;
  • Riduzione IMU e TASI 50% sulle abitazioni principali concesse in comodato d'uso a parenti in linea retta entro il I° grado, a patto che non possiedono un altro immobile ad uso abitativo in Italia e che il contratto sia registrato. Le condizioni per il comodante invece sono, di aver adibito nel 2015 lo stesso immobile come abitazione principale e che non possieda un altro immobile ad uso abitativo in Italia. Esenzione invece per la casa assegnata al coniuge, alloggi sociali, abitazioni delle cooperative a proprietà indivise e case dei dipendenti delle Forze dell'Ordine.
  • Sconto IMU pari al 25% per i proprietari di seconde case che affittano l'immobile a canone concordato;
  • Bonus mobili 2017 per chi ristruttura casa a partire dal 2016 in poi.
  • Imposta di registro e agevolazioni prima casa: è possibile l'applicazione dell'aliquota agevolata imposta di registro pari al 2% anche se il contribuente acquista una nuova casa prima di vendere l'immobile oggetto di agevolazione prima casa.
COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili