Compilazione 730 anno 2017: guida istruzioni sezioni e quadri modello

Come si compila il 730 2017 redditi 2016? Istruzioni e guida su come compilare quadri sezioni della dichiarazione dei redditi lavoro dipendente e pensionati

Commenti 0Stampa

Compilazione 730 anno 2017 redditi 2016 per i contribuenti tenuti ad utilizzare il modello 730 per la dichiarazione dei redditi percepiti nel corso del 2016.

L’Agenzia delle Entrate, con specifico provvedimento, pubblicato ogni anno sul suo sito istituzionale, il modello definitivo per il 730 il cd. totalone modello 730 semplificato con allegato: il 730-1 per la destinazione dell’8, 5 e 2 per mille, il 730-2 sostituto d’imposta e 730-2 CAF e professionista abilitato, il 730-3 prospetto di liquidazione e le istruzioni per la compilazione, il 730-4 e 730-4 integrativo e la Bolla di consegna per i modelli 730 e/o 730-1.

Guida alla compilazione del modello 730 2017 redditi 2016:

 

Chi può utilizzare il 730 2017?

I contribuenti che possono utilizzare il Modello 730 2017 ai fini di dichiarazione dei redditi sono: 

  • Pensionati o lavoratori dipendenti;
  • Lavoratori in Cassa integrazione e in Mobilità;
  • Soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca;
  • Sacerdoti della Chiesa cattolica;
  • Giudici costituzionali, parlamentari nazionali e altri titolari di cariche pubbliche elettive come consiglieri regionali, provinciali, comunali, ecc;
  • Persone che svolgono lavori socialmente utili;
  • Lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato per un periodo inferiore all’anno rivolgendosi a:
    • sostituto d’imposta: se il rapporto di lavoro dura almeno dal mese di aprile al mese di luglio 2016 CAF per lavoratori dipendenti (Caf-dipendenti) o a un professionista abilitato, se il rapporto di lavoro dura almeno dal mese di giugno al mese di luglio 2016 e si conoscono i dati del sostituto d’imposta che dovrà effettuare il conguaglio.
  • Personale della scuola con contratto di lavoro a tempo determinato, che si può rivolgere al sostituto d’imposta o a un Caf-dipendenti o a un professionista abilitato, se il contratto dura almeno dal mese di settembre dell’anno 2016 al mese di giugno dell’anno 2017.
  • Lavoratori che posseggono soltanto redditi di collaborazione coordinata e continuativa (art. 50, comma 1, lett. c-bis, del TUIR) almeno nel periodo compreso tra il mese di giugno e il mese di luglio 2017 e conoscono i dati del sostituto che dovrà effettuare il conguaglio, presentando il Mod. 730 a un Caf-dipendenti o a un professionista abilitato.
  • Produttori agricoli esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta (Mod. 770 semplificato e ordinario), IRAP e IVA. 

I suddetti contribuenti, possono utilizzare il Modello 730 2017 se nel corso dell’anno d’imposta 2016, hanno percepito i seguenti redditi:

  • Redditi di lavoro dipendente e redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente come per esempio co.co.co. e contratti di lavoro a progetto.
  • Redditi dei terreni e redditi dei fabbricati
  • Redditi di capitale
  • Redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita IVA, per esempio per le prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente.
  • Redditi diversi come per esempio i redditi percepiti di terreni e fabbricati situati all’estero.
  • Alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata, indicati nella sezione II del quadro D come per esempio redditi derivati per dalla vendita, anche parziale, dei terreni o degli edifici a seguito della lottizzazione di terreni, per la cessione a titolo oneroso di beni immobili acquistati, dalla concessione in usufrutto e dalla sublocazione di beni immobili, dall’affitto, locazione, noleggio o concessione in uso di veicoli, macchine e altri beni mobili, oppure che derivano dall’utilizzazione economica di opere dell’ingegno, di brevetti industriali o indennità di trasferta.

 

E per chi non ha requisiti per il 730?

I contribuenti che non possono utilizzare il 730 anno 2017, perché sono tenuti a presentare il modello Unico Persone fisiche, sono coloro i quali nel periodo d’imposta 2016 hanno posseduto:

redditi d’impresa, anche in forma di partecipazione.

redditi di lavoro autonomo per i quali è richiesta la partita Iva.

redditi “diversi”: per esempio, derivati dalla cessione totale o parziale di aziende, proventi derivanti dall’affitto e dalla concessione in usufrutto di aziende.

Altresì non possono utilizzare il modello 730 i contribuenti che:

Sono tenuti a presentare le dichiarazioni di: Iva, Irap, modelli 770 ordinario e semplificato, come per esempio gli imprenditori agricoli non esonerati dall’obbligo di presentare la dichiarazione Iva, venditori “porta a porta”.

Non residenti in Italia nel periodo d’imposta oggetto di dichiarazione e/o in quello di presentazione del modello.

Se presentano una dichiarazione per conto dei contribuenti deceduti.

Se nel 2014 percepiscono redditi di lavoro dipendente erogati esclusivamente da datori di lavoro non obbligati a effettuare le ritenute d’acconto (ad esempio, collaboratori familiari e altri addetti alla casa).

 

Nuovo modello 730 anno 2017 Agenzia delle Entrate pdf:

Il nuovo 730 anno 2017 Agenzia delle Entrate verrà pubblicato entro il 15 gennaio 2017 sul sito ufficiale dell'Agenzia delle Entrate.

Il nuovo modello per la dichiarazione dei redditi 2017, recepirà, pertanto, tutte le modifiche apportate dalla Legge di Stabilità 2017 con la dichiarazione dei redditi semplificata.

Il modello 730 2017 sarà quindi scaricabile gratis dal sito, e una volta salvato sul pc, potrà essere stampato e compilato dal contribuente e consegnato al datore di lavoro, ente pensionistico, caf o commercialista.

Per scaricare gratis il nuovo modello basterà collegarsi al sito Agenzia delle Entrate.

 

Guida alla compilazione 730 anno 2017 quadri e sezioni:

Il 730 2017 guida compilazione quadri modello, sono delle linee guida generali che il contribuente può utilizzare per una corretta compilazione delle sezioni che compogono la dichiarazione dei redditi percepiti nell’anno 2016.

Il mod. 730/2017 è composto da varie sezioni e quadri che vanno compilati direttamente dal soggetto interessato accedendo trmaite cassetto fiscale se dispone del Pin Agenzia delle Entrate, dal Caf o associazioni di categoria, dal commercialista o con l’ausilio del software gratuito messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. 

Il Modello 730 2017 va così compilato:

Frontespizio: vanno indicate le generalità del contribuenti come il codice fiscale, dati anagrafici, residenza e domicilio fiscale. Dati dei familiari a carico e del sostituto d’imposta.

Quadro A redditi dei terreni: se il contribuente ha percepito Redditi derivati dal possesso dei terreni.

Quadro B redditi dei fabbricati: se il contribuente ha percepito Redditi dertivati dal possesso di fabbricati, anche se si tratta dell’abitazione principale.

Quadro C redditi di lavoro dipendente e assimilati: se il contribuente ha percepito Redditi di lavoro dipendente e di pensione. Redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente. Ritenute relative all’Irpef e alle addizionali regionale e comunale. Dati relativi al contributo di solidarietà.

Quadro D altri redditi: se il contribuente ha percepito Redditi di capitale, di lavoro autonomo non derivante da attività professionale e redditi diversi, per esempio redditi di terreni e fabbricati situati all’estero o Redditi soggetti a tassazione separata come i redditi percepiti dagli eredi.

Quadro E oneri e spese detraibili e oneri deducibili: se il contribuente ha sostenuto spese che danno diritto a una detrazione d’imposta e spese che possono essere sottratte dal reddito complessivo (oneri deducibili).

Quadro F acconti, ritenute, eccedenze e altri dati: Acconti relativi all’Irpef, all’addizionale comunale e alla cedolare secca sulle locazioni. Ritenute diverse da quelle indicate nei quadri C e D. Crediti o eccedenze di versamento derivanti dalle dichiarazioni degli anni precedenti.

Quadro G crediti d’imposta: Crediti d’imposta relativi ai fabbricati, per l’incremento dell’occupazione, per i redditi prodotti all’estero, per le mediazioni, per il reintegro delle anticipazioni sui fondi pensione e per la ricostruzione degli immobili colpiti dal sisma in Abruzzo.

Quadro I Pagamenti imposte con F24: se il contribuente ha utilizzato il credito derivante dal modello 730/2017 per il versamento dell’IMU dovuta per l’anno 2016 o di alltre imposte pagate con F24 come ad esempio TASI e TARI.

Firma della dichiarazione: del contribuente che rilascia la dichiarazione dei redditi con il modello 730.

  

Modello 730/2017 spese deducibili e detraibili:

Il contribuente per poter dedurre e detrarre le spese deducibili e detraibili dalla Dichiarazione dei redditi 2017 deve presentare al Caf o al commercialista, tutte le ricevute attestanti la spesa effettuata dal dichiarante nel "suo interesse" e quella effettuata nell’interesse di familiari fiscalmente a carico.

A tale proposito, è importante ricordare che il familiare è a carico solo quando questo possiede un reddito inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili. 

Novità detrazioni familiari a carico.

modello 730 elenco spese deducbili e detraibili:

A) Oneri deducibili da indicare nel Modello 730 anno 2017:

Spese mediche generiche senza franchigia.

Oneri dei contributi previdenziali e assistenziali 

Oneri dei contributi per i fondi integrativi del servizio sanitario nazionale

Oneri dei contributi per forme pensionistiche complementari e individuali per un importo non superiore a 5.164,57 euro

Spese per l’assistenza per i portatori di handicap

assegni periodici per il mantenimento del coniuge separato o divorziato

Beneficienza a favore di istituti religiosi

Beneficienza a favore delle organizzazioni non governative

Beneficienza a favore di ONLUS e movimenti e partiti politici passa al 26%.

Beneficienza a favore di università, enti di ricerca

Rendite, vitalizi, assegni alimentari ed altri oneri

Spese per i Contributi Colf, Badanti, Baby sitter fino all’importo di 1.549,37 euro

Contributo al Servizio Sanitario Nazionale sulla rc auto-moto e natanti superiore a 40,00 euro

 

B) Detrazione fiscale del 19%, oneri detraibili:

Spese effettuate nell’interesse proprio o dei familiari fiscalmente a carico:

Spese sanitarie: senza franchigia di 129,11 euro, solo se certificate da scontrino fiscale con l’indicazione sia del codice fiscale che del codice del farmaco

Spese sanitarie per disabili

Spese per acquisto e riparazione veicoli per disabili: Spesa massima detraibile 18.075,99 euro per singolo veicolo

Spese per cani guida: senza limite di importo

Spese mantenimento cane guida: importo massimo detraibile 516,46 euro  

Spese per l’istruzione secondaria e universitaria

Spese per attività sportive praticate da ragazzi: spesa massima detraibile 210,00 euro per ciascun figlio fino a 18 anni  

Spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede: importo massimo detraibile 2.633,00 euro

Spese per Asilo Nido: importo massimo 632,00 euro all’anno 

Oneri dei contributi versati per il riscatto del corso di laurea

 

Spese effettuate nell’interesse del contribuente:

Spese sanitarie per patologie con esenzione SSN

Spese funebri limite detrazione: massimo importo in detrazione 1.550 euro

Spese per intermediazione immobiliare: non superiore a 1.000,00 euro

Spese veterinarie: solo per importi superiori a 129,11 euro, ma con un limite massimo di 387,34 euro

interessi per mutui ipotecari per l’acquisto dell’abitazione principale: detrazione massima 19% ovvero pari a 4.000,00 euro   

interessi per mutui ipotecari per l’acquisto di altri immobili stipulati prima del 1993: importo massimo 2.065,83 euro

interessi per mutui contratti dopo il 1997 per recupero edilizio: importo massimo da detrarre 2.582,28 euro

interessi per mutui ipotecari stipulati per costruire l’abitazione principale: La detrazione massima di 2.582,28 euro

interessi per prestiti o mutui agrari: non possono essere detratti importi superiori a quelli dei redditi dei terreni dichiarati

Detrazione massima per i premi per l’assicurazione sulla vita e contro gli infortuni sul quale spetta la detrazione del 19%, viene fissato il nuovo tetto a 630 euro.

Beneficienza a favore di: partiti politici, onlus, società ed associazioni sportive dilettantistiche, società di mutuo soccorso, associazioni di promozione sociale, società di cultura "La Biennale di Venezia", attività culturali ed artistiche, enti operanti nello spettacolo e fondazioni operanti nel settore musicale, importo massimo in detrazione pari  a 1.032,91 euro, anche per le erogazioni liberali in denaro a favore dell’Unione buddhista italiana e dell’Unione induista italiana, enti ai quali è ora anche possibile destinare l’8 per mille dell’Irpef.

 

d) Spese con detrazione fiscale sismabonus, riqualificazione energetica, ristrutturazioni e mobili:

Spese per interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti

Spese per l’installazione di pannelli solari

Sisma bonus;

Spese per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale

bonus mobili, elettrodomestici e ristrutturazioni.

 

e) Detrazioni per i canoni di locazione:

Per i canoni di locazione la deduzione forfetaria per i canoni a tassazione ordinaria e l'aliquota cedolare secca da calcolare sui canoni derivanti da “contratti concordati” nei comuni con carenze di disponibilità abitative o ad alta tensione abitativa.

detrazione per gli inquilini di alloggi adibiti ad abitazione principale

detrazione per i giovani di età compresa tra i 20 e i 30 anni che stipulano un contratto di locazione per l’abitazione principale

detrazione per i lavoratori dipendenti che trasferiscono la propria residenza per motivi di lavoro

 

730/2017 scadenza e termini presentazione:

730/2017 scadenza e termini presentazione modello per la dichiarazione dei redditi annuale, periodo d’imposta 2016 va trasmesso entro il 23 luglio sia che il modello precompilato sia presentato direttamente dal contribuente che attraverso CAF e intermediari, quest'ultimi a patto che riescano ad elaborare almeno l'80% dei modelli e a trsmetterli, entro il 7 luglio.

Importante: le scadenze per la trasmissione invio del modello 730 anno 2017, potrebbero subire proroghe, pertanto, si consiglia ai contribuenti di verificare i termini di scadenza 730 2017 Agenzia delle Entrate. Inoltre, se una data di scadenza cade di domenica o in un giorno festivo, viene posticipata al primo giorno lavorativo successivo.

 

Istruzioni su come e dove si presenta il 730:

Il 730 anno 2017 può essere presentato per la compilazione e per l’invio al datore di lavoro o ente pensionistico, ai Caf o professionisti abilitati.

a) Presentazione modello 730 al datore di Lavoro o ente Pesionistico al sostituto d’imposta:

I contribuenti che presentano la dichiarazione al proprio sostituto d’imposta, ovvero, al proprio datore di lavoro o ente pensionistico, devono consegnare:

Modello 730 anno 2017 già compilato: il contribuente in questo caso non deve esibire la documentazione tributaria relativa alla dichiarazione dei redditi.

Mod. 730-1, in busta chiusa: il modello riporta la scelta per destinare l’8 per mille, il 5 e 2 per mille dell’IRPEF. Può anche essere utilizzata una normale busta di corrispondenza indicando “Scelta per la destinazione dell’otto e del cinque per mille dell’IRPEF ”, il cognome, il nome e il codice fiscale del dichiarante. Il contribuente deve consegnare la scheda anche se non esprime nessuna scelta, indicando il codice fiscale e i dati anagrafici. Se presenta la dichiarazione in forma congiunta, il contribuente deve inserire le schede per destinare l’otto per mille e il cinque per mille in un’unica busta sulla quale vanno riportati i dati del dichiarante. 

b) Presentazione modello 730 anno 2017 al CAF o al professionista abilitato: cosa e quali Documenti vanno presentati per la compilazione? 

I contribuenti che scelgono di rivolgersi al CAF o ai professionisti abilitati, possono optare se consegnare il modello 730 già debitamente e correttamente compilato pagando da quest'anno:

  • 15,40 euro, per l’assistenza fiscale prestata nel 2016
  • 16,90 euro, a partire dal 2017.

oppure, chiedere l'assistenza per la compilazione. Qualora i contribuenti, richiedano l’assistenza per la compilazione del modello 730, il Caf o i soggetti abilitati, devono richiedere al momento della presentazione della dichiarazione i dati relativi alla residenza anagrafica del dichiarante e una serie di documenti ai fini della compilazione, mentre la scheda per la scelta della destinazione dell’8 per mille e del 5 per mille dell’IRPEF (Mod. 730-1), va consegnata loro in busta chiusa.

c) presentazione modello 730 precompilato direttamente online, accedendo al cassetto fiscale Agenzia delle Entrate,

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili


Lascia un commento
Contatti