730 precompilato 2017 congiunto come si fa e consegna quando conviene?

Dichiarazione dei redditi congiunta cos'è e come funziona? Come fare il 730 precompilato congiunto spese mediche e quando conviene farlo? A chi si consegna?

Commenti 0Stampa

Il 730 precompilato 2017 congiunto è la possibilità per i coniugi di presentare un'unica dichiarazione dei redditi se possiedono determinati requisiti reddituali e se almeno uno dei due, possiede i requisiti per presentare il 730.

Tale opzione, con l'introduzione del nuovo 730 precompilato, è prevista sia per i coniugi che si rivolgono al Caf o intermediari autorizzati, o al sostituto di imposta, per cui datore di lavoro o ente pensionistico, sia per chi presenta il 730 precompilato congiunto da solo, utilizzando la modalità telematica. 

 

730 precompilato 2017 congiunto: quando si può fare?

Il 730 precompilato 2017 congiunto può essere presentato da soli tramite il sito ufficiale dell'Agenzia delle Entrate, per cui se è stato predisposto il modello online e si ha il PIN per eseguire l'accettazione del 730 e inviarlo per via telematica, è possibile presentarlo in forma congiunta, altrimenti è possibile rivolgersi ad un CAF o commercialista, intermediario autorizzato che presti l'assistenza fiscale, oppure, al sostituto di imposta, per cui al proprio datore di lavoro o ente pensionistico.

Inoltre è possibile presentare il 730 congiunto solo se si è sposati mentre non è possibile presentare la dichiarazione dei redditi 2017 congiunta quando:

  1. si presenta la denuncia dei redditi per conto di persone incapaci e minori;
  2. in caso di decesso del coniuge avvenuto prima della presentazione della dichiarazione dei redditi;
  3. in caso di persone conviventi e non sposate nel corso del 2017. La forma congiunta è infatti riservata solo alle persone coniugate;
  4. se si sceglie di presentare il modello Unico persone fisiche 2017.

 

Dichiarazione dei redditi congiunta cos'è? Requisiti:

La dichiarazione dei redditi congiunta si ha quando due coniugi intendono presentare insieme il 730, per farlo però i due contribuenti devono essere in possesso di determinati requisiti che sono:

Redditi per dichiarazione congiunta: possedere nel 2016 solo redditi da lavoro dipendente, redditi assimilati a quelli da lavoro dipendente, redditi dei fabbricati e terreni, di capitale, redditi di lavoro autonomo senza obbligo di partita IVA, redditi diversi e alcune fattispecie di redditi assoggettati a tassazione separata.

Almeno uno dei due coniugi deve possedere i requisiti per utilizzare il modello 730.

Essere sposati ufficialmente alla data in cui si presenta la dichiarazione dei redditi 2017 anche non ancora coniugati nel 2016.

Ciò significa che anche se la coppia si è sposata per esempio a maggio 2017, può fare la dichiarazione congiunta 2017 per i redditi del 2016. 

Si ricorda inoltre per i coniugi che intendono presentare il 730 congiunto, di indicare nel modello come dichiarante, il coniuge che ha come sostituto d’imposta il soggetto al quale viene presentata la dichiarazione, o il CAF o professionista abilitato scelto per prestare l'assistenza fiscale e di conseguenza i conguagli.

Per maggiori informazioni su chi può presentare il 730: requisiti per utilizzare il modello 730.

 

Vantaggi 730 congiunto:

I vantaggi della dichiarazione congiunta da presentare attraverso il modello 730 congiunto, consistono in:

  1. Possibilità per il coniuge che non ha un sostituto di imposta, di avvalersi del datore di lavoro o ente pensionistico dell'altro coniuge per scaricare spese mediche o altre spese detraibili o deducibili dalla dichiarazione dei redditi, recuperando quindi eventuali rimborsi di imposte a credito o di pagare le imposte a debito direttamente sulla busta paga del proprio coniuge.
  2. Minori costi 730 Caf o intermediari: in quanto viene elaborato un solo modello e non due.
  3. La dichiarazione congiunta è ammessa sia che i coniugi siano in comunione di beni che in separazione dei beni.
  4. La dichiarazione congiunta comporta l'elaborazione di un solo modello 730 per entrambi i coniugi, ma i redditi dichiarati non si sommano ma restano ben distinti dal momento che il calcolo delle imposte viene eseguito comunque sul reddito personale di entrambi i coniugi.

 

Compilazione 730 congiunto e calcolo liquidazione:

Compilazione 730 congiunto: La scelta di utilizzare il 730 congiunto 2017 deve essere manifestata dal coniuge dichiarante, sul frontespizio del proprio modello 730 barrando le due caselle: "Dichiarante" e "Dichiarazione congiunta", mentre l'altro coniuge deve barrare solo la casella "Dichiarazione congiunta".

Inoltre va indicato:

Il sostituto di imposta nel caso in cui il coniuge dichiarante presenti il 730 congiunto al suo datore di lavoro o ente pensionistico.

Il Caf o commercialista se si sceglie di presentare la dichiarazione dei redditi congiunta al professionista abilitato.

In entrambi i casi va sottoscritta la delega 730 2017 e l'apposizione del visto di conformità sulla dichiarazione.

Come funziona il calcolo e la liquidazione dell'imposta nel 730 congiunto? Una volta compilata la dichiarazione congiunta ed effettuata l'elaborazione del modello base da parte del sostituto di imposta o dal Caf, tutti i dati vengono riportati nel prospetto di liquidazione Mod. 730-3 la cui copia viene rilasciata al contribuente. Nel modello quindi sono presenti il soggetto che presta l'assistenza fiscale e tutti i dati utili per il calcolo delle imposte, i redditi, le detrazioni, le addizionali regionali e comunali, la cedolare secca, contributo di solidarietà, liquidazione delle imposte del Dichiarante e del Coniuge, gli importi trattenuti o rimborsati a seguito delle operazioni di conguaglio, i dati per la compilazione del modello f24 ai fini IMU.

Pertanto, in caso di 730 congiunto il prospetto di liquidazione contiene sia i calcoli effettuati per il coniuge dichiarante che i calcoli effettuati a nome del coniuge, ma un solo risultato finale a debito o a credito, che verrà conguagliato, dal sostituto, nella busta paga o nella pensione del solo dichiarante.

 

Dichiarazione congiunta come fare per le spese mediche?

Marito e moglie entrambi lavoratori dipendenti vogliono presentare un'unica dichiarazione dei redditi, per cui decidono di optare per il 730 congiunto rivolgendosi ad un Caf.

In questo caso come funziona la detrazione delle spese sanitarie per esempio sostenute a nome dei figli a carico?

A chi spetta la detrazione delle spese mediche?

ONERI DETRAIBILI – SPESE MEDICHE PER I FIGLI - QUADRO E, RIGO E1: Se le fatture mediche sono intestate direttamente ai figli, entrambi i coniugi hanno diritto alla detrazione del 19%, se i genitori intendono ripartire le spese in percentuale diversa dal 50%, devono annotare la circostanza sul documento di spesa.

Se invece la fattura medica è intestata ad un solo genitore, la detrazione spetta al solo genitore intestatario.

Pertanto, in caso di 730 congiunto si consiglia di riportare per intero le spese mediche sul 730 del coniuge che ha il reddito più alto, in questo modo si eviterà il rischio di perdere quote di detrazione spese per incapienza delle ritenute fiscali subite.

RIcordiamo, inoltre, che le spese mediche e sanitarie sono inserite sul modello 730 precompilato, poiché i dati di spesa vengono inviati dai medici, strutture sanitarie private e pubbliche, farmacie per l'acquisto dei farmaci e apparecchi medicali, ecc entro il 28 febbraio di ogni anno all'Agenzia delle Entrate che, ha poi il compito di elaborare i dati e predisporre per ciascuna voce di spesa la detrazione spettante e l'eventuale rimborso.

Ogni contribuente, inoltre, ha la possibilità di comunicare all'Agenzia l'opposizione all'utilizzo dei dati delle spese mediche utilizzando un apposito modulo, oppure, accedendo al Sistema tessera sanitaria, potrà comunicare il consenso o l'accesso ai propri dati.

COPYRIGHT GUIDAFISCO.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Ti è piaciuto questo articolo?


Articoli Simili


Lascia un commento
Contatti